Politecnico di Torino (logo)

Franzi, Federico and Lalario, Laura

Made in Seoul : fili, trame architettoniche e tessuti per la produzione della moda tecnologica.

Rel. Michele Bonino, Marco Bruno, Stefano Maffei. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (costruzione), 2011

Abstract:

L'interesse per il tema della moda si è sviluppato nel corso dei due anni di specializzazione, durante i quali abbiamo ricercato approcci che provenissero da svariate discipline, ottenendo una visione pluridimensionale che si è rivelata stimolante per la definizione della nostra tesi. La volontà quindi di un approccio multidisciplinare all'argomento ci ha condotti da un iniziale approfondimento nel campo del design dei servizi, con gli studi condotti all'interno dell'Alta Scuola Politecnica, al marketing-design, con un corso frequentato presso il Politecnico di Milano, all'approfondimento dei temi di sviluppo locale, con un'analisi sui distretti culturali legati al settore moda, rientranti nella disciplina urbanistica e allo studio delle riflessioni contemporanee sullo shopping, un'analisi sulle riflessioni condotte da Rem Koolhaas sul mondo del commercio e sulla sua collaborazione con Prada.

Grazie alle ricerche svolte all'interno dell'Alta Scuola Politecnica (V ciclo) abbiamo avuto l'opportunità di ideare un servizio (Fas.PonSite) che consentisse di concentrare la produzione di capi moda all'interno del negozio stesso, puntando alla personalizzazione. I1 progetto è stato sviluppato in team composti da ingegneri ed architetti che, sotto il tutoraggio del Prof. Arch. Stefano Maffei. nell'arco di due anni ci ha consentito di acquisire un approccio alla dinamica progettuale molto affine alla disciplina del design. Facendo parte di due gruppi di lavoro differenti 1 progetti hanno assunto connotati diversi: uno maggiormente rivolto alla sostenibilità e tracciabilità, l'altro alla personalizzazione/customizzazione del capo tramite la creazione di un avalar e la messa a punto di tecnologie per la scansione del corpo. Nel primo caso gli approfondimenti sono stati diretti alla ricerca di piccole o medie realtà italiane che valorizzassero le risorse locali ed, allo stesso tempo, prestassero attenzione alla riduzione dei consumi ed alla massima trasparenza e tracciabilità lungo l'intera filiera produttiva; mentre nel secondo progetto sono state condotte ricerche sia sulle possibilità fornite dal settore moda nel campo della personalizzazione degli articoli, sia sullo studio delle nuove tecnologie, basate sulla realtà virtuale e su quella aumentata, finalizzate alla creazione di una nuova esperienza d'acquisto e alla cuslomizzazione del prodotto.

Riguardo l'indirizzo legato al marketing ed al design, lo sguardo è stato calato nel dettaglio degli approcci verso il cliente, al visual merchandising, al design dell'esperienza; temi approfonditi, per interessi personali, in numerosi libri ed in edizioni curate da professori legati al Politecnico di Milano dove abbiamo seguito il corso della professoressa Valena Maria lannilli, sull'argomento della Rappresentazione Sistema Prodotto — Progetto dell'evento. Lo sguardo è stato così calato all'interno delle tematiche del consumo e delle sue implicazioni progettuali nel settore del/fc-tail Design, soprattutto in relazioni alla shopping experìence. 1 luoghi del consumo sono stati scenario di forti cambiamenti dovuti al carattere globale del contesto economico, alla sovrabbondanza dell'offerta, ai nuovi stili di vita, ecc: si sono trasformati da semplici contenitori a luoghi strategici per le relazioni tra cliente ed azienda e per essere progettati necessitano quindi di nuovi strumenti di management e design. Abbiamo scelto di approfondire questi argomenti in un compendio all'elaborato di tesi, il quale è da considerarsi come un diario dove sono riportati gli approfondimenti, gli studi e le ricerche che abbiamo effettuato in questi anni e che ci hanno permesso di assumere uno sguardo multidimensionale e multidisciplinare da applicare alla svolgimento della tesi.

L'avvicinamento al tema dello sviluppo culturale e dei distretti è frutto della volontà, opposta alla precedente, di ampliare lo sguardo verso la città ed il territorio per utilizzare la cultura e la creatività legata al settore moda come attivatore sociale ed economico, in modo da integrare il patrimonio esistente con nuove idee in grado di trasformare il sistema produttivo. Il saggio di ricerca 1, ragionando sui temi del milieu e della rete locale, ampiamente trattati nella letteratura, cerca di attirare l'attenzione sul settore della moda visto come cardine per promuovere la competitività dei tenitori in termini di creatività; creatività intesa sia come capacità intellettuale degli stilisti e della manodopera locale, sia come prodotto di un ambiente vivace e produttivo, capace di operare come attrattore sociale ed economico. L'analisi si è quindi concentrata sul settore della moda che può essere considerato un milieu creativo italiano, la cultura della moda per l'Italia è una capitale di creatività che ha basi solide in un sistema distrettuale radicato e localizzato nel territorio: una risorsa da valorizzare per accrescere la competitività locale.

