polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Una trama di connessioni per riequilibrare un quartiere interrotto: il caso della F.N.E.T di Moncalieri = A network of connections to rebalance an interrupted neighbourhood: the case of the F.N.E.T of Moncalieri

Francesca Giusy Filetti

Una trama di connessioni per riequilibrare un quartiere interrotto: il caso della F.N.E.T di Moncalieri = A network of connections to rebalance an interrupted neighbourhood: the case of the F.N.E.T of Moncalieri.

Rel. Gustavo Ambrosini. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (48MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (75MB)
Abstract:

La volontà di ridefinire e far rivivere luoghi abbandonati o in parte soggetti a funzioni che non innescano un miglioramento economico e sociale, lasciando isolati o facilmente isolabili le aree interessate, è il principio da cui inizia la stesura della mia tesi. Oggetto d’interesse è la fabbrica Nazionale di Estratti Tannici localizzata in uno dei Borghi della città di Moncalieri, Borgo Mercato. Acquisire una conoscenza adeguata sul tema del patrimonio industriale ha costituito uno dei primi obiettivi della tesi. Lo studio si è focalizzato in principio sulla definizione di patrimonio industriale dismesso, analizzando brevemente sia le molteplici cause che portano ad una dismissione, sia le potenziali soluzioni correttive e migliorative a tale problema. Al fine di definire una prima linea di intervento all’interno del progetto è stato necessario studiare talune preliminari azioni di rigenerazione urbana, che mi potessero aiutare nella definizione di criteri necessari per il raggiungimento di risultati di buona qualità. Successivamente, è stato fondamentale comprendere la necessità di recupero del patrimonio industriale esistente, ponendo l’attenzione sui manufatti di origine industriale e sul contesto storico di riferimento degli stessi, analizzando, attraverso tre importanti periodi storici, le fasi di nascita, sviluppo e declino degli impianti moncalieresi che hanno segnato fisicamente ed economicamente la crescita della città. La fabbrica ha da sempre destato il mio interesse anche per le potenzialità che l’area immediatamente circostante possiede infatti, a circa trecento metri dalla FNET, è tutt’ora presente ciò che in passato era un grande nodo attivo: il mercato del bestiame. Esso un tempo possedeva una funzione che, con i suoi sistemi di commercializzazione e di distribuzione, rendeva la zona molto più dinamica ed energica. I nuovi processi di sviluppo commerciale e le modifiche della qualità del prodotto venduto hanno portato, alla fine degli anni Novanta, alla totale chiusura del mercato del bestiame trascinando con sè gli imminenti effetti negativi all’interno del Borgo. Questa piccola parentesi risulta essere fondamentale nella scoperta della nuova proposta di rifunzionalizzazione dell’industria, poichè indirizzerà la scelta della nuova destinazione d’uso verso la progettazione di una nuova realtà di mercato, andando incontro alle necessità odierne ed alle esigenze della collettività senza dimenticare il ruolo che questo borgo ha da sempre rappresentato. Il progetto di rifunzionalizzazione industriale implementato, ha focalizzato l’attenzione sul nuovo fenomeno dei mercati contemporanei, andando ad analizzare le caratteristiche funzionali, architettoniche e compositive di alcuni casi studio presi in esame. Inoltre, sono stati individuati alcuni elementi chiave che accomunano questi progetti e che sono stati indispensabili per la successiva fase di elaborazione della proposta progettuale. La memoria storica dell’originaria fabbrica, di cui edifici e ciminiera ne sono imponenti testimonianze, è stata in parte conservata attraverso un intervento di riqualificazione avente la finalità di riconsegnare l’area alla collettività con il fine di avviare nuove dinamiche sostenibili di aggregazione culturale e sociale.

Relators: Gustavo Ambrosini
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 146
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/13261
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)