polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Beinasco: ridisegno di un'area di margine per la costruzione di una nuova qualità dello spazio urbano

Russo, Enza

Beinasco: ridisegno di un'area di margine per la costruzione di una nuova qualità dello spazio urbano.

Rel. Elena Vigliocco. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione), 2008

Abstract:

NTRODUZIONE

Beinasco e il Politecnico di Torino.

L'amministrazione comunale di Beinasco nella figura dell'Assessore all'Urbanistica Maurizio Piazza ha cercato una collaborazione con la Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino per iniziare dei ragionamenti sperimentali di carattere urbanistico-architettonico su un'area attualmente identificata con affaccio sul Parco del Sangone.

L'area in .questione è stata inserita con D.C.R. n. 243-17401. del 30/05/20021 all'interno del .Piano d'Area della Regione Piemonte che costituisce a tutti gli effetti stralcio del Piano Territoriale Regionale con effetto di Piano paesistico ai sensi della L.R. 3/471989 n. 20. La regione Piemonte, nell'ottica della tutela del territorio, vincola l'area, rendendo impossibile all'amministrazione comunale l'attuazione di progetti che, pur tutelando l'area a parco, valorizzino questa parte di territorio. L'inserimento nel piano d'area dipende dalla necessità, da parte della Regione Piemonte, di salvaguardare la ormai esigua parte di territorio non ancora costruito e di conservare la più ampia superficie possibile a parco.

Interesse dell'amministrazione è quello di attivare uno studio su possibili scenari di trasformazione che vadano sempre nell'ottica della salvaguardia dell'area a parco del Sangone, ma che attivino anche un processo di riqualificazione e completamento dell'area residenziale. Obiettivo dell' amministrazione è sviluppare meccanismi di valorizzazione che possano avere delle ricadute virtuose sull'area in questione, sull'intero territorio comunale e anche sull'intera area metropolitana. Le proposte che emergeranno dai lavori degli studenti della facoltà di architettura all'interno di laboratori di progettazione o di elaborati di tesi potranno essere utilizzate come supporto al dialogo, già da tempo aperto con la Regione, per far visualizzare alcuni dei possibili scenari che l'amministrazione comunale potrebbe attuare. Questi scenari dovranno andare in primo luogo nell'ottica di tutela e salvaguardia del territorio a parco e in secondo in quello di un potenziamento di risorse polarizzanti, in modo tale da mitigare interessi di tutela della Regione Piemonte a volontà di valorizzazione dell'amministrazione comunale. L'area si propone come vero e proprio luogo di sperimentazione dove le soluzioni di masterplan ipotizzabili sono svincolate da parametri di natura urbanistica, dal rispetto di indici di edificabilità, dall'obbligo di inserimento di un certo numero di abitanti o di unità abitative; tutto e da inventare con il solo fine di tendere verso un'ottica di riqualificazione. I parametri che ne deriveranno saranno solamente espressione di un'unità di misura della qualità urbana.

Relatori: Elena Vigliocco
Tipo di pubblicazione: A stampa
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
U Urbanistica > UB Architettura del Paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (Restauro E Valorizzazione)
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1329
Capitoli:

INDICE

INTRODUZIONE

1 L'analisi della realtà del Comune di Beinasco

2 Definizione dell'area oggetto di studi: il "Quartiere Mirafiori"

2.1 Le destinazioni d'uso del costruito

2.2 Le tipologie residenziali

2.3 Il sistema della viabilità interna

2.4 Le attrezzature ed aree per i servizi pubblici

2.5 II sistema del verde

2.6 Le criticità e risorse dell'area

3 Obiettivi e criteri guida del progetto di masterplan

3.1 Determinazione di uno schema direttore

3.2 Le nuove polarità

3.3 II sistema della viabilità

3.4 Il parco urbano

3.5 Configurazione planimetrica-morfologica degli isolati residenziali

3.6 Tipologie abitative

3.7 II costruito: quantificazione delle superfici, dei volumi, degli indici, del numero di abitanti

3.8 La biblioteca tematica

4 References: Approfondimenti - Casi studio

4.1 Il progetto di master, pian del Sphinx-Cèramique (Maastricht)

4.2 Bercy (Parigi) Jean-pierre Buffi

4.3 Tilla Durieux Public Park Potsdamer Platz (Berlino)

APPENDICE

A_Il Piano d�area stralcio del torrente Sangone

B_ Lettura delle matrici storiche ed evoluzione dell'agglomerato

Urbano del Comune

C_ Andamento demografico del Comune di Beinasco

D_ Percorso virtuale: repertorio di immagini e suggestioni

E_ Abaco delle specie arboree

F_ Abaco delle pavimentazioni

G_ Viste aeree e panoramiche dell'area

RIDUZIONI TAVOLE DI PROGETTO

BIBLIOGRAFIA

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

A. ROSSI, L'Architettura della città, Marsilio Editore, Padova 1966 (CittaStudi, Milano 1995)

J. COENEN, Jo Coenen: the discovery of architectura, Ernst und Sohn, Berlin 1989

C. LEONARDI, F. STAGI L'architettura degli alberi, Mazzotta, Milano 1998

G.MONGINI, C.ODD0NE, Municipi e Castellanie. Storia di Beinasco dalle origini a oggi, Allemandi, Torino 1999

K. LYNCH, L'immagine della città, Marsilio, Venezia 2001

G. DURBIANO, M. ROBIGLIO, Paesaggio dell'Architettura, Donzelli Editore, Roma 2003

F.PURINI, R.ALBIERO, W.TRONCHIN, Città e luoghi, materiali per Ca città rimossa, Gangemi Editore, Roma 2004

P.L. CARCI, La qualificazione urbana dal piano al progetto, Gangemi Editore, Roma 2005

H. DE HILDE, Jo Coenen, From Urban design to architectural detail, Birkhauser, Basel 2005

V. COMOLI MANDRACCI, Torino, Laterza, Roma-Bari 1983 (Laterza, Roma-Bari 2006)

M. CAMASSO, S.GRON, E.VIGLIOCCO, Leggere, costruire, trasformare. Appunti di composizione architettonica e urbana, Celid, Torino 2008

SITOGRAFIA

www.comune.beinasco.to.it www.comune.torino.it

www.provincia.torino,it

www.parks.it

www.jocoenen.com

Tavole:

RIDUZIONI TAVOLE DI PROGETTO

1_ L'area di progetto. Stato di fatto.

2_ Progetto di master plan.

3_ Pianta Piano Terra e sezioni. Lo spazio pubblico.

4_ Pianta Piano Tipo e sezioni. Il costruito residenziale.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)