Politecnico di Torino (logo)

Cortese, Carlotta Maria Giovanna

Un museo per l'architettura: architettura come ipertesto.

Rel. Piergiorgio Tosoni. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2006

Abstract:

II progetto nasce dall'idea di analizzare l'utilizzo del computer non come "mezzo», ma come "ambiente". Spesso il computer viene visto ed utilizzato come mero strumento per giungere ad un determinato obiettivo: una macchina che serve a fare le cose meglio - non sempre - e, soprattutto, più velocemente. Sebbene il computer sia anche un mezzo, seguire questo tipo di approccio conduce inevitabilmente ad una visione piuttosto limitata e riduttiva di ciò che è stata la portata della cosiddetta "rivoluzione digitale", anche nel mondo dell'architettura. Con la nascita di Intemet e, successivamente, del World Wide Web, il computer si è trasformato da strumento computazionale a medium sociale. Non prendere in considerazione questa evoluzione implica sottovalutare le potenzialità di questo strumento. Il rischio, in architettura, è quello di fermarsi alle soluzioni standard che i vari software propongono finendo per omologare i progetti indipendentemente dai luoghi in cui si trovano, dalle funzioni che devono avere, dalle realtà sociali che devono ospitare e in cui devono essere ospitati. Considerare il computer come "ambiente" di lavoro significa entrare nella sua logica e inserire questa logica all'interno del progetto, all'interno di quel percorso che, attraverso centinaia di componenti, trasforma un'idea in un luogo.

L'idea generatrice del progetto vuole essere in parte una metafora e in parte la realizzazione di ciò che è e di ciò che rappresenta l'ipertesto nel Web. Wikipedia, l'enciclopedia aperta gestita da editori volontari sul web, dà questa definizione di ipertesto: "L'ipertesto è un insieme di testi o pagine leggibili con l'ausilio di un'interfaccia elettronica, in maniera non sequenziale, per tramite di particolari parole chiamate collegamenti ipertestuali (hyperlink o rimandi), che costituiscono un rete raggiata o variamente incrociata di informazioni, organizzate secondo diversi criteri, ad esempio paritetici o gerarchici, in modo da costituire vari percorsi di lettura."

Il mio tentativo è stato quello di applicare questa definizione ad un progetto architettonico - nel caso specifico, un museo - cercando, in questo modo, di avvicinare le modalità di fruizione e di percezione di uno spazio fisico a quelle di uno spazio virtuale.

Relatori: Piergiorgio Tosoni
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
A Architettura > AF Edifici e attrezzature per il tempo libero, le attività sociali, lo sport
S Scienze e Scienze Applicate > SD Computer software
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/850
Capitoli:

-Digitale

-Riflessioni sulla tecnica

-Derrick de Kerckhove

-Human-computer interaction

-World Wide Web: la nascita del cyberspazio

-Ambienti sensibili

-Architettura e nuovi media:

.metafore

.blobs

.liberare informazioni

.interazioni

.virtualità

-Il museo

-Architettura come ipertesto

-Bibliografia

-Sitografia

Bibliografia:

- AA.VV, Focus > Metamorph > 9. Mostra Internazionale di Architettura. La Biennale di Venezia,Marsilia, Venezia 2004

_ J. Cargill Thompson, 40 architects under 40, Taschen, Colonia 2000

- R. Cassigoli, Renzo Piano. La responsabilità dell'architetto, Passigli Editori, Firenze 2000

- F. Cirillo (a cura di), Saper credere in architettura. Trentuno domande a Jean Nouvel, Clean,Napoli 1998

_ D. Colafranceschi, Sull'involucro in architettura, Dedalo, Roma 1996

_ G. De Giorgi, La terza avanguardi in architettura, Diagonale, Roma 1998

_ D. de Kerckove, Brainframes, Baskerville, Bologna 1993

_ D. de Kerchove, L'architettura dell'intelligenza, Testo & Immagine, Torino 2001

_ J. Derrida, Memorie di cieco. L'autoritratto e altre rovine, Abscondita, Milano 2003

_ R. Descartes, Opere. A cura di G. Cantelli. Mondadori, Milano 1986

_ P. Eisenman a colloquio con Gunter Uhlig, Il carattere critico dell'architettura, in Domus, n. 824,Marzo 2000

