Politecnico di Torino (logo)

CAIMI, Stefano and CAMAGNI, Giulio

La quarta dimensione nell'architettura.

Rel. Valerio Roberto Maria Lo Verso. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile, 2016

Abstract:

INTRODUZIONE

L'obiettivo che ci siamo posti in questa tesi è trovare un punto di congiunzione fra i nostri percorsi universitari ed extra universitari: unire sotto una chiave di lettura essenzialmente architettonica, le nostre passioni per le arte visive, i programmi e le installazioni interattive. Ciò è sfociato nello sviluppo e n5ll'approfondimento di nuovi mezzi di comunicazione per l'architettura, quali le arti visive e la realtà virtuale, che reputiamo essere dei nuovi potenti mezzi di comunicazione. Abbiamo quindi illustrato nel primo capitolo un breve riassunto della nascita e dello sviluppo delle arti visive, dal disegno alle arti informatiche, le quali verranno approfondite a livello tecnico nel secondo capitolo. Questi primi capitoli hanno lo scopo di introdurre il primo dei temi da noi analizzati, l'architectural mapping, che potremmo definire come una tecnica che fa interagire la realtà con la sua ricostruzione digitale, modificandone la percezione visiva sovrapponendosi ad essa, sino a stravolgerla anche nelle sue dimensioni. Questo nuovo ambito rappresentativo ha una forte valenza innovativa, nasce da quest'aspetto dinamico la necessità di creare eventi di sperimentazione, dove introdurre tecnologia ed informazione in un settore in continuo aggiornamento: i Festival, che verranno affrontati nel terzo capitolo di questa tesi. Numerosi sono infatti le architetture urbane e i grandi spazi pubblici che ospitano eventi speciali, video proiezioni in 3D e schermi a led addossati alle pareti dei palazzi: urban screens, architectural mapping, facade projection, 3D projection mapping, videoprojection mapping, display surfaces, architectural Vj set, sono alcune delle definizione usate e l'ambito è quello della cosiddetta "Augmented Reality" (Lev Manovich, in "il linguaggio dei nuovi media", preferisce parlare di Augmented Space perché c'è una sovrapposizione di elementi elettronici in uno spazio fisico). Nel quarto capitolo verrà affrontato ed analizzato nel dettaglio il festival della luce di Como, a cui abbiamo partecipato e parteciperemo durante l'edizione del 2016, con uno spettacolo di video mapping. In questo capitolo verranno descritti ed analizzati i lavori svolti durante la scorsa edizione e verrà introdotto il nuovo progetto per il video mapping che sarà proiettato sulla facciata del Teatro Sociale nel Maggio 2016. Spiegheremo nel dettaglio le procedure e le idee che stanno alla base di queste opere, ovviamente con un repertorio molto più dettagliato per quanto riguarda la scorsa edizione. Illustreremo inoltre un altro aspetto a cui molto si presta questa tecnica: la scenografia teatrale, svilupperemo infatti una quinta scenica che verrà proiettata durante lo spettacolo lirico che si terrà il 12 Marzo a Como, questa scenografia è nata dall'unione di mapping, scanning 3D e video proiezioni. L'idea è stata partorita proprio durante uno dei sopralluoghi al teatro, dove abbiamo proposto di elaborare questa "quinta scenica digitale", utilizzando parte degli elaborati già sviluppati per il quito capitolo, ma letti ed integrati con nuovi dettagli per approcciarsi meglio a questa funzione scenografica. Nel quinto ed ultimo capitolo verrà affrontata la seconda tematica analizzata nella tesi, una altra nuova soluzione rappresentativa dell'architettura: la realtà virtuale. Il video mapping ha una forte valenza nell'evocare e comunicare i volumi, le decorazioni, i pieni ed i vuoti degli edifici, ma durante la stesura di questa tesi abbiamo voluto analizzare anche un altro aspetto, che con il video mapping non può essere comunicato con la forza dovuta, lo spazio. La quarta dimensione, il rapporto fra utenza, spazio e tempo. Ci siamo approcciati a questa nuova tematica utilizzando tecniche e conoscenze prese da entrambi gli ambiti da noi approfonditi in questi anni: l'architettura e le arti visive, per cerca una soluzione adeguata, che riesca ed evocare in maniera quanto più realistica lo spazio. Per far ciò siamo ricorsi alla realtà virtuale. Partendo da una scansione 3D deU'intemo del tetro di Como, abbiamo sviluppato un programma che ci consentisse di creare e suscitare il senso spaziale che può essere sentito solamente entrandovi, il programma permette all'utente di muoversi nello spazio e di approcciarsi ad esso. Abbiamo sviluppato differenti tipologie rappresentative: la rappresentazione realistica tramite una mesh ed infine una rappresentazione più evocativa dello spazio mediante una nuvola di punti. L'ultimo obiettivo che ci siamo posti è la creazione di una piattaforma online, tramite cui gli utenti di tutto il mondo possano caricare e scaricare gli edifici da loro analizzati e scansionati, cosi da permettere attraverso semplici mezzi alla portata di tutti, di sperimentare e comprendere virtualmente lo spazio.

