polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Caratterizzazione a fatica a basso numero di cicli di Ti-48Al-2Cr-2Nb fabbricato mediante electron beam melting = Low cycle fatigue characterization of Ti–48Al–2Cr–2Nb additively manufactured using electron beam melting

Gianluca Carossino

Caratterizzazione a fatica a basso numero di cicli di Ti-48Al-2Cr-2Nb fabbricato mediante electron beam melting = Low cycle fatigue characterization of Ti–48Al–2Cr–2Nb additively manufactured using electron beam melting.

Rel. Daniele Botto, Mauro Filippini. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (7MB) | Preview
Abstract:

L’utilizzo di leghe al nichel è ad oggi diffuso in applicazioni ad alta temperatura, ambiente corrosivo ed elevate sollecitazioni, quali i propulsori aerospaziali. In quest’ambito, i sistemi intermetallici rappresentano un potenziale sostituto delle superleghe grazie al superiore rapporto resistenza-peso. Nonostante gli evidenti possibili risparmi, il loro utilizzo è stato finora fortemente limitato dai problemi tipici delle leghe intermetalliche, legati alla bassa tenacità che ne rende difficile la lavorazione con i tradizionali metodi, dall’alta sensibilità del materiale all’ossigeno e dall’alta variabilità delle proprietà meccaniche. In questo contesto, la produzione con metodi di fabbricazione additiva può ovviare a molti di questi aspetti ed abilitare l’impiego di questi materiali in un recente futuro. Il presente lavoro ha lo scopo di determinare le proprietà a fatica, a basso numero di cicli, in temperatura (circa 500-600°C), per Ti-48Al-2Cr-2Nb prodotto in fabbricazione additiva. Il lavoro svolto si è articolato nel disegno della prova di fatica, dalla definizione della forma dei provini al progetto dell’assemblaggio, nello svolgimento delle prove, eseguite in temperatura mediante riscaldamento a induzione e nell’elaborazione ed interpretazione finale dei risultati. Durante il lavoro si è reso necessario uno studio agli elementi finiti ai fini di minimizzare il fattore di concentrazione di sforzi nella definizione della forma del provino, la definizione e calibrazione del sistema di controllo della temperatura durante le prove svolte e la determinazione di un sistema adeguato alla misurazione delle deformazioni del provino stesso.

Relators: Daniele Botto, Mauro Filippini
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 107
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Aerospaziale
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-20 - AEROSPATIAL AND ASTRONAUTIC ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/12805
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)