Politecnico di Torino (logo)

Fragkakis, Konstantinos and Gkrimpa, Eleni and Matheas, Konstantinos

Aris Konstantinidis : salvaguardia dello Xenia, Paliouri (Calcidica) e progetto di completamento della zona alberghiera.

Rel. Silvia Gron, Jean Marc Christian Tulliani. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il restauro e valorizzazione del patrimonio, 2015

Abstract:

Il Comune di Kassandra è un comune della Regione della Macedonia Centrale. La Regione della Macedonia Centrale è la più grande nella zona e la seconda più grande regione della Grecia per quanto riguarda la popolazione. Amministrativamente, è ente locale secondario e copre geograficamente la parte centrale della Macedonia, tranne la penisola del Monte Athos disciplinato da disposizione speciale. La regione occupa una superficie di 18.811 chilometri quadrati e la sua popolazione è di 1.874.214 abitanti1.

Il Comune di Kassandra del Programma Kapodistrias è stato un comune che ha operato nel periodo 1999-2010. Istituito dal programma Kapodistrias, unendo le comunità più antiche della regione, che erano poi i dipartimenti del comune. L'attuale situazione demografica del comune di Kassandra, secondo il censimento della popolazione del 2015, indica una popolazione di 15.457 abitanti. Il comune è caratterizzato principalmente da pianura e terra montuosa. La seguente tabella(n2) fornisce informazioni sui distretti comunali (comunità) che compongono il comune di Kassandra, in particolare i dati della popolazione e del territorio la cui estende è pari a 333,68 km2. Kassandra (e Kassandreia) è la città capoluogo dove ha sede il Comune di Kassandra in Calcidica, ma allo stesso è tempo il centro economico, intellettuale e culturale della regione. La popolazione di Kassandra è di 10.053 persone, sulla base dei dati raccolti nel 2015. Il Comune di Kassandra si trova a circa 80 km a sud ovest di Salonicco e 584 km a nord ovest di Atene.

Il Comune di Pallini era un comune di Calcidica, stabilito dal programma Kapodistrias, unendo le comunità più antiche della regione, che erano poi i dipartimenti del comune. Ha funzionato tra il 1999 -2010 quando è stato abolito con l'applicazione del programma di Kallikrates e aderito al nuovo comune di Kassandra. La popolazione del comune era 5.464 abitanti, in base al censimento della popolazione del 2015. La sua sede era Haniotis, che copriva la punta meridionale della penisola di Kassandra, la più occidentale delle tre penisole. Ha un clima mite e mediterraneo. Gli abitanti del comune sono principalmente impegnati in agricoltura.

Relatori: Silvia Gron, Jean Marc Christian Tulliani
Soggetti: A Architettura > AM Estimo
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
R Restauro > RD Tecniche del restauro
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il restauro e valorizzazione del patrimonio
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4170
Capitoli:

1. ANALISI DELL’AREA REGIONE CALCIDICA

1.1 Situazione ambientale

- Analisi demografica

- Profilo demografico

1.1.1 Livello di istruzione

1.1.2 Occupazione

1.1.3 Urbanizzazione

1.1.4 Migrazione

1.2 Tendenze e problemi

1.3 Lo sviluppo del turismo turistico

1.3.1 Caratteristiche generali della regione Calcidica

1.4 Profilo turistico di Calcidica

1.4.1 Traffico turistico

1.4.2 Pernottamenti turistici

1.4.3 Caratteristiche storiche regione turistica

1.4.4 Flusso turistico caratteristiche dell’area studio

1.5 Regione Calcidica

1.5.1 Infrastrutture, alloggio

1.5.2 Turismo sviluppo

1.6 Dati meteorologici

1.6.1 Temperatura

1.6.2 Piovosità

1.6.3 Venti

1.7 Flora

1.8 Corsi d’acqua

1.9 Linea di riva e spiaggia

1.10 Reti di infrastruttura

1.10.1 Reti stradali nazionali

1.10.2 Rete idrica

2. ANALISI STORICA

2.1 Aris Konstantinidis: vita, pensiero, influenze

2.2 II ruolo degli alberghi “Xenia” nell’ambito dell’architettura moderna

2.3 Principi generali

2.4 Le sculture e le decorazioni pittoriche dei "Xenia"

2.5 I mobili degli alberghi "Xenia"

2.6 La condizione attuale del “Xenia”

3. DEGRADO DEI MATERIALI EDILIZI - PROPOSTE DI INTERVENTI

3.1 II degrado del calcestruzzo e le tecniche del ripristino strutturale

3.2 Le cause del degrado della struttura

3.3 La carbonatazione del calcestruzzo

3.4 La corrosione delle armature

3.5 L’aggressione da parte di agenti chimici

3.6 Ripristino della struttura in calcestruzzo

3.6.1 Preparazione del supporto

3.6.2 Protezione dei ferri di armatura

3.6.3 Finitura

3.8 Edificio ingresso e abitazione del gestore

3.9 Edificio del personale

3.10 Edificio lavanderie-centrale termica

3.11 Edificio bar/ristorante

3.12 Edificio con le camere degli ospiti

4. COMMENTI E ALCUNE RIFLESSIONI

5. AMPLIAMENTO “XENIA” ED INTERVENTO EDIFICI ESISTENTI

5.1 Concepì progettuale

5.2 Studio di fattibilità

5.2.1 Valutazione economica del progetto

5.2.2 Morfologia economica

BIBLIOGRAFIA

NOTE

Bibliografia:

Restauro

- Konstantinidis A., “Ta naAia AQqvaiKa OTTITIO (Antiche case di Atene)”,

Agra edizioni, Atene 1950, 1983 seconda edizione (testo in greco).

