Politecnico di Torino (logo)

Caprani, Marco

The heart of the metropolis. Helsinki Central Library open international architectural competition Il cuore della metropoli. La biblioteca centrale di Helsinki concorso aperto di architettura internazionale.

Rel. Cesare Griffa, Paolo Mellano. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2012

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

"The heart of the metropolis - Helsinki Central Library: open international architectural competition"

«Helsinki Central Library Competition è stata per me l'occasione di partecipare per la prima volta ad un vero e proprio concorso di architettura in ambito internazionale; mi son ritrovato ad affrontare problemi progettuali complessi sia teorici che pratici e quindi a confrontarmi non solo con l'organizzazione di un edificio importante sia dal punto di vista architettonico che sociale, ma anche con la gestione del lavoro e del tempo.

La volontà di partecipare ad un concorso simile, nacque dalla voglia di provare a fare il punto sulle conoscenze apprese in questi anni universitari impegnandomi in un progetto dove potessi mettere alla prova le mie capacità sia tecniche che progettuali.

L'idea di affrontare la progettazione di un solo edificio con caratteristiche multifunzionali o un piccolo complesso era da tempo uno dei miei desideri, poiché permette di affrontare a 360° un progetto e di scendere nel dettaglio di alcune sue parti, ancora prima di arrivare al contesto, credo che l'organicità in un progetto di architettura sia essenziale e che nulla è armonico e "bello" se non curato nel minimo dettaglio e non fondato sugli stessi principi, tempi permettendo ovviamente.

Nel mese di Febbraio 2012, ero dunque alla ricerca di un bando di concorso che mi potesse soddisfare e piacere quando lessi su europaconcorsi.com della possibilità di partecipare al concorso "The heart of the metropolis - Helsinki Central Library open international architectural competition" uscito nei primi giorni di Dicembre 2011 in previsione dell'evento di World Design Capital Helsinki 2012.

Anche se l'iscrizione al bando era gratuita, purtroppo i requisiti per partecipare effettivamente al concorso erano abbastanza pretenziosi, in quanto era necessaria la presenza dì un architetto iscritto all'ordine professionale del paese di origine da almeno 5 anni, inoltre veniva richiesta la firma di un professionista esperto di tecnologie energetiche che avesse svolto una simulazione dinamica (tipo CFD) di un edificio realizzato di almeno 1000mq.

Da poco terminata un' esperienza negli USA, dove ho migliorato parecchio le mie capacità di modellazione tramite strumenti informatici parametrici, e data la richiesta specifica nel bando dell'utilizzo di software CAD e BIM per la progettazione dell'edificio decisi di rivolgermi al professore di Composizione Architettonica, incontrato durante il mio percorso di studi, più prossimo all'utilizzo di questo tipo di strumenti, ovvero l'arch. Cesare Griffa, il relatore di questa tesi.

Spiegando le mie motivazioni al docente, suscitando un certo interesse mi fu proposto di non partecipare al concorso singolarmente in maniera simulata, ma di affrontare quest' esperienza insieme allo studio di cui ne è il titolare, insieme ad un altro ragazzo interessato, Federico Rizzo, anch' egli deciso a sfruttare l'occasione come tesi. Successivamente, si discusse un po' su come organizzare il team di lavoro cercando di coinvolgere più esperti possibile con la speranza di produrre un elaborato valido e soddisfacente su tutti i punti richiesti dal bando; su proposta del docente e grazie alla disponibilità di tutti, si decise di organizzare una sorta di "cordata politecnica": sono stati coinvolti un gruppo di docenti del Politecnico di Torino, la maggior parte della facoltà di Architettura, che partecipando attivamente a riunioni ed incontri ci ha aiutato a portare avanti il progetto tramite consulenze continue, fornendo contatti con esperti nei vari settori coinvolti nella progettazione e aiuti nella compilazione degli elaborati.

