Politecnico di Torino (logo)

Di Giovanni, Paola

Uno spazio a misura di donna : linee guida sul colore all'interno del reparto di ostetricia dell'ospedale S. Anna di Torino.

Rel. Anna Marotta, Chiara Cannavicci. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2014

Abstract:

L'ospedale è un'istituzione antica presente in tutte le società. Nel corso degli anni i progressi scientifici hanno aperto nuovi orizzonti di cura, garantendo un’aspettativa di vita più alta e trasformando gli ospedali da luoghi di morte a luoghi di cura e guarigione. Mentre questi aspetti si sono evoluti, le strutture sono rimaste le stesse diventando in molti casi fatiscenti o obsolete. Obiettivo principale del progettista è quindi quello di sviluppare nuovi modelli di intervento che promuovano l'umanizzazione aH’interno degli ambiti ospedalieri. La qualità che si cerca non è solo quella medica, ma coinvolge una sfera molto più ampia che tiene in considerazione tutte le percezioni sensoriali che una persona in evidente stato di malattia può percepire. Questo lavoro nasce dalla volontà di risolvere un problema nodale degli ultimi tempi, ossia l’umanizzazione degli spazi ospedalieri, attraverso l'uso del colore. Personalmente, reputo che l'affrontare una malattia in un ambiente rasserenante possa garantire un periodo di ripresa considerevolmente più limitato piuttosto che affrontare un periodo oscuro in uno spazio grigio e cupo (o peggio acromatico). Non occorre fare stravolgimenti eccessivi, ma uno studio mirato e soprattutto l'utilizzo di colori non “a caso” possono notevolmente migliorare la permanenza all'interno della struttura. La prima parte di questo lavoro si occupa di tenere in considerazione gli aspetti oggettivi della visione, quelli cioè che ci permettono in modo meccanico di recepire un colore, una luce attraverso l'apparato visivo. Seguono poi gli studi pregressi e contemporanei sul modello colore e le sue capacità percettive. Vengono trattati solo alcuni dei protagonisti del colore, quelli che in qualche modo hanno reso i loro studi importanti ai fini percettivi e applicati ad una teoria. Prima di parlare del mio caso studio specifico ho ritenuto opportuno verificare la presenza di buoni esempi in tal ambito con il capitolo 3 relativo ai corretti interventi cromatici in ambito sanitario. La volontà di analizzare gli ambiti ospedalieri l'ho maturata a seguito del corso di comunicazione e percezione visiva tenuto dalla Prof.ssa Anna Marotta, ma la scelta del reparto su cui approfondire il mio lavoro è arrivata solo successivamente. La scelta è arrivata dal cielo con l'arrivo delle mie due nipoti che mi hanno fatto capire come questo reparto ospedaliero, nonostante sia il più importante di tutti, è probabilmente il più sottovalutato. Le persone che frequentano questi spazi non sono malate anzi sono in una piacevole condizione. Ma non per questo hanno meno importanza degli altri pazienti, perché anche loro si trovano in una situazione di sofferenza, anche se temporanea. Nonostante questa piacevole condizione spesso questo ambienti sono lasciati cromaticamente incompleti accrescendo la sensazione di paura che una donna indifesa prova in un momento come questo. Nonostante sia stato complicato reperire i permessi e fare fotografie all’interno del reparto sono soddisfatta del lavoro svolto e della scelta fatta. Uno spazio importante come questo, andrebbe ancora di più tutelato per permettere alle neomamme di affrontare correttamente un momento di stress come il parto. Per concludere ho reputato corretto inserire il materiale delle mie ricerche in un allegato con all’interno 30 casi studio divisi in tre grandi famiglie: istruzione, divertimento e svago e sanità, che mi ha aiutato nella fase di analisi dell'esistente e in tutta la fase di indicazioni progettuali.