Relatori: Michele Bonino, Marco Bruno, Stefano Maffei
Soggetti: D Disegno industriale e arti applicate > DB Arti applicate e mestieri
D Disegno industriale e arti applicate > DG Design
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (costruzione)
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2155
Capitoli:

Premessa

Introduzione

PARTE 1

Ricerca e studio nella realtà coreana

1 Libri e arte sul confine tra le due Coree

1.1 Introduzione

1.2Paju Bookcity

1.3Heyri Art VaJley

1.4 Considerazioni e spunti progettuali

2 L'uso del branding per la promozione dei luogli e delle città in Corea del Sud

2.1La promozione della città di Seoul, "Soul of Asia"

2.2 caso di Incheon

3 Seoul nuova capitale della moda?

3.1 Il mercato della moda in Corea del Sud

3.2 Un obiettivo ambizioso: Seoul tra le capitali mondiali della moda

4 Seoul: una città per lo shopping

4.1 Il commercio di moda a Seoul

4.2 Myeong-dong

4.3 Dongdaemun

4.4 Namdaemun

4.5 ltaewon-dong

4.6 Hongdae

4.7 Cheongdam-dong/Apgujeong-dong

4.8 Sinsa-dong/Garosu-gil

Parte II Il progetto

5 La scelta dell'area

5.1 Gangnam-gu

5.2 Sinsa-dong e Garosu-gil

6 Lo sviluppo dell'idea

6.1 Il concept

6.2 Perché moda hi-tech?

6.3 La realizzazione del Seoul

6.4 Mappe delle attività

6.5 Utenti, offerta e risorse

6.6 Gli stakeholders

6.7 Ispirazioni dei luoghi

6.8 Il brand

7 La descrizione del progetto

7.1 Dal tessuto per la moda al tessuto per l'architettura

7.2 Idee e riferimenti

7.3 I1 progetto del Seoul Hi-Tech Fashion Hub

7.4 Materiali tessili

Considerazioni finali

Bibliografia:

Articoli

-A.a Y. AMOMA Rem Koolhaas 1996-2006, numero monografico "El Croquis", n.131/132. 2007

-ACNOLETTO MATTEO, DEI PIANO ALESSANDRO, (iUF.R7.ON1 MARCO, Superluoghi e città. 09

Novembre 2007, disponibile on line

http://www.eddyburg.it/article/articleview/9927/l/l49

-ATCHSON Ci iris, Jl centro commerciale al chiuso come spazio per la città, 1 Dicembre

2009, disponibile on line

http ://mall .lampnet .org/article/articleview/12849/0/195/

-Baioni Mauro, Boniburtni Iiaria, Salzano Edoardo, La città, la società, gli spazi pubblici, Scuola di Eddyburg 2009 - Spazi pubblici: declino, difesa, riconquista. Convegno conclusivo, 12 Settembre 2009, Padova, disponibile on line

http ://www.eddyburg.it/article/artieleview/l 3907/0/354/

-BeyaRD MlCHAEL, Città per il tempo libero, 22 Maggio 2006, disponibile on line http ://eddyburg.it/article/articleview/2189/1/149

-Boreixa Giacomo, Proda: un monumento griffato OMA, Lìerzog oc de Meuron, in Corriere della Sera, 8 Marzo 2001. p.59

-Bottini Fabrizio, Superluoghi 0 Supercazzole?, 29 Dicembre 2009, disponibile on line

http://mall. lampnet. org/article/articleview/12908/0/203/?PrintableVersion=enabl

ed

-Campbell Rober, Centro città. Senza città, 18 Ottobre 2009, disponibile on line http://mall.lampnet.org/article/articleview/12713/1/195?PrintableVersion=enabl

ed

-Carra Ilaria, Shopping Mail Milano 07 Maggio 2010, disponibile on line http://mall.lampnet.Org/article/articleview/13273/0/195/

-Carra Ilaria, Un megastore nel cuore della città, 09 Maggio 2010, disponibile on line http ://milano. repubblica. it/cronaca/2010/05/09/news/un_megastore_nel_cuore_ della_citt_i_marchi_conquistano_vittono_emanuele-3922705/

-Crosta Pier Luigi, Società e territorio, al plurale. Lo "spazio pubblico" - quale bene pubblico - come esito eventuale dell'interazione sociale, Foedus, n.l, 2000

-Erbani Francesco, Centri commerciali e outlet stanno invadendo il territorio, 31 Ottobre 2007, disponibile on line http://www.eddyburg.it/article/articleview/9995/0/l 49/

-Fralic Shelley, La nuova piazza del paese sta al centro commerciale. 12 Luglio

2009. disponibile on line

http://mall.lampnet.org/article/author/view/3014/

-gallione Alessia. "Riscaldiamo il Salotto di Milano". 12 Maggio 2010. disponibile on line

http://mall.lampnet.Org/artide/artideview/13273/0/195/

-GiNORl ANAIS, Operazione Champs Elysées "Salviamolo dalle boutiques", 27 Dicembre 2006

-Grecotti VITTORIO, Quando la filosofia dello shopping contamina Uarchitettura, in Corriere della Sera, 16 Marzo 2001. p.35.