Il tutto si è esaurito all'inarca in poco più di due mesi tra preparativi e giorni effettivi di lavoro, devo ammettere che i ritmi di lavoro sono stati notevolmente serrati ed abbastanza pesanti, sono state davvero necessarie le energie di tutti e la comprensione di molti per portare a termine in tempo questo elaborato. Nonostante ciò, l'esperienza è stata più che positiva ed entusiasmante, spero di riuscire a far trasparire da queste pagine la passione, la cura, la dedizione e la meticolosità con cui è stato affrontato il tutto, sia da parte mia che da parte del team.»

Relatori: Cesare Griffa, Paolo Mellano
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GD Estero
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2824
Capitoli:

Introduzione

Capitolo 1: Il panorama architettonico

1.1 Questioni di spazio ed eventi

1.2 Un'architettura per leggere, lavorare e comunicare: forma, flussi e persone.

1.3 Il concorso, l'attualità e la partecipazione: una riflessione critica.

Capitolo 2: Il concorso

2.1 Background per il concorso

2.2 Area di progetto, localizzazione

2.3 Elaborati e consegna

2.4 Requisiti speciali

2.5 Criteri di valutazione e riferimenti

2.6 Organizzazione del team: le figure e le operazioni

2.7 Materiale fornito dal bando

2.8 La scelta del pubblico

Capitolo 3: Anamnesi ed analisi del caso studio

3.1 La Città di Helsinki: scatti su Töölö Bay

3.2 Riferimenti storici e architettonici locali scatti degli edifici limitrofi

3.3 Analisi climatica (Termica/Igrometrica)

3.4 Studi di fattibilità precedenti

Capitolo 4: Il programma e l'organizzazione

4. l Il programma degli spazi

4.2 Concept progettuale

4.3 Diagrams & Networks

Capitolo 5: Helsinki City library

5.1 Le idee, gli schizzi e le prime prove

5.2 Flussi e accessibilità

5.3 Dalla programmazione dello spazio alla massa

5.4 Ricerca e tools informatici: l'ottimizzazione della forma

5.5 La struttura

Capitolo 6: Le tecnologie

6.1 Requisiti energetici: Near Zero Energy Building

6.2 La doppia pelle

6.3 Gli impianti

6.4 Trattamento dell'aria, Hvac Systems

6.5 Illuminazione degli ambienti

6.6 I materiali

Capitolo 7: Elaborati consegnati

7.1 Tavole

7.2 Renders del progetto

7.3 I Reports

Capitolo 8: Il modello reale

8.1 Preparazione della, sezione architettonica

8.2 La fabbricazione, il montaggio

Bibliografia

Ringraziamenti

Allegati 1/2/3

Bibliografia:

Libri:

- Maeda John; "The Laws of Sìmplicity", MIT Press 2006

- Picon Antoine & Ponte Alessandro; "Architecture and the Sciences: exchanging metaphors". Princeton Press 2003

- Reas Casey & McWilliams Chandler; "FORM+CODE: In Design, Art, And Architecture" Princeton Press New York 2010

- Tedeschi Arturo, "Architettura Paramedica: Introduzione a Grasshopper", Le Penseur 2010

- Tschumi Bernard; "Architettura e Disgiunzione", Pendragon 1996

Articoli:

- Castells Manuel, da "Space of Flows, Space of Places - Materials for a theory of urbanism in the Information Age" 2001

Websites:

Il sito internet della competizione: http://competition.keskustakirjasto.fi/

Altri riferimenti:

http://www.visithelsinki.fi/fi/

http://www.helsinki.fi/en/

http://helsinki.cityseekr.com/it/

http://en.wikipedia.org/wiki/Toolo

http://europaconcorsi.com/competitions/I87l36-The-heart-of-the-metropolis-Helsinki-Central-Library-open-international-architectural-competition

http://apps1.eere.energy.gov

http://it.wikipedia.org/wiki/Helsinki

http://architettura.it/

http://www.finnisharchitecture.fi/etusivu

http://www.tedngai.net/

http://www.grasshopper3d.com/

http://www.liftarchitects.com/

http://andreagraziano.blogspot.it/

http://www.treddi.com

http://www.designcoding.net

http://www.rechenraum.com/

http://www.rhino3d.com

http://www.patrikschumacher.com

http://www.cerver.org

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)