polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Somnium: la casa a portata di viaggio = Somnium: the close-at-trip house

Beatrice Mele

Somnium: la casa a portata di viaggio = Somnium: the close-at-trip house.

Rel. Jean Marc Christian Tulliani, Pier Paolo Scoglio. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (32MB) | Preview
Abstract:

In questa tesi verranno analizzati i processi di sviluppo e i casi studio più eclatanti di micro-ricettività, prediligendo opere non invasive, collocate in luoghi tranquilli e incontaminati, in grado di consentire al turista di passare del tempo a contatto con la natura, lontano dalle preoccupazioni e dalla quotidianità ed esaminandone gli aspetti formali, di montaggio e in particolar modo i materiali. A questo proposito, per il progetto è stato fin da subito scelto di utilizzare il materiale naturale e rinnovabile per eccellenza: il legno; cercando di individuare soluzioni alternative alle sostanze utilizzate per i trattamenti industriali del legno (impregnanti, colle, vernici) il più delle volte di origine petrolchimica e scegliendo prodotti caratterizzati da prestigiose certificazioni ecologiche. Il progetto architettonico di questa tesi vuole essere come il bivacco che nasce dalla necessità di facilitare il turismo nei luoghi più isolati e difficili, mediante una struttura di piccole dimensioni, temporanea e incustodita, in grado di ridurre le pressioni del vento e l’accumulo della neve in copertura, equipaggiato con elementi essenziali come letti, attrezzi di emergenza, tavolo con sedie e un modulo cottura a gas in acciaio inox; allo stesso tempo come la tenda che è in grado di conservare in sé lo spazio della quotidianità, sospendendolo quando è ripiegata e tornando a scandirlo ogni volta che viene rimontata, anche se il luogo è sempre diverso dal precedente; proprio perché si tratta di un posizionamento temporaneo, di un abitare transitorio che non intende stabilire legami forti con i luoghi che frequenta, ma “prende a prestito” temporaneamente uno spazio libero, lo rende funzionale, lo suddivide e se ne appropria temporaneamente. Questo progetto vuole essere una risposta a quel turista che non si accontenta di dormire in uno spazio condiviso o stretto e limitato, ma che allo stesso tempo vuole cimentarsi in attività outdoor, vuole staccare dalla routine, vivendo un’esperienza a contatto con la natura, senza soffrire la mancanza della propria casa. Attraverso questo studio si vuole progettare un’unità che funzioni in maniera totalmente autonoma, attraverso un sistema caratterizzato da uno spazio semplice e flessibile all’interno; in grado di risolvere tutti i requisiti energetici mediante un involucro tecnologico che fa del bivacco tradizionale un luogo più abitabile, autosufficiente e che sia il più lieve possibile. Per non creare discontinuità deve risultare appena appoggiata al suolo, in modo da poter essere smontato e ricollocato in un qualsiasi altro spazio naturale a seconda delle esigenze e della domanda del turismo. Questa provvisorietà vuole rispondere ad una vera e propria cultura del costruire «leggerezza insediativa» dove l’uomo, per non prevaricare la «sacralità» della terra, individua archetipi formali che si basano sul rapporto tra necessità e tecnologie costruttive. Tale manufatto, apparentemente instabile, privo di relazione con il contesto e identificabile come un’isola al riparo dall’immensità, non intacca tuttavia la continuità tra l’uomo e la natura, ma anzi vuole essere il risultato della consapevolezza maturata con l’esperienza, che certi comportamenti estremi della natura non sono governabili. Particolare accento viene dato allo studio dei materiali, per rendere il progetto sostenibile dal punto di vista ambientale, autosufficiente, facilmente smontabile e adattabile a diversi tipi di contesto.

Relators: Jean Marc Christian Tulliani, Pier Paolo Scoglio
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 122
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11958
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)