polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Sistemi di schermatura per condutture elettriche = Shielding systems for electrical cable trays

Marco Moraschi

Sistemi di schermatura per condutture elettriche = Shielding systems for electrical cable trays.

Rel. Aldo Canova, Luca Giaccone. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettrica, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (22MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial Share Alike.

Download (82kB)
Abstract:

Lo scopo di questo lavoro di tesi è stato quello di analizzare l’andamento del fattore di schermatura di una canalina industriale all’aumentare della distanza dalla stessa e in dipendenza dalla sua composizione e costruzione. Per raggiungere tale scopo e semplificare la procedura di analisi agli elementi finiti, sono stati sviluppati degli applicativi per Windows che consentissero di velocizzare le fasi di inserimento dati. In particolar modo, sono stati programmati: - un’interfaccia grafica in Visual Basic per .NET Framework tramite l’utilizzo del software Visual Studio Community 2019 con l’obiettivo di rendere evidenti a un generico utente i valori modificabili per la canalina in esame (quali larghezza della canalina, spessore dei materiali, proprietà fisiche dei materiali, …) - uno script in LUA elaborato in Visual Studio Code che interfacciandosi con il software femm, disponibile gratuitamente in rete, consente di creare il modello della canalina i cui dati sono stati inseriti tramite l’interfaccia grafica al punto precedente. Dopo una prima fase di programmazione sono state quindi effettuate delle misure sperimentali presso il laboratorio di misura della Sati Shielding, azienda del Gruppo Carpaneto Sati, presso la sede di Cascine Vica (TO), che ha messo a disposizione le proprie canaline per uso industriale e gli strumenti di misura per le prove di schermatura. L’obiettivo per cui sono state svolte le prove è stato quello di effettuare una caratterizzazione del fattore di schermatura delle canaline in esame, verificandone l’andamento a determinate distanze dalla canalina e lungo tutta la sua lunghezza assiale. Tali prove hanno anche consentito di effettuare un confronto tra i risultati generati dai software di analisi agli elementi finiti e la realtà fisica. In seguito alle misure, sono state quindi effettuate delle simulazioni grazie all’utilizzo dei software programmati in precedenza. Queste simulazioni hanno messo in evidenza che permangono delle differenze tra le analisi agli elementi finiti che possono essere svolte via software, per quanto accurate, e la realtà fisica, sempre più complicata di qualsiasi modello. Tuttavia, fatte le opportune considerazioni, si è visto che è possibile ottenere un modello femm che approssimi abbastanza bene l’andamento reale dei campi generato da una linea trifase racchiusa da un canale schermante, per lo meno in situazioni specifiche. Le simulazioni effettuate al PC hanno mostrato infatti sufficiente accuratezza rispetto alle misure prese nelle varie configurazioni di prova. In ampliamento a questo lavoro di tesi, in futuro si potrebbero svolgere delle misure che prendano in considerazione l’andamento dei fattori di schermatura in funzione del livello di riempimento della canalina o del valore di corrente complessiva circolante all’interno dei cavi. Inoltre, si potrebbe condurre un’analisi che studi come si modificano le perdite della linea con l’aggiunta di un canale di schermatura.

Relators: Aldo Canova, Luca Giaccone
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 66
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Elettrica
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-28 - ELECTRICAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11969
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)