Politecnico di Torino (logo)

Sogno Fortuna, Stefano

Ripensare l’architettura alpina moderna in abbandono : un progetto per l’albergo "Al Rascard" a Chamois (Valtournenche).

Rel. Massimo Crotti. Politecnico di Torino, Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta', 2014

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

Chamois, località alpina posta nella Valtournenche, che si contraddistingue per la sua particolare posizione e unicità, è collegata al fondovalle per mezzo di una funivia. Il paese reca in sé le caratteristiche insediative tradizionali della Valle d'Aosta. Ai tipici rascard si mescolano gli interventi che a partire dalla seconda metà del Novecento, ne hanno profondamente modificato l'immagine e la struttura. Impianti di risalita e alberghi, sono le strutture che più hanno influenzato la trasformazione del paese, e a questa categoria appartiene l'oggetto d'analisi.

L'architettura alpina moderna in abbandono.

L'albergo "al Rascard'', edificato a partire dagli anni sessanta del Novecento, ebbe grande notorietà fino agli anni settanta, per poi cadere in abbandono e in assoluto stato di degrado. Cinto da un'alta palizzata, attualmente l'albergo è in vendita e completamente inaccessibile a causa dell'elevato stato di degrado di alcune sue parti, che lo rendono pericolante. Un edificio in abbandono, come ne esistono tanti sulle nostre montagne. Segni di un passato la cui impronta sul territorio è ancora ben visibile "'architettura è rappresentazione della cultura, della politica e delle ambizioni di un tempo e allora dobbiamo capire questo tempo”(M. Cucinella). Edifici in stato di abbandono, in attesa di un futuro da reinterpretare e restituire alla comunità. È questa la sfida attuale con cui confrontarci, un patrimonio edilizio dismesso, inutilizzato e in deterioramento. L'albergo "al Rascard" è parte di questo patrimonio, è parte di un insieme di edifici dal passato glorioso in cerca di un futuro. Il tema approfondito verte soprattutto su questo aspetto, il recupero, la riqualificazione di un edificio di età moderna, la metodologia affrontata nell'analisi e la proiezione per un possibile (riutilizzo) futuro. Le parole chiave diventano recuperare e restituire. Un recupero, che non interessa solo l'edificio nello specifico, ma un'intera comunità. Sono occasioni che permettono non solo una riqualificazione edilizia, ma fungono da volano per il recupero economico del contesto. Aspetti legati all'ambito paesaggistico, economico e territoriale possono scaturire da un ripensamento dell'architettura in abbandono, in chiave contemporanea senza influenze storiciste e folkloriche. Questo è il tema dell'elaborato, un percorso, in cui il disegno è la chiave di lettura, che parte da constatazioni sullo stato di fatto e sul contesto per poi esaminare quelli che sono gli aspetti compositivi e progettuali. Un cammino che riguarda un edificio moderno (1963), lo reinterpreta e lo analizza per proiettarlo in chiave contemporanea.

Alla base del progetto proposto, vi sono considerazioni di carattere economico e di appeal turistico della località. L'albergo presenta una grande potenzialità, sia di recupero paesaggistico, che funzionale, che andrebbero a Influire positivamente sull'intera comunità chamoisina. Ragioni queste, che mi hanno spinto al ripensamento dell'intero complesso alberghiero, all' utilizzo di queste potenzialità inespresse. Un percorso di tappe interconnesse le une alle altre, determinato da suggestioni e vincoli, volto alla definizione di un progetto possibile. Il Rascard è figlio di un' epoca, dell'invenzione di un turismo di massa, e come tanti alberghi del periodo è in disuso e in abbandono. Occorre ripensarli, interrogarsi su di essi, su di un patrimonio edilizio presente e non sfruttato. La loro ridefinizione è la chiave per una riqualificazione del paesaggio alpino deturpato dalla deriva consumistica del dopoguerra.

Relatori: Massimo Crotti
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea magistrale in Architettura costruzione citta'
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3552
Capitoli:

INTRODUZIONE

>CAP1 L'inquadramento territoriale

Il contesto insediativo

Chamois e il turismo

Il mercato del turismo

>CAP2 normativa urbanistica

compendi normativi

>CAP3 l'hotel "Al Rascard"

Il primo progetto

Il secondo progetto

Il progetto della copertura

Statodifatto

>CAP4 Riferimenti

Hotelalpina

Vigilius mountain resort

Resorti in Lofer.

