Politecnico di Torino (logo)

Giacometti, Ilaria

Construir con el Delta : architettura low-tech per il delta del Paranà e per le zone urbane degradate del Tigre = Low-tech architecture for the Paranà delta and for urban diseased areas of Tigre.

Rel. Andrea Bocco, Emiliano Cruz Michelena Valcárcel. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2015

Abstract:

Questa tesi nasce dalla volontà di affrontare in prima persona una delle declinazioni che sta prendendo l'architettura contemporanea: l'autocostruzione Low-Tech per l'architettura sociale.

Nel corso degli ultimi secoli, la rapida urbanizzazione avviatasi con la rivoluzione industriale ha portato in tutto il mondo forti ondate migratorie, che si sono spostate dalle campagne alle città, in cerca di condizioni di vita migliori di quelle che lasciavano. Nei paesi della prima industrializzazione, come in gran parte dell'Europa o negli Stati Uniti d'America, questo processo è iniziato intorno al XIX secolo e negli anni si sono trovate delle soluzioni più o meno adeguate a una gestione del processo, almeno in linea teorica. Nei paesi in via di sviluppo, come America del Sud, Africa, Asia e Medio Oriente, invece la crescita delle città pone ancora problemi irrisolti e drammatici per la popolazione. Buenos Aires, rientra a pieno titolo in questo tipo di sviluppo demografico e urbano. La capitale argentina è stata una città di immigrazione fin dalla sua fondazione nel 1536, sebbene i problemi di gestione urbana dovuti agli insediamenti irregolari siano arrivati verso la seconda metà del XX secolo, con la fine dell' immigrazione europea e l'inizio dell'immigrazione latino-americana. Poiché queste nuove minoranze etniche faticano ad essere accettate nel tessuto sociale argentino, mentre nei centri urbani si densifica la presenza della popolazione medio-alta, spesso di origine europea, la città informale si espande riempiendo nei vuoti urbani e ingrandendo le periferie ad opera dei ceti più poveri, i marginados. Nella capitale argentina e nel suo conurbano gli insediamenti irregolari prendono il nome di villas miseria e i loro abitanti, i villeros sono esclusi dai processi di crescita e dalla società stessa. Al confine con l'area metropolitana della capitale argentina, il delta del rio Paraná rappresenta una risposta interessante alle esigenze dei marginados. L'area è paludosa, caratterizzata da forti piene periodiche del fiume e condizioni per la vita molto diverse da quelle della città. Fino alla fine del XX secolo le terre del Delta venivano vendute a prezzi bassissimi a chi voleva abitarvi, proprio perché considerate zone inondabili. Il possesso del suolo allontanava lo spettro dell'occupazione abusiva dai marginados e dava la possibilità di inserirsi in un luogo in cui costruire una casa che si sarebbe ampliata col crescere della famiglia, adeguandosi anche allo stile di vita degli isleñi, gli abitanti oriundi della zona. La parte di Delta del Paraná facente parte della provincia di Buenos Aires è sotto la giurisdizione del DPDI , un organo direzionale-amministrativo che, con l'inizio del mandato del Governatore Daniel 0. Scioli, ha avviato dei progetti per rilanciare la zona, fino alla metà del XX secolo ridente porto turistico e polo produttivo importante per la provincia, per cercare di recuperarne l'antico splendore.

