Politecnico di Torino (logo)

Karpova, Valeria and Magro, Alice and Marchesini, Matteo

La val Roja : interpretare un territorio di confine : scomposizione e ricomposizione di sistemi culturali nel paesaggio.

Rel. Chiara Devoti, Monica Naretto. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2015

Abstract:

PREMESSA

Questa tesi affronta il tema dello studio del territorio con lo scopo di approfondirne la conoscenza e di conseguenza, rendere più consapevole sia chi vive il territorio, sia chi se ne fa promotore.

La domanda che si pone è: qual è l’approccio da seguire per raggiungere questo scopo? Come si articola il lavoro e su che basi metodologiche e conoscitive si fonda?

La tesi segue il metodo dell’analisi spaziale che indirizza all’individuazione della struttura storica del territorio per comprenderne il Sistema Culturale Territoriale, a sua volta suddiviso in sistemi territoriali minori, quali le infrastrutture e il sistema fluviale. I risultati sono stati riportati su carte tematiche suddivise coerentemente con la periodizzazione individuata, e che riassumono la situazione dei principali sistemi vallivi.

Il luogo individuato per questo studio è la Valle Roja, una lunga valle in cui si alternano punti tortuosi e incavati a ampi spazi aperti. Questa valle, che risulta attraversata dal confine italo-francese, è caratterizzata da piccoli insediamenti, concentrati per la maggior parte sulle creste dei monti, e da una storia direttamente legata alle sorti di Casa Savoia.

Si tratta dunque di un caso particolare e interessante per l’Italia, i cui confini sono viceversa quasi sempre determinati dallo spartiacque alpino, mentre per la Valle Roja la linea del confine divide la Valle stessa.

Il processo conoscitivo si basa dunque sulla consultazione della cartografia storica, reperita negli Archivi di Stato di Torino e Ventimiglia, comparata con le fonti documentarie, allo scopo di restituire un quadro per il più possibile completo della sua stratificazione.

In seguito, è stata fatta un’analisi dell’offerta attuale del territorio, per meglio definire quali oggetti e quali sistemi della Valle sono stati già inseriti in programmi di tutela e valorizzazione. Non è un caso che la maggior parte di queste attività coinvolgano il Parco del Mercantour, il quale occupa buona parte della Valle Francese, anche se si rileva il tentativo di tutelare alcune componenti inserite nella lista dei Monuments Historiques.

In seguito, l’approfondimento si è concentrato su due fra i tanti sistemi rilevabili, la strada e la ferrovia, indagati per settori territoriali di approfondimento, questi ultimi intesi come aree circoscritte della Valle, definite dalla maggiore o minore ampiezza della stessa. A determinare la scelta di questi settori è intervenuto anche il grado di correlazione tra ¡ due sistemi, scopo principale dell’analisi per aree circoscritte. Infatti, basandosi su ciò che è emerso dall’analisi della struttura storica, è stata realizzata una catalogazione di alcune delle componenti più significative di ogni settore, nel tentativo di segnalarli quali elementi importanti della storia di questi luoghi e per cercare di individuare eventuali relazioni reciproche su cui basare una ricomposizione dei sistemi, al fine di offrirne nuove possibili visioni a supporto di politiche e strategie di valorizzazione.

Relatori: Chiara Devoti, Monica Naretto
Soggetti: A Architettura > AN Opere di ingegneria civile, trasporti, comunicazioni
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GC Cartografia, topografia
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
U Urbanistica > UJ Pianificazione rurale
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4344
Capitoli:

INDICE

_RINGRAZIAMENTI

_PREMESSA

_INTRODUZIONE

_CRITERI DI INDAGINE E MODELLI INTERPRETATIVI PER UNA LETTURA DEL TERRITORIO

Premessa metodologica

La condizione transfrontaliera della Valle Roja ieri e oggi

Le fasi della ricerca

Supporto cartografico per le tavole tematiche di lettura del territorio

Carte tematiche di lettura critica e stratigrafica del territorio

_LA STRUTTURA STORICA DEL TERRITORIO

Definizione di struttura storica del territorio

Individuazione della periodizzazione

1592 -1780 - La Valle all'epoca della Via Ducale

Sezione carte tematiche

1781 -1815- La Valle dalle soglie della Rivoluzione all'età Napoleonica

Sezione carte tematiche

1816 -1860 - Dalla fine del Congresso di Vienna all'Italia preunitaria

Sezione carte tematiche

1861 -1882 - La Valle all'epoca dell’Unità d'Italia

Sezione carte tematiche

1883 -1915- La grande infrastrutturazione: dall'avvento della ferrovia alla Grande Guerra

