Politecnico di Torino (logo)

Eandi , Francesca

Behind Paris. L'estetica del retro nel progetto.

Rel. Rosa Rita Maria Tamborrino, Giulia Mezzalama. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2011

Abstract:

Questo lavoro ha due protagonisti: il concetto di retro e Parigi. A prima vista i punti in comune tra i due possono sembrare pochi e addirittura inesistenti. In effetti la curiosità di spiegare com'è stato considerato nei secoli il "lato B" degli edifici si lega alla mia prima esperienza lavorativa che ha avuto sede proprio nella ville lumière.

L'argomento è stato affrontato attraverso diversi casi studio scelti tra alcuni dei luoghi simbolo della città, tra i più conosciuti, questo per capire come la potenza delle immagini, nella nostra società, molte volte scavalchi e prevalichi tutti gli altri significati e come l'immagine che si imprime nella memoria, anche dello spettatore più distratto, sia autonoma rispetto alle intenzioni e alle finalità del progetto. Questa importanza, che ai giorni nostri, risulta fondamentale e spinge i progettisti ad una ricerca sempre maggiore di 'iconicità', nei progetti, in realtà è da sempre connaturata alla storia delle città e in particolar caso a la Ville.

Gli esempi attraversano temporalmente la storia di Parigi degli ultimi 400 anni e hanno, tra loro, scale differenti: dal singolo edificio, alla piazza, fino ad arrivare alla scala di quartiere. Questo perché la lettura si arricchisce ai vari livelli interpretativi con i salti di scala. I progetti rappresentano la massima espressione dello Zeitgeist dei diversi periodi. Sono casi famosi e trattati sistematicamente da più persone, ma mai attraverso questo taglio.

La città è il terreno d'indagine, la residenza la tipologia di edifici indagati. Si è cercato di restringere il campo per delimitare il concetto, altrimenti così vasto. Questi due criteri hanno permesso di escludere alcuni dei monumenti più conosciuti della città e di aumentare cosi il grado di precisione dell'analisi.

La struttura dello studio è divisa in due parti tra loro complementari e osmotiche. La prima, il fronte, affronta l'analisi dei casi studio attraverso l'individuazione del momento storico, dei protagonisti coinvolti nel progetto, dal maitre d'ouvrage al progettista, e dell'analisi vera e propria del tema del retro. A questa parte si affianca un 'lato B' rappresentato da quelle parole chiave che sono scaturite dall'indagine e che permettono di comprendere, attraverso una lettura trasversale e unitaria degli esempi, i fattori che hanno influenzato l'evoluzione del concetto del retro, sono più che altro riflessioni, non hanno la pretesa di essere dei veri capitoli.

Le fonti utilizzate risultano quelle 'tradizionali' della disciplina della Storia dell'Architettura, per quanto riguarda la prima parte, mentre vengono implementate e diversificate per l'altra parte. Sono i documenti che si trovano su normali testi, è la loro lettura ad essere stata differente. Il lavoro risulta leggibile attraverso più chiavi e percorsi che si intrecciano e si sovrappongono, senza però mai perdere di vista la domanda iniziale.

'Bello si, ma da quale angolazione? Oltre a chi o cosa si sta osservando si dovrebbe riconoscere qual è il lato che effettivamente rende l'oggetto del nostro desiderio così bello?’

Relatori: Rosa Rita Maria Tamborrino, Giulia Mezzalama
Soggetti: A Architettura > AH Edifici e attrezzature per l'abitazione
A Architettura > AO Progettazione
A Architettura > AQ Spazi funzionali dell'abitazione
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2394
Capitoli:

INTRODUZIONE

PARIGI QUESTA IMMENSA RETE DORATA

I CASI STUDIO

L'INTORNO DELLA RESIDENZA

IL METODO

LE FONTI

LA FORMA [INTERPRETATIVA] DELLA CITTÀ

PARIS AUJOURD HUI

PARIGI TIENE ALLA SUA ARCHITETTURA

GOOD MANNERS, OVVERO LE REGOLE DELL'URBANITÀ

PARIGI VAL BENE UNA MESSA

ENRICO IV, RE PER CASO

LA CITTÀ IN TRASFORMAZIONE,

LA CITTA' DELL'ASSOLUTISMO TRIONFANTE

UN VUOTO PER LA CITTÀ, DONO D'UN RE ALLA CITTÀ

UNO, DUE, TRE PROGETTI PER LA PLACE ROYAL

AL DI LA' DELLO SPAZIO PUBBLICO

COMPENDIO DELLE IMMAGINI

LA SPECULAZIONE EDILIZIA IN RAPPORTO CON IL RETRO RETRO E TECNICA

DIETRO IL FRONTE HAUSSMANNIANO

ATTRAVERSO GLI OCCHI DI UN ANATOMO PATOLOGO-BIOGRAFIA

MONSIEUR LE PRESIDENT, MONSIEUR L'EMPEREUR LO

SCENEGGIATORE DELLA NUOVA PARIGI

L'ATTORE PRINCIPALE, OVVERO IL BARONE HAUSSMANN

UNA NUOVA GEOMETRIA PER LA CITTA'

LES HALLES, IL VENTRE DI PARIGI

IL CASO DELLE HALLES, UN RETRO NEL CUORE DI PARIGI

BOULEVARD SÈBASTOPOL, UN RIVESTIMENTO DI FACCIATA

DIETRO IL VELO, IL LABIRINTO

COMPENDIO DELLE IMMAGINI

LA CITTA' E' LA QUESTIONE DELLa BELLEZZA

Bibliografia:

FACE [A]

PERCHE'PARIGI

Edmondo De Amicìs, Ricordi di Parigi, Fratelli Travers Editori, Milano 1897.

Charles Lortsch, Beuté de Patii et la loi, librerie de la Società du Recueil Sicey, Paris 1913.

Hfrinan Hertzberger, Lessons for students .Chronical Book. San Francisco

Mare Auge, Nonluoghi, Elèuthera, Milano 1993.

Judith Butler, Badies yhay malttr; on the discurcive limits of sex, Roulladge, Londra 1993.

Mirco Gaiani. La città senta fine. Alinea Editrice, Firenze 1996.

Frank L. Wright, Una Autobiografia, trad. Oddera, Editoriale Jaca Book.

Milano 1997.

Marcel Roncayolo, Lactara de villes. Formes et temps, Edition Parenthèses, Paris 2002.

Joseph Rykwerl, La sedazione del luogo, Einaudi, Torino 2002

De-Meo, L'intorno deella residenza, Edizione Dedala, B«i,'2004.

Hobert Venturi, Scott Denise Brown, Architecturs and tigna and System. TheBePknap, Hardvard, 2004.

Paola Ventura, Città e stazione ferroviaria, Altervista, Milano 2004. Bruno Zevi, Saper vedere l'architettura, Einaudi, Torino 2004.

Pallasmaa Juhani, L'architettura e I sensi. II saggiatore, Milano 2006. Paola Ventura, Città e stazione ferroviaria, Altervista, Milano 2004.

Philippe Panerai, Parigi metropoli In Paris, Area n.103, Motta Editore, Bologna, marzo-aprile 2009.

Spyros Papapetros, Costruire da dietro:l'architettura e l'estetica del retro,

in Beauty, Area n.112, Motta Editore, Bologna, novembre-dicembre 2010.

PARIGI VAL BENE UNA MESSA Louis Bergeron, Parigi, Laterza, Bari 1989.

Beatrice de Andia, De la piace royale a la Piace des Vosges, Action artistique de la ville de Paris, Parigi 1996.

Pierre Goubert, L'ancien regime, JacaBook, Milano 1996.

Donatella Calabi, Parigi anni Venti, Marcel Poete e le origini della storia

urbana, Marsilio, Milano 1997.

Richard L. Cleary, The ancien regime, Cambridge University Press, Cambridge 1999.

Audrea Giardina, Giovanni Sabatucci, Profili Storici dal 1350 al I550, Editori Laterza, Roma 1999.

Ilaiia Valente, La Pace Royale e l'architettura urbana in Francia, Edizioni Unicopoli, Milano 2000.