Nel 2008 il DPDI avvia il progetto II Bambù come Alternativa Sostenibile per il Delta della Provincia di Buenos Aires, il cui obiettivo è quello di rendere la pianta il propulsore per una nuova crescita sostenibile per l'area. Tramite la diffusione di una corretta cultura di utilizzo del bambù si vogliono mostrare agli abitanti le opportunità di sviluppo e i benefici economici ricavabili dalla pianta, per far sì che questa possa diventare un motore di ripresa per i singoli individui e per il Delta. La scelta del soggetto non è casuale: nella zona la diffusione naturale del bambù è altissima e vi si trovano sia specie native sia importate, poiché le caratteristiche climatiche e biochimiche del luogo sono ottimali per questo tipo di coltivazione. Questo macro piano di sviluppo del DPDI è articolato in una serie di progetti minori a carattere teorico-pratico, che porteranno agli abitanti una sempre maggiore consapevolezza sul bambù e sulle sue potenzialità. Al termine del programma si pone il progetto Construir con el Delta, di cui si occupa la tesi. La scelta dell'argomento per la trattazione avviene durante la mia personale esperienza in Argentina e la partecipazione a Construir con el Delta, avvenuta tra i mesi di febbraio e maggio 2014. In seguito la ricerca è stata proseguita da Alberto Bondavalli, anch'egli tesista presso ¡I Politecnico di Torino. Il progetto in questione è nato da una collaborazione della Paesaggista Clara Peña, in rappresentanza del DPDI, con l'Architetto Emiliano Cruz Michelena Valcàrcel, per il Politecnico di Torino e si pone come coronamento delle esperienze cominciate nel 2008 dall'organo provinciale. L'idea deriva da una sperimentazione che combina la conoscenza della pianta ad un utilizzo costruttivo dall'applicazione attuale: un modulo per abitazioni evolutive ad indirizzo sociale, realizzato prendendo come riferimento la tradizione architettonica locale. Il progetto si avvale di una sperimentazione pratica che si è svolta in due workshops formativi per gli abitanti del Delta. Nei workshops, a partecipazione gratuita, è stato spiegato ai partecipanti come costruire un modulo completo, con struttura in bambù e tamponamenti murari in bahareque. Questi workshops, come i loro precedenti, hanno avuto carattere partecipativo, col completo coinvolgimento dei volontari nella costruzione del prototipo dimostrativo. Fine ultimo del progetto è la pubblicazione di un manuale di autocostruzione, che spieghi punto per punto come realizzare il prototipo. Il manuale dev'essere di semplice comprensione per chiunque voglia apprenderne e metterne in pratica i concetti e, a ricerca ultimata, sarà diffuso dal DPDI a chi desideri avvicinarsi al tema. Nei tre mesi di permanenza nel Tigre (un municipio del conurbano di Buenos Aires), sotto la guida di Emiliano Michelena e Clara Peña, sono stati affrontati i vari passi di preparazione ai workshops, utili per una prima ipotesi di stesura del suddetto manuale. Dall'analisi del contesto, con la conoscenza degli insediamenti informali del Delta e delle villas si è passati al rilievo di riferimenti architettonici locali tradizionali e virtuosi, alla selezione e raccolta dei culmi di bambù e della terra da utilizzare per il prototipo, alla caratterizzazione sul campo e In laboratorio dei materiali, per definirne e accertarne le proprietà fisiche e meccaniche2. Si è concluso poi passando dal trattamento dei culmi da utilizzare per la costruzione del prototipo, alla loro preparazione (completa di realizzazione dei tagli e dei giunti), fino alla stesura di un primo manuale, diffuso nei giorni di workshops. L'oggetto della tesi vuole considerare il percorso compiuto per lo sviluppo di Construir con el Delta. Si prenderanno in considerazione, capitolo per capitolo, tutti i passi che hanno portato alla definizione del prototipo: da una breve introduzione sulla città di Buenos Aires e sulla sua evoluzione demografica e urbana, al contesto ravvicinato delle villas e del Delta, dai quali si prenderanno i riferimenti di architettura Low-Tech, sia tradizionale sia virtuosa. Tramite il confronto dei casi studio e un'analisi SWOT si passerà a scegliere quali punti di forza e opportunità del contesto e dell'architettura locale si vorranno portare avanti nella definizione del modulo finale. La fase progettuale della tesi prevede una risposta personale alle esigenze incontrate, al fine di definire un concept riconoscibile nell'immaginario locale, rispettoso della storia, delle tradizioni e dei materiali naturali da cui si origina, idealmente accessibile da tutti e che si possa porre come soluzione congiunta al prototipo oggetto dei workshops sul campo. Nel capitolo della tesi che esaminerà il progetto si vuole riproporre l'impostazione manualistica, spiegando come poter realizzare, passo per passo, ogni singolo elemento del modulo: dal taglio dei culmi di bambù all'assemblaggio dei giunti, restando fedele al tema tecnologico della trattazione. Si è scelto di rappresentare a mano i processi costruttivi e i disegni tecnici degli elementi, per riprendere il manuale realizzato per Construir con el Delta.