Sezione carte tematiche

1915 - 1940 - La Prima Guerra Mondiale e il fascismo

Sezione carte tematiche

1941 -1947 - La Seconda Guerra Mondiale e la cessione dell'Alta Valle Roja

Sezione carte tematiche

1948 - Oggi - Ricostruzione e problemi attuali

Sezione carte tematiche  

_L'OFFERTA DEL TERRITORIO

Introduzione: analisi del l'offerta delle componenti turistico-territoriali

Catalogazione delle attività di promozione nella Valle Roja oggi

_SISTEMA CULTURALE TERRITORIALE

Definizione di Sistema Culturale Territoriale

Perimetrazione

Il sistema della Valle Roja e ¡ Sistemi Territoriali Culturali

I Sistemi Culturali Territoriali della Valle Roja: relazioni e confronto

L’importanza dei confini

ll sistema viario

Le fortezze medievali e il Vallo Alpino Occidentale

I centri abitati

La ferrovia: un’ Innovazione dalla vita breve

Il sistema idrografico

_APPROFONDIMENTO DI DUE SISTEMI: VIARIO E FERROVIARIO

La strada e la ferrovia: uno sguardo d'insieme

Riflessioni per la valorizzazione: definizione e procedure

Criteri metodologici per la catalogazione all’interno dei Settori Territoriali di approfondimento

_SETTORI TERRITORIALI DI APPROFONDIMENTO

Criteri di determinazione dei Settori Territoriali di approfondimento

Settore 1 : Colle di Tenda

Settore 2: Tenda, San Dalmazzo di Tenda e Briga

Settore 3: Fontan e Saorge

Settore 4: Breil sur Roja

Settore 5: Piena, Olivetta-San Michele e Airole

Settore 6: Ventimiglia e Bevera

_CONCLUSIONI

_BIBLIOGRAFIA

_ALLEGATI

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

-Tobias Smollett, Travels trough France and Italy, London, R. Balduin, 1776, Vol. II, pp. 210-222.

-Roland de la Platière, Lettres écrites de Suisse, d'Italie, de Sicile et de Malthe, Amsterdam 1780, Vol. XVI.

-Arthur Young, Travels during the years 1787, 1788 and 1789, Londra, Bury St. Edmund's, 1787.

- A. L. Millin, Voyage en Savoie, en Piemont, à Nice et a Gènes, Parigi, Vassermann, 1816.

-Guides des etranges a Nice, Nizza, L’imprimiere de la Societé Typographique, 1827, pp. 121-124.

-Goffredo Casalis, Dizionario geografico, storico, statistico, commerciale degli Stati di S. M. il Re di Sardegna: opera molto utile agli impiegati nei pubblici e privati uffìzi, a tutte a le persone applicate al foro, alla milizia, al commercio e, singolarmente, agli amatori delle cose patrie, Torino, Gaetano Maspero librajo, Cassone Marzorati Vercellotti tipografi, 833-1856, 28 voll.

-Davide Bertolotti, Viaggio nella Liguria Marittima, Torino 1834, Vol. I, pp. 71-92.

-William Brockedon, Illustration of the passes of the Alps by wich Italy comunicates with France, Switzerland, Germany, Londra 1836, pp. 61-68.

-Card. Bartolomeo Pacca, Memorie storiche del Ministero de, due viaggi in Francia, e della prigionia nel forte di San Crlo in Fenestrelle, Orvieto, Tipografia Pompei, 1843, Vol. III, pp. 266-267.

-Filippo Cerroti, Relazione Progetto di Massima di una Ferrovia da Cuneo a Nizza, Confronto tra la linea pel colle di Tenda alla valle Roja e la linea pel Colle di Finestre alla valle Vesubia, Cuneo, Tipografia Riba, 1856.

-Filippo Cerroti, Via ferrata da Cuneo a Nizza per Tenda e Mentone, Progetto di Massima, Cuneo, Tipografia Riba, 1857, pp. 3-24.

-Angelo Brofferio, I miei tempi, Torino, Tipografia nazionale Biancardi, 1860, Vol. XVII, pp. 199-238.

-George Sulzer, Amoretti, Viaggi da Berlino a Nizza e da Milano a Nizza, Milano, Agenzia libraria Savallo, 1865.

