Politecnico di Torino (logo)

Bocca, Martino and Piumetto, Andrea

Parco a Collegno, un esempio di intervento nel parco naturale della Dora: "l'agriturismo nella Cascina Sforzata".

Rel. Fabbri Pompeo. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2002

Abstract:

Per descrivere brevemente i contenuti della nostra tesi possiamo partire semplicemente dall'analisi del titolo. Siamo a Collegno, e precisamente nel parco agro -naturale della Dora. L'intervento si sviluppa, principalmente, intorno ad un edificio rurale esistente (la cascina Sforzata) ed ha come obiettivo la realizzazione di un agriturismo.

Gran parte del lavoro si è concentrato nello studio del contesto, in tutti i suoi aspetti: geografico, storico, culturale, politico e normativo, oltre ad un accurato rilievo del fabbricato stesso. Abbiamo cercato quindi di comprendere la microstoria del nostro territorio, la vita dei suoi abitanti, i contadini; siamo andati poi ad analizzare le origini e l'evoluzione di "cascina Sforzata", protagonista della tesi. Su quest'ultimo sono state svolte anche analisi più accurate dal punto di vista tipologico, strutturale e funzionale.

La peculiarità di questo edificio è quella i trovarsi in un territorio unico: un paesaggio agrario di 300 ettari, attraversato dal fiume Dora Riparia nel tratto immediatamente a monte di Torino; un'area questa sulla quale si sta progettando molto anche in funzione di un più generale progetto di "corona Verde" (Regione Piemonte). E' all'interno di questo ambizioso progetto che noi ci andiamo a collocare e di cui cerchiamo di sfruttare e massimizzare gli effetti positivi previsti.

Cascina Sforzata è un modesto fabbricato ad uso agricolo tipico per forma e caratteristiche; il suo valore secondo noi sta proprio nella sua tipicità. Nella cascina Sforzata non è più però possibile svolgere una attività agricola -zootecnica comune a causa delle caratteristiche del fabbricato non più rispondenti alle attuali esigenze tecniche e sanitarie.

Cascina Sforzata può tornare a vivere grazie alla realizzazione di un agriturismo che, in casi come questo, risulta come soluzione ottimale in quanto permette il recupero di un edificio altrimenti destinato all'abbandono, e lo sviluppo di una attività agricola compatibile con il paesaggio agrario.

In questa zona in particolare, ipotetiche iniziative di tipo agrituristico vengono fortemente incentivate sia dalla amministrazione comunale che provinciale,in quanto si tratta di un importante e naturale elemento attrattivo per una maggiore fruizione del Parco. Per rendere funzionale questa idea non ci siamo potuti limitare ad un semplice recupero dell'edificio,ma abbiamo dovuto anche studiare la realizzazione di nuovi spazi.Ci siamo così trovati ad affrontare il problema dell'accostamento tra vecchio e nuovo,argomento che per la sua complessità è diventato centrale nella nostra tesi.

Relatori: Fabbri Pompeo
Parole chiave: agriturismo - Collegno - parco agro naturale - Dora
Soggetti: U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
U Urbanistica > UF Parchi
U Urbanistica > UM Tutela dei beni paesaggistici
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/369
Capitoli:

1 -INDAGINI STORICHE E CULTURALI

Collegno

La campagna medioevale e tardo medioevale Usi dei suoli

Cascina Sforzata

La cascina e il lavoro La vita Quotidiana

2 -TIPOLOGIE RURALI Cascina "a corte" Cascina "in linea"

3 -IL PARCO AGRONA TURALE

Il fiume come risorsa idrica

Flora e fauna

Usi del suolo

4 -ANALISI DEL DEGRADO Fattori di deterioramento delle strutture

Indicazioni per la conservazione

5- PRESCRIZIONI P.R.G.

6 -AGRITURISMO: legislazione e politiche

7 -IL PROGETTO TRA VECCHIO E NUOVO

Perché recuperare

Perché costruire

Come recuperare

Come costruire

I materiali "vecchi"

I materiali "nuovi"

Caratteri tipologici e morfologici "vecchi"

Caratteri tipologici e morfologici "nuovi"

Progetto

Bibliografia:

GIUSEPPE GRAMAGLIA, Borgo Ayrali- Territorio- Proprietà -Cultura istituzioni nella Collegno tardo medievale, Copisteria Palestro -Torino

GIUSEPPE GRAMAGLIA, Collegium: dalla Villa al Burgus -Contributo per una storia di Collegno dal 999 a11280, Copisteria Palestro -Torino

A. M. PASCALE, Fisionomia Territoriale e Popolazione nel Comune di Torino sulla base del Catasto de11349, Bollettino Storico Bibliografico Subalpino, voi LXXII, 1974

A.A. SETTIA, Fortificazioni Collettive nei villaggi medievali, ed. del 1976 C. FEIFFER, Il progetto di conservazione, Milano 1989

NEGRO, Proprietà dei materiali, in "II degrado dei materiali da costruzior

Dispense per i Laboratori di Restauro" a. a. 1997-98

S. TINE', La pratica del restauro: materiali, macchine, tecnologie, Milano 1985

G. GIORDANO, Il legno: vademecum per gli operatori, Firenze 1984

F. ADAMO, Per una tipologia geografico-sociale della casa rurale nella pianura piemontese, in "Bollettino della società geografica italiana", Rom 1978

DANTE GRAZIOSI, Piemonte Rurale, Novara, 1951

S. AGOSTINI, Architettura rurale- la via del recupero, Franco Angeli I l Jrh.qni~tir..q Mil.qnn 1 ~~~

M. w., Il recupero degli edifici rurali ne/la provincia di Asti, Regione Piemonte e Provincia di Asti, Asti 2000

v. INGEGNOLI, Fondamenti di Ecologia del Paesaggio, CittàStudi Edizioni S.r.l.. Torino 1997

P. FABBRI, Il verde nel Paesaggio, Edizioni Angelo Guerini S.r.

1989

, Milano

S. JARETTI SODANO, E. CALDERINI, A. CELORIA, D. JARETTI SODANO. M. MAlOCCHI, M. B. PICCO, L. RE, Restauro e innovazione

nel riuso. Celid, Beinasco (TO) 2000

RECUPERARE L'EDILIZIA, n. 24, Milano, Alberto Greco Editore

COSTRUIRE IN LATERIZIO, n. 59, Faenza {RA), Gruppo Editoriale

Faenza Editrice S.p.A

G. BARONIO, L. BINOA, Durabilità di strutture murarie in mattoni pieni, in

" Recuperare

,"- n-4 -1983

E. CURTONI, A. RASO, Il parco della Dora Riparia -studio ricognitivo di

fattibilità. Torino, 1994

M. MONGE, Progetto preliminare del Parco Agronaturale a Collegno, Torino. 1999

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)