polito.it
Politecnico di Torino (logo)

La produzione di un tavolo in legno massello con tecniche tradizionali: analisi del processo e panoramica sui prodotti a base legno. = The production of a solid wood table using traditional techniques: process analysis and overview of wood-based products.

Salvatore Satta

La produzione di un tavolo in legno massello con tecniche tradizionali: analisi del processo e panoramica sui prodotti a base legno. = The production of a solid wood table using traditional techniques: process analysis and overview of wood-based products.

Rel. Andrea Bocco. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città, 2019

[img]
Preview
PDF (Tesi_di_laurea) - Tesi
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (1MB) | Preview
[img] Archive (ZIP) (Documenti_allegati) - Other
Document access: Anyone
Licenza: Creative Commons Attribution Non-commercial No Derivatives.

Download (71MB)
Abstract:

A causa di fenomeni ambientali (es. l’effetto serra) o economici (come l’abbattimento dei costi di produzione), nasce la necessità di trattare il legno e i suoi prodotti in maniera tale da ridurre il più possibile le emissioni di CO2 e gli scarti di lavorazione. Questi ultimi rappresentano una componente significativa rispetto al lordo; le prime, invece, sono proporzionali all’energia utilizzata durante il processo produttivo. A tal fine si evidenzia come una sapiente progettazione, che consideri le quantità e le caratteristiche geometriche del materiale di cui si necessita, consenta di ridurre e controllare tali variabili. Per ottimizzare un processo produttivo può essere svolta una valutazione di ciclo di vita (LCA, o Life Cycle Assessment); tale analisi, a seconda dei processi e delle metodologie adottate, risulta utile per conoscere quali processi siano più o meno impattanti a livello ambientale, dando spunti di riflessione su come rendere più eco-efficiente il processo globale. Inoltre, la LCA risulta fondamentale per stilare una EPD (Environmental Product Declaration - “Dichiarazione Ambientale di Prodotto”) la quale rappresenta uno strumento per comunicare informazioni oggettive, credibili e confrontabili, per quanto concerne la prestazione ambientale di prodotti e servizi. A tal proposito si espone un caso pratico di campagna raccolta dati. Queste informazioni preliminari si riferiscono alla ricostruzione, in seguito alla rielaborazione di un’intervista, del processo produttivo di un tavolo in legno massello, e risultano fondamentali per impostare un’eventuale valutazione di ciclo di vita. In ultimo, si espone una panoramica (ordinata secondo il criterio della quantità di percentuale di legno contenuta) dei prodotti a base legno, al fine di comparare i risultati delle diverse LCA e comprendere meglio quali siano i materiali con cui è possibile realizzare lo stesso prodotto. Ne scaturisce che il processo per ottenere tavole in legno massello è, fra tutti, quello che produce una maggiore percentuale di scarti di lavorazione; tuttavia tale scarto si ritiene riutilizzabile, specialmente come aliquota significativa nella produzione dei prodotti a base legno. Di contro, i prodotti a base legno, dal listellare al compensato multistrato, dal truciolare al pannello in fibra di legno a media densità, mettono in evidenza, al fronte di elevate emissioni di CO2, uno scarto di lavorazione pressoché nullo. Inoltre, per produrre questi semilavorati, nella maggior parte dei casi vengono utilizzate colle o resine a base di formaldeide (ritenuto uno dei principali inquinanti degli ambienti interni). In seguito alle precedenti considerazioni, si ritiene in ultima istanza che, potendo prescindere dall’aspetto economico, il quale intuitivamente porta a preferire i pannelli, e dall’utilizzo di prodotti industriali altamente impattanti (come ad esempio viti e bulloni), la scelta delle tavole in legno massello si può ritenere la migliore, a patto che le lavorazioni non prevedano trattamenti con sostanze sintetiche: infatti, se nella pratica della gestione dei rifiuti si potessero separare meccanicamente le porzioni di legno ritenute riciclabili da quelle contaminate (ad esempio, un giunto realizzato con colla vinilica), le prime andrebbero ad incrementare l’aliquota di materiale riciclabile precedentemente citata.

Relators: Andrea Bocco
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Number of Pages: 58
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura Costruzione Città
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-04 - ARCHITECTURE AND ARCHITECTURAL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: UNSPECIFIED
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10128
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)