_ M. Fuksas, Caos sublime, Rizzoli, Milano 2001

_ U. Galimberti, Psiche e Techne, Feltrinelli, Milano 2000

_ L. Garofalo, Eisenman digitale. Uno studio dell'era elettronica, Testo & Immagine, Torino 1999

_ W. Gibson, Neuromancer, Editrice Nord, Milano 1984

_ M. Heiddeger, Essere e Tempo, Feltrinelli Editore, Milano 1984

_ A. Imperiale, Nuove bidimensionalità. Tensioni superfuciali nell'architettura digitale,Testo & Immagine, Torino 2001

_ T. Ito, Blurring Architecture, Charta, Milano 1999

_ G. Longobardi, Toyo Ito. Antologia di tesi su L'architettura evanescente, Edizione Kappa,Roma 2003

_ D. Lyon, L'occhio elettronico. Privacy e filosofia della sorvaglianza, Feltrinelli, Milano 1997

_ A. Marotta, Diller+Scofidio. Il teatro della dissolvenza, IT Revolution in Architettura, Edilstampa,Roma 2005

- M. McLuhan, Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore, Milano 1967

- W. J. Mitchell, E-topia, The MIT Press, Cambridge, Mass. 1999

_ W. J. Mitchell, La città dei bits, Electa, Milano 1997

_ M. Novak, Transmodemity: Becoming Alien, in il Progetto, n. 5, luglio 1999

_ M.L. Palumbo, Nuovi ventri. Corpi elettronici e disordini architettonici, Testo & Immagine,Torino 2001

- L. Prestinenza Puglisi, Hyperarchitettura. Spazi nell'età dell'elettronica, Testo & Immagine,Torino 1998

- L, Prestinenza Puglisi, Silenziose avanguardie. Una storia dell'architettura 1976-2001,Testo & Immagine, Torino 2001

- L. Sacchi, M. Unali (a cuta di), Architettura e cultura digitale, Skira, Milano 2003

- B. Zevi, Saper vedere l'architettura. Saggio sull'interpretazine spaziale dell'architettura, Einaudi, Torino 1948

SITOGRAFIA

www.aalog.net

www.aib.it www.alucoil.es

www.arch1.uniroma1.it

www.archibit.net

www.arch.ced.berkeley.edu

www.archiguide.free.fr

www.archimagazine.com

www.archigram.net

www.archiphoto.it

www.architecture.it

www.architectureweek.com

www.arch itektu r-on li ne. at

www.architektur.uni.weimer.de

www.archiettura.it

www.architetturadipietra.it

www.architettura.supereva.com

www.arcoweb.com.br

www.arcspace.com

www.arteexcursion.com

www.artnet.com

www.artmuseum.net

www.associazioneadac.com

www.asymptote.net

www.atas.com

www.bix.at

www.boscarol.com

www.c-channel.com

www.centrifuge.org

www.commer.it

www.climasrl.it

www.computermuseum.it

www.comune.moncalieri.to.it

www.coop-himmelblau.at

www.dillerscofidio.com

www.domenicoquaranta.net

www.e-interiors.net

www.eisenmanarchitects.com

www.fuksas.it

www.geoarezzo.it

www.gehrypartners.com

www.gehrytechnologies.com

www.geocities.com

www.glform.com

www.g raz03. at

www.greatbuildings.com

www.guggenheim.org

www.flickr.com

www.hov.it

www.idealpark.it

www.interactiondesign-lab.com

www.jeannouvel.com

www.kierantimberiake.com

www.leaxcenter.com

www.luxflux.net

www.mat.ucsb.edu

www.monument.paris.com

www.msm.cam.ac.uk

www.neural.it

www.nezumi.de

www.oma.nl

www.people.i-dat.org

www.prestinenza.it

www.pritzkerprize.com

www.publicartoline.org.uk

www.rcf.usc.edu www.spazioinwind.libero.it

www.studìoazzurro.it

www.summamas.com

www.taetrostabiletoríno.it

www.translab.burundi.sk

www.vetro.info

www.wikipedia.org

www.windoweb.it

www.zaha-hadid.com

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)