Politecnico di Torino (logo)

Izzo, Davide

L' albergo dei poveri di Napoli nella letteratura odeporica : guide e resoconti di viaggio 1769 - 1877.

Rel. Carlo Olmo, Cettina Lenza. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2015

Abstract:

INTRODUZIONE

L'oggetto della tesi: perché l’Albergo dei Poveri?

La grande fabbrica che campeggia attualmente su piazza Carlo III, nodo nevralgico della città di Napoli, continua non solo ad attirare l’attenzione del turista per la vastità delle sue dimensioni e la purezza neoclassica della sua configurazione, ma è tornata più volte al centro di accesi dibattiti sul suo destino, sollevando la difficile questione del recupero dei complessi defunzionalizzati. Il “caso” dell’Albergo dei Poveri di Napoli si presta, quindi, ad affrontare il tema del patrimonio culturale come risorsa della collettività e a definire la conoscenza quale base indispensabile per un processo di valorizzazione autentico e congruente. In particolare, evidenzia l’esigenza di un approccio sempre più approfondito alla conoscenza storica, che si estenda a ricostruire, accanto alle fasi progettuali ed edificatorie di un monumento, anche la fase d’uso, i mutamenti di destinazione e soprattutto i significati e i valori che di volta in volta, interagendo con il contesto, l’architettura ha assunto.

Questa tesi vuole appunto offrire un ulteriore apporto di conoscenza tramite l’esplorazione di un particolare filone di fonti, riferite alla letteratura di viaggio, che hanno accompagnato, dall’origine e fino al declino del Regno delle Due Sicilie, le articolate vicende costruttive e gestionali del cosiddetto Reclusorio o Serraglio. Tali vicende, peraltro ben note, vengono qui sintetizzate in premessa, come sfondo al quale rapportare i testi oggetto di analisi. L’arco cronologico indagato - dagli sessanta del Settecento fino agli anni settanta dell'Ottocento - si interseca infatti con le principali tappe della storia dell’edificio, rimasto lungamente un cantiere aperto e in realtà mai concluso, mutando la propria destinazione, dalla sua originaria vocazione settecentesca di ospizio di misericordia, a luogo d'istruzione di arti e mestieri, per poi tradursi nel Novecento in istituto di tutela, assistenza e protezione dei minori soggetti a misure di sicurezza, con annesso Tribunale minorile.

Risalendo all’origine, nel 1748, Carlo di Borbone, insediatosi sul trono napoletano nel 1734, commissiona all'architetto toscano Ferdinando Fuga, uno dei massimi esponenti del passaggio dal barocco al neoclassicismo, il progetto di un edificio di immense dimensioni, che potesse dare alloggio a tutti i mendicanti presenti nella città di Napoli, e addirittura del Regno (Regium totius Regni pauperum hospitium). Inizialmente, quale sito per la costruzione dell'Albergo, venne proposta un'area periferica nel Borgo Loreto,

la cui vicinanza al mare e a una zona rurale avrebbe favorito l'edificazione. Il progetto originario, messo su carta dal Fuga nel 1748-49, prevedeva uno schema planimetrico costituito da un quadrato con croce interna, in cui, su uno dei quattro lati del perimetro, doveva essere posta la chiesa. A causa della natura paludosa dei terreni, la soluzione venne abbandonata a favore della scelta di un sito diverso, ubicato nei pressi dell’ingresso della città per quanti vi provenivano tramite l’Appia, peraltro congeniale al programma di “magnificenza civile” della capitale del neoistituito regno autonomo che, nelle intenzioni di Carlo di Borbone, la fabbrica avrebbe dovuto incarnare. La nuova localizzazione, sul declivio di Capodimonte, impose di progettare un edificio ad andamento lineare, che si adattasse più facilmente alla pendenza. A tal proposito, l'architetto toscano disegnò una lunga pianta che allinea cinque cortili, con una chiesa posta in quello centrale formata da una navata principale, perpendicolare alla facciata, innestata su quattro navate che determinano una figura a X. Per quanto riguarda la facciata, il prospetto sviluppa una forte orizzontalità, accentuata dalla parte basamentale e dalle fasce marcapiano e di coronamento, le cui modanature, accanto alle lesene e alle cornici delle finestre, costituiscono gli unici elementi di rilievo in un fronte prevalentemente “piatto”.

