Politecnico di Torino (logo)

Banino, Marta and Massavelli, Martina

Gli insediamenti storici e la prevenzione del rischio sismico : l'analisi di Colla Micheri nel ponente ligure.

Rel. Monica Naretto, Maria Cristina Boido, Stefano Podest. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il restauro e valorizzazione del patrimonio, 2014

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

Introduzione

Un problema, in un paese come il nostro ricca di beni culturali, è che il restauro rimane pur sempre un intervento post factum, capace cioè tuttalpiù di riparare un danno, ma non certo di impedire che si produca né tanto meno di prevenirlo ''

La seguente tesi si inserisce in un filone di ricerca che prevede la valorizzazione, la salvaguardia e la prevenzione dei nuclei storici posti in correlazione agli effetti che un evento sismico può comportare su di essi. A seguito dei recenti sismi terremoti che si sono registrati nel nostro paese, sempre di più viene posta particolare attenzione alla conservazione dei centri storici non più intesi come nucleo centrale dell'abitato, ma come insediamenti che "nella loro interezza sono rappresentazione della cultura stratificata di una comunità, luogo di memorie storiche comunitarie e individuali, patrimoni identitari e di autoriconoscibilità della popolazione”

La seguente ricerca, che prende in esame lo "Studio propedeutico all'elaborazione di strumenti d'indirizzo per l'applicazione della normativa sismica agli insediamenti storici" del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici n. 7547 del 20.04.2012 e le "Linee Guida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale. Allineamento alle nuove Norme Tecniche per le costruzioni" del 2.12.2010, mira all'individuazione di una metodologia sperimentale per la definizione di un quadro conoscitivo in grado di valutare la vulnerabilità sismica di un aggregato urbano, ove la "vulnerabilità sismica" di un sistema urbano è intesa come la suscettività al danneggiamento fisico e alla perdita di organizzazione e di funzionalità a causa del sisma. Inoltre un edificio inserito in una cortina edilizia deve garantire la resistenza all'azione sismica in modo tale da non causare la vulnerabilità indotta negli altri edifici, che può portare al collasso di uno o più elementi che costituiscono l'aggregato.

Il filone di ricerca arriva ad analizzare il singolo edificio partendo però dalla visione dell'aggregato urbano, districandosi pertanto tra l’esigenza della conservazione dell'originario tessuto urbano ed edilizio degli insediamenti storici e la necessità di conseguire adeguati livelli di sicurezza nei confronti delle azioni sismiche, con l'obiettivo di riqualificare il patrimonio esistente.

Per attuare questo approccio metodologico sperimentale è stato individuato il borgo di Colla Micheri nel Ponente ligure come caso studio interessante: situato nella zona sismica 3S della Liguria e risultato un ambito di ricerca consona por la sua posiziono topografica, collocata su un crinale, e per le sue caratteristiche urbane e architettoniche, in cui emergono ancora numerosi manufatti in muratura tradizionale.

La prevenzione del rischio sismico richiede un processo di conoscenza dell'aggregato urbano che non si limiti solamente alla consapevolezza del territorio e degli edifici, ma che si articoli intorno alla raccolta di informazioni che permettano il riconoscimento degli elementi caratteristici dell'insediamento urbano, delle loro interazione e dell'individuazione delle criticità.

La prima parte della tesi consiste nella fase di ricerca che si articola in:

-analisi e inquadramento territoriale;

-analisi dello sviluppo storico dell’organismo territoriale

-indagine sismologica per la definizione della "memoria sismica" locale.

La seconda parte si articola nella definizione del quadro conoscitivo attraverso:

- la produzione di una cartografia seguendo le linee del Rilievo Urbano dell'Aggregato per una valutazione qualitativa sismica a livello territoriale (scala 1:500);

- la produzione di una cartografia a scala territoriale di analisi di Livello I e II per l'individuazione dei sistemi funzionali costituenti l'insediamento e il grado di rischio degli stessi;

- la comprensione degli elementi morfologici, costruttivi e strutturali degli edifici facenti parte dell'insediamento attraverso il Rilievo Orbano dell'Isolato (scala 1:200);

- l'analisi degli aggregati costituenti l'Insediamento Storico e l'individuazione di una graduatoria di

rischio;

- l’analisi di Livello III per la valutazione qualitativa del grado di vulnerabilità del singolo aggregato

vengono definiti gli elementi architettonici, i presidi sismici, i caratteri strutturali e le criticità

presenti per ogni Unità Strutturale (scala 1:100).

