Politecnico di Torino (logo)

Fasolis, Serena

"Ex maternità" di Asti, già Casa della madre e del bambino : dall'abbandono alla riqualificazione.

Rel. Carla Bartolozzi, Orio De Paoli. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile, 2016

Abstract:

INTRODUZIONE

NEL 2004 LA CITTÀ DI ASTI VIENE DOTATA DI UN NUOVO EDIFICIO DESTINATO A OSPITARE IL NUOVO OSPEDALE.

IN PRECEDENZA LA STRUTTURA OSPEDALIERA ASTIGIANA ERA FRAMMENTATA IN TRE GRANDI EDIFICI, CHE VENGONO DISMESSI ENTRO IL 2005, CHE RIMANGONO SENZA FUNZIONE, E TUTT'ORA SI TROVANO IN UNO STATO DI ABBANDONO TOTALE.

ESSI SONO:

LA SEDE PRINCIPALE DELL'OSPEDALE CIVILE.

QUESTO EDIFICO SI TROVA ALL'INTERNO DEL CENTRO ANTICO DI ASTI ED OCCUPA L'INTERO ISOLATO COMPRESO TRA CORSO ALFIERI, VIA PRANDONE, VIA BOTALLO E VIALE ALLA VITTORIA. L'EDIFICIO, COSTRUITO NEL 1455, VIENE RIMANEGGIATO E AMPLIATO IN DIVERSI MOMENTI STORICI E CON DIVERSE TIPOLOGIE ARCHITETTONICHE. L'EDIFICIO ANTICO, CON STRUTTURA A CHIOSTRO, È VINCOLATA DALLA SOPRINTENDENZA PER I BENI ARCHITETTONICI.

ATTUALMENTE I LOCALI SONO INUTILIZZATI, MOLTI VANI SONO ANCORA ARREDATI CON ATTREZZATURE SANITARIE.

COMPLESSO DI VIA ORFANOTROFIO

L'EDIFICIO SI TROVA NEL CENTRO STORICO DELLA CITTÀ. VIENE COSTRUITO NEL 1940, OCCUPA UN LOTTO DI FORMA TRIANGOLARE RISULTANDO FORMATO DA TRE CORPI DI FABBRICA, E OSPITAVA ALCUNI UFFICI E GLI AMBULATORI DELLA MUTUA.

L'EDIFICIO DELLA MATERNITÀ.

L'UNICO A ALL'ESTERNO DEL CENTRO STORICO, IN UN QUARTIERE RESIDENZIALE.

IL TEMA DEI CONTENITORI VUOTI DELL'ASL È SPESSO OGGETTO DI DIBATTITO E PORTA CON SÉ DIVERSE PROBLEMATICHE, PRINCIPALMENTE LEGATE ALLO STATO DI ABBANDONO DEGLI IMMOBILI, CHE CAUSANO SITUAZIONI DI DEGRADO PER GLI AMBITI IN CUI SONO COLLOCATI, MA ANCHE INIZIATIVE E PROPOSTE DI RECUPERO, CHE PURTROPPO NON TROVANO MAI APPLICAZIONE.

NEGLI ULTIMI ANNI L'ATTENZIONE PER GLI IMMOBILI ASL STA DIVENTANDO SEMPRE CRESCENTE, COME È CRESCENTE LA SITUAZIONE DI DEGRADO DEGLI EDIFICI, CHE IL PASSARE DEL TEMPO E LA MANCANZA DI MANUTENZIONE STA GENERANDO.

NEL 2010 VIENE APPROVATA UNA VARIANTE STRUTTURALE AL RR.C.G. CON OGGETTO PROPRIO LA "DEFINIZIONE DELLE PREVISIONI PER IL RIUSO DEGLI IMMOBILI IN CORSO DI DISMISSIONE DA PARTE DELL’'ASL AT" ALLO SCOPO DI AVVIARE LA VENDITA DEGLI IMMOBILI MEDIANTE UN'ASTA PUBBLICA, CHE TUTTAVIA NON VA A BUON FINE.

IL TEMA DEGLI EDIFICI ASL VIENE TRATTATO SPESSO CONSIDERANDO I DEI TRE EDIFICI IN BLOCCO, PERVIA DI UNA CLAUSOLA DI VENDITA IMPOSTA DALLA REGIONE CHE VORREBBE LA VENDITA DEGLI IMMOBILI IN UN'ASTA UNICA, PROGETTO EVIDENTEMENTE NON REALIZZABILE.