"Dimmi e io dimentico, mostrami e io ricordo, coinvolgimi e io imparo" (Benjamin Franklin)

*La caratterizzazione dei materiali in laboratorio non è stata affrontata nell'ambito di questa trattazione, poiché l'autrice non ne ha seguito i processi di persona. Si è preferito invece lasciare spazio a ciò che è stato osservato, studiato e realizzato di presenza, elemento che è considerato il punto di forza di questa tesi.

Relatori: Andrea Bocco, Emiliano Cruz Michelena Valcárcel
Soggetti: A Architettura > AD Bioarchitettura
A Architettura > AQ Spazi funzionali dell'abitazione
T Tecnica e tecnologia delle costruzioni > TE Tecnologia dei materiali
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4450
Capitoli:

INTRODUZIONE

1. STORIA E SVILUPPO DI BUENOS AIRES

A. Storia della città

B. Storia dell’immigrazione

2. VILLAS, ASENTAMIENTOS E VIVIENDA SOCIAL

A. Villas e Asentamientos

B. Occupazione dei suoli

C. Condizioni attuali

3. IL TIGRE E IL DELTA

A. Il Delta del Paraná

B. Il Partido Tigre

C. Modi di abitare del Tigre e del Delta

I. Modi di abitare del Tigre urbano

II. Modi di abitare del Tigre suburbano

III. Modi di abitare del Tigre isleño e del Delta

D. Modi di abitare del Tigre e del Delta

E. Luoghi di intervento

4. VIVIENDA SOCIAL: LA PROPOSTA LOW-TECH A. Low-Tech: una soluzione da riscoprire

5. DALLE ESIGENZE ALL'AUTOCOSTRUZIONE

A. Tabelle esigenziali

B. Studio dei riferimenti virtuosi

C. Confronto tra i casi studio e analisi SWOT

6. I MATERIALI DEL DELTA

A. Il bambù

I. Aspetti generali

II. Crescita, piantagioni, biodiversità

III. Proprietà fisiche e meccaniche

IV. Trattamenti

V. Vantaggi, svantaggi e utilizzi (le parti in rosso che vedi sono state spostate nel capitolo successivo) VI. Il bambù nel Delta: specie, diffusione e situazione attuale

B. Costruire in bambù

I. Vantaggi e svantaggi

II. Selezione dei culmi per la costruzione Giunti

III. Elementi costruttivi

C. Costruire in terra

I. Vantaggi e svantaggi

II. La Terra nell'architettura argentina

III. Tecniche costruttive miste bambù e terra

IV. Prove di campo sulla terra

7. I PROGETTI DEL D.P.D.I.

A. El bambú corno alternativa sustentable para el Delta de la Provincia de Buenos Aires

B. Construir con el Delta

8. IL PROGETTO

A. Analisi concettuale del modulo

B. Analisi tecnologica del modulo

I. Bambù strutturale

1. Fondazione, Colonna, Controvento

2. Solaio

3. Base del tetto

4. Capriata Polonceau

5. Travatura del tetto

II. Bambù e terra come tamponamento

1. Pannello in Quincha peruana prefabricada

III. Copertura

1. Tetto verde con collettore solare auto-costruito (nord)

2. Tetto verde (sud)

C. Espansione del modulo

I. Proposta di espansione

II. Proposta di espansione per il progetto originario (Autore: Emiliano Cruz Michelena Valcàrcel)

III. Variante del progetto ( Autore: Alberto Bondavalli)

CONCLUSIONI

APPENDICI

APPENDICE 1 - COSE DA SAPERE SU BUENOS AIRES

APPENDICE 2 - GLOSSARIO DEI TERMINI INERENTI AL BAMBÙ

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

Bondavalli, Alberto, Bambù e terra: materiali naturali per l'autocostruzione nel Delta bonaerense, Tesi di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile, Politecnico di Torino, rei. Prof. Riccardo Bedrone, correi. Emiliano Cruz Michelena Valcàrcel, Torino, 2015