I lavori per l'edificazione, anche se non ancora definitivamente ultimati, vengono sospesi nel 1751 per iniziare a ospitare nel grande edificio i suoi “abitatori”; le prime testimonianze riguardanti l'attività dell'Albergo risalgono all'anno 1764. Nel 1781, a causa della morte dell'architetto toscano, la direzione dei lavori venne affidata per un breve periodo a Mario Gioffredo e, successivamente, a Carlo Vanvitelli, che, impegnato anche nel cantiere di Palazzo Reale, delegò un suo fidato collaboratore, Francesco Maresca, di occuparsi dell'Albergo dei Poveri. A causa della mancanza di fondi, il Maresca ridimensionò il progetto e, nel 1803, sospese i lavori. Grazie a una donazione di Ferdinando I, i lavori ripresero nel 1819 per essere definitivamente interrotti nel 1829, lasciando incompiuta la chiesa, la facciata principale e due dei cinque cortili previsti nel progetto originario. Dopo oltre un secolo, nel 1937, sotto l'impulso del prefetto Marziali, venne operato un radicale rinnovamento per la realizzazione di un Istituto di Rieducazione per Minorenni, che, assieme al Tribunale per i Minorenni, occupava tutta l'ala occidentale del palazzo. Nel 1980, l'Albergo dei Poveri è divenuto di proprietà del Comune di Napoli, il quale, nel 1999, ha avviato un importante intervento di restauro, mai portato a termine. Attualmente l’edificio, in attesa della destinazione d’uso, versa in stato di abbandono.

[CONTINUA]

Relatori: Carlo Olmo, Cettina Lenza
Soggetti: ST Storia > STC Archivi
ST Storia > STE Cronologia. Calendari
ST Storia > STK Periodo moderno
ST Storia > STN Storia
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4459
Capitoli:

INTRODUZIONE

RASSEGNA CRITICA DELLE FONTI

- L'albergo dei poveri di Napoli nelle guide

- L'albergo dei poveri di Napoli nei resoconti

REPERTORIO BIBLIOGRAFICO DELLE FONTI

REGESTO DELLE FONTI

-Guide di Napoli 1789-1863

Resoconti di Viaggio e relazioni scientifiche 1769-1877

Bibliografia:

L'ALBERGO DEI POVERI NELLE GUIDE - REPERTORIO BIBLIOGRAFICO

1789, Giuseppe Maria Galanti, Nuova descrizione geografica e politica delle Sicilie, Tomo Terzo, Socj del Gabinetto Letterario, Napoli.

1789, Giuseppe Sigismondo, Descrizione della Città di Napoli e Suoi Borghi del dottor Giuseppe Sigismondo Napoletano, Tomo Terzo, Fratelli Terres, Napoli.

1792, Giuseppe Maria Galanti, Breve descrizione della città di Napoli e del suo contorno, presso Socj del Gabinetto Letterario, Napoli.

1792, Carlo Celano, Delle notizie del bello, dell'antico, e del curioso della città di Napoli, per gli Signori Forestieri, Raccolte dal Canonico Carlo Celano Napoletano; Divise in Dieci Giornate, In ogni una delle quali si assegnano le Strade dove assi a camminare, Quarta Edizione, Giornata Sesta, a spese di Salvatore Palermo, Napoli.

1801, Pompeo Sarnelli, Giada de 'forestieri per la città di Napoli. In cui si contengono tutte le notizie topografiche della città, e degli edificj sacri, e pubblici dà tempi antichi infino al dì di oggi, per istruire brevemente l'umano, e prestante leggitore. Nuovamente spurgata delle sviste, ed accresciuta di quanto si osserva al sì famosa città, a spese del librajo Nunzio Rossi, e dal medesimo si vendono nella sua Libreria a due porte il Palazzo dell'Ecc. Mo Sig. Duca di Monteleone, Napoli.

Domenico Romanelli, Napoli antica e moderna, Tipografia di Angelo Trani, Napoli.

Mariano Vasi, Itinerario istruttivo da Roma a Napoli ovvero descrizione generale de'più insigni monumenti antichi e moderni e delle opere più rimarchevoli dì pittura, scultura e architettura di questa celebre città e delle sue vicinanze, Terza Edizione, presso l'Autore, Roma.

