polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Architettura e benessere

Salico, Giorgia

Architettura e benessere.

Rel. Piergiorgio Tosoni. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2005

Abstract:

La cura del corpo e la pratica del bagno sono contrassegnate da usi e consuetudini mutate nel corso dei secoli; l'uso del bagno è presente in ogni civiltà ma solo nei tempi a noi più vicini può essere considerato un mezzo per la cura della persona e il "relax". La nuova tipologia di vacanza che nell'ultimo decennio si sta sviluppando sempre di più è rappresentata dall'unione dei seguenti fattori: relax, sport e benessere. Le strutture alberghiere, al fine di essere all'avanguardia e competitive, devono assolutamente attrezzarsi e munirsi di tutto ciò che può servire all'offerta di una vacanza completa: rilassarsi, dimagrire, ringiovanire, guarire il corpo e l'anima. Qualunque sia l'obiettivo individuale, lo scopo comune deve essere quello di regalare ai propri ospiti una pausa dalle scadenze impellenti, dalle pressioni professionali e familiari, offrendo un'occasione per rimettere in forma il fisico e regolare i bioritmi, il tutto approfittando delle splendide cornici che la natura offre in tutte le sue forme. Negli anni Settanta, l'interesse per il "fitness" crebbe sempre di più fino ad affermarsi come "must" negli anni Ottanta. In Italia, esistono oltre ventimila aziende con circa diciotto milioni di clienti che creano un giro d'affari complessivo di oltre dieci miliardi di euro; questi sono gli impressionanti e positivi numeri del benessere. Parliamo di un settore che negli ultimi anni si è andato affermando con lo sviluppo di centri specializzati e con l'inserimento sempre più frequente, all'interno di strutture sportive e ricettive, di aree dedicate alla cura del corpo in chiave preventiva ed estetica. Attualmente, le tipologie dei centri sono varie a seconda delle esigenze ed è quindi importante capire i propri bisogni per poter fare scelte mirate e ottimali che possano soddisfare a pieno l'utenza. Lo studio degli "spazi benessere" deve prestare, in fase di progettazione, molta attenzione ai materiali e ai dettagli come i colori, i suoni e le luci proprio perchè questi elementi sono le caratteristiche principali in quanto il primo impatto è quello visivo. Negli ultimi anni si è verificata una forte richiesta di attrezzature per spazi destinati alle cure estetiche e alla vasta gamma di massaggi e filosofie volte a raggiungere il "benessere psico-fisico" completo. Le mete turistiche favorite sono quelle che offrono, oltre al paesaggio (mare, montagna, lago, campagna), la possibilità di usufruire di un centro benessere dove potersi abbandonare a trattamenti di vario tipo e al riposo totale. Offrire l'opportunità di poter fare una sauna, un bagno turco, un idromassaggio e molto altro ancora, a seconda delle esigenze, sembra essere la carta vincente per il nuovo "turismo del 2000". Il turista cerca questo tipo di vacanza soprattutto in un'epoca come la nostra dove l'aspetto fisico e la cura del corpo sono fattori predominanti che coinvolgono le relazioni tra le persone ma anche tutto un discorso di moda e tendenze che a loro volta costituiscono un forte "business" e un mercato in piena espansione. Numerose sono le alternative alla "beauty farm" che può risultare difficilmente accessibile a tutte le tasche: "Day s.p.a." con percorsi giornalieri, "Destination s.p.a." per una settimana di trattamenti, "Cruise s.p.a." a bordo delle navi da crociera, "Eco s.p.a." a basso impatto ambientale per gli amanti della natura, "Medi s.p.a." che uniscono la medicina tradizionale con i centri benessere", le "Resort s.p.a." che offrono un benessere abbinato al turismo più tradizionale e quindi adatto a una vacanza a misura di famiglia. L'idea di "S.p.a." (salus per aquam, il benessere attraverso l'acqua), variamente interpretata ma sempre tendente alle valenze del lusso architettonico e della tecnologia medica più avanzata, si rivela una carta vincente ovunque nel mondo. Rinasce là dove da millenni esistono sorgenti di acqua salutare oppure dove perdura l'abitudine di curarsi con gli elementi naturali come la terra, le pietre, le piante e l'acqua marina. Dappertutto si sviluppa in ambientazioni suggestive spesso abbracciate da paesaggi fiabeschi e insieme a quelli tradizionali, propone trattamenti ispirati a medicine e saperi alternativi e innovativi di comprovata efficacia terapeutica. "Progettare il benessere" vuol dire tenere conto di alcuni aspetti fondamentali che vanno al di là dei criteri classici da seguire per una buona progettazione. E' necessario tenere conto delle esigenze e delle aspettative di chi andrà a utilizzare questi centri; è importante essere coerenti; il progettista deve possedere una "grammatica del proprio lavoro" che gli permetta di conquistare il committente indovinando i suoi desideri e soddisfarli. Inoltre, è necessario avere ben chiaro: - lo scenario tecnologico; - acquisire la giusta informazione scientifica per non far correre dei rischi ai clienti; sapere che i sistemi controllati come saune e bagni turchi sono strumenti terapeutici che richiedono personale specializzato; cercare soluzioni autentiche, equilibrate e professionali, dove la progettazione tecnica e la scelta delle aziende specializzate sono l'ultimo atto di un progetto completo. Gli elementi naturali, equilibrati con armonia, sanno creare effetti positivi sul corpo e sulla mente e dunque possono aiutare l'uomo a riscoprire la sua essenza più profonda e vitale. Per questo motivo è importante la ricerca, per ogni centro benessere realizzato, di un legame con i materiali, con gli scenari e i paesaggi del luogo, nell'ottica di creare ambienti che trasmettano emozioni. "Architettura, arte, amore" sono concetti legati tra di loro e si rincorrono negli spazi, nei vuoti, nei pieni, nei chiari e negli scuri; la capacità di interpretare i luoghi in modo originale ma discreto il tutto finalizzato al godimento e all'esaltazione del benessere. E' paradossale, ma l'Occidente stracolmo di beni è carente di benessere, riflessione e intimità. Siamo coperti da una marea di oggetti che offuscano il necessario e l'utile; il superfluo uccide il benessere. Occorre costruire e pensare spazi che, sospesi fra le emozioni essenziali del passato e le esigenze ignote del futuro, siano occasione di equilibrio, di ascolto e di riscoperta di quel benessere che ci fa sentire vivi e in armonia con il mondo.