Jeannine Guichardet, Balzac archèologue de Paris, Slatkine, Parigi 2003. Giulio Carlo Argan, L'Europa delle Capitali, Skira, Milano 2005.

DIETRO IL FRONTE HAUSSMANNIANO

Vietor Hugo, Guerre aux démolisseui, pubblicata in Revue des Deux-Mondes, Parigi 1854.

Charles Garnier, L'habitation humaine, Morel, Parigi 1886.

Rambuteau, Mémoires, Paris, ed. 1905.

Louis Réau, L'ceuvre du Baron, Presses Universitaires de France, Parigi 1954.

Emile Zola, L'assommoir, trad. di E.Venzi, Gherardo Casini Editore, Milano 1966.

Emile Zola, II ventre di Parigi, trad. di L. de Nardis, Gherardo Casini Editore, Milano 1972.

Walter Benjamin, Paris, capitale du XlXe siècle, Einaudi, Torino 1984.

Sigfried Giedion, Spazio, tempo Architettura, trad.di Enrica e Mario Labò, Hoepli, Trento 1984.

Louis Bergeron, Parigi, Laterza, Bari 1989.

Jean des Cars et Pierre Pinon, Paris-Hausstnann, Edition du Pavillon de l'Arsenal Picard Editeur, Paris 1991.

Rosa Tamborrino, Parigi: il piano Haussmann, Storia dell'urbanistica Piemontese, Celid, Torino, 1996.

Massimo Romano, II Gioco della Finzione, voi.Ili, Talia Editrice, Torino 1998. Walter Benjamin, I "passages" di Parigi, Einaudi Tascabili, Torino 2002.

Rosa Tamborrino, Parigi nell'Ottocento, Marsilio, Venezia 2005.

IL PSOGETTO DEL RITMO, CASA TIARA Tristan Tzara, Manifesto, Parigi 1918.

Adolf Loos, Wohnungskultur, fascicolo 2/3, trad.Ginevra Curzio 1924.

Norma Evenson, Paris, a century of change, 1878-1978, Yale University Press, Londra 1979.

Beatrix Colomina, La publicitè du prive, MIT press, Boston 1994.

Wiliian J.R Curtis, L'architettura moderna del Novecento, Bruno Mondadori, Milano 1996.

Massimo Romano, II gioco della finzione, voi.Ili, Talìa editrice, Torino 1998.

Prestinenza Puglisi, Forme e Ombre, Testo e Immagine, Torino 2003.

Adolf Loos, Ornamento e delitto, Gli Adelphi, Milano 2005.

Adolf Loos, Architettura nazionale, Gli Adelphi, Milano 2005.

Adolf Loos, A proposito di un povero ricco, Gli Adelphi, Milano 2005.

Joseph Rykwert, Parole nel vuoto, Gli Adelphi, Milano 2006.

Ralf Bock, Adolf Loos, opere e Progetti, Skira, Milano 2010.

LA MAISON DE YEREE

Paul Nelson, The sospende House, in Architectural Record, Dicembre 1938.

Norma Evenson, Paris, a century of change, 1878-1978, Yale University Press, Londra 1979.

Luciano Rubino, la Maison de verre: un esempio da non tramutare in santino post-modernist, Edizioni Kappa, Roma 1982.

Wiliian J.R Curtis, L'architettura moderna del Novecento, Bruno Mondadori, Milano 1996.

Richard Rogers, Parigi 1930, la casa di vetro di Pierre Chareau: una

rivoluzione che non continua, in Domus n.443, ottobre 1996. Corbusier, Vers un'architecture, Folio, Parigi 1997.

Dominique Velley, La Maison de verre, chef-oeuvre de Pierre Chareau., Actess Stud,Parigi 1998.

Prestinenza Puglisi, Forme e Ombre, Testo e Immagine, Torino 2003.

Bruno Zevi, Saper vedere l'architettura, Einaudi, Torino 2004.

Enrique Vila-Matas, Una casa come un cervello, in At n.26, dicembre 2008.