Relatori: Anna Marotta, Chiara Cannavicci
Soggetti: A Architettura > AG Edifici e attrezzature per la sanità e l'assistenza
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/3538
Capitoli:

RINGRAZIAMENTI

PREMESSA

PRIMA PARTE - DAL “COLORE" ALLA PERCEZIONE CROMATICA

INTRODUZIONE

CAP.l FISICA E FISIOLOGIA DEL COLORE. ASPETTI OGGETTIVI

1.1 Luce e colore ;

1.2 L'Illuminazione degli ambienti di cura

1.3 L'illuminazione artificiale e gli effetti sull'uomo

1.4 L'illuminazione naturale e gli effetti sull’uomo

1.5 II colore funzionale

1.6 Le particolari esigenze dell’ambiente sanitario

CAP. 2 PSICOLOGIA DEL COLORE. ASPETTI SOGGETTIVI DELLA PERCEZIONE

2.1 Gli aspetti soggettivi della percezione

2.2 Una chiave di lettura del colore "psicologico”: principali protagonisti

2.2.1 L'azione sensibile del colore di Goethe

2.2.2 II Lavoro di Philipp Otto Runge e Johann Wolfgang Von Goethe

2.2.3 La percezione soggettiva da M.E Chevreul ai test di Lusher

2.2.4 Thomas Young e Hermann Von Helmholtz e la sintesi addittiva e sottrattiva

2.2.5 La scuola della Gestalt: l'esempio di Goldstein

2.2.6 Waldo Bernasconi e l'energia colore

2.2.7 Le teorie comparate di Policroma

2.2.8 F.Mahnke e la "piramide dell'esperienza del colore”

2.2.9 L’International Association of Color Consultons

2.2.10 La complessità del colore: L.Luzzatto e R.Pompas

2.2.11 Manlio Brusatin: Colore e design

2.2.12 Considerazioni finali

2.3 Benefici di un ambiente policromatico rispetto ad uno monocromatico

2.4 La dimensione espressivo sensoriale dei materiali

2.5 La sinestesia: il colore e i cinque sensi

CAP.3 APPLICAZIONI CROMATICHE IN AMBITO SANITARIO

3.1 II progetto "Rifiorisce la vita”del gruppo Policroma guidato

dal Prof.Arch. Anna Marotta

3.1.1 La filosofia del progetto “Rifiorisce la vita" e del gruppo Policroma

3.2 Il progetto "Cromoambiente®" e L’Arch. P.Brescia

3.2.1 La filosofia di "Cromoambiente®” sulla percezione degli ambienti

3.3 Il progetto " Colore e.... sanità" e l'Arch. D.De Biase

3.4 Il progetto "Osservatorio Colore" dei Prof.Arch. G.Bertagna e Prof.Arch A.Bottoli

3.5 FORMA Onlus per l'Ospedale Regina Margherita di Torino

3.6 Il progetto Medicina a misura di donna - ONLUS

SECONDA PARTE - ANALISI DELLA QUALITA' AMBIENTALE IN AMBITO OSPEDALIERO

CAP.1 ARCHITETTURA OSPEDALIERA: ANALISI

INTRODUZIONE

1.1 Le strutture ospedaliere: analisi delle criticità

1.2 Umanizzazione degli ospedali e concetto di benessere

1.3 II dialogo con la struttura attraverso il colore

1.4 Quadro normativo di riferimento

1.5 Analisi funzionale: quadro esigenziale per attori

CAP.2 DIALOGO TRA LA DONNA E L’AMBIENTE OSPEDALIERO. LO STRESS AMBIENTALE

INTRODUZIONE

2.1 La madre e i cambiamenti

2.2 Percorso temporale ed emotivo della donna

2.3 II parto

2.4 I luoghi del parto

2.5 Analisi funzionale degli spazi: quadro esigenziale

CAP.3 IL REPARTO DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA ALL’OSPEDALE SANT’ANNA DI TORINO

3.1 Inquadramento territoriale

3.2 L’azienda ospedaliera O.l.R.M. Sant'Anna di Torino

3.3 L’impianto architettonico, strutture sanitarie e ambulatori Sant’Anna

3.4 Stato di fatto: indagine fotografica

3.5 Considerazioni sul primo sopralluogo

3.6 Analisi dello spazio fisico e psicologico: caratteristiche e percezione

3.7 Valutazione di problematiche ed esigenze di utenti e operatori

TERZA PARTE - UNO SPAZIO A MISURA DI DONNA. LINEE GUIDA SUL COLORE ALL’INTERNO DEL REPARTO DI OSTETRICIA

CAP.l CONCEPT E OBIETTIVI PROGETTUALI

INTRODUZIONE

1.1 Design e colore nel progetto degli ambienti sanitari

1.2 Progetti cromatici

1.1.1 Atrio d'ingresso

1.1.2 L’atrio del reparto di ostetricia

1.1.3 I corridoi

1.1.4 I corridoi del reparto di ostetricia

1.1.5 Le camere di degenza

1.1.6 Le camere di degenza del reparto di ostetricia

1.1.7 Sala travaglio e zona nido

1.3 Conclusioni

BIBLIOGRAFIA

ALLEGATO I

CASI STUDIO

Bibliografia:

PRIMA PARTE - DAL “COLORE” ALLA PERCEZIONE CROMATICA.

