Politecnico di Torino (logo)

Morittu, Nicola

Fattu in sardigna : Le ex concerie Costa a Sassari come polo di promozione dell'agroalimentare Sardo.

Rel. Carla Bartolozzi, Orio De Paoli. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile, 2014

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

INTRODUZIONE

L’obiettivo di questo lavoro è quello di analizzare l’edificio delle concerie Costa di Sassari, e attraverso la progettazione, restituire al vecchio opificio un ruolo centrale all’interno dello scenario urbano della città. L’interesse per questo tipo di studio nasce dalla volontà di cercare di adoperare lo strumento della progettazione architettonica per trovare una soluzione al fenomeno dell’abbandono delle vecchie strutture industriali, le quali una volta terminato il proprio ciclo produttivo vengono spogliate delle loro vesti e lasciate lentamente trasformare in grandi aree vuote, attorno alle quali si diffonde la città. In questa tesi ho sviluppato la mia idea progettuale nell’ottica di riportare questo vecchio manufatto, a rappresentare un polo economico e sociale di rilievo quale fu un tempo.

L’analisi svolta parte dall’indagine storica che mira a ripercorrere le vicende legate allo stabilimento, la sua nascita, la crescita e il declino, la storia dei proprietari deH’opificio, la famiglia Costa. Una famiglia di imprenditori che partendo da Santa Margherita Ligure sbarca a Sassari verso la metà dell’800, probabilmente senza immaginare il segno indelebile che avrebbero lasciato nella città.

Attraverso la cartografia dell’epoca ho ripercorso lo sviluppo dello stabilimento all’interno del contesto urbano della città, che per la prima volta dal XIV secolo, aveva la possibilità di espandersi oltre le mura perimetrali che lo racchiudevano.

piano, la composizione materica delle partizioni verticali, lo stato di degrado in cui versano gli ambienti interni.

Nell’approcciarmi al progetto vero e proprio ce stata la volontà di studiare dei casi simili a quello in analisi, nell’ottica di trovare una metodologia di intervento che risultasse essere la più idonea allo scopo che mi sono prefissato, ovvero quello di restituire alla fabbrica il suo aspetto originale per quanto possibile, conservando quanto sopravvissuto sino ad oggi, in relazione anche alla collocazione urbana di grande rilievo che assume.

Lo studio della riqualificazione dell’edificio nasce dall’idea di trovare una soluzione ad un problema. Cercare di utilizzare il potenziale positivo dei problemi per avere l’opportunità di realizzare un’idea che riesca a migliorare la situazione attuale attraverso il concetto di sostenibilità, intesa come sostenibilità economica ambientale e sociale. In questo lavoro ho deciso di analizzare l’economia agricola in Sardegna, da decenni ormai in crisi, sprofondata in una condizione da cui non riesce a risalire. Attraverso l’aiuto di esperti del settore capire quali siano le proposte in gioco per sollevare questo comparto e dare una possibilità di sviluppo sostenibile al territorio e alla sua popolazione. Da qui mi sono mosso per capire se e come questo intervento di progetto avesse le caratteristiche adatte per sviluppare un ragionamento architettonico attuabile cosi da elaborare un’idea concreta sul futuro di questo edificio. Così come in ottica futura ho affrontato il tema legato alle tecnologie impiantistiche dell’edificio, cercando di dare una risposta alle esigenze di comfort legate alla fruizione degli ambienti interni.

Relatori: Carla Bartolozzi, Orio De Paoli
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
A Architettura > AP Rilievo architettonico
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura per il progetto sostenibile
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3779
Capitoli:

INDICE

INTRODUZIONE

1 .LE CONCERIE COSTA NEL CONTESTO URBANO ATTUALE

2.LA STORIA DELL’OPIFICIO

2.1 La città di Sassari nell’800

2.2 L’industria del cuoio a Sassari

2.3 II nucleo originario delle concerie 2.4Verso un modello industriale industriale

3.LA FAMIGLIA COSTA

3.1 I Costa a Sassari

3.2 La crescita delle concerie

3.3 La crisi

3.4 Gli anni ‘70 e l’incendio

4.IL PROCESSO PRODUTTIVO DELLA CONCIA

4.1.1 macchinari e gli utensili

5.LO STATO ATTUALE

6.CASI STUDIO

7.FATTU IN SARDIGNA

7.1 La crisi dell’agricoltura isolana

7.2 La valorizzazione del territorio e dei suoi prodotti

8. APPROCCIO PROGETTUALE

8.1 Le nuove destinazioni d’uso SCOMPONENTI TECNOLOGICHE

9.1 II sistema impiantistico

9.2 La tecnologia di involucro

10.CONCLUSIONI

11. BIBLIOGRAFIA

12. ALLEGATI

13. RINGRAZIAMENTI

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA

MONOGRAFIE

GIUSEPPE ZICHI, Sisini, Imprenditori di Sardegna, Ed. Nexo, Milano 2013.