John Mazzinghi, Guida alle antichità, e alle curiosità nella città di Napoli e nelle sue vicinanze, Tipografìa di Agnello Nobile a S. Brigida, Napoli.

P. G. B. Nougaret, Bellezze della storia di Sicilia e di Napoli ossia compendio degli amali di questi popoli, contenente ciò eh'essi offrono di più curioso e di più interessante, fino a' nostri giorni; con un breve cenno su' costumi e gli usi de' siciliani e de' napolitani; e con un ristretto della geografia e della storia di queste contrade. Opera destinata alla istruzione della gioventù ed ornata di otto belle figure, Tomo Secondo, Tipografìa di Agnello Nobile, Napoli.

1823, Giuseppe Maria Alfano, Istorica descrizione del Regno di Napoli ultimamente diviso in quindici provincie colla nuova mutazione di esse nello stato presente, Raffaele Miranda, Napoli.

1823, Filippo Marzullo, Guida del forestiere per le cose più rimarcabili della città, Tipografia di Saverio Giordano, Napoli.

Giovan Battista de Ferrari, Nuova guida di Napoli, dei contorni, di Procida, Ischia e Capri, Prima Edizione, Tipografia Porcelli, Napoli.

Gabriele Quattromani, Itinerario delle Due Sicilie, Prima Edizione, Reale Tipografia della Guerra, Napoli.

Giuseppe Francioni Vespoli, Itinerario per lo Regno delle Due Sicilie, Parte Prima, Stamperia Francese, Napoli.

Giuseppe Maria Galanti, Napoli e Contorni, Nuova Edizione, Presso Borei e Comp., Napoli.

Marcello Perrino, Dettaglio di quanto è relativo alla città di Napoli dalla sua origine fino al presente, Tipografìa Flautina, Napoli.

Luigi d'Afflitto, Guida per i curiosi e per i viaggiatori che vengono alla città di Napoli, Tomo II, Tipografìa Chianese, Napoli.

Anonimo, Nouveau guide de Naples en abrégé pour bien voir in peu de jours et dune manière très économe les chose remarquables de la ville et les antiquités des en- virons, De Marco, Napoli.

Ferdinando Artaria e Figlio, Nuovissima guida dei viaggiatori in Italia, V Edizione, Epimaco e Pasquale Artaria, Milano.

Attilio Zuccagni-Orlandini, Corografia fisica, storica, e statistica dell'Italia e delle sue isole. Corredata di un atlante geografico e topografico e di altre tavole illustrate, Volume Undicesimo, Presso gli Editori, Firenze.

Napoli e i luoghi celebri delle sue vicinanze, Tomo II, Stabilimento Tipografico di Gaetano Nobile, Napoli.

1845, Giuseppe Maria Galanti, Nuova guida per Napoli e i suoi contorni per Giuseppe M. Galanti. Ultima edizione fatta su quella riformata dell'abate Luigi Galanti corredata con molte aggiunte, Ultima Edizione, all'Insegna dell'Ancora, Napoli.

1845, Erasmo Pistoiesi, Guida metodica di Napoli e i suoi contorni per vedere con nuovo metodo la città e contorni, Del Vaglio, Napoli.

Gabriele Quattromani, Manuale del forestiero in Napoli, Borei e Bompard, Napoli.

1853, Stanislas d'Aloe, Naples, ses monuments et ses curiosités avec une description dei Pompéi, Herculanum, Stabies, Paestum, Pouzzoles, Cumes, Capoue et des autres endroits célèbres des environs, Seconde Edition Augmenté, Imprimerle Virgile, Napoli.

1853, Luigi Piale, Hand-book or new guide to Naples, Sicily and the environs, carefully compiled and enlarged according to Galanti and Mrs. Power., First Part, Luigi Piale, Roma.

1853, Octavian Blewitt, Handbook for travelers in Southern Italy; being^i guide for the continental portion of the Kingdom of the Two Sicilies, including the City of Naples and its suburbs, Pompeii, Herculaneum, Vesuvius, the island of the bay of Naples, and that portion of the Papal States, which lies between. The contorni of Rome and the Neapolitan frontier, John Murray, London, Galignani and Co., Paris, Molini and Goodban, Florence.

1855, Francesco Saverio Bruno, L'Osservatore di Napoli, ossia rassegna delle istituzioni civili, de ' stabilimenti, de ' monumenti storici ed artistici e delle cose notevoli di Napoli, Stamperia del Vaglio, Napoli.

