polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La città globale come spazio domestico. Abitare a Shitaya-ku e Mukodai-cho, Tokyo. = The global city as a domestic space. Living in Shitaya-ku and Mukodai-cho, Tokyo.

Elena Spadea

La città globale come spazio domestico. Abitare a Shitaya-ku e Mukodai-cho, Tokyo. = The global city as a domestic space. Living in Shitaya-ku and Mukodai-cho, Tokyo.

Rel. Angelo Sampieri, Michele Bonino, Marco Santangelo, Francesca Governa. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (74MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (172MB)
Abstract:

Congiunzione. Separazione. Transizione. L’esatto punto di contatto tra la casa e la città riassume in sè condizioni antitetiche ed equivoche. Soglia materiale ed immateriale, esso si presenta allo stesso tempo come tridimensionale, bidimensionale e adimensionale. Vela e svela ciò che sta dentro e ciò che sta fuori. La dimensione intima domestica è un potenziale campo da gioco, un campo di battaglia entro cui ogni individuo compie in (apparente) libertà le proprie mosse. Fortemente slegata e strettamente legata al suo opposto - la dimensione esteriore, l’esibizione dell’io - l’intimità si comprime e si allarga camaleonticamente nello spazio in cui è inserita, come l’acqua in un bicchiere. Prende fin dove riesce a prendere. Il confine che delinea la dimensione domestica rispetto a quella urbana si costituisce di forme, azioni e pratiche di natura diversa e contraddittoria. Interno ed esterno si toccano e si confondono, rendendo necessaria un’osservazione dell’abitare che faccia uso di una lettura trasversale in grado di coglierne il carattere promiscuo. Esiste un vero limite tra casa e città? L’obiettivo della tesi è quello di intercettarne la promiscuità e progettare nuove forme dell’abitare individuale, reinterpretando la relazione tra spazio urbano e spazio domestico nella città globale: cosa resta dello spazio dell’intimità? Dove inizia e dove termina? In che modo lo spazio della casa tende a dissolversi nella città, e la città ad entrare in ogni dimensione della vita domestica? E’ possibile reinterpretare il modo di abitare una città globale nella commistione tra spazio urbano e spazio domestico? La tesi nasce a seguito di un percorso di collaborazione tra il Politecnico di Torino e due delle principali università del Giappone: The University of Tokyo e Hosei University. In particolare, i momenti di scambio avvenuti sono relativi alla partecipazione a due workshop a Tokyo, rispettivamente nei mesi di Marzo 2018 e Luglio 2018 - “Planning for the Global Urban Agenda” e “Challanging the Urban Fabric” – i quali si sono conclusi con una successiva redazione di una pubblicazione e di una mostra. Infine, sommata alle due precedenti occasioni, un’esperienza di ricerca è stata svolta presso The University of Tokyo nei mesi di Ottobre e Novembre 2018. Oggetti dello studio sono due diversi tessuti urbani, situati entrambi nella vasta capitale giapponese entro i confini della Tokyo Metropolitan Region. Il primo, Shitaya-ku (下谷区), è parte di Taito-ku (台東区), uno dei 23 Special Wards che definiscono la Tokyo City. Il secondo, Mukodai-cho (向台町), parte invece dell’amministrazione di Nishi-Tokyo City (西東京市), è la prima municipalità suburbana situata al confine immediatamente esterno della Tokyo City. La struttura della ricerca segue la logica del processo induttivo, al fine di scardinare la convenzionale distinzione tra l’osservazione e il progetto, ma, anzi, stimolando un dialogo simbiotico tra le due parti. Il progetto - climax - non è da intendersi come una risposta formale, ma come un manifesto, una domanda aperta che possa innescare un processo trasversale non solo di comprensione e descrizione, ma anche e soprattutto di reinterpretazione dell’abitare individuale in una città globale.

Relators: Angelo Sampieri, Michele Bonino, Marco Santangelo, Francesca Governa
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 268
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Per Il Progetto Sostenibile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Ente in cotutela: The University of Tokyo (GIAPPONE)
Aziende collaboratrici: The University of Tokyo
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10140
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)