-Alessandro Arnaud, Sulla strada da Cuneo a Ventimiglia e sul Traforo del Colle di Tenda, Cuneo, Tipografia Galimberti, 1867.

-Marius De Vautheleret, Chemin de fer Cuneo a Ventimiglia traversant le Col de Tende, Nizza, Typographie V. Eugène Gauthier et Compagnie, 1872, pp. 1-46.

-Giambattista Borelli, Questioni ferroviarie, Ferrovie Cuneo - Ventimiglia, Subalpina del Piemonte, Cuneo-Mondovì: loro importanza e convergenza sotto l'aspetto strategico e commerciale, Roma, Tipografia Botta, 1878.

-P. L. Claire, I Comuni della Valle Roja e Bévéra annessi alla Francia: notizie corografiche, Torino, Stamperia Gazzetta del popolo, 1880.

-Marius De Vautheleret, Ligne ferrées ¡nternationales des Alpes, chemin de fer Cuneo-Nice par Ventimiglia et le Col de Tende, Parigi, Imprimerie typographique JoseS Kugelmann, 1883.

-W. D. Freshfield e W. A. B. Coolidge The Besimauda, Londra 1883, pp. 302-304.,

-Marius De Vautheleret, Strada ferrata Cuneo-Ventimiglia per il Colle di Tenda, Relazione, Torino, Roux e Favaie, 1885.

-L. Purtscheller, Nelle Alpi Marittime, dal bollettino del Club Alpino Italiano, n. 59, Vol. XXVI, 1892.

-Memoriale dei comuni della Valle Argentina per una ferrovia Tenda-Centro Provinciale, Saluzzo, Tip.- Lit. Fratelli Lobetti-Bodoni, 1899, pp. 3-10.

-Domenico Fornara, Relazione pro Valle Argentina, la ferrovia, dal Piemonte alla Provincia di Porto San Maurizio per Valle Argentina e Sanremo, Saluzzo, tipografia Fratelli Loretti-Bodoni, 1902, pp. 9-18.

-Giuseppe Colombo, Gino Casini, Francesco Benedetto, Ferrovia Cuneo-Ventimiglia -Tronco Limone-Vievola Sentenza arbitrale, Roma, Tipografia Frat. Pallotta, 1906, pp. 1-35.

- La rete ferroviaria Ligure-Piemontese, in “Ingegneria Ferroviaria” n. 23-24 (1910) e n.3 (1911), Roma, Coop. editrice fra ingegneri italiani per pubblicazioni tecnico-scientifico-professionali, stabilimento tipo-litografico del genio civile, 1911, pp. 13-17.

- Vittorio Adami, Confine italo-francese, in Storia documentata dei confini del Regno d’Italia, Roma, Stabilimento Poligrafico per l’amministrazione della guerra, 1919, Vol. I, pp. 24-25, 54-57, 386-390.

- MINISTERO DEI LAVORI PUBBLICI DIREZIONE GENERALE DELLE NUOVE COSTRUZIONI FERROVIARIE, La ferrovia Cuneo-Ventimiglia, Roma, Provveditorato Generale dello Stato Libreria, 1928, pp. 5-21.

-Paolo Stacchini, Nuove arterie di traffico, la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglia, in "Le vie d'Italia", XXXIV, n. 10 (1928), pp. 766 -776.

-Touring Club Italiano, Guida d'Italia del Touring Club Italiano, Piemonte, Milano, TCI, 1930, Vol VIII.

-Touring Club Italiano, Guida d'Italia del Touring Club Italiano, Liguria, Milano, TCI, 1933, Vol. XI.

-Domenico Nuvoloni, Per la Liguria d'Occidente, discorsi pronunciati alla Camera dei Deputati e al Senato del Regno (1900-1932), Sanremo, Tipografia S. A. Giacomo Gandolfi, 1937, pp. 48-59, 82-91, 120-131, 150-155, 208-213, 214-225, 238-241, 256-261.

- Ermanno Amicucci, Nizza e l'Italia, Torino, Mondadori, 1939, pp. 267-285.

-Armando Tallone, La strada Cuneo-Nizza e Paganino dal Pozzo nel secolo XV secondo nuovi documenti in “Giulio de Orestis, FERT Bollettino dell’Associazione Oriundi e Savoiardi e Nizzardi Italiani, Roma, Soc. An. Poligrafica Campidoglio” 1941, n.s., XIII, n. 1-2, pp. 52-84.