Per una maggiore completezza e conformità al filone di ricerca definito dallo Studio Propedeutico sarebbe necessario includere una componente di analisi strutturale, il cui inserimento verrà valutato in base al grado di approfondimento a cui si riuscirà ad arrivare attraverso la metodologia qualitativa precedentemente presentata.

Il nostro obiettivo è capire come la borgata di Colla Micheri potrebbe reagire nel caso di un evento sismico sia nella sua accezione più ampia di nucleo urbano che in quella più specifica di aggregato inserito nel tessuto. Questo studio sperimentale vuole essere rappresentato con l'elaborazione di una cartografia che restituisca attraverso tematiche specifiche il grado di vulnerabilità dei Insediamenti Storici nel Ponente ligure.

Relatori: Monica Naretto, Maria Cristina Boido, Stefano Podest
Soggetti: U Urbanistica > UA Analisi dei rischi
U Urbanistica > UJ Pianificazione rurale
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il restauro e valorizzazione del patrimonio
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3962
Capitoli:

INDICE

INTRODUZIONE

1. LA SISMICITÀ' DEL TERRITORIO ITALIANO E L'INDIVIDUAZIONE DEL CASO STUDIO

1.1 L'origine dei terremoti

1.2 La pericolosità sismica del territorio italiano

1.3 La scelta del caso studio

1.4 La pericolosità sismica del territorio ligure

1.4.1 Gli strumenti regionali di prevenzione e programmazione

1.4.2 La zonizzazione in prospettiva sismica del comune di Andora

2. LA PREVENZIONE DEL RISCHIO SISMICO DEL PATRIMONIO CULTURALE TRA CONSERVAZIONE E SICUREZZA

2.1 L'inserimento del concetto di prevenzione nell'ambito del restauro

2.2 L'evoluzione del concetto di riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale

2.3 La riduzione del rischio sismico per il patrimonio culturale negli attuali strumenti normativi

2.3.1 La valutazione della vulnerabilità sismica dall'edificio singolo all'insediamento storico

3. LE LINEE GUIDA PER LA METODOLOGIA DEL LAVORO

3.1 La metodologia di valutazione del rischio sismico dello Studio Propedeutica del CCLLPP n. 7547 del 20.04.20I2

3.1.1 II livello I e II di analisi: la scala urbana

3.1.1.1 I livelli di sicurezza e il concetto di Stato Limite per l'IS

3.1.1.2 II quadro conoscitivo

3.1.2 II livello III di analisi: la scala dell'aggregata

3.1.3 La suddivisione dell'aggregato in Unità Strutturali

3.2 L'adeguamento della Norma UNI 7310/1974 all'ambito di studio

3.2.1 II Rilievo Urbano dell'Aggregato (RUA)

3.2.2 II Rilievo Urbano dell'Isolato (RUI)

4. L'INQUADRAMENTO E SVILUPPO STORICO DEL TERRITORIO

4.1 L'inquadramento territoriale

4.1.1 Gli aspetti insediativi e la viabilità

4.2 La valle del Merula

4.2.1 L'origine geologica della vallata

4.2. Le caratteristiche insediative, paesaggistiche e viarie

4.3 Lo sviluppo storica dell'organismo territoriale

4.4 II regesto storico

4.5 Le principali vie di comunicazione dell'antichità

4.5.1 Lo sviluppo dell'organismo territoriale di Andora in relazione alla viabilità storica

5. LA STORIA SISMICA DELLA LIGURIA DI PONENTE.

5.1 L’analisi dell'attività sismica nella Liguria di Ponente

5.2 II regesto sismico

5.3 II tragico evento del 23 febbraio 1887

5.3.1 II terremota del 1887 nelle memorie popolari

