polito.it
Politecnico di Torino (logo)

I patti di collaborazione: il progetto Co-City = The pacts of collaboration: the Co-City project

Dario Igor Lillo D'Alberti

I patti di collaborazione: il progetto Co-City = The pacts of collaboration: the Co-City project.

Rel. Nadia Caruso. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica E Paesaggistico-Ambientale, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (51MB) | Preview
Abstract:

I patti di collaborazione: il progetto Co-City. Il tema che si affronta all’interno della tesi è lo studio approfondito del nuovo strumento giuridico che è stato introdotto attraverso l’approvazione del primo Regolamento dei Beni Comuni dalla Città di Bologna nel 2014 in collaborazione con l’associazione torinese “Labsus - laboratorio per la sussidiarietà”. Il nuovo strumento, che si identifica nel patto di collaborazione, è stato espletato non solo attraverso l’analisi del suo quadro normativo, ma anche entrando nel dettaglio con l’analisi dell’intero processo di stipulazione, utilizzando come esempio, il caso studio del progetto Co-City, avviato dalla Città di Torino nel 2017 dopo la vittoria conseguita con il bando pubblico europeo presentato dall’iniziativa UIA – Urban Innovative Actions nel 2015. Lo scopo principale della tesi è quello di capire se il nuovo strumento e la modalità che ne consegue può essere considerato come un’alternativa agli innumerevoli e onerosi strumenti urbanistici che sono stati approvati negli ultimi vent’anni dalle diverse amministrazioni per il recupero e la rigenerazione delle aree dismesse. La metodologia di analisi si è basata sia sulle diverse proposte di collaborazione che l’amministrazione ha recepito negli ultimi due anni da parte dei cittadini attivi, dalle associazioni e dai gruppi di interesse, che sull’esperienza di tirocinio condotta all’interno degli uffici del comune di Torino, nel settore “Arredo Urbano, Rigenerazione Urbana e Integrazione”, che ha permesso di stimolare alcune osservazioni. A seguito di quest’ultime, si è potuta stilare la matrice dell’analisi SWOT, che ha permesso di individuare i punti di forza e di debolezza del processo di stipulazione del nuovo strumento, nonché delle opportunità e delle minacce che sono giunte esternamente ad esso.

Relators: Nadia Caruso
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 100
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Pianificazione Territoriale, Urbanistica E Paesaggistico-Ambientale
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-48 - REGIONAL, URBAN AND ENVIRONMENTAL PLANNING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/11477
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)