1855-57, Achille de Lauzières, Descrizione della città di Napoli e delle sue vicinanze divisa inXXXgiornate, Parte Prima, Gaetano Nobile, Napoli.

1860, Carlo Celano, Notizie del bello, dell'antico e del curioso della città di Napoli: divise dall'autore in dieci giornate / raccolte dal can. Carlo Celano; con aggiunzioni de ' più notabili miglioramenti posteriori fino al presente estratti dalla storia de ' monumenti e dalla memorie di eruditi scrittori napoletani per cura del cav. Giovanni Battista Chiarini, Volume V, Agostino de Pascale, Napoli.

1863, Mariano Vasi, Itinéraire instructif de Rome à Naples, ou description générales des monuments ancien et modernes, et des ouvrages les plus remarquables et peinture, sculpture et architecture de cette ville célèbre, de ses environs, et des îles, Sixième Edition Napolitaine, I. George Class, Naples.

L'ALBERGO DEI POVERI NEI RESOCONTI - REPERTORIO BIBLIOGRAFICO

1769, Jérôme Lalande, Voyage d'un françois en Italie, fait dans lè's années 1765 & 1766, Nouvelle Edition, Tome Sixième, Yverdon.

1775, Donatien-Alphonse-François marchese di Sade, Viaggio in Italia ovvero Dissertazioni critiche, storiche e filosofiche sulle città di Firenze, Roma, Napoli e Loreto e sulle strade adiacenti a queste quattro città. Opera in cui ci si è impegnati a sviluppare gli usi, i costumi, la forma di legislazione ecc., riguardo tanto all'epoca antica quanto alla moderna, in una maniera più particolareggiata e più ampia di quanto non paia essersi fatto finora, Edizione stabilita e presentata da M. Lever, Prefazione di C. Pasi, Bollati Boringhieri, Torino, 1996.

1778, Vivant Denon, Viaggio nel Regno di Napoli 1777-1778, ed. e trad. it. a cura di Teresa Leone, Paparo, Napoli, 2001.

1786, Juan Andrés, Cartas familiares del Abate D. Juan Andrés a su her mano D. Carlos Andrés, dandole noticia del viage que hizo a varias ciudades de Italia et el ano 1785, publicadas par el mismo don Carlos, Tomo II, Antonio de Sancha, Madrid; ed. it. relativa alle lettere napoletane, Gl'incanti di Partenope, a cura di Vincenzo Trombetta, Alfredo Guida Editore, Napoli, 1997.

1815, Philippe Petit-Radel, Voyage historique, chorographique et philosophique dans les principales villes de l'Italie, en 1811 et 1812, Tome III, Imprimerie de Chanson, Paris.

Michele Angelo Prunetti, Viaggio pittorico-antiquario d'Italia e Sicilia ec., Tomo I, Lino Contedini, Roma.

Lady Morgan, Italy, by Lady Morgan, Vol. I, C. S. Van Winkle, New York.

Louis Valentin, Voyage médical en Italie, fait en l'année 1820, précédé d'une excursion au volcan du Mont-Vésuve, et aux ruines d'Herculanum et de Pompéia, Imprimerie de C.-J. Hissette, Nancy.

1825, Thomas Pennington, Journey into various parts of Europe; and a residence in them, during the years 1818, 1819, 1820 and 1821, with notes, historical and classical; and memoires of the Grand Dukes of the House of Medici; of the Dynasties of the Kings of Naples; and of the Dukes of Milan, Volume I, Geo. B. Whittaker, London.

Giacomo Tommasini, Sul viaggio fatto a Napoli nel 1826. Discorso, Tip. Nobile e C., Bologna.

Louis Simond, Voyage en Italie et en Sicile, Tome Second, A. Sautelet et Compagnie, Paris.

Rembrandt Peale, Notes on Italy, by Rembrandt Peale. Written during a tour in the years 1829 and 1830, Carey & Lea, Philadelphia.

1833, Pierre-Charles-Joseph de Mengin-Fondragon, Nouveau voyage topographique, historique, critique, politique et moral en Italie, Volume 2, Meyer C.'e, Paris.

1835, Lodovico Bianchini, Della storia delle finanze del Regno di Napoli, Volume Terzo, Tipografia Flautina, Napoli.