5.3.2. Alcuni dati sul terremoto del 1887

5.4 Gli effetti sull'area di Andora e sulla valle del Merula

5.4.1 La memoria sismica del borgo di Colla Micheri

5.5 La ricostruzione e la sintesi dell'attività sismica dal 1887 fino ad oggi

6. L’ARCHITETTURA TRADIZIONALE DELLA LIGURIA DI PONENTE

6.l L'analisi dell’architettura tradizionale nella Liguria di Ponente

6.l.l L'orografia del territorio

6.1.2 La schematizzazione delle tipologie di architettura ligure

6.1.3 L’organizzazione planimetrica e le funzioni della casa ligure

6.l.41 materiali adoperati e le tecniche costruttive

6.2 Le trasformazione del Novecento sulla cultura materiale ligure

6.3 L'architettura tradizionale nell’insediamento di Colla Micheri

6.3.1 Le caratteristiche del territorio e dell’insediamento storico

6.3.I.I L'orografia del terreno e il tracciato viario

6.3.I.2 L'aggregato urbano

6.3.2 Le caratteristiche costruttive

6.3.2.1 La muratura

6.3.2.2 La distribuzione planimetrica

6.3.2.31 passaggi coperti

6.3.2.4 Le aperture

6.3.2.5 I solai e i manti di copertura

6.3.2.G I collegamenti verticali

6.3.2,7 Le catene e i presidi antisismici

G.3.2.8 Le fontane pubbliche

7. LA DEFINIZIONE DEL QUADRO CONOSCITIVO DI COLLA MICHERI

7.1 La fase della conoscenza

7.1.2 La conoscenza diretta: primi sopralluoghi e rilievo fotografico

7.1.3 La ricerca delle fonti

7.2 II rilievo urbano

7.2.1 II rilievo diretto

7.2.21 caratteri del tessuto dell'IS in relazione all'architettura tradizionale

7.2.3 L'elaborazione grafica ello di analisi

7.2.3.1 La consistenza dellevo Orbano dell'Aggregation (ROA)

7.2.3.2 Lo svilucato

7.2.3.3 funzionali urbani e del loro grado di esposisi dei sistemi funzionali strategici e del "rischionalisi dutturale di settori dell'IS

7.2.4 L'individi dell'IS

8. LA VALUTAZIONE DI VULNERABILE DEL TEATO

8.ta campione e individuazione delvulnerabilità individuate

8.2 Studio quali - quantitativo della sruttura delle cellule edilizie

8.2.1 Processi di aggregazione e sistema viario

8.2.2 Memoria sismica dell'aggregato

8.2.3 Rapporti spaziali tra singole cellule murarie

8.2.4 Posizione bucature, disassamenti degli orizzontamene, ecc

8.2.5 Tecniche costruttive, connessioni, discontinuità, quadri fessurativi

8.3 Considerazioni preliminari all'analisi territoriale

8.4 La valutazione di vulnerabilità a livello territoriale

8.4.1 II procedimento operativo

8.4.1.1 Livello di conoscenza, fattore di confidenza e definizione dell'azione sismica

8.4.1.2 Modello di valutazione a livello territoriale

9. CONCLUSIDERAZIONI FINALI

ALLEGATI

Allegati grafici

Thor Heyerdhal e l'influenza sullo sviluppo del borgo Elaborati grafici

LE FONTI

L'analisi storica

L'analisi territoriale

Il rischio sismico e memoria storica

La vulnerabilità sismica edifici in muratura

La cultura materia

Bibliografia:

ANALISI STORICA

BIBLIOGRAFIA

Anna ANFOSSO, Questa nostra Andora. Edizioni delfina mora Albenga 1994

Domenico ASTENGO, Giulia FIASCHINI, Viaggiatori e vedutisti in riviera _ coste e valli del savonese (XVII-XIXsec.), Sagep Editrice, Genova 1982

William Henry BULLOCK HALL, Jhe Romans on thè Riviera and thè Rhone_ A sketch ofthe conquest ofLiguria andthè Roman province, MacMillan and Cd., Landra 1898

