Politecnico di Torino (logo)

Troglia Ris, Laura

Castellamonte : la tradizione ceramica come sistema territoriale diffuso.

Rel. Riccardo Bedrone. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale, 2014

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

1. INTRODUZIONE

La tesi qui proposta ha come oggetto di studio il territorio di Castellamonte, la sua storia, la sua tradizione e la sua popolazione.

La scelta di affrontare le problematiche legate a questo Comune del Canavese è nata in seguito alla presa visione del Piano del Colore del centro storico, grazie al quale sono emersi particolari artistici ed architettonici intrisi della tradizione ceramica locale.

In seguito ai primi sopralluoghi e grazie alle prime informazioni ricevute riguardanti la storia della città, il lavoro è stato dedicato completamente a questo argomento, studiando l'interazione tra la lavorazione della terra rossa ed il territorio nei secoli. Ne è emerso che il territorio di Castellamonte, ricco di vari tipi di argilla, fin dall'epoca romana è stato caratterizzato dall'estrazione e dalla lavorazione di questo materiale. Tale processo è perdurato nei secoli fino ai giorni nostri, o meglio fino agli anni '60 del Novecento, periodo antecedente il termine dell'estrazione dell'argilla dalle cave del comune.

Ancora oggi, comunque, si producono manufatti in argilla a Castellamonte, anche se il settore ceramico è sempre più in crisi ed i produttori locali si trovano in difficoltà di fronte al mercato attuale. Inoltre, gli stessi abitanti risultano ormai poco interessati al mantenimento della tradizione locale, in pochi partecipano ai periodici eventi, quali l'annuale Mostra della Ceramica o le esposizioni minori organizzate nell'arco dell'anno, e meno ancora conoscono gli antichi luoghi di estrazione e di lavorazione dell'argilla.

Il tentativo è di diffondere nuovamente la tradizionale produzione ceramica della città e la sua interessante storia, al fine di attrarre in paese quel gran numero di turisti che la Mostra della Ceramica vantava fino alla fine degli anni '90. Volendo fare un passo in più la presente tesi propone delle strategie di valorizzazione che, considerando tutti gli aspetti della vita presente e passata della città, garantiscano uno sviluppo unitario del territorio.

Il processo di valorizzazione che si vuole innescare ha lo scopo di rendere il territorio un vero e proprio sistema territoriale, dove lo sviluppo locale sia dettato dall'interazione di una molteplicità di interventi e di attori per affrontare le diverse problematiche in modo unitario e condiviso.

In particolare la proposta di tesi si concretizza con l'elaborazione dei tre "Percorsi della Ceramica", ovvero veri e propri itinerari di diversa estensione che complessivamente coinvolgono l'intero territorio. I Percorsi affrontano tre tematiche differenti legate all'interdipendenza tra il territorio e la produzione ceramica del presente e del passato. Essi infatti percorrono le strade di Castellamonte, toccando quelli che sono gli attuali luoghi di produzione ed esposizione, quelli che ne hanno fatto la storia, e tutte le installazioni a cielo aperto visibili ogni giorno tra le vie della città. Le tre tematiche affrontate descrivono la storia della tradizione locale in base all'evoluzione della produzione nei secoli: un percorso "attuale" che percorre le vie del centro caratterizzate dalle numerose installazioni ad opera di artisti locali e non ed i Musei permanenti e temporanei; un percorso "della produzione", più esteso, che tocca tutti i luoghi di attuale ed antica produzione; un percorso legato all'antica estrazione dell'argilla ed ai siti ancora visibili sull'intero territorio comunale.

All'elaborazione dei Percorsi della Ceramica sono state associate delle strategie di valorizzazione legate ai vari temi affrontati dai percorsi e necessarie per garantire uno sviluppo unitario del territorio. Le strategie puntano al perseguimento di alcuni macro-obiettivi tra cui: la valorizzazione del patrimonio territoriale e culturale, la valorizzazione del patrimonio materiale ed immateriale legato alla tradizione locale, il miglioramento della fruibilità e dell'accessibilità ai luoghi ed ai percorsi, e la capacità di questi ultimi di essere protagonisti dello sviluppo locale dal punto di vista economico e sociale. In particolare sono state proposte dieci azioni di valorizzazione che hanno come scopo il raggiungimento dei macro-obiettivi appena elencati.