-UNIONE DEMOCRATICA FEDERALISTA DELLA LIGURIA INTEMELIA, La zona franca intemelia, Ventimiglia, Arti Grafiche A. Silvestrini & F., 1946.

-Leo Imbert, La route et le Colle de Tende das l'histoire, in "Nice historique”, L, (1948), pp. 34-35.

-Touring Club Italiano, Guida d'Italia del Touring Club Italiano, Liguria, Milano, TCI, 1952, pp. 358-367.

-Touring Club Italiano, Guida d’ltalia del Touring Club Italiano, Piemonte, Lombardia, Canton Ticino, Milano, TCI, 1952, pp. 252- 260.

-Giorgio Beltrutti, Briga e Tenda, storia antica e recente, Bologna, Cappelli, 1954, pp. 319-324.

-Roberto Fasano, Cuneo-Nizza, ferrovia di ieri o di domani?, in "Cuneo Provincia Granda” XII, n. 2 (1963), pp. 63-64.

-Mario Romano, Sulla convenienza del ripristino della linea ferroviaria Cuneo-Nizza, tesi di laurea, Università degli studi di Torino, Facoltà di economia e tecnica dei trasporti, A.a. 1962-63, relatore prof. Agostino Cerutti.

-Aldo Lombardi, Le comunicazioni italo-francesi attraverso le Alpi Marittime, in “Cronache economiche” n. 244 (1963), pp. 22-40.

-Giuseppe Chiesa, Il libro nero della Cuneo Ventimiglia, in “45°Parallelo” n. 3 (1964), pp. 26-28.

-Filippo Rostan, Traforo del Mercantour e strada di Val Roya, in “L’caval di Brôns” , XLII, n. 4 (1964).

-Francesco Sattin, I treni navetta del Colle di Tenda, in "Cuneo Provincia Granda” , XIII, n. 1 (1964), pp. 22-24.

-G. Lombardi, Il Colle di Tenda, in "Provincia di Alessandria", XIII, n.2 (1966), pp. 25-28.

-Vittorio Calosso, Cuneo-Nizza tra leggenda e realtà, in "Cuneo Provincia Granda", XIX, n.2 (1970), pp. 6-11.

-Filippo Rostan, Storia della Contea di Ventimiglia, Cuneo, Istituto Internazionale di Studi Liguri Museo Bicknell di Bordighera, 1971, pp. 3-5.

-F. Viglianesi, Decreto n° 19314, Roma 1970.

-Giorgio Beltrutti, Cause storiche della Cuneo-Nizza, in ” Cuneo Provincia Granda", XXII, numero speciale (1973), pp. 147-150.

-Giannetto Beniscelli Pierovado, Antichi PONTI della Liguria di Ponente, Savona, Banco di Imperia, 1974, pp. 25-29.

-Ligne de Nice à Coni avec embranchement de Breil à Ventimille - Notice d’information sur l’histoire de ligne de son origine à nos jours, Marsiglia, SNCF - Région de Marseille, 1978, pp. 1-17.

-Francesco Collidà, Cuneo-Nizza verso l'ora X, in "rassegna 2”, n. 2 (1978), pp. 22-28.

-Mario Cordero (coordinamento e catalogo di), Una Ferrovia tra due secoli - momenti di storia della “Cuneo-Nizza”, Mostra in San Francesco, 6 ottobre - 4 novembre 1979,Cuneo, Litografia AGA, 1979.

-M. Carrara, A. Manto, R. Ferrero (a cura di), Indicazioni e proposte per la linea ferroviaria Cuneo-Ventimiglìa-Nizza, Cuneo 1979.

-Jérard de Santos, José Banaudo, Le Chemin de fer du Col de Tende, Menton, Les Editions du Cabri, 1979.

-Gianfranco Schiavazzi, Ferrovia Cu-neo-Ventimiglia, una storia di prodezze tecniche, battaglie politiche, fatti di guerra, tenacia, Pinerolo, Comitato Intermelio per la Cuneo-Ventimiglia, 1979, pp. 15-79.

-ROSINE CLEYET-MICHAUD, CHARLES ASTRO (a cura di), Catalogo: Breil, une étape sur la route de la Méditérranée au Piémont, Exposition «Le Bicentenaire de la Route Royale de Nice à Turin», Breil-sur-Roya, Comune di Breil-sur-Roya, 1980.

-BRUNO CILIENTO, NADIA PAZZINI PAGLIERI, Ventimiglia, in "Le città della Liguria” Genova, SAGEP Editrice, 1981, VI, pp. 7-10.