- Konstantinidis A., “Projects+Buildings”, Agra, Grecia 1981 (greco/inglese).

- Konstantinidis A., “H apxiTEKTOViKq oav rsxvq (L’architettura come arte)”, in: “NeoAAr|viKa rpaMpara”, n.193, 14 Settembre 1940.

- Konstantinidis A., “flOÄEOÖOIJIKCI rrpoßArnjara (Questioni di urbanistica)”, in “Texvikö XpoviKa”, n.235-236, 15 Ottobre 1941.

- Konstantinidis A., T/cr rqv apx'TEKTOviKq (Per l’architettura)”, in: “O Apxitsktojv", nn.2-3, Novembre-Dicembre 1948.

- Konstantinidis A., ‘Tpacpeiov TOU EAAqviKou Opyaviopou Toupio/jou arri Pojjjq (Office of the Greek Tourist Organisation in Rome”, in: “ApxiT£KTOviKr|-Architecture Art and Decoration in Greece”, n.25, Gennaio-Febbraio 1961.

- Konstantinidis A., “MOTEA «Eevia» oro TlaAqoupi (Motel «Xenia» a Paliouri)", in: “ApxiT£KTOviKr]-Architecture Art and Decoration in: Greece”, n.36, Novembre- Dicembre 1962.

- Konstantinidis A., “Motel «Xenia» in Paliouri (Griechenland)", in: “Baumeister”, n.5, Maggio 1963.

- Konstantinidis A., “Motel «Xenia» in Paliouri (Griechenland) - Motel Xenia a Paliouri (Grèce)’’, in: “MD, moebel interior design”, n.6, 1964.

- Konstantinidis A., “To epyo rqg urrqpeoiag ¡JSASTUJV TOU eAAqviKou opyavioijou (The Architecture of the Xenia Hotels)’’, in: “Apxitektoviko GepaTa-Architecture in Greece”, n.1, 1967.

- Konstantinidis A., “ApxneKTOviKq mi roupio/jog (Architettura e turismo)’’, in: “To BrilJa”, 1 Luglio 1972.

- Konstantinidis A., “Aoxsia (ojqg q’ TO npoßAqija yia lJiav aAqOivq eAAqvixq apxiTEKTOviKq - Life Vessels or the Problem of a Genuine Greek Architecture’’, in: “ApxiTEKTOviKa 0£|jaTa-Architecture in Greece”, n.6, 1972.

- Cofano P., “Aris Konstantinidis”, Electra, Milano 2010.

- Marino L., “Aris Konstantinidis: un caso greco tradizione e modernità”, Aiòn, Firenze 2008.

- Moracchielo P., ‘‘La città greca”, GLF Editori Laterza, Bari 2003.

- Philippidis D., “flEvre öoKifJia yia TOV Apq KoovoTavTiviöq (Cinque saggi su Aris Konstantinidis)”, Libro, Atene 1997.

- Vlasidis V., “XaÀKidiKq”, explorer 2005.

- Kostopoulos A., “Toupi<JTiK£<; óiaópofjeq orq XaÀKidiKq”, in: “MaÀÀiapr^ nai5eia”, 1998.

Scienza dei materiali

- Negro A., Tulliani J.M., Montanaro L., “Scienza e Tecnologia dei Materiali”, Celid, Torino 2001.

- Urbani G., Problemi di conservazione, Bologna 1973.

- Massa S., Paribeni M., Il deperimento delle opere d’arte: cause, evoluzione, possibilità di valutazioni quantitative, in: “Ricerche di Storia dell’Architettura”, VI,

16 , 1982.

- Matteini M., Moles A., Scienza e restauro. Metodi di indagine, Cantini, Firenze

1984.

- Marconi P., Arte e cultura della manutenzione dei monumenti, Laterza, Bari

1985.

- Camuffo D., Bernardi A., Fattori microclimatici e conservazione dei beni artistici, Edizioni del Laboratorio, Brescia 1985.

- Centauro G., Moriondo Lenzini M. (a cura di), Piero della Francesca ad Arezzo. Problemi di restauro per la conservazione futura, in: “Atti del Convegno Intenzionale di Studi, Arezzo 1990”, Marsilio, Venezia 1993. Nota bibliografica su “Restauro, diagnostica, indagini preliminari”, p. 341 e sgg.

- Lorusso S., Marabelli M., Viviano G., La contaminazione ambientale ed il degrado dei materiali di interesse storico artistico, Bulzoni, Roma 1995.

- Gurrieri F., Belli G., Birignani C., Il degrado della città d’arte, Edizioni Polistampa, Firenze 1998.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)