polito.it
Politecnico di Torino (logo)

Analisi di indicatori pluviometrici per l'innesco di colate detritiche nel bacino del T. Marderello in Val Cenischia (TO) = Analysis of pluviometric parameters for triggering debris flows in the basin of the T. Marderello in Val Cenischia (TO)

Colombo, Gianluca

Analisi di indicatori pluviometrici per l'innesco di colate detritiche nel bacino del T. Marderello in Val Cenischia (TO) = Analysis of pluviometric parameters for triggering debris flows in the basin of the T. Marderello in Val Cenischia (TO).

Rel. Maurizio Rosso, Laura Turconi. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile, 2018

Abstract:

Lo scopo del presente lavoro di tesi è quello di valutare la possibilità di realizzare delle curve di soglia pluviometriche locali, basandosi sulla serie storica delle registrazioni di pioggia fornite dal CNR-IRPI di Torino e sulle osservazioni degli avvenimenti di colate di detrito avvenute nel bacino del T. Marderello in Val Cenischia (TO). Si è effettuato preliminarmente uno studio sulla bibliografia internazionale presente attualmente in tale ambito con la finalità di conoscere lo stato dell’arte relativo alle soglie pluviometriche di carattere empirico. Un’analisi approfondita e critica del comportamento degli eventi pluviometrici registrati ha permesso di valutare le caratteristiche di quelli che hanno portato all’innesco di una colata detritica. Una prima criticità riscontrata è stato il criterio con il quale si possono stabilire i confini temporali di quello che si intende poi con “evento pluviometrico” in quanto non specificatamente definito nella letteratura di settore. Le precipitazioni che maggiormente portano all’aumento della possibilità del manifestarsi di una colata detritica nel bacino del T. Marderello sono ritenute quelle brevi ed intense, in particolare quelle inferiori ai 45 minuti (Tropeano et. al. 1996; 2005; Tropeano D. & Turconi L. 1999; Turconi et al., 2008). È stata condotta un’analisi delle massime altezze di pioggia, effettuata sulle durate comprese nell’intervallo tra 5 e 60 minuti, secondo due differenti metodologie: la prima relativa ad un campione contenente i massimi annui osservati mentre la seconda tramite il metodo dell’eccedenze. Successivamente, si è proceduto costruendo un fascio di curve che rappresentassero le massime altezze possibili al variare del tempo di ritorno, ovvero le curve di possibilità pluviometrica (CPP), strumento utile per caratterizzare gli eventi pluviometrici osservati ma non altrettanto utile ai fini di stabilire un livello di soglia. La serie di confronti tra le coppie di parametri maggiormente in uso nella letteratura scientifica ha indicato come un approccio che prevedesse una condizione relativa alle piogge antecedenti fosse maggiormente appropriato per lo scopo e di conseguenza si è deciso di adottarne la metodologia grazie alla quale costruire un set di curve di soglia, tenendo in conto l’influenza stagionale, molto importante nei territori alpini (Govi & Sorzana, 1985). Inoltre, un diverso set di soglie d'innesco è stato messo a punto tramite un nuovo approccio strutturato all'interno del presente lavoro di tesi che ha permesso di realizzare delle curve di soglia in maniera meno arbitraria del precedente. Infine, si è condotta una specifica indagine sugli eventi pluviometrici che hanno causato l’innesco di diversi fenomeni di colata detritica all’interno del bacino del T. Marderello occorsi nel periodo estivo del 2018; questi, opportunamente analizzati, hanno permesso una concreta e realistica valutazione della bontà dei due metodi suddetti.

Relators: Maurizio Rosso, Laura Turconi
Academic year: 2018/19
Publication type: Electronic
Additional Information: Tesi secretata. Fulltext non presente
Subjects:
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Ingegneria Civile
Classe di laurea: New organization > Master science > LM-23 - CIVIL ENGINEERING
Aziende collaboratrici: CNR-IRPI UOS di Torino
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/10060
Modify record (reserved for operators) Modify record (reserved for operators)