Antoine-Claude Valery, Voyages historiques et littéraires en Italie, pendant les années 1826, 1827 et 1828; ou l'indicateur italien, Louis Hauman et Compagnie, Bruxelles.

Francesco Gandini, Viaggi in Italia per Francesco Gandini, Volume VII, Luigi De Micheli, Cremona.

Francesco Lampato, Annali Universali di Statistica, Economia Pubblica, Storia, Viaggi e Commercio, Volume quarantottesimo, Presso la Società degli Editori degli Annali Universali delle Scienze e dell'Industria, Milano.

Jean-François Terme, Histoire statistique et morale des enfants trouvés, La Guillotière, Paris, Lyon.

Charles Flandin, Etudes et souvenirs de voyages en Italie et en Suisse, Naples, le Vésuve, le volcans, Rome, Venice, Cost ance, Pferres, les Alpes par C. Faldin, Dépôt Central, Paris.

Joseph Guislain, Lettres médicales sur l'Italie avec quelques renseignements sur la Suisse; résumé d'un voyage fait en 1838, Imprimerie de F. et E. Gyselynck, Gand.

1842, Charles Rockwell, Sketches of Foreign Travel and life at sea; including a cruise on board a man-of-war, as also a visit to Spain, Portugal, the south of France, Italy, Sicily, Malta, the Ionian islands, continental, Greece, Liberia, and Brazil; and a treatise on the navy of the united states. By the Rev. Charles Rockwell, late of the United States navy, Vol. I, Tappan and Dennet, Boston.

Odoardo Turchetti, Napoli e il suo congresso ossivero Napoli al cospetto della civiltà contemporanea del Dott. Odoardo Turchetti, Tipografìa Cino, Pistoia.

1848, L. A. Labourt, Recherches historique et statistique sur l'intempérance des classes laborieuses; et sur les enfants trouvés, ou Des moyens qu'il convient d'employer pour remédier à l'abus des boissons enivrantes; et pour améliorer le régime des enfants trouvés, Deuxième Edition, Librairie de Guillaumin et C.ie, Paris.

1851, Louis Mathurin Moreau-Christophe, Du problème de la misère et de sa solution chez les peuples anciens et modernes, Tome Troisième, Guillaumin et C.ie, Paris.

BIOGRAFIA

Francois-Xavier Feller, Dictionnaire historique, Lefort, Lille, 1832, p. 535

Jean Sgard, Dictionnaire des journalistes, 1600-1789, Volume 2, Voltaire Doundation, 1999, p. 747

Luca Clerici, Viaggiatori italiani in Italia 1700-1998. Per una bibliografia, Sylvestre Bonnard, Milano, 1999

Paola Fardella, L'Ottocento, in Libri per vedere: le guide storico-artistiche della città di Napoli: fonti, testimonianze del gusto, immagini di una città, a cura di Francesca Amirante (et Alii), ESI, Napoli, 1995

Vincenzo Trombetta, Le guide di Napoli nell'Ottocento preunitario e l'editoria celebrativa borbonica, in Viaggiare con i libri. Saggi su editoria e viaggi nell'Ottocento, a cura di Gianfranco Tortorelli, Pendragon, Bologna, 2012

Paolo Arrigoni, Gli Artaria di Milano: contributo alla storia editoriale cittadina dell'ottocento, La Martinella, Milano, 1952, pp.1-39

Paola Tentori, Artaria, in Dizionario Biografico degli Italiani, volume 4, 1962, consultato tramite sito web www.treccani.it/enciclopedia/artaria_(Dizionario_Biografico)/ il 9/9/2015

Alexis Weedon, Blewitt (John) Octavia (1810-1884), writer and literary administrator, in Oxford Dictionary of National Biography, 2004, consultato tramite sito web www.oxforddnb.com/index/2/101002645 il 11/10/2015

Imma Cecere, Il voyake en Italie di Joseph- Jérome de Lalande, Luciano, Napoli, 2013

Donatien-Aphonse-Francois marchese di Sade, in Enciclopedie on line, consultato tramite sito web www.treccani.it/enciclopedia/donatien-alphons-francois-marchese-di-sade/ il 2/9/2015

Dante Serra, Il Marchese de Sade, a cura di Francesca Mazzucato, Odoya, Bologna, 2011

