Politecnico di Torino (logo)

Kolndrekaj, Fabjan

Percepire per progettare : l’ex lanificio Turk a Pinerolo.

Rel. Riccardo Bedrone, Chiara Aghemo. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile, 2015

Abstract:

L’Architettura è il gioco sapiente, rigoroso e magnifico, dei volumi assemblati nella luce. (Le Corbusier, Verso un ’architettura, 1923)

L’ obbiettivo della Tesi è di provare un approccio secondo il quale la definizione dei volumi e degli spazi sia influenzata dall’illuminazione naturale, artificiale e dalle informazioni ricavate sullo studio della percezione della forma. In questo modo, una volta stabilita la volumetria e la suddivisione degli spazi si propone un progetto del colore che avrà come obiettivo quello di rispettare alcune indicazioni ricavate dallo studio sulla scienza del colore.

Per adoperare questo approccio occorre svolgere due tipi di progetti in modo parallelo e coordinato in modo che gli spunti progettuali “classici“ sulla concezione della forma e suddivisione degli spazi, siano supportati da analisi della luce diurna e dalla proposta per l’illuminazione notturna.

Ciò che si cerca di ricavare sarà un approccio progettuale che punti a tenere conto degli studi multidisciplinari in materia di percezione della forma, colore, spazio e luce. Il progetto in questo caso va visto come un’opportunità per cercare di mettere in pratica ciò che viene studiato in più campi del sapere, cercando di mettere sempre al centro la qualità dello spazio, forma, resa cromatica dell’ambiente in cui l’uomo deve vivere.

Lo sfruttamento della luce naturale, per quanto riguarda gli edifici, consentirà di definire le funzioni e le volumetrie in modo da sfruttare al massimo gli apporti solari e allo stesso tempo valorizzare la forma volumetrica, sfruttando le ombreggiature dovute alla composizione volumetrica. Si punterà a distinguere per aree il progetto in funzione della posizione solare in modo da sfruttare sia la luce laterale che quella frontale.

Per quanto riguarda la progettazione degli spazi l’approccio sarà identico e in questo caso in base all’esposizione solare si definiranno spazi di diverse funzione e si sceglieranno di conseguenza le aree dove inserire alberature, le pavimentazioni e l’arredo urbano.

Con l’illuminazione artificiale, invece, si cercherà di proporre un progetto funzionale per l’illuminazione pubblica e una progettazione scenografica per la progettazione urbana delle aree verdi e degli spazi comuni. Si cercherà di proporre un’ illuminazione scenografica che valorizzi l’intero progetto da un punto di vista della resa cromatica, uniformità dell'illuminazione e della percezione dei colori. L'obbiettivo è di lavorare per diversi livelli di approfondimento, fino ad arrivare all'illuminazione artificiale, per arrivare a definire un progetto che rispetti l’evoluzione storica del luogo, che valorizzi il patrimonio esistente e che risulti un sistema il più possibile opportuno e integrato con il sistema urbano esistente.

Per arrivare a creare le basi per un progetto con tali premesse si partirà dalla conoscenza storica dell’area e dall’analisi delle carte storiche dell’evoluzione urbana. Una volta stabilita la disposizione volumetrica si adopereranno le informazioni ricavate in merito alla ricerca sulla forma e sul colore.

Relatori: Riccardo Bedrone, Chiara Aghemo
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
S Scienze e Scienze Applicate > SJ Illuminotecnica
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/4056
Capitoli:

Premessa

Parte 1: Percezione-Luce-Colore

1: Mezzo e strumento della percezione

L'occhio

-Fisiologia dell'occhio

-Potenzialità della vista

La luce

-Dalla radiazione solare alla terra

-Teorie sulla propagazione della luce

-Le caratteristiche della luce

La luce artificiale

-L'illuminazione tramite sistemi naturali

-L'illuminazione artificiale elettrica

2: La percezione, teorie e caratteristiche

-Le teorie sulla percezione

-La teoria della percezione diretta

-Le teorie costruttiviste

-La teoria di Gregory

-La teoria dell'analisi tramite sintesi

-La teoria computazionale

-L'organizzazione della percezione

-La psicologia della Gestalt

-Tematiche sulla percezione

-Costanza

-Profondità

-Illusioni

-Riconoscere gli oggetti

-La percezione del movimento

-Concezione dello spazio

3: Progettare con la luce, colore e percezione

Progettare con "equilibrio"