-Danila Ferrando, Ivano Ferrando, Valli Nervia, Roia, Bevera, Genova, SAGEP Editrice, 1981, pp. 5-14.

-Franco Collida, Max Gallo, Aldo A. Mola, Cuneo-Nizza storia di una ferrovia, Borgo San Dalmazzo, Cassa di risparmio di Cuneo, 1982.

-Danila Ferrando, Ivano Ferrando, La Valle Roia, Cuneo, Edizioni L’arciere, 1983, pp. 13-21.

-Luigi Firpo (a cura di), Theatrum Sabaudiae, Torino, Archivio Storico di Torino, 1984.

-PIERA BOGGIA, GIORGIO BOGGIA, La Vermenagna e l'Alta Valle Roja, Cuneo, Edizioni L'arciere, 1991.

-Charles Bottoni, Le Col de Tende, de la route du sel à la route de l’Europe, Il Colle di Tenda, dalla strada del sale alla strada d'Europa, Breil-sur-Roya, Editions du Cabrì 1991.

-Rinaldo Comba, Lungo la strada del Colle di Tenda nei secoli XIII-XVI, S.I., 1992.

-Albanis de Beaumont, In viaggio attraverso le Alpi Marittime, Cuneo, Edizioni L’Arciere, 1993, pp. 7-14.

-Giorgio Faraggiana, Giovanni Maria Lupo, Angiola Maria Sassi Perino, Franco Zampicinini (a cura di), Strade ferrate in Piemonte, cultura ferroviaria fra Otto e Novecento, Torino, Celid, 1993.

-Alfonso Sista (a cura di), Da Ventimiglia a Limone, la Val Roja in treno e a piedi, Genova, SAGEP editrice, 1995.

-Touring Club Italiano, Atlante d’Italia 1997, Stradale e turistico 1:225.000, Milano, Touring Editore S.r.l., 1997.

-Vera Comoli (a cura di), Fraçoise Very, Vilma Fasoli, Le Alpi: storia e prospettive di un territorio di frontiera, Torino, Celid, 1997.

-Marco Sioli (a cura di), Viaggio nel Sud della Francia e nel Nord dell’ltalia, Como, IBIS, 1997.

-Lorenzo Rossi, Airole 500 anni, la storia di un paese nella cronaca di cinque secoli, Airole, Comune di Airole, 1998.

-Val Roja, Incontro di culture, Mostra italo-francese, Nizza 1999.

- DAVIDE BAGNASCHINO, Alta Roja fortificata, Borgone, Melli, 2001.

-Gabriele Manfredi, Sergio Nicola Regione Piemonte e la riscoperta della Ferrovia per una nuova politica del territorio, Saint-Vincent 2001, pp. 1-22.

-Jaques Molinari, Convegno “Cuneo-Nizza: una ferrovia da riscoprire per il trasporto delle merci” - Les lignes ferroviaires du Col de Tende - intruments dune stratéqie cohérente pour la maîtrise des flux de transit alpins est-ouest, Torino 2001.

-Luigi Ballatore, Storia delle ferrovie in Piemonte, Torino, Editrice II Punto, 2002, pp. 16-35, 47-48, 74-81, 130-136, 147-155 172-177,189-191,206-214.

-Stefano Camanni (a cura di), Alpi Liguri, in “ALP vacanze", supplemento Alp GM 222, 2002, pp. 91-99.

-RINALDO COMBA E PAOLA SERENO (a cura di), Rappresentare uno stato: carte e cartografi degli Stati Sabaudi dal XVI al XVIII secolo, Torino, Allemandi, 2002.

-Chiara Devoti (a cura di), Progetto guida per borghi minori montani: Leverogne in Valle d'Aosta, Torino, Celid, 2003.

-Massimo Moraglio, Strade e politica, storia della viabilità nella Provincia di Torino, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2003.

-Comunità montana delle Valli Gesso e Vermenagna, La ferrovia Cuneo Ventimiglia Nizza, [1979-2004] 25 anni, Il treno delle meraviglie, S.l. 2004, pp. 2-8.

-Ezio Godoli Mauro Cozzi (a cura di), architettura ferroviaria in Italia,Ottocento,Palermo , Dario Flaccovio Editore, 2004.

- Ezio Godoli, Mauro Cozzi (a cura di), Architettura ferroviaria in Italia, Novecento, Palermo Dario Flaccovio Editore, 2004.