Isaac newton, Opticks, stampa William Innys, Londra 1704.

Faber Birren, Functional color: A book of facts ans Research meant to inspire more rational methods in the solution of color problems, Crimson press, New York 1937, pp.20-35.

Rudolf Arnheim, Arte e percezione visiva, trad. it. Feltrinelli, Milano 1962.

Frieling Heinrich, Il colore, l’uomo e l'ambiente, Il Castello, Milano 1962.

Magdalen Vernon, La psicologia della percezione, Astrolabio, Roma 1963.

Faber Birren, Colour for Interiors, Whitney Library of Design, New York 1963.

Charles Bouleau, La geometria segreta dei pittori, Eelcta, Milano 1963.

Giuseppe Antonio pugno, Colore funzionale ed architettura, (coll. Quaderni di Studio), Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, Torino 1967.

Josef Albers, Interazione del colore, Pratiche editrice, Torino 1971.

Mario Farnè, La percezione dello spazio visivo, Cappelli, Bologna 1972.

Ellen Marx, The contrast of colors, Van Nostrand Reinhold Company, New York 1973.

Christian Itten, Colore comunicazione, Il saggiatore, Milano 1975. Max Lüscher, Il test dei colori, Astrolabio, Roma 1976.

Max Lüscher, La teoria dei colori, Astrolabio, Roma 1976.

Albino Ronco, Introduzione alla Psicologia. Conoscenza e apprendimento, LAS, Roma, 1977.

Johann Wolfgang von Goethe, La teoria dei colori, Il Saggiatore, Milano 1979.

Lamberto Maffei, Luciano Mecacci. Dalla percezione alla psicologia, Mondadori, Milano 1979.

Guido Petter, Beatrice Garau, Il mondo del colore, Giunti Marzocco, Firenze 1979.

Johann Wolfgang von Goethe, La teoria dei colori, Il Saggiatore, Milano 1979.

Gaetano Kanizsa, Grammatica del vedere, Il Mulino, Bologna 1980.

Lia Luzzatto, Renata Pompas, Il linguaggio del colore, Il Castello, Milano 1980.

Gaetano Kanizsa, Grammatica del vedere, Il Mulino, Bologna 1980;

Gvorgy Kepes, Il linguaggio della visione, Dedalo, Bari 1981.

Faber Birren, Colore, Idea Libri, Milano 1982.

Daniele Talozzi, Il colore e l’architetto. Università Studi Firenze, Firenze 1982.

Leonardo Marletta, L'Interpretazione dei colori. Edizioni Urano, Milano 1982.

Walter Gerbino, La percezione, Il Mulino, Bologna 1983.

Manlio Brusatin, Storia dei colori, Piccola biblioteca Einaudi, Torino 1983.

Jack Chandu, Guarire con i colori, Atanor, Roma 1983.

Linda Clark, Cromoterapia, Red, Como 1984.

Andrea Frova, Luce, colore, visione, Editori riuniti, Roma 1984.

Lia Luzzatto, Renata Pompas. Il significato dei colori nelle civiltà antiche, Rusconi, Milano 1988.

Elena Pontiggia(o cura di), W. Kandinsky, Lo spirituale nell'arte, SE, Milano 1989.

Waldo Bernasconi, Cromoterapia. Colori e qualità della vita, Xenia, Milano 1989.

Waldo Bernasconi, Cromoterapia, II ed. Demetra, Bussoleno (VR) 1990.

Luigina De Grandis, Teoria e uso del colore, Mondadori, Milano 1990.

Ezio Manzini, Artefatti verso una nuova ecologia dell'ambiente artificiale, Domus Academy, Milano 1990.

Mario Salvade, Architettura ospedaliera, Città Studi, Milano 1991.

Josef Albers, Interazione del colore, Pratiche, Parma 1991.

Max Loscher, Il test clinico di Lüscher, Piovan, Abano Terme 1993.

Federico Butera, Architettura e ambiente, Etaslibri, Milano 1995.

Maurizio Mamiani. Newton, Giunti Lisciani Editori, Firenze 1995.

Ave Appiano, Comunicazione visiva, Utet, Torino 1996.