Goffredo CASALIS, Dizionario geografico storico - statistico - commerciale degli stati di S.M. ¡¡Re di Sardegna, Voi. Il, Forni editore, Bologna I98G

Anna CELANT MARINO, laigueglia _ Due secoli di vita cittadina (IE03-I808) Comune di Laigueglia, Laigueglia 20D2

COMUNE E AZIENDA AUTONOMA DI SOGGIORNO E TURISMO DI ANDORA ( a cura di). Vita e avventure di Jhnr Heyerdahl

Gaspare DEL FIORE (collana diretta da), Anna Maria PARODI, Paolo STRINGA, Paolo MARCHI, Patrizia FALZONE (contributi di), Liguria. Territorio e civiltà, Sagep Editrice, Genova I97G

Ludovico GIORDANO, Vie liguri e romane tra Vado e Ventimiglia, Collana Storica Archeologica della Liguria Occidentale, Voi. VI, Istituto Internazionale di Studi Liguri, Oneglia, 1933

Nino LAMBOGLIA, ISTITUTO INTERNAZIONALE DI STUDI LIGURI (a cura di), I monumenti della Liguria di Ponente, Torino I97D

Walter LEONARDI, Thor Heyerdahl: l'uomo delKon-Tiki, Mazzotta editore, Milano, 1994

Bruno MASSABO', Albingaunum, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza per i Beni Archeologici della Liguria 2004

Giovanni MERIANA (a cura di) Le valli di Imperia, in Guide della Liguria, Voi. 8, Sagep Editrice, Genova 1992

Arrigo MOLINARI, Andora nei secoli Storia, Pirella Editore, Genova 1982

Roberta PALUMBD, La Via Aurelia Storia di una strada dalla Liguria di Lavante. Luna Editore, La Spezia 2001

Massimo QUAINI, La conoscenza del territorio ligure fra Medioevo ed Età moderna, Sagep Editrice, Genova 1381

Maria Pia ROTA (a cura di) Una fonte per la geografia storica della Liguria. H Manoscritto 2IS dell'Archivio di Stato di Genova, Civico Istituto Colombiano, Genova 1991

Pietro SCOTTI, Alassio Baia delsole. Libreria degli studi, Genova I9G7

Marino VEZZARO, Andora. Immagini di un secolo. Editrice Tipografia F.lli Stalla, Albenga 2001

Marino VEZZARO, // paese detto castello di Andora. Bacchetta Editore, Albenga 20D4 CARTOGRAFIA

Francesco Maria ACCINELLI, Atlante Ligustico. Compagnia dei librai, Genova 1983

AA.VV., La Liguria nelle carte e nelle vedute antiche, Istituto Geografico De Agostini, Novara 1992

Caterina BARLETTARO, Ofelia GARBARINO, La raccolta cartografica dell'archivio di stato di Genova, Thilger, Genova I98B

Luciano BOSIO, La Tabula Peuntingeriana_una descrizione pittorica del mondo antico, Maggioli Editore, Rimini 1983

Massimo QUAINI, Carte e cartografi in Liguria. Sagep Editrice, Genova I98G

Massimo QUAINI (a curi'di), Matteo Vinzoni_ Pianta delle due Riviere della Serenissima Repubblica di Genova divise ne' Commissariati di Sagep Editrice, Genova, 1988

SITOGRAFIA

http://www.beniculturali/altaviadeimontiliguri.it _ ultima consultazione 25/11/2014

http://www.kon-tiki.no/ _ ultima consultazione 17/10/2014

http://www.walterleonardi.it/thor.htm _ ultima consultazione 17/10/2014

ARTICOLI E RIVISTE

Francesca BULGARELLI, Stefano ROASCIO, Elena DELLU', Anna CIURLD, Marco VIGNOLA, Elisa GRASSI,

Interventi archeologici a Borgo Castello di Andora (Sì/). Dalla stratigrafia archeologica all'analisi degli elevati, in «Archeologia Medievale». XL, 2013, pp. 205-232

la diocesi di Albenga tra pievi e quartieri _ Appunti in margine a due documenti, in «Rivista Ingauna e Intemclia», Anno XXXI-XXXIII - N. 1-4, Gennaio 1976 - dicembre 1978, pp. 57 - 70

