Politecnico di Torino (logo)

Ciervo, Michele

Raggiungere Boulbon.

Rel. Alessandro Mazzotta, Chiara Lucia Maria Occelli, Stéphane Baumeige. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2015

Abstract:

Ci troviamo nella cittadina di Boulbon, un piccolo villaggio medioevale situato a poco più di 15 km da Avignone, direzione Sud-Ovest, e a 8 km da Tarascon, direzione Nord. La regione quella della "Provence-Alpes-Còte d'Azur" e, più precisamente, del dipartimento "Bouches-du-Rhône", nel circondario di Arles.

Boulbon é il tipico villaggio medioevale della Provenza, perfettamente conservato nella sua quasi totalità.

La particolarità più interessante, tuttavia, è la topografia del sito.

Infatti, il territorio nel quale si inserisce il borgo di Boulbon è diviso, in maniera più o meno netta, in due zone: la pianura, che si sviluppa a partire dalle rive del fiume Rhône fino alle falesie site a Sud-Est, che veniva utilizzata per la coltivazione e l'allevamento; la "Montagnette", che comprende il circondario di falesie sopra citate che, invece, era ed è tuttora un paradiso per i cacciatori e i cercatori di tartufi.

Si può dire che quest'ultima zona rappresenta l'elemento più caratterizzante di tutto il borgo e ha, infatti, svolto un duplice ruolo nell'evoluzione del villaggio.

Innanzitutto, ha definito una barriera geografica che ha condizionato la conformazione dell'abitato: la pendenza e il profilo roccioso hanno generato uno sviluppo urbano molto compatto e tortuoso, un dedalo di cunicoli e strade strette che si ergono in salita fino all'apice della Montagnette dove è ubicata la roccaforte.

In secondo luogo, ha fornito un punto strategico per la costruzione della roccaforte stessa. La presenza di un forte è determinante per l'evoluzione di un villaggio medioevale. Centro di potere economico e politico, il castello era fondamentale per proteggere le risorse e gli abitanti. I Bulbonesi potevano, infatti, rifugiarsi al suo interno in tempo di guerra, portando con loro famiglie e provvigioni per resistere agli assedi.

Durante i diversi secoli, il villaggio e il suo castello hanno vissuto delle grandi trasformazioni e ampliamenti. Ancora oggi, sono visibili le tracce di queste evoluzioni sulla gran parte del villaggio e sulla roccaforte. Per meglio analizzare ed interpretare gli indizi, è stato svolto un lungo lavoro di ricerca e di rilievo sul sito, affiancati dagli studenti della "Maison méditerranéenne des sciences de l'homme" in "Master Métiers du Patrimoine (MMP)". Il loro lavoro di ricerca negli archivi storici, negli inventari e nei catasti, ci ha permesso di avanzare delle ipotesi piuttosto plausibili relative alle principali trasformazioni storiche.

Relatori: Alessandro Mazzotta, Chiara Lucia Maria Occelli, Stéphane Baumeige
Soggetti: A Architettura > AP Rilievo architettonico
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
U Urbanistica > UB Architettura del Paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4250
Capitoli:

INTRODUZIONE

I / BOULBON

1 – Eredità culturale

2 – Boulbon nel suo territorio

II / BOULBON E IL SUO CASTELLO

1 – Evoluzione storica

2 – I rampanti esterni

3 – Il complesso interno

III / IL CASTELLO

1 - Il Mastio

2- Gli accessi al Mastio

3 – Le logis signorili

4 – Le stalle

5 – I giardini

ANNEXES

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

• BONAPARTE-WYSE L.-N., Gaston 1er, le rêve mexicain du comte de RaOulset- Boulbon, 2000

• BURAVAND V., Boulbon, village provençal aux Xllle et XlVe siècles d'après le Livre Rouge de Boulbon, mémoire de maîtrise sous la direction de CARRERE C., juin 1987

• BUTAUD G., Aperçus sur la coseigneurie en Comtat Vénaissin (Xlle - XVe siècle), 2010

• CLEBERT JP., SAEZ V., Chateaux en Provence, éditions Edisud, 1989

• LACHAPELLE A. (comte de). Le comte de Raousset-Boulbon et l'expédition de la Sonore ; correspondance-souvenirs et œuvres inédites 1817-1854, 1859

• LECOY de La MARCHE A., Le roi René, sa vie, son administration, ses travaux artistiques et littéraires : d'après les documents inédits des archives de France et d'Italie, Tome 2, 1875

• MANTEYER G. (de), La Provence du premier au douzième siècle, étude d'histoire et de géographie politique, tome 1, 1908

• MEIRION-JONES G. (dir.), La demeure seigneuriale dans l'espace Plantagenêt, PUR, 2013

• MESQUI J., Châteaux et enceintes de la France médiévale. De la défense à la résidence, 1.1, Paris, 1991

• MESQUI J., Châteaux et enceintes de la France médiévale. De la défense à la résidence, t.2, Paris, 1993

• VILLENEUVE comte de, Statistique du département des Bouches du Rhônes, Tome 3, 1826

• ENCYCLOPÉDIE DES BOUCHES-DU-RHONE1913-1937

• ARCHIVES DES BOUCHES-DU-RHONE - LE CHÂTEAU DE BOULBON

• BETTON Félicien, «Le chateau de Boulbon», Boulbon(FR), Les Amis du Vieux Boulbon, s003. 48p.

• BRANDI Cesare, «Théorie de la restauration», Paris(FR), Éditions Allia, 2011. 139p.

• CROCI Giorgio, «Conservazione e restauro strutturale dei beni architettonici», Grugliasco(IT), CittàStudiEdizioni, 2012. 432p.

• LE DUC Viollet, «Encyclopédie Médiévale», Tours(FR), Bibliothèque de l'Image, 2008. 720p.

• MASSARENTE Alessandro, «Castelgrande a Bellinzona», Firenze(IT), Alinea editrice, 1997. 35p.

• PINI-LEGOBBE Angela, PINI Verio, «Progetto Castelgrande, il divenire di un restauro» Milano (IT), Skira, 2006. 286p.

• VUDETTI Marco, CANEPA Simona, MUSSO Stefania, «Esporre Allestire Vendere Exhibit e Retail Design», Rome(IT), Wolters Kluwer Italia, 2014. 256 p.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)