Paolo Brescia, Progettare il colore, da M. Bertagnin Bioedilizia, Edizioni G.B., Monopoli 1996.

Max Luscher, Il test dei colori:diagnostica e terapia, Armando editore, Roma 1997

Frank Mahnke, Il colore nella progettazione. L’uso del colore come elemento di benessere nella progettazione dell'ambiente architettonico, Utet, Torino 1998.

Manfredo Massironi. Fenomenologia della percezione visiva, Il Mulino, Bologna 1998.

Michele Scapino, Cromoterapia. Il potere del colorì tra benessere fisico e guarigione spirituale, Editoriale Olimpia, Firenze 1998.

Gianluca Pozzi, I sensi della Casa, prospettive per abitare il benessere, Il saggiatore, Milano 1998.

Dina Ricco. Sinestesie per il design. Le interazioni sensoriali nell'epoca dei multimedia, Etas, Milano 1999.

Anna Marotta, “Policroma. Dalle teorie comparate al progetto del colore”, Celid, Torino 1999.

David Batchelor, Cromophobia, Reaktion Books, Londra 2000.

Eleonora Fiorani. Leggere i materiali: con l'antropologia, con la semiotica, Lupetti Editori di comunicazione, Milano 2000.

Max Luscher, prefazione Claudio Widmann, Il simbolismo dei colori, Edizioni Scientifiche Magi, Roma 2000.

Silvia Gianassi, Il colore per guarire, Milano 2000.

Stefano Capolongo (a cura di), “Gli impianti nell’architettura", vol. II, Utet, Torino 2000.

Stefano Capolongo, Maddalena Buffoli, Qualità e ambiente fisico ospedaliero, Hoepli, Milano 2001.

Lia Luzzatto, Renata Pompas, Il colore persuasivo. Grafica, pubblicità, comunicazione nei media, Il castello, Milano 2001.

Ave Appiano, Pubblicità, comunicazione, immagine, Zanichelli, Bologna 2001.

Paul Rookes, Jane Willson, La Percezione, Il Mulino, Bologna 2002.

TERZA PARTE - UNO SPAZIO A MISURA DI DONNA. IL PROGETTO DEL COLORE NEL REPARTO DI OSTETRICIA E GINECOLOGIA

MARINO BONAIUTO, BILOTTA ELENA, FORANARA FERDINANDO, Che COS’è la psicologia architettonica, Carocci Editore, Roma 2004.

Luca Guerrini (a cura di), Design degli interni. Contributi al progetto per l'abitare contemporaneo, FrancoAngeli editore, Milano 2006.

Romano Del Nord (a cura di), Lo stress ambientale nel progetto dell’ospedale pediatrico indirizzi tecnici e suggestioni architettoniche, Motta Architettura, Milano 2006.

Stefano Capolongo, Edilizia ospedaliera, approcci metodologici e progettuali, Hoepli, Milano 2006, p.l 11.

Marco Maiocchi (a cura di), Design e comunicazione per la sanità, Maggioli, Milano 2008.

TESI DI LAUREA

giuliano, Cromie per il benessere, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2001-2002, rel. prof.ssa Anna Marotta.

Paolo Bidese, L’uso funzionale del colore negli ambienti sanitari, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2007-2008, rel. prof.ssa Anna Marotta e prof. GIANNI CAGNAZZO.

Anita Donnabianco, Umanizzazione negli ospedali: questioni di metodo, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2007-2008, rel. prof.ssa Anna Marotta e prof. FABRIZIO MITRI.

Veronica Valdelgamberi, Il colore e il lessico dei colorì. Aspetti psicofisici, cognitivi e linguistici, Università degli studi di Verona, Facoltà di lingue e letteratura, a.a. 2007-2008, rel. Gloria Menegaz.

Carlo Corronca, “Psicolor”: la psicologia del colore nell’architettura, Politecnico di Torino, Il Facoltà di Architettura, a.a. 2009-10, rei. prof.ssa Anna Marotta.

Alessandro pisani, Il colore come parametro di progetto nell'architettura sostenibile, Politecnico di Torino, Il Facoltà di Architettura, a.a. 2009-10, rel. prof.ssa Anna Marotta.

Marta Balzarro, L’ospedale a colorì a misura di bambino, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2010-2011, rel. prof.ssa Anna Marotta.

Claudia Patuzzo, Il Colore nell'Architettura, Superila spazi e luoghi, Politecnico di Milano, Scuola di Architettura e società, a.a. 2010 - 2011, rel. Barbara Bogoni correl.FERNANDA INCORONATO.

