Politecnico di Torino (logo)

Mattia, Alessio and Marsanic, Silvio

Bean Tower - the vertical farm.

Rel. Roberto Apostolo, Orio De Paoli, Giulio Ventura. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2011

Questa è la versione più aggiornata di questo documento.

Abstract:

La realtà nel mondo, e in particolare nelle città, sta pian piano cambiando, il delicato equilibrio tra zone rurali e centri abitati sta rapidamente mutando.

La popolazione che, fino a qualche decennio fa, era stanziata nelle periferie e nelle campagne si sta progressivamente avvicinando ai centri urbani, attratta dalle comodità pubbliche, commerciali e lavorative che questi ultimi possono offrire. Tutto ciò porterà ad un sovrappopolamento delle maggiori città con la conseguente necessità di nuove residenze a seguito dell'aumentare delle richieste. L'inurbamento che comporta l'intensificazione della densità abitativa presuppone l'occupazione di lotti urbani che sfruttati orizzontalmente non soddisfano la quantità di residenze presumibili. Inoltre, il tessuto urbano è caratterizzato da una forte densità aggravata dal traffico veicolare, comprensivo di tutti quei mezzi pesanti che trasportano di continuo i beni primari da una zona all'altra della città.

Per ovviare alle problematiche accennate e ai disagi da queste provocati risulta necessario trovare soluzioni che siano in grado di supportare la crescita della popolazione in due direzioni.

Dapprima occorre limitare l'ingresso dei mezzi pesanti ad alcune aree in modo tale da ridurre il traffico veicolare introducendo l'utilizzo di mezzi alternativi.

In un secondo momento, al fine di soddisfare le richieste di residenza e sfruttare al meglio le restanti aree urbane, si dovrà sviluppare la città in verticale. In questo modo si diffonde l'idea di inserire nel tessuto urbano le Vertical Farm come possibile soluzione a queste problematiche o almeno per ridurre l'incidenza sull'ambiente che ci circonda per migliorare la qualità della nostra vita.

Partendo da questa premessa attraverso questa tesi si è voluto procedere verso un primo approccio nella progettazione di una vertical farm: un edificio parzialmente o totalmente adibito alla coltivazione di prodotti alimentari. Sfruttando l'opportunità della partecipazione ad un concorso di idee proposto dal gruppo "AWR COMPETITIONS" si sono sviluppati, studiati ed approfonditi numerosi concetti relativi all'ideazione di uno sviluppo dell'agricoltura in verticale.

Relatori: Roberto Apostolo, Orio De Paoli, Giulio Ventura
Soggetti: A Architettura > AO Progettazione
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2421
Capitoli:

- Introduzione

- Capitolo 1 :

L'agricoltura di domani

i cambiamenti del clima

la selezione naturale

la selezione artificiale

l'agricoltura biologica e gli OGM

autosufficienza alimentare

- Capitolo 2 :

La vertical Farm

l'agricoltura e il suo fallimento

il nostro legame con la natura

i capitali naturali

i vantaggi effettivi di una vertical farm:

1- produzione agricola tutto l'anno

2- nessun danneggiamento dei raccolti a causa delle condizioni climatiche

3- nessuno scarico agricolo

4- ripristino degli ecosistemi

5- nessun uso di fertilizzanti, erbicidi o pesticidi

6- uso del 70-95% di acqua in meno

7- distanze percorse dai cibi notevolmente ridotte

8- maggiore controllo della salubrità alimentare e della sicurezza

9- nuove opportunità di lavoro

10- depurazione delle acque grigie in acque potabili

11- creazione di mangimi per animali dal materiale vegetale post raccolta

- Capitolo 3 :

Come progettare una Vertical Farm

la forma segue la funzione

le regole per una buona vertical farm:

1- catturare la luce solare e disperderla in modo uniforme tra le colture

2- catturare l'energia passiva per fornire un'affidabile fonte di elettricità

3- utilizzare una buona barriera per la protezione delle piante

4- massimizzare la quantità di spazio dedicato alla crescita delle colture

- Capitolo 4 :