Mountain lodge sogneflorden

Hotel 1301 inn-Slow Horse

Collegiofemminile Unterhaus

>CAP5 II progetto

Gli studi preliminari

Gli studi distributivi

La facciata

Gli ambienti interni

Il progetto

La descrizione dell'intervento

Piante, prospetti, sezioni

Particolari

Il nuovo hotel "al Rascard"

CONCLUSIONI

BIBLIOGRAFIA

Bibliografia:

Aglieri Rinella T., Hotel Design: fondamenti di progettazione alberghiera, Venezia: Marsilio, 2011.

Avermaete T., Massey A., Hotel lobbies and lounges: the architecture of professional Hospitality, New York: Routledge, 2013.

Bai M., Galliano A., Vecchia Valle d'Aosta, Aosta: Musumeci Editore, 1982.

Bartaletti F., Le grandi stazioni turistiche nello sviluppo delle alpi italiane, Bologna: Patron, 1994.

Benedetti C., Costruire in legno: edifici a basso consumo energetico, Bozen: Bolzano University Press, 2009.

Bolzoni L., Abitare molto in alto: le Alpi e l'architettura, Scarmagno: Priuli e Verlucca, 2009.

Brino G., Carlo Mollino, Architettura come autobiografia, Viareggio, Idea books, 2005.

Cassani M., da La Stampa, Sabato 4 maggio 2013, pag. 21.

Cucinella M., in ALPS n.3 inverno 2012-2013, Sensibilità, creatività, sostenibilità, Barcelona, LIStlab, 2012 (pag.55)

De Rossi A., Architettura alpina moderna in Piemonte e Valle D'Aosta, Torino: Umberto Allemandi & c., 2005.

De Rossi A., Dini R., Architettura alpina contemporanea, Scarmagno (TO): Priuli & Verlucca, 2012.

Deplazes A., Constructing architecture, material processes structures a handbook, Basel: Birkhauser, 2005.

Durbiano G., Robiglio M., Paesaggio e architettura nell'Italia contemporanea, Donzelli Editore, 2003.

Fabris L., Ecohotel, Santarcangelo di Romagna (RN): Maggioli, 2012.

Ferrando D., in The Pian n°070,novembre 2013, Bologna: Centauro srl, 2013.pag. 80

Ferrari N., Mollino: Casa del sole, Torino: Museo Casa Molli¬no, 2007.

Giovanazzi S., La montagna: uno spazio per il tempo libero, Padova: Marsilio, 1971.

Janin B., Le Val d'Aoste. Tradition et renouveau, Allier, Grenoble 1968; Musumeci Editore, Aosta, 1968.

Latina C., Edilizia per il Turismo e la ristorazione: alberghi, motel, villaggi turistici, agriturismo, ristoranti, bar, Torino: UTET, 2007.

Mayr Fingerle C., Neues Baue in den Alpen architettura con¬temporanea alpina new alpine architecture, Basel; Boston; Berlin: Birkhauser, 2008.

Moretto L., Architettura moderna alpina in Valle d'Aosta, Quart: Musumeci, 2003.

Moretto L., Costruire a Cervinia e... altrove, Quart: Musumeci, 2004.

Ogliari F., Franco Sapi, Storia dei trasporti Italiani: scindile fra i monti: Piemonte e Valle d'Aosta, Northwestern University, 1966.

Pace S.(a cura di), Carlo Mollino architetto, 1905-1973: costruire la modernità, Milano: Electa, 2006.

Peyrot A., La Vallèe d'Aoste au fil des siècles, Tipografia Torinese Editrice, 1972.

Regis D., Turismo nelle Alpi: temi per un progetto sostenibile nei luoghi dell'abbandono, Torino: Celid, 2005.

Riewoldt 0., Alberghi contemporanei, Modena: Logos, 2002.

Rivista giuridica dell'edilizia, Casa editrice Dott. A. Giuffrè, 1963.

Rodella D., Scuole, ospedali, alberghi: norme tecniche per la compilazione dei progetti, Milano: Il Sole 24 Ore PÌrola, 1997.

Schlorhaufer B., don A. Caminada, Cui Zuffel e l'aura dado: don A. Caminada, Luzern: Quart, 2008.

Soardo G., Architettura rurale in Valle d'Aosta, Scarmagno (TO): Priuli & Verlucca, 2010.

Torino e Valle d'Aosta,Touring club Italiano, Milano: Touring Editore, 2001

Venesia P., Chamois, Ivrea: Tipografia Eporediese, 1974.

Zevi L., Milone E., Nicoletti M., Perris R., Il nuovissimo manuale dell'architetto, Roma: M.E. Architectural Book and review srl, 2010.

Zumthor P., Thinking architecture, Basilea: Birkhauser, 2010.

Sitografia

www.comune.chamois.ao.it

www.aipine-pearis.com

www.energieingioco.it

www.graftlab.com

www.hapticarchitects.co.uk

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)