Per chiudere il cerchio della proposta di valorizzazione descritta in questo documento, bisogna prendere atto della carenza rispetto all'apertura della cittadinanza, dei produttori locali e dell'amministrazione, verso un pubblico più ampio di quello attratto dalla scuola d'arte e dagli stessi artisti. In particolare manca un coinvolgimento di studenti ed appassionati rispetto alla lavorazione manuale dell'argilla, manca un luogo dove chiunque possa sperimentare le proprie capacità ed apprendere la tecnica della lavorazione al tornio, piuttosto che della decorazione. Per questo è stato ipotizzato l'inserimento di un laboratorio ceramico all'interno dei locali del Vecchio Ospedale di Castellamonte, cogliendo l'occasione della proposta avanzata dall'amministrazione comunale di un Piano di Recupero dello stabile. Grazie a questo intervento si potrebbe associare lo studio della lavorazione manuale con quello della tradizione, della storia e delle caratteristiche del territorio, fornendo informazioni sui percorsi e sui luoghi di interesse.

La tradizionale produzione ceramica di Castellamonte è stata dunque affrontata come punto di partenza per l'attivazione di un processo di sviluppo locale basato sulla valorizzazione delle principali potenzialità fisiche e sociali della città.

Relatori: Riccardo Bedrone
Soggetti: D Disegno industriale e arti applicate > DB Arti applicate e mestieri
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Pianificazione territoriale, urbanistica e paesaggistico-ambientale
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3696
Capitoli:

INDICE

1. INTRODUZIONE

2. IL TERRITORIO DI CASTELLAMONTE

2.1. Morfologia del territorio e le caratteristiche cave d'argilla

2.2. Testimonianze e documenti storici riguardanti le cave d'argilla

2.3. Distribuzione del tessuto edilizio

2.4. Distribuzione demografica tra il XIX secolo ed inizio XXI secolo

3. CENNI STORICI

3.1. Le influenze romane

3.2. L'origine del borgo e lo sviluppo urbanistico tra XV e XVI secolo

3.2.1. La lavorazione della ceramica dalle origini al Medioevo

3.3. La definizione dell'impianto urbanistico tra XVII e XVIII secolo

3.3.1. Il primo sviluppo industriale, le botteghe e la produzione della ceramica

3.4. L'Ottocento

3.4.1. La "Rotonda Antonelliana" e le modifiche all'impianto urbanistico

3.4.2. Lo sviluppo industriale tra piccole, medie e grandi imprese

3.5. Il Novecento

3.5.1. Le conseguenze delle due grandi guerre a Castellamonte

3.5.2. Le origini della Mostra della ceramica

4. STRUMENTAZIONE URBANISTICA VIGENTE

4.1. Stato di attuazione del PRGC vigente

4.2. La variante strutturale al PRGC vigente

4.2.1. La viabilità

4.2.2. I beni culturali ed ambientali

4.2.3. Il tessuto residenziale

4.2.4. Il centro storico

4.2.5. Le borgate e le case sparse

4.2.6. La collina

4.2.7. Gli insediamenti produttivi

4.2.8. I servizi

4.3. Il Piano del Colore e dell'Arredo Urbano del Centro Storico

5. LA CERAMICA DI CASTELLAMONTE OGGI

5.1. Laboratori ed artisti ancora attivi sul territorio

5.2. L'Associazione Artisti della Ceramica di Castellamonte

5.3. Le peculiarità della tradizione ceramica di Castellamonte

5.4. Il Museo permanente della ceramica e l'Ecomuseo della Ceramica

5.5. L'itinerario turistico "Le strade della ceramica"

Scheda 1

6. ALTRE CITTA' DELLA CERAMICA IN ITALIA

6.1. Faenza: il MIC - Museo internazionale della ceramica

6.2. Montelupo Fiorentino: "la strada della ceramica"

6.3. Albisola: "la passeggiata della ceramica"

7. PROPOSTA PROGETTUALE: LA TRADIZIONE CERAMICA COME SISTEMA

TERRITORIALE DIFFUSO

7.1.1 "Percorsi della Ceramica": un nuovo Ecomuseo alla riscoperta delle tradizioni locali

