polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Utilizzo di sensori inerziali nelle valutazioni posturografiche = Use of inertial sensors in posturographic evaluations

Eleonora Aiello

Utilizzo di sensori inerziali nelle valutazioni posturografiche = Use of inertial sensors in posturographic evaluations.

Rel. Valentina Agostini, Marco Knaflitz, Laura Gastaldi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Biomedica, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Preview
Abstract:

La stabilometria statica è una tecnica molto utilizzata in ambito clinico per indagare i meccanismi responsabili del mantenimento dell’equilibrio di un soggetto, per valutare l’incidenza di particolari condizioni patologiche sull’efficacia degli stessi o per seguire l’evoluzione di un percorso di riabilitazione dei sistemi coinvolti nel mantenimento della postura, quindi durante il follow-up del paziente. Questo studio ha come obiettivo quello di confrontare due diversi sistemi di registrazione delle oscillazioni posturali, una pedana stabilometrica che rappresenta il gold standard nel settore e un sensore inerziale, una tecnologia che vede applicazioni in molti campi diversi e risulta essere molto efficace nello studio del movimento del corpo umano. Con questo scopo è stato stilato un apposito protocollo di misura volto all’acquisizione di segnali sincronizzati tra la pedana stabilometrica e il sensore inerziale su soggetti sani volontari durante una prova di posturografia statica. Questo lavoro di tesi riporta una descrizione del protocollo utilizzato per le acquisizioni e del set-up sperimentale, dei metodi di elaborazione dei dati ricavati dai due sistemi di misura, dei risultati ottenuti e della loro interpretazione. Il sensore inerziale permette di distinguere tra le condizioni di test con un’accuratezza simile a quella della pedana stabilometrica, in particolare utilizzando il segnale di accelerazione opportunamente elaborato è possibile valutare l’impatto del feedback visivo e dell’ampiezza della base di appoggio sulle performance di equilibrio di un soggetto. Quindi, a fronte di questi risultati, un sensore inerziale indossabile può trovare spazio in future applicazioni cliniche nell’ambito delle valutazioni posturografiche.

Relators: Valentina Agostini, Marco Knaflitz, Laura Gastaldi
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 56
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Biomedica
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-21 - BIOMEDICAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10644
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)