ERIKA DELLACASA, I Costa: storia di una famiglia e di un’impresa, Marsilio, Venezia 2012.

CECILIA DAU NOVELLI e SANDRO RUJU, Dizionario storico degli imprenditori in Sardegna; volume primo, aipsa edizioni, Cagliari 2012.

SIMON BURTON, Handbook of sustainable refurbishment housing, Earthscan, Glasgow 2012.

MARIO GROSSO, Il raffrescamelo passivo degli edifici in zone a clima temperato, Maggioli Editore, Santa Arcangelo di Romagna 2011

SALVATORE SBACCHIS, Capriate in legno, Grafil, Palermo 2010.

MAURO VILLARINI, CARLO DALESSANDRIS, Impianti civili di condizionamento e climatizzazione, Maggioli Editore, San Marino 2010.

CARLO PONZINI, Ix di fido energeticamente sostenibile, Maggioli Editore, San Marino 2009.

Biblioteca Comunale Sassari, Sassari nelle immagini tra ‘800 e ‘900, Comune di Sassari, Sassari 2007.

MARCELLO VITTORINI, Dallo zuccherificio al museo archeologico di classe, Gangemi editore, Roma 2007.

AAVV, STOP & GO, il riuso delle aree industriali dismesse in Italia, trenta casi studio, Alinea editrice, Firenze 2005.

DANIELA MAZZOTTA, Conservazione e valorizzazione del patrimonio indistriale, Edizioni Athena , Napoli 2004.

AAVV, Archeologia industriale esperienze per la valorizzazione in Sardegna e Cile, Gangemi editore, Cagliari 2003.

ALESSANDRO PERAGO, Progettare tetti e coperture; dalla tegola al fotovoltaico, Maggioli Editore, San Marino 2003.

PAOLO TALSO, Dalle rotative al fitness metamorfosi di uno spazio industriale, Moretti&Vitali editori, Bergamo 2001.

VINCENZO CANIGLIA, Macchine per impianti per conceria, Levrotto e Bella, Torino 1999.

GIAN FILIPPO ORLANDI, Sassari, le mura e il Castello, Sassari 1998.

MARISA PORCU GAIAS, Sassari/ storia architettonica e urbanistica dalle origini al ‘600, Illisso, Nuoro 1996.

AAVV, La conceria in Italia dal medioevo a oggi, La conceria, Milano 1994.

GIOVANNI FRANCESCO FARA, Sardiniae Chorographiam (1580-1590), riedizione a cura di Enzo Cadoni, Voi. I, Edizioni Gallizzi, Sassari 1992.

TESI DI LAUREA

PAOLO PITITU , Archeologia industriale riuso?, Il progetto tra innovazione e conservazione: il caso delle concerie italiane riunite, Relatore Agostino Magnaghi, co rei Cordero Riccardo, a.a. 1996-1997.

ANDREA SANGUINETTI, Riuso dell’isolato ex-concerie Fiorio via S. Donato, prof Roberto Gabetti, co rei Enrico Moncalvo, a.a. 2000-2001.

MAURO OLIVIERI, La riqualificazione dell’area delle ex concerie di Bosa (NU), rei Guido Laganà, co rei Mario Bassignana, a.a. 2004-2005.

SITOGRAFIA

http://sassaristoria.blogspot.it/

http://altonsminima.altervista.org

http://www.museodelmarchioitaliano.it/marchi/costa_crociere

http://www.oleificimataluni.com

http://www.delcampe.net/

https://www.google.com/culturalinstitute/exhibit/tuscan-tanning

http://www.marcoceraglia.com/

http://www.bosaonline.com/

http://www.piazzadeimestieri.it/

http://www.museotorino.it/

http://www.luigilotto.it/iniziative-consiliari/proposte-di-legge

http://www.blogbiologico.it

http://www.biodistretto.net

ARCHIVI CONSULTATI

Archivio di Stato di Sassari.

Archivio Storico del Comune di Sassari. Archivio della biblioteca Comunale di Sassari.

FONDI INEDITI

Archivio di Stato di Sassari, Città, copie, voi. II, 1778.

Archivio di Stato di Sassari, atti notarili, notaio, Dessi, voi. 6 (30.01.1845).

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)