- Laura Aliprandi, Giorgio Aliprandi, Le grandi Alpi nella cartografia 1482-1885, Ivrea, Priuli & Verlucca, 2005, Vol. 1.

- Chiara Devoti (a cura di), Montjovet. Caso-studio per un modello di schedatura dei borghi alpini, Celid, Torino, 2005.

-Roberto GAMBINO, Dossier. Parchi e patrimoni identitari. Il caso del Delta del Po, rapporto di ricerca, Torino, 2005.

-Stefano Maggi, Storia dei trasporti in Italia, Bologna, il Mulino, 2005, pp. 13-87.

-Claudia Berni (a cura di), Il territorio soggetto culturale. La provincia di Roma disegna il suo distretto: tracce, suggestioni, forme, contenuti, Milano, Franco Angeli, 2006.

- Isabella Massabò Ricci, Guido Gentile, Blythe Alice Raviola, Il teatro delle terre: cartografia sabauda tra Alpi e pianura, Savigliano, L’Artistica Savigliano, 2006.

- Dominique Escribe, Agnès Monge, Nice- Torino, une histoire commune, una storia comune, Nizza, Gilletta Editions, 2007.

-Andrea Levico, Vermenagna e Roja, le valli delle meraviglie, Cuneo, Primalpe, 2007, pp. 6-17, 27-29, 36-83, 120-165, 178-271.

- Lorenzo Limon, Penna Vintimili Olivetta San Michele, Cuneo, Società per gli studi storici della Provincia di Cuneo, 2007, pp. 17-28, 69-176, 217-243, 255-308.

- Andrea Longhi, Davide Rolfo, La struttura storica del paesaggio: buone pratiche lnterpretazione, pianificazione e orientamento, Torino 2007.

-Giulio Mondini, Chiara Devoti, Angela Farruggia (a cura di), Beni culturali, città, territorio: indagini per un patrimonio da valorizzare: 15 anni di attività della Scuola di specializzazione: in memoria di Vera Comoli, Torino, Celid, 2007.

-Giorgio Bernardi, Parco delle Alpi Marittime, in “Piemonte Parchi” n.s., XXIII, n.1 (2008), pp. 21-23.

-Chiara Devoti (a cura di), La città e le regole: poster presentati al III congresso dell’AISU, Torino, 15-17 giugno 2006, Torino, Celid, 2008.

-Andrea Longhi (a cura di), Catasti e territori, l'analisi dei catasti storici per l’interpretazione del paesaggio e per il governo del territorio, Torino, Alinea Editrice, 2008, pp. 17-55, 221-230, 237-242, 295-310.

-Eugenio Turri, La conoscenza del territorio: metodologia per un'analisi storico geografica, Venezia, Marsilio, 2009.

-Parc National du Mercantour, Parigi, Encyclopédies du voyage Gallimard, 2011.

-Marco Bellone, La sentinella delle Alpi, Colle di Tenda, Raccolta di articoli, Limone Piemonte 2011.

-Attilia Peano (a cura di), Fare paesaggio: dalla pianificazione di area vasta all'operatività, Firenze, Allinea, 2011.

-Renato Tavanti, Rutuba, Valle Roja, un paradiso perduto, Mentone, Edizioni Rei, 2011, pp. 101-105,189-207.

-José Banaudo, Souvenirs de la Roya, Breil- sur-Roya, Les Editions du Cabri, 2012.

-CRISTINA Natoli (a cura di), L'identità di un territorio, interpretare il paesaggio per un progetto di valorizzazione, Savigliano, L’Artistica Editrice, 2012.

-Mauro Volpiano (a cura di), Territorio storico e paesaggio, metodologie di analisi e interpretazione, Savigliano, L’Artistica Editrice, 2012.

-Françoise Gastaldi, Il faut sauvegarder la ligne Nice-Breil-Cuneo, Taggia, Tipografia S. Giuseppe, 2013.

-MARCO VALLE, Spazio transfrontaliero Marittime Mercantour, Beinasco, Celid, 2013.

-Michela Barosio, Marco Trisciuoglio (a cura di), I paesaggi culturali: costruzione, promozione, gestione, Milano, Egea, 2013.

-PIA DAVICO, CHIARA DEVOTI, GIOVANNI MARIA LUPO, MICAELA VIGLINO, La storia della città per capire, il rilievo urbano per conoscere: borghi e borgate di Torino, Torino, Politecnico di Torino, 2014.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)