polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La questione abitativa di poveri e senza dimora: riflessioni e possibili soluzioni nel contesto torinese = The housing issue for homeless and poors: reflections and possible solutions in the Turin area

Giorgia Vitiello

La questione abitativa di poveri e senza dimora: riflessioni e possibili soluzioni nel contesto torinese = The housing issue for homeless and poors: reflections and possible solutions in the Turin area.

Rel. Luca Davico, Silvia Gron, Giulia La Delfa. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (73MB) | Preview
Abstract:

Il problema della povertà, che può talvolta sfociare in uno stato di senza dimora, è purtroppo sempre attuale. Il percorso di impoverimento riguarda fattori complessi e differenti tra loro, il che rende necessario un coinvolgimento multidisciplinare che coinvolge anche l’architettura. L’obiettivo della tesi è quello di indagare nello specifico il tema del disagio abitativo legato alle persone senza dimora, concentrandosi poi concretamente sul territorio torinese. La ricerca si compone di tre parti. Per affrontare un tema così complesso si è rivelato necessario partire dai concetti generali di povertà, per poi percorrere concettualmente l’iter che porta alla condizione di homeless e comprenderne quindi cause e conseguenze. Si è fatto spesso ricorso a dati e grafici per cercare di quantificare il problema soprattutto nella città di Torino. Ci si è concentrati poi nello specifico sul disagio abitativo, concretizzato in problematiche che vanno al di là dell’assenza di un tetto sulla testa. Questo concetto è stato avvalorato tramite l’analisi del significato stesso di casa e dei problemi nell’ottenimento di un sostegno economico o di un’abitazione a canone agevolato. Sono state quindi considerate le politiche attuali che riguardano la casa, i servizi dedicati e le sperimentazioni in corso che cercano di ovviare in modo opportuno alla condizione di senza dimora. In ultimo, una volta comprese le difficoltà e la necessità di interventi diversificati, si è ipotizzato un intervento nello specifico sul territorio torinese, definendo delle proposte progettuali dedicate a tipologie di individui differenti. Ci si è concentrati sullo spazio abitativo, differenziando soprattutto spazio pubblico e privato per dimensione e caratteristiche, tenendo sempre in considerazione la complessità nel definire categorie specifiche di homeless. Nell’individuazione delle soluzioni abitative si è cercato di fare riferimento il più possibile al patrimonio edilizio esistente, prima di pensare ad una progettazione ex-novo. Questo approccio ha il vantaggio di pianificare un collocamento all’interno dello spazio urbano e allo stesso tempo di avviare un processo di recupero e rigenerazione di risorse dismesse o poco utilizzate. Nelle varie fasi della ricerca sono stati fondamentali non soltanto testi e report di letteratura, ma anche confronti diretti con professionisti che si dedicano al tema da diversi anni. Grazie alle interviste svolte e alle testimonianze è stato possibile comprendere, oltre alla complessità del tema, anche l’importanza di un lavoro multidisciplinare e la necessità di eliminare lo stereotipo di un problema che non riguarda solo i poveri estremi, ma tutti i cittadini.

Relators: Luca Davico, Silvia Gron, Giulia La Delfa
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 142
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10182
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)