I resti della viabilità romana nella Liguria occidentale, «Rivista Ingauna e Intemelia», Anno XXXI-XXXIII - N. 1-4, Gennaio I97B - dicembre 1978, pp. 6 - 30

ANALISI TERRITORIALE

BIBLIOGRAFIA

Alma ANF0SS0, Questa nostra del delfino moro, Albenga, 1994

AA.VV., laer paese, Voi VII tE-Capo S. Croce-Capo Berta 17-Valle di Guido Mondani Editore e AssocA, INTERNAZIONALE DI STODI LIGURI (a cura di), / monumenti medievali della Liguria di Ponente, Torino 1970

Giovanni MERIANA (a cura di), Le valli di Imperia, in Cuide della liguria, Voi. 8, Sagep Editrice, Genova 1992

Pietro SCOTTI, Atassia Baia delSole, Libreria degli studi, Genova I9G7

NORMATIVA E STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE

Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale di Savona, 23/08/2003

Piano Territoriale Regionale 12/02/2014

Piano Urbanistico Comunale di Andora, 4/DG/2D08

SITOGRAFIA

http://www.provincia.savona.it/_ultima consultazione 2G/II/20I4

http://www.comune.andora.sv.it/_ultima consultazione 28/11/2014

http://www.regionB.liguria.it/argomenti/territorio-ambiente-e-infrastrutture/piani-territoriali-B-progetti/ptr-piano-terntonalB-rBgionalE.html _ ultima consultazione 15/11/2014

http://www.pcn.minambiEntE.it/GN/ - ultima consultazione 22/11/2014

RISCHIO SISMICO, PREVENZIONE E MEMORIA SISMICA

BIBLIOGRAFIA

Giovanni ABBO, // terremoto del 23 febbreio 1887 ne! Dianese: dati statistici e cronaca del drammatico avvenimento che colpì i comuni dell'antico mandamento in modo particolare Diano Marina e Diano Castello, Communitas Diani, Diano Marina 1987

Carlo BLASI (a cura di). Architettura storica e terremoti, Protocolli operativi per la conoscenza e la tutela, Wolters Kluwer Italia Sr.l, Milanofiori Assago. 2013

Nilo CALVINI, // terremoto del 23 febbreio 1887 nel Ponente Ligure, edizioni Dominici Dneglia Imperia, Imperia 1987

Francesco DOGLIDNI, Codice di pratiche (linee guida) per la progettazione per la progettazione degli interventi di riparazione, miglioramento sismico e restauro dei beni architettonici danneggiati dal terremoto umbro-marchigiano del I997.M. Uff. della Regione Marche, Ancona 2000

Adalgisa DONATELLI, Terremoto e architettura storica _ Prevenire l'emergenza, Gangemi editore,Roma, 2010

Angelina GIORGI, Da Capo Berta a Capo Mele. Ricerche sul folklore Ligure, ed. Grafiche Amdeo, 2 Marzo 1956, relatore Pietro Scotti

Rosalba IENTILE, Monica NARETTO, Patrimonio e rischio Sismico _ un percorso tra conoscenza e obiettivi di conservazione, Celid, Torino 2013

Arturo ISSEL, Liguria geologica e preistorica, A. Donath editore, 1892

Sergio LAGOMARSINO, Pietro UGOLINI (a cura di), Rischio sismico, territorio e centri storici. Atti del convegno nazionale di San Remo (IM) 2 - 3 loglio 2DD4, Franco Angeli, Milano 2004

Pietro LENZA, Aurelio GHERSI, Edifici in muratura alla luce della nuova normativa sismica, Dario Flaccovio Editore, Palermo 2DII

Manuela MATTONE, Il restauro di "necessità", in Emanuele RDME0 (a cura di), //monumento e la sua cooservazione. Note sulla metodologia del progetto di restauro, Celid, Torino 2004

MINISTERO DELL'INTERNO, Seminario Nazionale per la diffusione della cultura della protezione civile nella scuola dell'obbligo. //Rischio Sismico.