Capurso, Fulvio, Salvatore D'Auria. Il bambù, un materiale da costruzione alternativo: il caso della Guadua. Tesi di laurea magistrale in Architettura: Costruzione, Politecnico di Torino, rei. Prof. Pierre-Alain Croset, correl. Luigi Bistagnino, Torino, 2006.

Cárdenas Laverde, Mauricio. Il bambù come materiale da costruzione: caratteristiche fisiche e meccaniche, tecnologie costruttive. Napoli: Gruppo Editoriale Se, 2008.

Bernand, Carmen. Historia de Buenos Aires. Fondo de Cultura Econòmica, Buenos Aires, 1997.

Ciudad de Buenos Aires: de la fundación a la participación ciudadana. Buenos Aires, Argentina: Subsecretaría de Comunicación Social de la Ciudad de Buenos Aires, 2004.

CRATerre. Construire en terre, Ed. alternatives, Parigi, 1979.

Discalzi, Gianluca, Istanbul, Built over night, Tesi di laurea magistrale in Architettura Costruzione - Città, Politecnico di Torino, rel. Prof. Matteo Robiglio, Torino, 2012

Fangchun, Zhou. Studies on physical and mechanical properties of bamboo. Woodjournal of Nanjing techn.Coll.of.For.Prod., 1981: 1-32.

Gazzoli, Rubén, Vivienda social. Investigaciones, ensayos y entrevistas, Nobuko, Buenos Aires, 2007

Giacometti, Maria. Tierra es madre, Introduzione al Manual Tierra del Taller Tierra per il D.P.D.I., Buenos Aires, 2014.

Godbole, V. S., e S. C. Lakkand. Effects of water absorption on mechanical properties of bamboo. In vol. 5, 303-304, 1986.

Guelfi, Selene. Una vivienda messicana: progetto di autocostruzione in terra cruda per le comunità rurali di Oaxaca, Tesi di laurea magistrale, Politecnico di Torino, rei. Simonetta Lucia Pagliolico, Riccardo Balbo, Francesca de Filippi, Torino, 2013

Hidalgo Lopez, Oscar. Manual de construcción con bambú , Universidad de Colombia, Editorial Estudios Técnicos Colombianos, Colombia, 2004

Janssen, J.J.A. Mechanical Properties of Bamboo. In Forestry Sciences, 127-128. Boston: Kluwer Academic Publishers,1991.

Lugt, P. Van Der, A. Ven Den Dobbelsteen, e R.Abrahms. Bamboo as building alternative for Western Europe? A study of the environmental performance, costs and bottleneck of the use of bamboo (products) in Western Europe. Delft University of Technology, Faculty of Architecture, s.d.

Maritano Comoglio, Nuccia ; Pagliolico, Simonetta Lucia. Astigiano: una terra per costruire, Aracne, Roma, 2008.

Michelena Valcárcel, Emiliano Cruz, Innovación tecnológica desde las villas, Tesi di dottorato in Innovazione Tecnologica per l'Ambiente Costruito (ITAC), Politecnico di Torino, rei. Prof. Andrea Bocco, Simonetta Pagliolico, Torino, 2015

Minke, Gernot. Building with Bamboo. Basel: Birkhauser, 2012.

Minke, Gernot. Building with Earth. Basel: Birkhauser, 2006.

Peña, Clara (curato da). Dirección Provincial de Islas. El bambù en el Delta bonaerense y su gente. Buenos Aires, 2013.

