Politecnico di Torino (logo)

Ferrero, Luca and Graglia, Giovanni

Programmazione concentrata e promozione dello sviluppo locale: il patto territoriale del canavese il patto territoriale di Torino ovest.

Rel. Giuseppe Dematteis, Fabio Minucci. Politecnico di Torino, NON SPECIFICATO, 2001

Abstract:

La tesi è divisa in due parti.

La prima parte affronta la problematica dello sviluppo locale sia dal punto di vista delle politiche rivolte alla sua promozione, che dal punto di vista dei modelli interpretativi.

La seconda parte analizza due Patti Territoriali compresi nel territorio della Provincia di Torino.

Più in particolare il primo capitolo introduce gli strumenti della concertazione nel territorio, descrivendo brevemente le caratteristiche di ognuno di essi. Particolare attenzione e dedicata allo strumento Patto Territoriale ( "centro focale" delle nostre ricerche), descrivendone l'iter di formazione e le tappe procedurali che ne consentono l'approvazione.

Il secondo capitolo analizza il concetto di sviluppo locale, al fine di coglierne le logiche e valutare il ruolo svolto dal territorio al suo interno.

In questo capitolo, sarà presentata la metodologia utilizzata nell'analisi dei Patti, secondo uno schema che riconduce i progetti studiati ad alcuni modelli consolidati di sviluppo locale.

Il terzo capitolo è rivolto all'inquadramento generale dei due Patti studiati nella Provincia di Torino. Si sono sviluppate nei sottosistemi territoriali della provincia di Torino iniziative d'animazione sociale, di sensibilizzazione e d'accompagnamento di tanti protagonisti del tessuto sociale ed economico che hanno consentito la finalizzazione di un disegno di sviluppo territoriale, forse troppo accentuato sul versante economico, non limitato però alla sola crescita, ma anche allo sviluppo.

E' emersa, da parte dei promotori, la ricerca delle potenzialità territoriali e delle modalità più efficaci per risolvere e innalzare i livelli socio?economici nei contesti maggiormente in crisi.

Il quarto capitolo e il frutto della prima ricerca "sul. territorio% relativa al Patto Territoriale del Canavese. L'analisi si compone di più parti che riguardano la descrizione delle principali risorse del territorio canavesano (umane, economiche), le tappe che hanno portato alla formazione del Patto e l'idea forza su cui si e costruito, la logica del progetto in generale.

Il quinto capitolo analizza il Patto Territoriale di Torino Ovest. L'analisi risulta composta da studio della genesi della coalizione locale per lo sviluppo, il contesto socio?econornico, le procedure divulgative e formative del Patto, le relazioni tra gli attori sociali e la loro visione del territorio, la logica del progetto.

Nel sesto capitolo l'analisi comparata dei due Patti Territoriali oggetto di studio, ha consentito l'individuazione dei caratteri distintivi relativi ai due territori in esame, i diversi metodi di proposizione e di coinvolgimento dei cittadini (soggetti locali) e la diversa strutturazione delle linee di azione successive allapprovazione dei Patti.

Schematicamente. si potrebbe riassumere che l'apparente disomogeneità del territorio del Canavese sia compensata dall'omogeneità di intenti della sua popolazione e all'opposto l'apparente omogeneità dellArea Vasta ad Ovest di Torino, sia vanificata dalla disomogeneità delle reazioni e degli interessi dei suoi occupanti.

Un primo elemento di differenziazione riguarda la composizione dei due territori.

Relatori: Giuseppe Dematteis, Fabio Minucci
Parole chiave: promozione - programmazione - sviluppo
Soggetti: U Urbanistica > UN Storia dell'Urbanistica
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
Corso di laurea: NON SPECIFICATO
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/758
Capitoli:

INTRODUZIONE 1

PARTE PRIMA

I PROCESSI DELLO SVILUPPO LOCALE: POLITICHE E MODELLI INTERPRETATIVI

1 GLI STRUMENTI DELLA PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA NEL TERRITORIO 4

1.1 La Programmazione Negoziata e gli strumenti che ne consentono l'attuazione 6

1.1.1 L'intesa istituzionale di programma 11

1.1.2 I contratti d'area 12

1.l.3 Il contratto di programma 17

1.1.4 L'accordo di programma quadro 19

1.2 1 Patti Territoriali 21

1.2.1 La deliberazione CIPE del 12 Luglio 1996 34

1.2.2 La deliberazione CIPE del 21 Marzo

2 LO SVILUPPO LOCALE 51

2.1 Definizione di sviluppo locale 53

2.2 1 fattori dello sviluppo locale 55

2.3 Gli attori coinvolti nello sviluppo locale 58

2.4 Metodologia per l'analisi dei progetti di sviluppo locale 60

PARTE SECONDA

I PATTI TERRITORIALI NELLA PROVINCIA DI TORINO:DUE CASI STUDIO

3 I PATTI TERRITORIALI NELLA PROVINCIA DI TORINO 64

3.1 La normativa di accompagnamento promossa dalla Regione Piemonte 68

4 IL PATTO TERRITORIALE DEL CANAVESE 71

4.1 Introduzione 72

4.2 Le risorse del territorio Canavesano 73

4.2.1 Le risorse umane del Canavese 75

4.2.2 Le risorse economiche del Canavese 76

4.3 Il Patto Territoriale del Canavese: la storia e l'idea forza 81

4.4 Il sistema delle comunicazioni materiali ed immateriali del Canavese 88

4.5 Le fasi più importanti nefilevoluzione del Patto 92

4.6 La logica del Patto 103

4.7 Conclusioni 106

5 IL PATTO TERRITORIALE DI TORINO OVEST 110

5.1 La genesi della coalizione locale per lo sviluppo 111

5.2 Analisi del contesto socio-economico, un'area a capitalismo maturo 127

5.3 Metodologia di lavoro 131

5.4 Le relazioni tra gli attori coinvolti e la loro lettura del territorio. Analisi dei vincoli e delle risorse per lo sviluppo locale 135

5.5 La lettura del territorio da parte degli enti pubblici 140

5.6 Elementi di criticità e potenzialità dell'area vasta del Patto 142

5.7 La stipula del protocollo di intesa con gli "assi dello sviluppo" da perseguire 159

5.7.1 Asse 1 Rafforzamento e sviluppo del tessuto imprenditoriale 160

5.7.2 Asse 2 Turismo e valorizzazione del patrimonio culturale 161

5.7.3 Asse 3 Promozione, diffusione dell'innovazione tecnologica e società dell'informazione 161

5.7.4 Asse 4 Ambiente e sviluppo sostenibile 162

5.7.5 Asse 5 Riqualificazione urbana e del territorio 162

5.7.6 Asse 6 Progetti integrati di sviluppo economico 163

5.7.7 Asse 7 Valorizzazione delle risorse umane 163

5.8 La logica del Patto 165

5.9 Conclusioni 168

6 CONCLUSIONI 171

6.1 Considerazioni conclusive e comparazione tra i due Patti oggetto di studio 172

BIBLIOGRAFIA 178

ALLEGATI

Bibliografia:

Bonorni Aldo, De Rita Giuseppe, 1998, Manifesto per lo sviluppo locak. Dall'azione di comunità ai Patti territoriali, Bollati Boringhieri, Torino.

CNEL, 1996, La normativa sui Patti Territorila. Analisi comparata, Roma.

CNEL, 1997, I Patti Territoriali. Quattro anni di esperienza, Roma.

Consorzio A.A.STEP, 1998, Protocollo d'Intesa del Patto Territoriale della Zona Ovest di Torino, Torino.

Conti Sergio, Sforzi Fabio, 1997, 'Il sistema produttivo italiano", in Coppola Pasquale, a cura di, Geografia politica delle regioni italiane, Einaudi, Torino, pp. 278?336.

Dematteìs Giuseppe, 1989, "Contesti e situazioni territoriali in Piemonte. Abbozzo di una geografia regionale dei possibili', in Urbanistica, n. 96, pp. 44?49.

Dematteis Giuseppe, 1994, "Possibilità e limiti dello sviluppo locale in Sviluppo locale, n. 1, pp. 10?30.

Dematteis Giuseppe, 1995, Progetto implicito. Il contributo della geografia umana alle scienze del territorio, Franco Angeli, Milano.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)