Relatori: Piergiorgio Tosoni
Tipo di pubblicazione: A stampa
Parole chiave: Architettura - Benessere
Soggetti: A Architettura > AB Architettura degli interni
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
Classe di laurea: NON SPECIFICATO
Aziende collaboratrici: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/109
Capitoli:

- CAPITOLO PRIMO La cura del corpo: una lettura diacronica

- CAPITOLO SECONDO Il bagno: culto, abitudine, piacere

- La sauna finlandese

- Il bagno turco o hammam

- Sweat lodge: bagno rituale degli indiani d'America

- L'idromassaggio

- La tradizione del bagno Giapponese: il furo

- Antichi metodi per la cura del corpo

- Personaggi storici "al bagno"

- CAPITOLO TERZO Luce, colore, suono

- La luce e il colore

- Il mercato dell'illuminotecnica a servizio delle strutture alberghiere

- Le fibre ottiche

- I colori nel tempo

- Il colore bianco

- Il colore nell'arredamento

- Acustica, suono, musica

- CAPITOLO QUARTO Il potere dell'energia, dell'acqua e dei giardini. Natura e medicina dell'habitat

- L'armonia degli spazi per l'uomo

- Il sito: energia del territorio

- L'espressione energetica dei materiali

- Il giardino

- L'acqua

- La natura entra anche nella stanza da bagno

- CAPITOLO QUINTO Le S.P.A.