Luigi Baccolo, Biografia del Marchese de Sade, Garzanti, Milano, 1986

Teresa Leone, Viaggio nel regno di Napoli 1777-1778, Paparo, Napoli, 2001

Vincenzo Trombetta, Gl'incanti di Partenope, Alfredo Guida Editore, Napoli, 1997

Dictionnaire des Sciences Médicales. Biographir Médicales, Tome Sexième, C.L.F. Panckoucke, Paris, 1824

Cettina Lenza, I viaggiatori pittoreschi nel Sud: origine e fortuna di un genere editorial nella produzione napoletana del primo Ottocento, in Viaggiare con I libri. Saggi su editoria e viaggi nell'Ottocento, a cura di Gianfranco Tortorelli, Pendragon, Bologna, 2012

John William Cousin, Morgan Lady. A short Biographical Dictionary of English Literature, J. M. Dent & Sons, London 1910

Gaja Cenciarelli, Sydney Owenson, Lady Morgan, Tesi di laurea, Roma, 1996

Cettina Lenza, Natura, arti e scienze nei resoconti del voyage médical en Italie della prima metà dell'Ottocento, in La Campania e il Grand Tour. Immagini, luoghi e racconti di viaggio tra Settecento e Ottocento, a cura di Rossana Cioffi, Sebastiano Martelli, Imma Cecere, Giulio Brevetti, L'Erma di Bretschneider, Roma, 2015

Lilian B. Miller, In pursuit of fame: Rembrandt Peale, 1778-1860, National Portrait Gallery Smithnonian Institution, Washington D.C., 1998

Pasquale Villani, Lodovico Bianchini, in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 10, 1968, consultato tramite sito web www.treccani.it/enciclopedia/lodovico-bianchini_(Dizionario-Biografico)/ il 15/10/2015

M. N. Bouillet, Dictionnaire universel d'histoire et de géographie, Nouvelle Edition (Vingt-Sixième), Libraire Hachette et C.ie, Paris, 1878

Biblioteca Italiana o sia Giornale di Letteratura, Scienze, ed Arti compilato da varj letterati, Tomo LXIV, Anno sedicesimo, Ottobre, Novembre e Dicembre, presso la Direzione del Giornale, Milano, 1831.

Maria Iolanda Palazzolo, Francesco Lampato, in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 63, 2004, Consultato tramite sito web www.treccani.it/enciclopedia/francesco-lampato_(Dizionario_Biografico)/ il 2/9/2015

A. Brierre de Boismont, Joseph Guislain, sa vie, ses écrits, Gemer-Baillere, Paris, Imprimerie de Th. Lesigne, Bruxelles, 1867

Marco Tabarrini, Degli studj e delle vicende della Reale Accademia dei georgofili nel primo secolo di sua esistenza, Cellini, Firenze, 1856

Louis Mathurin Moreau-Cristophe, Exposé de ses titres, Chaix, Paris, 1853

Vamba (Luigi Bertelli), Jessie White Mario, R. Bompard & Figlio Editori, Firenze, 1915

Jessie White, in Enciclopedie online, consultato tramite sito web www.treccani.it/enciclopedia/jessie-white/ il 21/8/2015

Maria Consiglia Napoli, Giuseppe Maria Galanti : letterato ed editore nel secolo dei lumi, FrancoAngeli, Milano, 2013.

Giuseppe Maria Galanti nella cultura del Settecento, Atti del Convegno (Santacroce del Sannio 1982), Guida, Napoli, 1984.

Franco Strazzullo, Carlo Celano descrittore di Napoli sulla fine del '600, in "Atti dell'Accademia Pontaniana", Vol. XLIL, n.s., Napoli, 1995, pp. 36-61.

F. Russo, Riscoprire Carlo Celano, proposta per una bibliografia, in Bibliologia e critica dantesca : saggi dedicati a Enzo Russo, a cura di Vincenzo De Gregorio, Longo, Ravenna, (1998), pp. 187-206.

Rosalba Galvagno, Carlo Celano, in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 23, 1979, consultato tramite il sito web www.treccani.it/enciclopedia/carlo-celano_(Dizionario_Biografico)/ il 10/10/2015.

Giuseppina di Leo, Pompeo Sarnelli tra edificazione religiosa e letteratura, Ecumenica. Bari. 2006.

Rodolfo De Mattei, Mariano Vasi antiquario romano, S.I., s.n., (1973).

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)