7.1.1 I luoghi da scoprire tra presente, passato e futuro - "I Percorsi della Ceramica"

Schede 2-3-4-5-6-7-8-9-10-11

7.1.2 Le strade panoramiche e le viste da tutelare

Scheda 12

7.1.3. Strategie di valorizzazione per la creazione del sistema territoriale

Schede 13-14-15-16-17-18-19-20-21 -22-23

7.2. Il Vecchio Ospedale come laboratorio ceramico

7.2.1. Le attuali condizioni dell'immobile

7.2.2. Project financing e Cohousing alla base della proposta

Scheda 24

7.2.3. Variante alla proposta attualmente in progetto per l'inserimento di un laboratorio ceramico

7.2.4. Potenzialità e caratteristiche della ceramica nell'esterno dell'edificio

7.2.5. Esempi di utilizzo della ceramica in esterni

8. COCNLUSIONI

9. BIBLIOGRAFIA

10. APPENDICE

Bibliografia:

9. BIBLIOGRAFIA

Aldo Moretto, Le origini. Mostra della ceramica di Castellamonte 2011, Città di Castellamonte, maggio 2011.

Archivio Storico, Doc. Anno 1936-1937 Statistica Mineraria D - Cave da Materiale Refrattario, Distretto Minerario di Torino (Torino via G. Pomba 23), Comune di Castellamonte Provincia di Aosta., Biblioteca comunale del Comune di Castellamonte, faldone 626, fascicolo 1 "Cave, miniere, torbiere 1941-1951".

Associazione Terra Mia, I quaderni di Terra Mia, voi. 5.

Bruno Gambarotta, Willy Ivaldi, Matteo Montesano, Castellamonte Piccola patria della ceramica, Regione Piemonte, ed. testo&immagine, 2000.

Emilio Champagne, Attilio Perotti, Il Novecento castellamontese. Immagini inedite fra storia e memoria, 2007.

Giacomo Antonino, Castellamonte. Il passato e il presente di una città in trasformazione, ed. libridicossavellaealessi, 2006.

Giuseppe Perotti, Castellamonte ieri, rassegna fotografica dArchivio, Comune di Castellamonte, 1979.

La ceramica italiana, Come le piastrelle in ceramica nell'architettura urbana. Alcune linee guida su progettazione ed installazione delle piastrelle.

Maria Teresa Maiullari Pontois, Elisabetta Serra, Ecomuseo a reti, reti di Ecomu-sei, Provincia di Torino e Politecnico di Torino, 1998.

Osservatorio dei beni culturali ed ambientali, Manuale per il recupero e la valorizzazione dei beni culturali attrattivi.

Paolo Schianchi, Ceramica in esterni e qualità ambientale, Gres porcellanato Ac-tive - Clean Air & Antibacterial Ceramic™, 2011.

Provincia di Torino, Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, Norme di Attuazione, 2011.

Provincia di Torino, Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale, Relazione illustrativa, 2011.

Regione Piemonte, L.R. 14 marzo 1995, n.31, Istituzione di Ecomusei del Piemonte, B.U. 22 marzo 1995, n.12.

Regione Piemonte, Piano di Sviluppo Rurale, misura 313, azione 1, Infrastruttu-razione della rete sentieristica regionale per la realizzazione di itinerari escursionistici.

Studio Architetto Francesco Diemoz, Variante Strutturale al P.R.G.C. del Comune di Castellamonte, Relazione illustrativa, 2012.

Studio Architetto Francesco Diemoz, Proposta di progetto per il Piano di Recupero del Vecchio Ospedale di Castellamonte, Rivarolo Canavese (2014).

Vittorio Amedeo Sacco, Storie di Terra, 51a Mostra della Ceramica 8a Mostra di arte Applicata Castellamonte, città di Castellamonte, ed. Stendhal, 2011.

Carta della Valle Sacra per turismo ed escursionismo, Mu edizioni.

SITOGRAFIA

AICC http://www.ceramics-online.it/

Anna Nosari http://www.admnetwork.it/index.php/2012/04/20/ceramica-materia-prima-per-larchitettura/, aprile 2012

Associazione Artisti della Ceramica di Castellamonte

http://turismo.portalbuilder.it/it/community/social/dettaglio-notizie.aspx?a=176

Augusto Romano Burelli La ceramica nell'architettura', tra rivestimento e decorazione, http://www.archinfo.it/la-ceramica-nell-architettura-tra-rivestimento-e-decorazione/0,1254,53_ART_198373,00.html, ultima visualizzazione giugno 2014.