I benefici sociali

le vertical farm

una crescita incontrollabile è come un cancro per il nostro pianeta

i benefici sociali

le vertical farm nel terzo mondo

-Capitolo 5 :

Usi alternativi

usi alternativi della vertical farm

il nuovo petrolio

i produttori di bio-carburante

una vertical farm per i più bisognosi

-Capitolo 6 :

Il cibo del futuro

la questione economica la bio-produttività

-Capitolo 7 :

Bando di concorso LOFT

introduzione e proposta

vertical farm: architettura e natura lavorano insieme

il programma

il sito

la panoramica

i criteri di giudizio

tavole di concorso

-Capitolo 8 :

Twist Bean Tower

planimetria generale

concept

la forma

schemi climatici

schemi distributivi

piante

prospetti

sezioni

analisi della farm

studio delle schermature

ipotesi strutturale

viste e foto inserimenti

- Bibliografia e sitografia

Bibliografia:

- Dr. Dickson Despommier, "The vertical farm: Feeding thè world in thè 21th century", Thomas Dunne Books, St. Martin's Press, 2010

- Fabrizio Tucci, "Tecnologia e natura : gli insegnamenti del mondo naturale per il progetto dell'architettura bioclimatica", Firenze, Alinea, 2008

- Sandro Donato, "Architettura del paesaggio : di natura e d'artificio", Soveria Mannelli (CZ), Rubbettino, 2008

- Maurizio Corrado, "La pianta e l'architetto", Napoli, Sistemi editoriali, 2010

- Giuseppe Salvia, Valentina Rognoli, Marinella Levi, "II progetto della natura : gli strumenti della biomimesi per il design", Milano, Angeli, 2009

- Patrizia Pozzi, "Landscape design : progetti tra natura e architettura", Milano, Electa, 2007

- Franco Panzini, "Progettare la natura : architettura del paesaggio e dei giardini dalle origini all'epoca contemporanea", Bologna, Zanichelli, 2005

- Ina Macaione, "Dall' architettura al progetto : costruzioni di conoscenza nel rapporto con la natura", Milano, Angeli, 2004

- Fabio Fabbrizzi, "Architettura verso natura, natura verso architettura", Firenze, Alinea, 2003

- Paolo Portoghesi, "Natura e architettura", Milano, Skira, 1999 Cesare Leonardi, Franca Stagi, "L'architettura degli alberi", Milano, Mazzotta, 1998

- Maurizio Boriani, Lionella Scazzosi, "Natura e architettura : la conservazione del patrimonio paesistico", Milano, CLUP, 1987

- Ariadna Alvarez Garreta, "Grattacieli", Barcellona, Atrium, 2004

- Luis Fernàndez-Galiano, "Norman Foster: drawings 1958-2008 Luis Fernàndez-Galiano", Madrid, Ivorypress, 2010

- Roberto Gargiani, "Rem Koolhaas - OMA", Roma, Laterza, 2006

- Ralph Thomas, "RMJM: a progressive tradition", Milano, L'arca, 1999

Sitografia:

- http://www.verticalfarm.com

- http://www.burgonandball.com

- http://www.nieuwkoop-europe.com

- http://www.vivaibeltrame.it

- https://attra.ncat.org

- http://www.airliquide.it

- http://coltivazioneindoor.info

- http://www.idroponica.it

- http://www.giardinaggioindoor.it

- http://www.actionmutant.net

- http://www.electroyou.it

- http://www.botanicaurbana.com

- http://www.ateliersoa.fr

- http://www.skyscrapercity.com

- http://www.scribd.com

- http://www.capitalgate.ae

- http://www.solerpalau.it

- http://www.fertirrigazione.it

- http://europaconcorsi.com

- http://www.archinfo.it

- http://www.theplan.it

- http://www.detail.de

- http://www.awrcompetitions.com

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)