Politecnico di Torino (logo)

Autino, Daniele

Architettura e paesaggio Mediterraneo. La passeggiata a mare del Capo Berta e l'impianto talassoterapico del molo "Landini": in provincia di Imperia.

Rel. Piergiorgio Tosoni, Marco Trisciuoglio. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2002

Abstract:

L'impianto progettuale è localizzato in Liguria,nella provincia di imperia,ed è situato tra Diano Marina e Oneglia;in dettaglio interessa la zona costiera di Capo Berta,comprendente il molo cosiddetto Landini (ovvero Cavour) e la strada a mare che per circa due chilometri si estende da quel molo fino a Oneglia (Imperia).

Il progetto consiste nella sistemaizone paesaggistica della strada a mare e nella realizzazione di un centro di talassoterapia con annesso albergo.Il complesso balnere è posto nella zona prospiciente il molo Cavour, elemento costiero che conclude la passeggiata attestandosi su questa parte di Diano Marina.

La strada a mare è fiancheggiata da un frangente roccioso fortemente instabile,interessato da problemi di erosione e smottamento,la cui pericolosità si pone come problema fondamentale da risolvere nel progetto.

L'intrvento proposto trova la sua motivazione nell'intento di congiungere con un'idea e coerente tutta la passeggiata.Si cerca di caratterizzare questo lungo percorso senza tuttavia distruggere le sensazioni che oggi si colgono,sottolineandole invece attraveros un partioclare atteggiamento imitativo nei confronti dei segni naturali.

Il progetto del complesso balneare,sull'area antistante il molo di Cavour,si può dividere in due blocchi,l'albergo,collocato a ridosso del muro di contenimento che sorregge la strada, e l'impianto di talassoterapia,comprendentemolteplici episodi architettonici articolati su un disegno geometrico rigoroso.Le parti che compongono l'impianto sono:l'edificio d'ingresso,collegato alla parte centrale con le piscine tramite una struttura di distribuzione,il corpo con i locali per i trattamenti,le palestre,nonchè due tensostrutture sistemate perificamente.

La riqualificazione pasaggistica ipotizzata s'inserisce tra lgi obbiettivi delle politiche degli opertaori pubblici,sia a livello comunale ,con riferimento al piano regolatore, sia a livello regionale dove gli intenti si esprimono attraverso il piano territoriale paesistico riguardante le coste.Nella passeggiata come nell'impianto di talassoterapia,sostengono le intenzioni progettuali alcuni concetti chiave che pongono in relazione gli elementi della natura con ciò che si vuole costruire.La volontà di ispirarsi alle forme dell'ambiente circostante si esplica attraverso l'imitazione delle stesse,imitazioneintesa non come copia sterile ma come traduzione da un linguaggio ad un altro:la rappresentazione della natura avviene dunque per mezzo dell'interpretazione della sua forza nonchè della sua fragilità.

Relatori: Piergiorgio Tosoni, Marco Trisciuoglio
Parole chiave: impianto talassoterapico - Imperia - paesaggio mediterraneo
Soggetti: A Architettura > AG Edifici e attrezzature per la sanità e l'assistenza
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/377
Capitoli:

1.introduzione

1.1.considerazioni generali

1.2.L'inserimento geografico del progetto e le coordinate politico-sociali

2.La passeggiata a mare

2.1.Inquadramento storico

2.2.Inquadramento generale del tema

2.3.Descrizione del progetto

2.4.Assetto geologico

2.5.Studio del versante a monte della strada a mare

2.6.Assetto vegetazionale

2.7.Le caratteristiche del clima mediterraneo

2.8.Le piante della macchia mediterranea

2.9.La flora del Capo Berta

3.Il centro di talassoterapia

3.1.La talassoterapia

3.2.Cenni storici

3.3.La cura talassoterapica

3.4.Descrizione del sito

3.5.Obiettivi generali del progetto

3.6.L'impostazione geometrica del progetto

3.7.Descrizione del progetto

3.8.L'albergo

3.9.L'impianto di talassoterapia

3.10.L'ingresso

3.11.L'edificio di testa del centro

3.12.La struttura sull'asse centrale

3.13.Il corpo centrale

3.14.Le strutture circostanti

4.Tra architettura e Land Art

4.1.La Land Art nel progetto

La spirale

Bibliografia

Bibliografia:

M.G.ALIVERTI e S.RUSMINI,Incontri con le piante,Mondadori,Milano,1970

D'ARCY,WENTWORTH E THOMPOS,On growth and form (1961),tr.it. Crescita e forma,Boringheri,1969

F.BENZI,e L.BERLIOCCHI,Paesaggio Mediterraneo:metamorfosi e storia dall'antichità preclassica al XIX secolo,Motta Editore Milano 2000

CATTABIANI,Florario:miti,leggende e simboli di fiori e piante,Oscar Mondadori,Milano,2001

A.CORBIN,le territoire du vide (s.d.),tr.it.L'invenzione del mare:l'Occidente e il fascino della spiaggia (1750-1840),Marsilio,Venezia,1990

A.CORBIN,L'invenzione del tempo libero (1850-1960),Laterza Roma-Bari,1996

M.COCOZZA TALIA,Giardini al mare:ambiente,ecologia,tecniche,progettazione,Edagricole,Bologna 1979

S.LALAGUE,Talassoterapia:curarsi con il mare,Red.edizioni Como 1990

P.LANZARA e M.PIZZETTI,Alberi,Orsa maggiore editrice,Milano 1995

D.LANZARDO,Omaggio a Goethe,forme e colori di natura,Museo Regionale di Scienze Naturali,Torino 2000

O.LOFGREN,Storia delle vacanze,Mondadori,Milano 2001

L.LOMBARDI e A.CORAZZA,Leterme di Caracalla,Palombi,Roma 1995

M.MOLLAT DU JOURDIN,L'europa e il mare,Laterza,Roma-Bari 1993

P.PORTOGHESI,Natura e architettura,Skira,Milano 1999

S.SHAMA,Paesaggio e memoria,Mondadori,Milano 1997

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)