Relatori: Valerio Roberto Maria Lo Verso
Soggetti: A Architettura > AP Rilievo architettonico
AR Arte > ARB Arti visive
D Disegno industriale e arti applicate > DI Grafica digitale
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4561
Capitoli:

CAPITOLO 0 Abstract

CAPITOLO 1 Le Arti Visive

Le Arti Visive

L'arte cinetica e programmata

Le arti multimediali digitali

CAPITOLO 2 Istruzioni per l'uso

Introduzione - Exhibit design e arti performative

Installazioni interattive

CAPITOLO 3 II festival della luce

Introduzione

SIGNAL, il festival praghese

Lione, La Fête des Lumières

Altri esempi

CAPITOLO 4 II festival Como - Project 1

Introduzione

Project 1 - Dalla committenza alla Proiezione

La mission 2016

CAPITOLO 5 I nuovi mezzi di comunicazione - Project 2

Introduzione

II problema della quarta dimensione

II progetto architettonico e l'immagine in movimento

La Visione Stereoscopica

Arch-ive - I nuovi media

Bibliografia:

Bibliografía

Bruno Zevi, Saper vedere l'architettura, Giulio Einaudi Editore s.p.a., Torino, 2004. Prima edizione "Saggi" 1948. Leonardo

David Bolter e Richard Grusin, Remediation: Under standing New Media (MIT Press, Cambridge, Mass., 1999)

Giovanni Klaus Koenig, Architettura e comunicazione, Libreria Editrice Fiorentina, Firenze 1974.

James S. Ackerman, Architettura e disegno. La rappresentazione da Vitruvio a Gehry, Mondatori Electa s.p. a, Milano 2003

Leonardo dacci. Progetti di città sullo schermo. Il cinema degli urbanisti, Marsilio Editori, Venezia 2001.

Leonardo Quaresima a cura di, Il cinema e le altre arti, La Biennale di Venezia, Marsilio Editori, Venezia 1996.

Lev Manovich, il linguaggio dei nuovi media, ed. Olivares, 2008

Maria Letizia Gagliardi, Il progetto architettonico e l 'immagine in movimento. L’audiovisivo per il progetto: documentare, presentare, divulgare. Articolo http://disegnarecon.unibo.it.

Marini Daniele, Maresa Bertolo, Alessandro Rizzi, Comunicazione visiva digitale. Fondamenti di eidomatica, Addison Wesley Longman Italia Editoriale s.r.L, Milano 2001.

Movies Architecture, Cronache della città. Jean Nouvel e Wim Wenders, di Elisa Ferrato.

Paolo G. Mancia, Architetture&PC. La rivoluzione digitale in architettura, Editore Ulrico Hoepli Milano, Milano 2004.

Renato De Fusco, Architettura come mass medium, Edizioni Dedalo srl, Bari 2005.

Steven Holl, Parallax. Architettura e percezione, Postmedia s.r.l., Milano 2004.

Zerboni Carolina, La vita del Sociale, Duecento anni di Storia, Minghetti.

Sitografia

http://3dsense.org/

http://www.am-cb.net/projets/hakanai/

http://www.bordos.eu/

http://cargocollective.com/filipevilasboas/Shooting-Thoughts

http://www.creaturecreative.it/urban-screen/?lang=it

http://www.echelman.com

http://www.fetedeslumieres.lyon.fr/en/artiste/marie-jeanne-gauthe

http://incandescentcloud.com/about-the-artist-2/

http://jmartinho.net/

http://julialrevilla.blogspot.it/

http://joanielemercier.com/

http://www.planet.it.

http://www.qtime.it/6940-festival-della-luce-lake-como-2015-con-volta-nel-cuore/

http://www.ratsi.com/

http://www.realities-united.de

http://www.signalfestival.com/2015/en/installation/the-dive-2

http://www.skertzo.fr/en

http://www.urbanscreen.com/about

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)