polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Casa Bossi a Novara: occasione per la valorizzazione e il "rilancio" di un circuito antonelliano = Casa Bossi in Novara: opportunity for the enhancement and the "relaunch" of an antonellian circuit

Anna Spinaci

Casa Bossi a Novara: occasione per la valorizzazione e il "rilancio" di un circuito antonelliano = Casa Bossi in Novara: opportunity for the enhancement and the "relaunch" of an antonellian circuit.

Rel. Cristina Coscia, Cesare Tocci. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (66MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (193MB)
Abstract:

Casa Bossi a Novara: occasione per la valorizzazione e il "rilancio" di un circuito antonelliano Lo scopo di questa tesi è quello di indagare la possibilità di definire una strategia progettuale finalizzata al rinnovamento del panorama culturale della città di Novara e alla valorizzazione dell’intero sistema di beni emergenti, tra i quali Casa Bossi dell’architetto Antonelli rappresenta il “bene faro”. Esso, infatti, è uno dei beni architettonici più significativi della città ed è percepito come un elemento identitario molto forte dai cittadini novaresi: può fare da leva per il rilancio di un circuito già esistente ma non adeguatamente valorizzato. Quest’ultimo comprende non solo il centro storico di Novara, ma anche la sua provincia, ricca di monumenti antonelliani e ottocenteschi di grande valore artistico e culturale. Il percorso di ricerca prende l’avvio dallo studio delle opere di Antonelli e dei suoi metodi costruttivi: esse sono state censite e catalogate, ai fini di una maggiore comprensione, in opere di edilizia religiosa, civile pubblica e civile privata, con la finalità di individuare i punti cardine nell’architettura del Maestro. E’ stata successivamente operata una più approfondita analisi di Casa Bossi, che viene indagata con riferimento a due differenti ambiti: da una parte, sono analizzati gli aspetti costruttivi e materici dell’edificio, arrivando a ricostruirne la storia dai disegni antonelliani ai restauri del XXI secolo; i risultati hanno solo confermato lo stato di abbandono e degrado in cui versa l’edificio; dall’altra, sono state studiate le processualità che hanno interessato, ed interessano tutt’ora, Casa Bossi. Il risultato di tale ricerca ha evidenziato i lati positivi, e purtroppo anche quelli negativi, delle iniziative culturali della città di Novara: gli itinerari e gli eventi proposti non riescono ad attrarre e fidelizzare i visitatori locali, anche a causa di una scarsa promozione. La soluzione indicata dal Comune per il recupero di Casa Bossi è la vendita dell’edificio ad una Società di Gestione del Risparmio (REAM). Grazie ai loro capitali economici, sarebbero gli unici in grado di gestire un’operazione di restauro e rifunzionalizzazione dell’edificio. L’alternativa proposta in questa tesi riprende i medesimi obiettivi dell’operazione di REAM, ma permette di mantenere la proprietà di Casa Bossi in seno all’Amministrazione Comunale di Novara. Il progetto prevede l’inserimento di nuove funzioni calibrate su target diversi, in grado di attrarre nuovi turisti, locali e non. Se la proposta di REAM inizia e finisce con l’edificio antonelliano, il progetto qui illustrato ha un obiettivo di più ampio respiro, mira a coinvolgere le altre realtà museali che insistono sul territorio cittadino e provinciale legate all’Ottocento e alla figura di Antonelli. Dal punto di vista economico sono stati testati scenari di fattibilità economico-gestionali, in cui un ruolo strategico è assunto anche da una ampia ed efficace campagna di sponsorizzazione. In conclusione, solo uno scenario in cui molte leve economiche debbono presentarsi positivamente (e non in un quadro di crisi e di stagnazione quale quello attuale) garantirebbe la riuscita del progetto esposto in questa tesi. L’auspicio – di fatto che si sta consolidando in moltissimi casi già in essere- è che la società che si prenderà carico di Casa Bossi acquistandola, non la consideri come un mero involucro per funzioni, ma ne valorizzi gli aspetti sociali che l’h

Relators: Cristina Coscia, Cesare Tocci
Academic year: 2019/20
Publication type: Electronic
Number of Pages: 80
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Restauro E Valorizzazione Del Patrimonio
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11907
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)