FACE[B]

Guy de Maupassant, Claire de Lune, Parigi 1888.

Edmondo De Amicis, Ricordi di Parigi, Fratelli Travers Editori, Milano 1897.

Charles Lortsch, Beute de Paris et la loi, Librairie de la Sociètè du Recueil Sirey, Paris 1913.

Edwards Trystan, Good and Bad Manners in Architecture, Phipil Allan&co, Londra 1924.

Honoré Balzac, Papa Goriot, trad. di R. Mucci, Casini, Roma 1950.

Sigmund Freud, Civilization an its discontents (1929/1930) in The Standard Edition of thè Complete Psychological Works of Sigmund Freud, Hagarth Press, Londra 195S.

Friedrich Nietzsche, The use and Abuse of History, trad. Di A.Collins, Indianapolis 1957.

Charles Baudelaire, I fiori del Male, trad. di L. de Nardis, Feltrinelli, Milano 1965.

Eugène Sue, I misteri di Parigi, voi.II, trad. di M.Militello, Sugar, Milano 1965.

Georges Simmel, II conflitto della cultura moderna, a cura di C.Mongardini, Bulzoni, Roma 1976.

Emile Zola, II ventre di Parigi, trad. di M.T.Nessi, Garzanti Editore, Milano 1982.

Viollet-le-Duc, Dictionnaire raisonné, vol.I, L'Architettura ragionata, Rizzoli, Milano 1984.

George Bataille, The Jesuve in Visions of Excess:Selectes Writìngs, 1927-1939, trad. di Allan Stoekl, Alla Stoekel Press, Minnesota 198S.

Louis Bergeron, Parigi, Laterza, Bari 1989.

Beatrix Colomina, La publicitè da prive, MIT press, Boston 1994.

Willian J.R Curtis, L'architettura moderna del Novecento, Bruno Mondadori, Milano 1996.

Rosa Tamborrino, Parigi: il piano Haussmann, Storia dell'urbanistica Piemontese, Celid, Torino, 1996.

Mario de Micheli, he Avanguardie artistiche del Novecento, Feltrìnelli, Milano 1997.

Saskia Sassen, Città globali, Utet, Torino 1997.

Beatrix Colomina, Sexuality and space, MIT press, Boston 1998.

George Bataille, Architecture, in Encyclodaedia Acephalica, London Press, Londra 199S.

Aaron Betsky, Sex Building, MIT Press, Harvard 2000.

Italo Calvino, Le lezioni americane, Oscar Mondadori, Milano 2002

Riccardo Reim, La Parigi di Zola, Editori Riuniti, Roma 2001.

Robin Middleton e David Watkin, Architettura Ottocento, Electa, Milano 2002.

Piero Zanini, Significati dì confine:! limiti maturali, storici e mentali, Bruno Mondadori, Milano 2002.

Prestinenza Puglisi, Forme e Ombre, Testo e Immagine, Torino 2003. Bruno Zevi, Saper vedere l'architettura, Einaudi, Torino 2004.

Alain de Botton. Architettura e feliciài, Ugo Guancia Editore, Parma 2006.

Leopold Cohen, Aventures Architectarales à Pazis, Edition la Villette, Parigi 2006.

]anet Wolff The invisible flànease? Gender, pabìic space and visual culture in n in e te enth-century Paris, Aruna D'Souza&Tom McDonough, Manchester University Press, New York 2006.

Donatella Pacelli, Maria Cristina Marchetti, Tempo, spazio e società. La lideiinixione dell'espeiienxa collettiva, Franco Angelo Editore, Milano 2007.

Christian de Portzamparc, Le concepì de l'ouverture, Edition du Pavvllon de TArsenal Picard Ediieur, Paris 2003.

Giò Ponti, Amate l'architettura, l'architettura è un cristallo, Rizzoli, Milano 2008.

Giulia Mezzalama, II regolamento Edilizio del 1902 : trasformazione della

strada parigina. Edizioni Franco Angeli, Milano 2009.

Papapetros, Costruire da dietro: l'architettara e l'estetica del 'retro' in Area n.112, Motta Editori, Bologna 2010.

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)