Valeria Bergamo, Colore e luce: un parametro dì progetto dei centri Alzheimer, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2011-2012, rel. prof.ssa Anna MAROTTA.

Silvia Marello, QUO VADIS? Analisi per l’orientamento e il wayfinding nei luoghi di cura, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2011-2012, rel. prof.ssa ANNA MAROTTA.

Federica Frassa, Esperienze di umanizzazione degli spazi ospedalieri attraverso il colore- Il servizio psichiatrico di diagnosi e cura, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, a.a. 2011 - 2012, rel. Anna Marotta, corr. Cristina Donadio

RIVISTE O PUBBLICAZIONI

Sthepen Lemprecht, The gap between design and healing, in “Metropoli” n.77, 1996.

Paolo Brescia, Progettare il colore, in Progettare per la sanità, sett./ott. 1998, n.47.

Armando Ferraioli, L’Illuminotecnica delle strutture a uso medico, in Tecnica Ospedaliera, Tecniche nuove, Ottobre 2003, n.9. pp. 1-10.

Laura Colomelli, Ecco i colori giusti per gli ospedali, fabbriche e uffici, in “Corriere della sera", 2004, p.54.

Daniela de Biase, La sanità si colora con cromoambiente, in “Progettare per la Sanità", gennaio/febbraio 2004, n.79, pp.42-47.

Renzo Magosso, Dottore ci curi in technicolor, in "Gente", 26 marzo 2006, pp.54 - 58

Daniela de Biase, Paolo Brescia, L'umanizzazione attraverso luce e colore, in “Servizi per le aziende", Settembre 2007, n.061, pp.72-73.

Giuseppe Sacco, Daniela de Biase, Sostenibilità, in “Hospital & Public Health", aprile/ giugno 2008, n.2, pp. 30-34.

Tracciati regionali “Prestazioni e Dimessi" CSI Piemonte e S.l. Medtrak, 2011

Claudia Giraud, L’arte? Fa stare bene. All’ospedale Sant’Anna di Torino nasce la Fondazione Medicina a Misura di Donna, il primo progetto è con l’Accademia Albertina, in Artribune, Febbraio 2012, Roma.

Anna Marotta, Immagination applied to European norms in “humanized” hospital. More research, less cost, in Less More Architecture Design Landscape. Le vie dei Mercanti. X Forum Internazionale di Studi, La Scuola di Pitagora, Napoli 2012, pp. 906-914.

Serena Abello, chiara cannavicci, marta balzarro, “Life flourish again" for San Lazzaro Hospital in Turin. More sustainable colour, less stress., in Less More Architecture Design Landscape. Le vie dei Mercanti. X Forum Internazionale di Studi, La Scuola di Pitagora, Napoli 2012.

Anna Marotta, Mario Lombardo, Anima valens in corpore aegro Percorsi di cura dello spirito. Sale del silenzio, sale multiculto, chiese., Ananke editore, Roma 2013.

SITI WEB

http://fralenuvol.com/albero/sapere/colori/fisica/teoria_colori

http://www.francozeri.it/sistemi/colorimetria.htm

http://www.oikos-paint.com/contenuti/colore/colore-e-luce/ambiente-cromatico

http://www.eultorweb.eom/Color/C.html

http://www.epertutti.com/ricerche/IL-COLORE-l-COLORI-DELLA-LUCE-23231.php

http://www.ildiogene.it/EncyPages/Ency=cromoterapia.html

http://www.bambinopoli.it/scuola/Parliamo_dLcromoterapia/1264/

http://www.academia.edu/1432912/Colore_e_wayfìnding_una_sperimentazione_allOspedale_San_Paolo_di_Milano

http://www.medicinamisuradidonna.it/photogallery/category/4-curiamo-i-luoghi-di-cura.html

http://www.coloreesanita.it

http://www2.aress.piemonte.it

http://www.iacc-italia.org

http://www.gravidanzaonline.it/parto/

http://www.cittadellasalute.to.it/

http://www.oirmsantanna.piemonte.it

“Architettura terapeutica": colore, decorazione, movimento nell'umanizzazione negli ospedali Arch. Anna Marotta - Full Professore, Ph. D. - Politecnico di Torino - Dipartimento di Architettura e Design, in

www.telemeditalia.it

www.philipps.com

www.proietta.it

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)