Alessandro MONACO, Roberto MONACO. Urbanistica Edilizia e Rischio sismico. Il Edizione, Sistemi Editoriali Professionisti, tecnici e imprese Groppo Editoriale Simone, Casoria 2012

Nicola PODESTÀ', Sulla tracce dai terremoti. Cronache sismiche dalla Liguria a dalla Alpi Marittima Grafiche Amedeo, Imperia 2009

Stefano S0LARIN0. // terremoto dal 23 febbraio I8S7 in Liguria Occidentale: descrizioni, considerazioni a prevenzione 120 anni dopo ilgrande evento, 2007

Torqoato TARAMELLI e Gioseppe MERCALLI, // terremoto ligure dal 23 febbraio 1887. Tipografia Metastasio, 1888

A.I., / disastrosi terremoti nizzardi dal I5E4

Università di Genova, Istitoto Geofisico e Geodetico, Regione Ligoria, Settore edilizia sociale e residenziale (a cura di). Catalogo dai terremoti della Regione Liguria dall'anno 1000 all'anno 1983, Sagep editrice

NORMATIVA STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE

CONSIGLIO SUPERIORE DEI LAVORI PUBBLICI n. 7547, Studio propedeutico all'elaborazione di strumenti di indirizzo per l'applicazione dalla normativa sismica agli insediamenti storici,

20.04.2012

D.G.R. n. 1259 del 2B/I0/2DD7 'Scenario di danno sismico dal territorio ligure a supporta dei piani di emergenza di protez civile”

DGR n. 1308 del 24/10/2008 secondo 0PCM n. 35I9/20Q6 "Nuova classificazio sismica dalla Ragione Liguria"

DGR n. I3G2 del 19/11/2010 seconda 0PCM n. 3519/2006 "Nuova classificazione sismica della Ragione Liguria"

D.M. 14/01/2008 Norme tecniche per le costruzioni

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ C0LT0RALI, Linee Guida par la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale, 2/12/2010

Piano di Emergenza Provinciale, Savona 20/12/2007

Piano Comunale di Protezione Civile, Andora 2/12/2012

Piano Urbanistico Comunale di Andora, 4/DG/2DD8

SITDGRAFIA

http://www.mi.ingv.it _ ultima consultazione 2D/ID/20I4

http://www.Emidius.mi.ingv.it/DBMIII/query_Eq/_ ultima consultazione 2S/D9/2DI4

http://www.gazzettaufficiale.it _ ultima consultazione 27/09/2014

http://www.tuttitalia.it/liguria/l4-imperia/classificaziDne-sismica-climatica_ultima

consultazione 17/10/2014

http://.protezionecivile.gov.it_ ultima consultazione 20/11/2014

http://www.ptaroni.com/sicura/roma/03.html_ ultima consultazione 15/03/2014

http://www.emidius.mi.ingv.it/ASMI/ _ ultima consultazione 15/09/2014

http://www.emidius.eu/SHEEC/sheec_IOOOJ899.html _ ultima consultazione 15/09/2014

http://.isprambiente.gov.it/it _ ultima consultazione 15/09/2014

http://www.distav.unige.it_ ultima consultazione 22/09/2014

http://www.regione.liguria.it/argomenti/territorin-ambiente-e-infrastrutture/sicurezza-del-territorio/terremoti.html _ ultima consultazione 1/10/2014

http://www.ptaroni.com/sicura/roma/03.html _ ultima consultazione 3/11/2014 ARTICOLI E RIVISTE

Gazzetta ufficiale del Regno d'Italia, anno 1887, mese 02, giorno 24, numero 45

Gazzetta Ufficiale del Regno d’Italia, anno 1887, mese 02, giorno 25, numero46

Gazzetta Officiale del Regno d’Italia, anno 1887, mese 02, giorno 2G, numero 47

Gazzetta Officiale del Regno d’Italia, anno 1887, mese OG, giorno 01, numero 128

Gazzetta Ufficiale del Regno d'Italia, anno 1887, mese IU, giorno 13, numero 241

Il Cittadino, giornale del popolo, 28 febbraio 1887, anno XV, n. 59

Stefano PODESTÀ1, Lorenzo SCANDOLO, Lauro MORO, Sulla vulnerabilità sismica_ Quando l'uomo non ricorda ci (ri)pensa il terremoto, «ANANKE» 68, pp. 42 – 51