- L'arte del relax

- Paradisi di pace

- Il benessere: settore in espansione ma ancora senza regole

- Approccio progettuale

- Costruire un hotel o una s.p.a. di lusso

- Benessere, "wellness", "bien-étre"

- Le terme: una delle "invenzioni" più antiche della storia

- Terme: salute, bellezza e riduzione del dolore

- Le cure termali

- Le terme di Salsomaggiore

- Mar Morto: i benefici dei suoi Sali

- L'attività termale in Valle d'Aosta tra Seicento e Ottocento

- Saint-Vincent: riviera delle Alpi e località termale

- Le temie di Pré-Saint-Didier

- Pré-Saint-Didier: il recupero delle terme

- CAPITOLO SESTO Le terme

- Le terme: una delle "invenzioni" più antiche della storia

- Terme: salute, bellezza e riduzione del dolore

- Le cure termali

- Le terme di Salsomaggìore

- Mar Morto: i benefici dei suoi sali

- L'attività termale in Valle d'Aosta tra Seicento e Ottocento

- Saint-Vincent: riviera delle Alpi e località termale

- Le terme di Pré-Saint-Didier

- Pré-Saint-Didier: il recupero delle terme

- CAPITOLO SETTIMO Progettare con i cinque elementi: terra, acqua, legno, aria, fuoco

- 1) Terra

- L'argilla e il fango: terapie rigeneranti

- Cristalli e pietre preziose: "frutti della terra"

- 2) Acqua: `Dalla terra nasce l'acqua, dall'acqua nasce l'anima (Eraclito) " pag. 176

- 3) Legno

- 4) Aria

- 5) Fuoco

- Aspetti estetico-formali: il "design" e la tecnologia

- Acqua: utile strumento per la riabilitazione

- Il benessere in una cabina

- CAPITOLO OTTAVO Il benessere in Valle d'Aosta; confronti internazionali.

- Conclusioni

- Hotel e benessere: un binomio vincente

- L'offerta valdostana

- Il bagno di fieno: principale cura di benessere proposta dagli alberghi trentini

-"L'olio fossile" del Tirolo

- Il bagno sulfureo: un trattamento terapeutico

- Prodotti locali e benessere

- Liquid sound il rilassamento con la musica

- Il benessere nel mondo: confronti internazionali

- Conclusioni

- CAPITOLO NONO Per saperne di più: il benessere dalla "a" alla CY"

- Bibliografia

- Indice

Bibliografia:

Fernand BRAUDEL, Civiltà materiale, economia e capitalismo, Le strutture del quotidiano (secoli XV-XVIII), Traduzione di Corrado Vivanti, Einaudi, Torino febbraio 1993, pp. 251-299.

Lawrence WRIGHT, La civiltà in bagno, Storia del bagno e di numerosi accessori, abitudini e mode riguardanti l'igiene personale, Garzanti, Milano ottobre 1987.

Fanny BEAUPRE, Roger-Henri GUERRAND, Le confident des dames, Le bidet du XVII au XX siècle: histoire d'une intimité, Editions la Découverte et Syros, Paris avril 1997.

Roberto CARRATU, Manualetto di Fisica Tecnica applicata all'architettura: L'IT.T, UMINOTECNICA, Aracne, Roma maggio 2003.

«Condé Nast Traveller, Alla scoperta dei luoghi più belli del mondo», progettato e diretto da Ettore Mocchetti, edizioni Condé Nast, giugno 2003.

Sorgenti e terme in Valle d Aosta, a cura di Alberto PERETTI, Musumeci editore, Quart aprile 2002.

Eugenia ROCCELLA, Acqua, sapone e ..., Idealibri s.r.l., Grafiche Editoriali Padane, Cremona 1992.

Margò Valentine LAZZARA, Un bagno di benessere, Aromaterapia nella vasca, I libri dell'altra scienza, Xenia, Milano 2003.

Georgia PELLISSIER, La casa come spazio simbolico e struttura significante. Il bagno, Politecnico di Torino, Facoltà di architettura, a.a. 1997-98, relatore Piergiorgio Tosoni, pp.65-70.

Roberto ROSSELLINI, La presa del potere da parte di Luigi XIV, Francia 1966, con Jean-Marie Patte, Raymond Jourdan, Katharina Renn, Giulio Cesare Silvani, c.a. 90 minuti.

Billy WILDER, Quando la moglie è in vacanza, Usa 1955, con Marilyn Monroe, Tom Ewell, Robert Strauss, Evelyn Keyes, c.a. 101 minuti.

Ferzan OZPETEK, Il bagno turco, Hamam, 1997, con Alessandro Gassman, Francesca d'Aloya, c.a. 95 minuti.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)