GLI EDIFICI VENGONO QUINDI ANALIZZATI E STUDIATI SEMPRE INSIEME, E SPESSO I PROGETTI TENDONO A RISALTARE L'OGGETTO DI MAGGIOR VALORE TRA I TRE, OVVERO LA SEDE PRINCIPALE DELL'OSPEDALE CIVILE, IN QUANTO OGGETTO STORICAMENTE PIÙ RILEVANTE RISPETTO AGLI ALTRI DUE, E POSTO IN UNA POSIZIONE CENTRALE RISPETTO AL CENTRO STORICO, MENTRE GLI ALTRI EDIFICI VENGONO TRATTATI COME SECONDARI O APPENDICI AD ESSO.

QUESTA TESI VUOLE PORRE LA TOTALE ATTENZIONE A UNO DEGLI OGGETTI CHE SISTEMATICAMENTE VIENE TRATTATO COME SECONDARIO, L'EX MATERNITÀ, PER VIA DELLA SUA COSTRUZIONE "RECENTE" E PER LA SUA POSIZIONE AL DI FUORI DEL CENTRO STORICO.

QUESTO EDIFICIO È RICCO DI VALORE E DI MEMORIA, E MAI STUDIATO A FONDO, TANT'È CHE LA DOCUMENTAZIONE BIBLIOGRAFICA È QUASI TOTALMENTE ASSENTE.

IL VALORE DELL'EDIFICIO LO POSSIAMO RISCONTRARE PRIMA DI TUTTO NELLA SUA FUNZIONE: ESSO RAPPRESENTA "L'OSPEDALE DELLA NASCITA", LUOGO A CUI TUTTI GLI ASTIGIANI SONO EVIDENTEMENTE LEGATI.

INOLTRE ESSO ESSENDO STATO COSTRUITO A RIDOSSO DELLA SECONDA GUERRA MONDIALE È DIRETTAMENTE INFLUENZATO DA QUESTO PERIODO STORICO, SOPRATTUTTO PER QUANTO RIGUARDA LE FUNZIONI SUSSEGUITESI AL SUO INTERNO NEL CORSO DEGLI ANNI.

IN ULTIMO, LA POSIZIONE NON CENTRALE PUÒ FAVORIRE L'INSEDIARSI DI UN CERTO TIPO DI FUNZIONI CHE POSSONO VALORIZZARE IL QUARTIERE PERIFERICO, TEMA QUELLO DELLE PERIFERIE, SPESSO SOTTOVALUTATO.

LA FUNZIONE DI OSPEDALE HA VALORIZZATO PER LUNGO TEMPO IL QUARTIERE IN CUI SI TROVAVA, RIUSCENDO A DARE IMPORTANZA SOPRATTUTTO AL PARCO BIBERACH POSTO A DIRETTO CONTATTO CON IL LOTTO. IL ROVESCIO DELLA SITUAZIONE E IL DEGRADO DEL LOTTO E DELL’EDIFICIO HANNO FATTO SI CHE IL QUARTIERE SI SOTTOVALUTASSE, ANCHE IN TERMINI DI COMPRAVENDITE DI ABITAZIONI.

Relatori: Carla Bartolozzi, Orio De Paoli
Soggetti: A Architettura > AG Edifici e attrezzature per la sanità e l'assistenza
A Architettura > AP Rilievo architettonico
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/5964
Bibliografia:

RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI

BIANCO ALFREDO, GLI OSPEDALI IN ASTI MEDIOEVALE, ESTRATTO DA: ASTESIA ACTA MEDICA: RENDICONTI DELLE RIUNIONI MEDICHE DELL'OSPEDALE CIVILE DI ASTI, ASTI, APRILE-GIUGNO 1961.

BUTRICO GIOVANNI, ASTI. PROGETTO E COSTRUZIONE DELLA CITTÀ. 1918-1940, COMUNE DI ASTI, ASSESSORATO PERLA CULTURA. ARCHIVIO STORICO, ASTI, 1988.

CAMPIA BEATRICE, GRATTAPAGLIA SERENA, CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE DI UN COMPLESSO DISMESSO: L'EX OSPEDALE CIVILE DI ASTI, TESI DI LAUREA, POLITECNICO DI TORINO, FACOLTÀ DI ARCHITETTURA, REL. VINARDI M.G., COSCIA C., 2010.

CANNILLO ALDO, CASONI DANIELE, QUANDO IL MALATO È LA CITTÀ: LA RIQUALIFICAZIONE DEGLI EDIFICI DISMESSI DELL'ASL DI ASTI. POLITECNICO DI TORINO, FACOLTÀ DI ARCHITETTURA, CORSO DI LAUREA IN ARCHITETTURA, REL. CROSET, R A., 2013.

CASALI, PARTICOLARI DI EDILIZIA MODERNA RELATIVI ALLE CASE D'ABITAZIONE, ULRICO HOEPLI, MILANO, 1925.

