Politecnico di Torino (logo)

Bianco, Valentina

Area industriale Ex Sandretto a Collegno(To) : ipotesi di riqualificazione.

Rel. Bruno Bianco, Giuseppe Cinà. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2011

Abstract:

L'argomento di questa tesi di laurea, scelto in accordo con il docente relatore, riguarda la definizione di un piano per il recupero di un area sita nel comune di Collegno (TO), sulla quale insiste un complesso industriale dismesso appartenente alla compagnia Sandretto Industrie. Il corpo uffici dello Stabilimento Sandretto a Collegno Affaccio su Via A.Manzoni, ottobre 2010

La Sandretto nasce a Torino nel 1946 ed é uno dei leader mondiali nella produzione di presse per lo stampaggio a iniezione delle materie plastiche.

Inizialmente produceva solo presse per lo stampaggio di lamiera e termoindurenti; in seguito iniziò poi ad occuparsi anche di presse a iniezione per materiali termoplastici.

Nel 1961 viene inaugurato lo stabilimento a Collegno e dieci anni più tardi si inaugurò una terza unità produttiva a Pont Canavese, dove oggi sorge anche un Museo dedicato alle materie plastiche. Dal 1997 fa parte del Gruppo Cannon, una multinazionale a matrice Italiana, maggior produttore mondiale di macchine e tecnologie per i poliuretani, attivo anche nei settori dei compositi e della termoformatura.

Nel 2006 venne ceduta ad una società statunitense Taylor's HPM, ma dopo circa otto mesi finì in bancarotta. Venne allora imposta l'amministrazione straordinaria e venne sospesa l'istanza di fallimento. Nel 2008, al termine dei tre mesi di proroga all'amministrazione straordinaria, si fece avanti l'azienda brasiliana Romi, che ha inglobato nel suo organico la compagnia Sandretto.

Oltre alle filiali estere in Francia, Regno Unito, Spagna e Olanda, consta oggi nella nostra regione due stabilimenti ancora aperti: Grugliasco e Pont Canavese; mentre il terzo stabilimento, sito a Collegno, è stato chiuso e il sito risulta oggi in uno stato di totale abbandono e degrado. E' questo il sito scelto come oggetto di questa tesi di laurea. Gli stabilimenti della Sandretto a Collegno constano due capannoni di medio-grandi dimensioni, alcuni fabbricati minori ed un complesso sportivo; essi insistono sui lotti compresi tra le vie De Amicis a sud, Manzoni a ovest, Certosa a nord, e Antony a est.

Situati nelle immediate vicinanze di C.so Francia, del deposito della Metropolitana e del Campo Volo di Collegno, è facile raggiungerli, per chi arriva da fuori Torino, percorrendo Corso Marche e svoltando poi in Viale certosa; si passa a fianco degli stabilimenti Alenia, e immediatamente dopo sulla sinistra si possono scorgere gli stabilimenti Sandretto.

Si è scelta un area su cui insistono delle preesistenze in totale stato di abbandono, anziché un lotto libero, per due motivi:

- il comune di Collegno ha intrapreso una serie di azioni atte a trasferire i complessi industriali presenti nelle immediate vicinanze di via De Amicis, su altri lotti liberi, in quanto l'area suddetta è oggi caratterizzata da destinazioni d'uso miste per cui si trovano dei complessi industriali nelle immediate vicinanze delle residenze, e questo crea problemi a livello urbanistico, acustico, di viabilità, trasporti e qualità della vita;

- nella convinzione che prima di occupare le aree ancora libere delle nostre città, sia più corretto sanare le situazioni esistenti, e recuperare complessi in stato di abbandono che creano disagio, sia a livello gestionale che di aspetto delle nostre città.

Lo sviluppo del progetto, dopo le dovute analisi del contesto, è passato tramite la definizione dei fili fissi necessari alla progettazione e alla verifica della fattibilità economica ed urbanistica dell'intervento, per poi partire con la progettazione vera e propria del masterplan e alla definizione sommaria delle tipologie edilizie insediabili.

Relatori: Bruno Bianco, Giuseppe Cinà
Soggetti: A Architettura > AH Edifici e attrezzature per l'abitazione
A Architettura > AO Progettazione
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2325
Capitoli:

Introduzione

A. Introduzione all'argomento di tesi

Parte I - Scala Territoriale

1.Introduzione al contesto

2.Inquadramento territoriale generale: Collegno

Inquadramento generale

Andamento demografico Cenni storici

Insediamenti industriali nella storia: il caso del Villaggio Leumann Assi viari rilevanti: Corso Francia

Assi viari rilevanti: Via De Amicis Assi viari rilevanti: Viale Certosa

Parte II - Scala Comunale e Strumenti Urbanistici

1.Trasformazioni in atto sul territorio comunale Area Ikea Ponte Dora

Area Centrale Area Fabbrichetta Area Via Messina

Area Ex- Elbi

2. Strumenti Urbanistici

I Piani Regolatori Precedenti

Piano Regolatore Generale Comunale

Norme Tecniche di Attuazione

Parte III -Analisi dell'intorno

1.Tessuto edilizio e skyline

2.Viabilità, Trasporti, Parcheggi

3.Servizi

Esistenti In progetto

Parte IV - Situazione Esistente

1.Lotto in analisi: Area Ex Stabilimento Sandretto

Premessa: i complessi industriali di collegno Iter Progettuale: complesso Sandretto Materiali, stili, tipologia fabbricati

2.Valutazione valore intrinseco fabbricati esistenti

Parte V - Approccio al progetto

1.Valutazione fattibilità economica ed urbanistica dell'intervento

2.Considerazioni preliminari: impianto planimetrico

3.Considerazioni preliminari: tipologie edilizie

Parte VI - Stesura progetto

1.Relazione tecnico-illustrativa progetto

2.Riduzione delle Tavole di Progetto al formato UNI A3

Parte VII- Allegati

1.Presentazione del candidato

2.Documentazione fotografica completa

3.Documentazione TrasformAzioni Collegno - Scheda P.P.Ex Elbi

4.P.R.G.C.,scheda / Bordi della città e le aree di Via De Amicis

5.Estratti documentazione tecnica stabilimento sandretto

6.Bibliografia

7.Sitografia

8.Ringraziamenti

Bibliografia:

Bibliografia

Abriani Alberto, I villaggi operai dell'Italia settentrionale come modello di insediamento, Gargnano editore, Torino 1975

Massimello Marina, Città di Collegno: nuovo piano regolatore, delibera programmatica. Comune di Collegno, Torino l998

Miglio Renzo, Collegno-Torino: i primi volti della Metropolitana, Fiaf, Torino 2003

Pejrani Baricco Luisella, Presenze longobarde: Collegno nell'alto Medioevo,Soprintendenza per i beni archeologici del Piemonte, Torino 2004

Amari Monica, I Musei delle Aziende: la cultura della tecnica tra arte e storia, Franco Angeli Editore, Milano 2007

Sitografia

www.comune.collegno.to.it

www.provincia.torino.it

www.regione.piemonte.it

www.webgis.arpa.piemonte.it

www.romi.com

www.cannon.com

www.museo.cannon.com

www.archiviostorico.corriere.it

www.polimerica.it

www.zucchiarchitetti.it

www.piccoarchitetti.it

www.studiorolla.it

www.europaconcorsi.it

www.comune.cirie.to.it

www.deferrariarchitetti.it

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)