-La composizione equilibrata

-Il peso visivo-progettuale

-L'importanza del lavoro di sintesi

-Come arrivare alla sintesi

Progettare con il colore

-Effetti psicologici del colore

-Il colore nel progetto

-La psicologia del colore

-Il colore

Progettare con la luce

4: Riferimenti progettuali e casi studio

-Louis Kahn

-Bernard Tschumi

-Peter Zumthor

-Rafael Moneo

Parte 2: Proposta progettuale

1: Metodologia utilizzata per il progetto

2: Analisi

-Inquadramento territoriale

-Inquadramento dell'area di progetto

-Stato dell'illuminazione dell'area

-Inquadramento storico

-Storia dell'area di progetto

-Storia urbanistica della città

-Morfologia attuale di Pinerolo

-Analisi delle aree e servizi

-Analisi della viabilità

-Analisi del PRG

-Disegno a mano dell' area di progetto

-Vincoli e opportunità progettuali

3: Concept di progetto

-La logica d'impianto

-Demolizione-costruzione accostamento e sopraelevazioni

-Principio di isolamento

-Il verde come elemento di collegamento

-Il principio di costanza

-Indicazioni sul progetto del colore

-Funzioni di connessione, contrasto e percorrenze

4: Concept del progetto illuminotecnico

-La logica d'impianto

-Illuminazione funzionale

-Illuminazione puntuale e scenografica

-Principio di costanza

-Connessione e contrasto

5: Progetto

-Viabilità

-Destinazioni d'uso

-Altezze

-Masterplan

6: Progetto illuminotecnico

-Normativa di riferimento

-Apparecchi utilizzati

-Masterplan

-Verifica

7: Conclusioni

Bibliografia:

-Wassily Kandinsky, Punto linea superficie

-Gaetano Kanizsa, Grammatica del vedere

-Rudolf Arnheitn, Arte e percezione visiva

-Kurt Koffka, Principi di psicologia della forma

-Lorenzino Cremonini, Luce: luce naturale, luce artificiale

-Piet Mondrian, Tutti gli scritti

-Rudolf Arnheim, Il pensiero visivo

-Jorrit Tomquist, Colore e luce

-Lamberto Maffei, Adriana Fiorentini, Arte e cervello

-Frank Mahnke, Il colore nella progettazione

-Robert Venturi, Complessità e contraddizioni nell 'architettura

-Steven Holl, Parai lux, Architettura e percezione

-Maria Bonaiti, Architettura è Louis I. Kahn, gli scritti

-Guglielmo Mariani, La luce

-Antonio Monestiroli, La ragione degli edifici

-William J. R. Curtis, L’architettura moderna dal 1900

-Piero Adorno, L’arte italiana

-Gillo Dorfless, Angela Vettese, Storia dell’arte

-Marco Biraghi, Giovanni Damiani, Le parole dell’architettura

-Le Corbusier, Maniera di pensare l'urbanistica

-Le Corbusier, Verso una Architettura

-Federico M. Butera, Architettura e ambiente

-Gyorgy Kepes, The nature and art ofmotion

-Moritz Zwimpfer, 2d visual perception

-Roger Narboni, Luce e paesaggio, creare paesaggi notturni

-Josef Albers, interazione del colore

-Ernst H. Gombrich, Julian Hochberg, Max Black, Arte percezione e realtà

-Ernst H. Gombrich, Arte e illusione

-Ernst H. Gombrich, La storia dell'arte raccontata da E. H. Gombrich

-Paul Klee, Teoria della forma e della figurazione

-Lorenzino Cremonini, Colore e Architettura, un senso vietato?

SITOGRAFIA:

-www.webfandom.com

-www.sapere.it

-www.domusweb.it

-www.circularstudio.com

-www.tschumi.com

-www.focus.it

-www.colorwhat.it

-www.mcescher.com

-www.biography.com

-www.gombrich.co.uk

-www.architectureartplus.blogspot.it

-www.stevenholl.com

-www.goldennumber.net

-wiki.naturalfrequency.com

-www.monestiroli.it

-www.fondationlecorbusier.fr

-www.artemagazine.it

-www.vitruvio. ch

-www.archiviobottoni.polimi.it

-www.tate.org.uk

-www.artgraphica.net

-www.unesco.org

-www.fotoartearchitettura.it

-www.arcspace.com

-www.architetti.com

-www.oikos-group.it

-www.mvrdv.nl

-www.sauerbruchhutton.de

-it.wikipedia.org

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)