Robecchi, Diego. Strategie di intervento in ambiti marginali degradati dell'area metropolitana di Buenos Aires, Tesi di laurea magistrale, Politecnico di Torino, Il Facoltà di Architettura, rei. Prof. Nuccia Comoglio Maritano, Ana María Mancasola (Universidad de Belgrano), Torino, 2008-09

Rocca, Alessandro. Architettura Low-cost/Low-Tech, Sassi, Milano, 2010, pag. 9

Tarditi, Alessandra. Il bambù come materiale da costruzione in Venezuela: potenzialità e proposte innovative. Politecnico di Torino, Il Facoltà di Architettura, rei. Prof. Nuccia Maritano Comoglio, correl. P. Tosoni Torino, 2006. PERIODICI

Cravel, Pierfrancesco. «Mauricio Cárdenas Laverde.» Domus, 27 novembre 2010.

Giacometti, Maria. «Autocostruire la propria casa in terra e bambù.» Tempi di fraternità, Agosto-Settembre 2014: 22- 24.

Laverde, Mauricio Cárdenas. «Dossier Bambù.» Costruire, Gennaio 2005.

SITOGRAFIA

http://www.actaplantarum.org/glossario/

http://architetturedallaterra.it/

http://www.buenosaires.gob.ar/

htto://www. consultatio. com. ar/provecto/nordelta/

http://www.gba.gob.ar/

http://www.guaduabamboo.com/bamboo-pdfs/

http://www.inbar.int/

http://www.indec.gov.ar/nuevaweb/cuadros/4/folleto%20gba.pdf

http://laisladelta.com/foro/index.phptopic=l393.0.s.d.

http://www.lastunasong.org.ar/lastunas.php.s.d.

http://www.lastunasong.org.ar/lastunas.php.

httD://maaiaenelcamino.com.ar/vivir-en-el-delta-de-tigre.html

http://www.nordelta.com/

http://www.nordelta.com/fundacion-nordelta/

http://tigre.galeon.com/textos/geograf/viddelta.htm.

https://it.wikipedia.ore/wiki/Buenos_Aires

https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Buenos Aires

https://it.wikipedia.org/wiki/Provincia_di_Buenos Aires

http://it.wikipedia.org/wiki/Biodiversità.s.d.

http://it.wikipedia.org/wiki/Categoria_tassonomica.

https://es.wikipedia.org/wiki/Delta_del_Paran%C3%Al. s.d.

https://es.wikipedia.org/wiki/Nordelta.

https://es.wikipedia.org/wiki/Partido_de_Tigre.

https://es.wikipedia.org/wiki/Puerto_y_mercado_de_frutos. s.d.

https://es.wikipedia.org/wiki/Tigre_(Buenos_Aires). s.d.

https://es.wikipedia.org/wiki/Urbanizaci%C3%B3n_cerrada. s.d.

DOCUMENTAZIONE VIDEO

Aquino, Andre Verenice. «La verdadera realidad del barrio Las Tunas (Tigre).» Pubblicato, 02 Aprile 2013. https:// www.youtube.com/watch?v=izaymetJaRo.

Buenos Aires Doc punto Cero. «El Tigre que nos ocultan. Episodio I: Villa Garrote.» Pubblicato, 09 Febbraio 2013. https://www.youtube.com/watch?v=xZrh_LkcENM.

Buenos Aires Dos punto Cero. «El Tigre que nos ocultan. Episodio II: El Ahorcado.» Pubblicato, 22 Febbraio 2013. https://www.youtube.com/watch?v=sXqxGQx2IBg.

Buenos Aires Dos punto Cero. «El Tigre que nos ocultan. Episodio III: Las Islas.» Pubblicato, 10 Aprile 2013. https:// www.youtube.com/watch?v=p7dm-yqio-4.

Buenos Aires Dos punto Cero. «El Tigre que nos ocultan. Episodio IV: Contrastes.» Pubblicato, 20 Ottobre 2013. https://www.youtube.com/watch?v=nL_12e7s08w.

unidosyorganizadosO. «Vivir entre muros: el Tigre que Massa esconde.» Pubblicato, 22 Ottobre 2013. https://www. youtube.com/watch?v=MuyYT7emFU4.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)