Stefano SOLARINO, // terremoto del 23 febbraio 1887 in Liguria Occidentale: descrizioni, considerazioni e prevenzione 128 anni dopo il grande evento, 2007, Memoria in occasione della mostra "Terremoti: conoscerli per difendersi", Genova, 19 Marzo - 27 Maggia 2DD7 Museo Civico di Storia Naturale "Giacomo Daria"

VULNERABILITA' SISMICA EDIFICI IN MURATURA

BIBLIOGRAFIA

Adalgisa DONATELLI, Terremoto e architettura storica_ prevenire l'emergenza, Gangemi editore,Roma, 2DID

Rasalba IENTILE. Monica NARETTD, Patrimonio architettonico e rischio sismico_ un percorso tra conoscenza e obiettivi di conservazione, Celid, Tarino, 2013

Antonio GIUFFRE’. Sicurezza e conservazione dei centri storici_ il caso di Ortigia, Editori Laterza, Siracusa 1993

Enrica PENT, Michela SANDRI, la valutazione della "vulnerabilità sismica urbana" degli insediamenti storici : analisi del quadro conoscitivo sul caso di Barzigliana, relatore M. Naretto, C. Boido, Politecnico di Torino, luglio 2013

Stefana PODESTÀ', Verifica sismica di edifici in muratura_ aggiornato a NT8 e Linee guida per la valutazione e riduzione della vulnerabilità sismica, Dario Flaccovio editore.Palerma, 2DI2

Giovanni URBANI (autore), Bruno ZANARDI (a cura di). Intorno al restauro, Skira, Milana, 2D00 NORMATIVA STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE

CONSIGLIO SUPERIORE-DEI LAVORI PDBBLICI n. 7547, Studio propedeutico all'elaborazione di strumenti di indirizzo per l'applicazione della normativa sismica agli insediamenti storici, 20.04.2012

D.M. 14/01/2888Norme tecniche per le costruzioni

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CDLTDRALI, Linee Snida per la valutazione e riduzione del rischio sismico del patrimonio culturale. 2/12/2010

D. lgs. 42/2D03, Sodico dei beni culturali e del paesaggio, art. 29, comma I

SITOGRAFIA

http://www.protezionecivile.gav.it/je.wp ultima consultazione 17/10/2014

CULTURA MATERIALE BIBLIOGRAFIA

Gaspare DE FIORE Gaspare (diretta da), Liguria_ territorio e civiltà, Sagep Editore, Genova, I98G

Teofilo Ossian DE NEGRI, H Ponente Ligustico incrocio di civiltà, Stringa editore, Genova

Annamaria FACCO PARODI, Paolo STRINGA (a cura di). Contri storici in provincia di Imperia e Savona, Sagep editrice, Genova, I97G

Antonia GIUFFRE', Sicurezza e conservazione dei centri storici_ il caso di Ortigia. Editori Laterza, Siracusa 1993

Tiziano MANNONI, Caratteri costruttivi deliedilizia storica, sagep editore, Genova, 1994

Stefano MUSSO, Giovanna FRANCO, Guida alla manutenzione e alrecupero dell'edilizia e dei manufatto rurali, Marsilio Editori, Venezia,

Emilio SCARIN, La casa rurale nella Liguria, F.lli Pagano editori, Genova, 1957

Giovanni SPALLA, L'architettura popolare in Liguri. Dai muri a sacco ai paesaggi territoriali. Gius. Laterza e figli, Roma, 1985

NORMATIVA STRUMENTI DI PIANIFICAZIONE

Comune di Andnra, PUC, 04.0G.2008

Digs 42/2004, Vincolo imposto con decreto ministeriale in data 24/05/1985. Codice vincolo è 70493

SITOGRAFIA.

http://geoportale.regione.liguria.it/geoviewer/pages/apps/vincoli/mappa ultima consultazione 23/11/2014

http://www.comune.andora.sv.it/_ultima consultazione 28/11/2014

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)