Canavese Mountain bike http://canavesemtb.it/default.asp

Casa Museo Allaira http://www.casamuseofamigliaallaira.it/index.htm

Cecilia Chiliosi "Passeggiata degli artisti di Albisola Marina: abbandonata l'ipotesi di un restauro, si procede al suo totale rifacimento", www.savonaonline.it Cielle Ceramiche http://www.ceramichecielle.it/

Ceramiche Camerlo http://www.ceramicheartistichecastellamonte.com/

Ceramiche Castellamonte, di Giampietro Elisa e Adriano Filippi http://www.ceramichecastellamonte.it/Benvenuti_%21_nel_sito_delle Ceramiche _Castellamonte.html

Ceramiche di Nove e Bassano http://www.ceramics.it/ita/

Comune di Castellamonte http://www.comune.castellamonte.to.it/monumenti.asp

http://www.ceramics-castellamonte.it/storia.htm http://www.comune.castellamonte.to.it/associazioni_detail.asp?id=l 1

Comune di Faenza http://www.comune.faenza.ra.it/

Comune di Montelupo Fiorentino http://www.comune.montelupo-fiorentino.fi.it/

Comune di Vietri sul Mare http://www.comune.vietri-sul-mare.sa.it/i-ceramisti-cultura-48.html

Design Contect Digital Review

http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:http://www.designcontex

t.net/topics/una-citta-apparecchiata-per-celebrare-la-ceramica/

Distretto Ceramico di Nove http://www.ceramics.it/ita/distretto-ceramiche-nove-bassano.html

Donnecultura http://www.donnecultura.eu/?p=8169 e

http://webcache.googleusercontent.com/search?q=cache:http://www.designcontex

t.net/topics/una-citta-apparecchiata-per-celebrare-la-ceramica/

Ente Ceramica Faenza http://www.enteceramica.it/

Ecomuseo della Ceramica di Castellamonte

http://www.provincia.torino.gov.it/culturamateriale/musei/e_cas01.htm

Geoplan http://www.geoplan.it/mappe-cartine/mappa-comune-castellamonte-2-TO.htm

Isia Design Faenza http://www.isia.it/

Renzo Igne

http://www.archivioceramica.com/CERAMISTI/IJ/Igne%20Renzo.htm

R.P. Castellamonte di R.Perino & C. SNC - La Castellamonte http :// www. lacastellamonte.it/

Proloco di Faenza http://www.prolocofaenza.it/it/la-ceramica/storia-della-ceramica/

MIC Museo intemazionale della Ceramica di Faenza, http://www.micfaenza.org/

Nino Caruso http://www.ninocaruso.it/italiano/home.htm

La passeggiata degli artisti di Albisola http://www.ceramica-albisola.it/la-passeggiata-degli-atisti.html

La strada della ceramica di Montelupo Fiorentino http://www.stradaceramica.it/it/

Regione Piemonte - Legge regionale 17 agosto 1998, n. 23 (testo integrativo legge regionale 14 marzo 1995, n. 31)

http://www.provincia.torino.gov.it/culturamateriale/doc/norm02.htm (testo integrativo)

Regione Piemonte Legge regionale 14 marzo 1995, n. 31 "Istituzione di Ecomusei del Piemonte"

http://www.provincia.torino.gov.it/culturamateriale/doc/norm01.htm

Maria Teresa Rosa http://www.rosaceramiche.cOm/urban%20design.htm#cd te-re/urban design/DSC03838.JPG

Museo intemazionale della ceramica di Faenza - MIC http://www.micfaenza.org/ Provincia di Torino - Monti Pelati SIC

http://www.provincia.torino.gov.it/natura/protezione_ambientale/aree_protette/monti_pelati/index

Provincia di Torino -1 parchi del Piemonte

http://www.piemonteparchi.it/cms/index.php/parchi-piemontesi/item/178-riserva-naturale-dei-monti-pelati-e-di-torre-cives

Sauerbruch Hutton Architects

http://www.guidafinestra.it/temi/Progetti_Design/news/Sarainceramicailrivestimento esterno 08102010.aspx

Tuttitalia statistiche http://www.tuttitalia.it/piemonte/96-castellamonte/statistiche/censimenti-popolazione/

Vivi Canavese http://magazine.portalbuilder.it/it/cultura/arti-e-mestieri/detail.aspx?a=l 76

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)