COMUNE DI ASTI. ASSESSORATO PER LA CULTURA, GIOVANNI BUTRICO (A CURA DI), ASTI, PROGETTO E COSTRUZIONE DELLA CITTÀ. 1848- 1918. L'ARCIERE, CUNEO 1981.

D'ANELLI ARIS, UN OSPEDALE, UNA CITTÀ: DAGLI ANTICHI HOSPITIA A CRONACHE ASTESI PIÙ RECENTI, IL PLATANO, ASTI, 1997.

DE FINO CARLA, IL RECUPERO SOSTENIBILE DELL'EDILIZIA DEI PRIMI DECENNI DEL VENTESIMO SECOLO MEDIANTE MATERIALI E TECNICHE INNOVATIVE, CONSIGLIO REGIONALE DELLA BASILICATA, TESI DI DOTTORATO, POTENZA, 2008.

DI ROSA TIZIANA, FRANCESCA PARODI, PER UNA RETE DI ARCHIVI DEI PIANI URBANISTICI N ITALIA: ASTI (1860-1939), TESI DI LAUREA, POLITECNICO DI TORINO, FACOLTÀ DI ARCHITETTURA, REL. VERA COMOLI MANDRACCI, VILMA FASOLI, A.A. 2001/2002.

GIACALONE PAOLA, FRANCO LANER, ANNA PALA, MURATURE FACCIA A VISTA: PATOLOGIE E RIMEDI, FRANCO ANGELI, 1997.

PAGANO GIUSEPPE, CESARE DE SETA (A CURA DI), ARCHITETTURA E CITTÀ DURANTE IL FASCISMO, LATERZA, BARI, 1976.

RIVETTI, ALESSANDRA, ASTI CONTEMPORANEA: DALLA MEMORIA DELLE ASSENZE ALLA VALORIZZAZIONE DELL'EX CASA LITTORIA. REL. BARTOLOZZI, C., MONTANARI, G., NIVOLO, R., POLITECNICO DI TORINO, FACOLTÀ DI ARCHITETTURA, CORSO DI LAUREA IN ARCHITETTURA, 2008.

VIGNAL GIOVANNI I, SOLUZIONI INNOVATIVE IN LATERIZIO PER EDIFICI AD ALTA EFFICIENZA ENERGETICA: UN NUOVO MODELLO DI INVOLUCRO IN MURATURA PORTANTE, TESI DI LAUREA, UNIVERSITÀ DI BOLOGNA, FACOLTÀ DI INGEGNERIA, REL. LUCA VENTURI, A.A. 2011/2012.

SITOGRAFIA

HTTP://APPLICATIONS.FOAMGLAS.COM

HTTP://CHIARAVALLE.COHOUSING.IT/

HTTP://NOVA.ILSOLE24ORE.COM

HTTP://PEOPLE.UNICA.IT/

HTTP://TRASPARENZA.COMUNE.ASTI.IT

HTTP://WEB.TAED.UNIFI.IT/FISICA_TECNICA

HTTP://WWW.ABITARECONSAPEVOLE.COM

HTTP://WWW.ANAAOPIEMONTE.INFO

HTTP://WWW.ANAAOPIEMONTE.INFO/BANDOASTA

HTTP://WWW.GAZZETTADASTI.IT/

HTTP://WWW.I-NOBILI.COM/

HTTP://WWW.LANUOVAPROVINCIA.IT/

HTTP://WWW.NEODEMOS.INFO/

HTTP://WWW.REPUBBLICA.IT/

HTTP://WWW.VETRERIARE.COM/

HTTPS://WINDOWS.LBL.GOV

IT.WIKIPEDIA.ORG

WW.LASTAMPA.IT

WWW.ABITAREEANZIANI.IT

WWW.A IBERGOETICO. ASTI. IT/

WWW.BOSETTIEGATTI.EU

WWW.COHOUSING.IT

WWW.COMUNEPORTACOMARO.AT.IT

WWW.DAFTLOGIC.COM

WWW.FOAMGLAS.IT

WWW.ICHARTA.COM

WWW.ILSOLE24ORE.COM?

WWW.INCONCRETO.NET

WWW.ISOVER.IT

WWW.LAVORINCASA.IT/

WWW.MUSEOARTIEMESTIERI.IT

WWW.PROVINCIA.TORINO.GOV.IT

WWW.REGIONE.PIEMONTE.IT /23/02/2012

WWW.THEBLOG.IT

WWW.TRECCANI.IT

WWW.TRIVELLA.IT

WWW.UNIRC.IT

WWW.ZH-SPINOFF.IT

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)