polito.it
Politecnico di Torino (logo)

RETROGUSTO. Sviluppo delle potenzialità di uno stabilimento balneare tramite un processo di costruzione delle relazioni con la piccola pesca e i produttori agricoli locali. = RETROGUSTO. Development of the potential of seaside bathing establishments through a process of building relationships with local fishermen and farmers.

Veronica Ciavatta

RETROGUSTO. Sviluppo delle potenzialità di uno stabilimento balneare tramite un processo di costruzione delle relazioni con la piccola pesca e i produttori agricoli locali. = RETROGUSTO. Development of the potential of seaside bathing establishments through a process of building relationships with local fishermen and farmers.

Rel. Paolo Marco Tamborrini, Luca Davico. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Design Sistemico, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (87MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (47MB)
Abstract:

Una località balneare sarà tanto più in grado di superare la logica della massa relegata solo alla fruizione della spiaggia, quanto più sarà elevata la capacità relazionale tra turista e residente. Lo studio è stato effettuato su un tratto di costa del demanio di un comune del sud dell’Abruzzo, contraddistinto da un turismo stagionale e ancora prevalentemente di massa, sebbene nel tempo si siano sviluppate forme alternative e ultimamente si stia puntando molto sull’ecoturismo. Nello specifico la tesi si è incentrata sugli stabilimenti balneari, il simbolo per eccellenza del turismo delle 3 S “Sun, sea and sand”, dove i ritmi sono velocissimi e l’imperativo comune è puntare alla quantità a discapito della qualità. L’obiettivo del progetto è stato capire se tramite un approccio sistemico alla questione, fosse possibile fare leva su un qualche aspetto dell’attività per aggiungere valore al settore, compatibilmente con il resto del territorio e della popolazione residente. La parte più impegnativa in termini di tempo è stata occupata dal rilievo olistico. Si è partiti prima di tutto dalla ricerca dei dati esistenti per ottenere una panoramica generale. Queste informazioni sono state poi completate raccogliendo ulteriori dati quantitativi tramite il questionario somministrato in spiaggia e affiancato da settimane di osservazione qualitativa sul campo. Successivamente sono state sviluppate due Analisi Swot, una per la città e una per gli stabilimenti balneari allo scopo di qualificare gli aspetti sociali, economici, ambientali e comprendere come questi fossero relazionati tra loro. L’elaborazione di piccoli spunti progettuali contestualizzati nel territorio è stata di aiuto per l’individuazione del tema da approfondire: un focus sulla filiera alimentare della ristorazione dei lidi. Si è aperta a questo punto una nuova fase di ricerca, composta da numerose interviste qualitative sia a testimoni privilegiati che non. È stata operata un’ulteriore Analisi Swot focalizzata questa volta sulle figure del coltivatore diretto e del pescatore artigianale. A questo punto si è giunti alla piena consapevolezza che solamente tramite la sinergia tra i tre settori, balneazione/ristorazione, agricoltura e pesca (ma poi esteso anche ai trasformatori e ad erogatori di esperienze) e la combinazione delle conoscenze e condivisione degli investimenti è possibile ottenere un’offerta gastronomica in cui viene enfatizzato l’aspetto qualitativo della produzione e soprattutto il “fattore umano”. Quindi è stato progettato un sistema di relazioni tra gli attori, formalizzato tramite contratto di rete, al fine di ottenere un’innovazione del processo di approvvigionamento da parte del lido e di distribuzione da parte dei produttori primari. Significativa la frase in tale contesto: “Il tutto è maggiore della somma delle sue parti”. Con Retrogusto, ovvero tramite il network, emergono nuove proprietà che non sono riscontrabili nelle singole imprese, dove la creazione di valore è data dal riconoscimento delle conoscenze e competenze reciproche per arrivare ad ottenere un “prodotto”, poi condiviso con il consumatore finale.

Relators: Paolo Marco Tamborrini, Luca Davico
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 179
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Design Sistemico
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-12 - DESIGN
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10167
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)