-Kaltenbach Frank, // dopo Proda. Intervista ad Ole Scheeren, OMA, in Delail. n.3. 2004

-MAZZETTA Antonietta, luoghi, non-luoghi e super-luoghi. 18 Maggio 2008. disponibile on line http://www.eddyburg.it/article/artideview/! 0042/0/257/

-Minton Anna, Laprivatizzazione dello spazio pubblico, 5 settembre 2006, disponibile on line http://maIl.lampnet.Org/article/articleview/6321/l/195

-Moore Rowan, Reinventare lo shopping, in FJomus, n.845, Febbraio 2002

-Muschamp Herbert, Critic's Notebook; Forget thè Shoes, Proda's New Stare Stocks Jdeas, in "The New York Times", 16 Dicembre 2001

-PlVETTA GIOVANNI, intervista a Edoardo Salzano, in "Uouse, Living and Business", 9 Aprile 2010, disponibile on line

http://www.immobiha-re.eu/edoardo-salzano-in-italia-si-improvvisa-siamo-dei-grandi-commedianti/

-Prestinenza Puglisi Luigi OMA Rem Koolhaas, Prada Epicenter a Los Angeles, 2005, disponibile on line http://www.prestinenza.it/articolo.aspx?id=1 [16/11/2010 0.31.22

-Salzano Edoardo, Facciamo spazio pubblico, 28 Gennaio 2010, disponibile on line :http://eddyburg.it/article/articleview/13844/0/14/

-Tozzi Lucia, Spazi-spazzatura a misura postmoderna, 23 Ottobre 2007, disponibile on line http://www.eddyburg.it/article/artideview/9916/1/28

Libri

-Auge Marc, Nonluoghi, Eleuthera, Milano. 1993

-BlLo' Federico (a cura di),Rem Koolhaas : antologia di testi SU Bigness: progetto e complessaci artificiale. Kappa. Roma 2004

-Bottini Fabrizio, I nuovi tenitori del commercio: società locale, grande distribuzione, urbanistica, Alinea, Firenze 2005

-Chang Chuihua Judy, Inaba Jeffrey, Koolhaas Rem, Leong Sze Tsung, Ilarvard design school guide to shopping, Tasehen, KÒln 2001

-Chaslfn Francois. Architettura della tabula rasa: due conversazioni con Rem Koolhaas, Electa, Milano 2003

-Cicalò Enrico, Spazi pubblici. Progettare la dimensione pubblica della città contemporanea, Franco Angeli, Milano 2009

-Cijrtis Eleanor, Fashion Retali, Wiley, Chicester 2004

-Dell'Aire Paola Veronica, Architetture per il commercio, Edilstampa, Roma 2007

-Gargiani Roberto,Rem Koolhaas-OMA, Laterza, Bari 2006

-Carofalo Luca, Rem Koolhaas: architetto Avantpop, Edilstampa, Roma 2002

-Glammarresi Gisella, La moda e l'architettura, Electa, Milano 2008

-Koolhavs Rem, Mali Bruce, S, M, L, XL, Publishers, Rotterdam 1995

-Koolhaas Rem, Delirious New York: un manifesto retroattivo per Manhattan, Electa, Milano 2001

-Koolhaas Rem, Boeri Stefano, Kmnter Sanford, Fabricius Daniela, Obrist Hans Ulrich, Tazi Nadla, Mutations, Actar, 2001

-Koolhaas Rem, Projecte for Prada part 1, Fondazione Prada, Milano 2001 b

-Kmnter Sanford, Ralmo Marco (a cura di), Rem Koolhaas: verso un architettura estrema, Postmedia, Milano 2002

-La Cecla Franco, Contro VArchitettura, Bollati Boringhieri, Torino, 2008

-Lucan Jacque s, OMA (Office for Metropolitan Architecture) Rem Koolhaas: architecture 1970-1990, Electa, Milano 1991

-Mastriglj Gabriele (a cura di), Junkspace. Per un ripensamento radicale dello spazio urbano, Quodlibet, Macerata 2006

-MESSEDAT Jons, Corporate architecture: Entwicklung, Konzepte, Strategien = development, concepts, strategies. AV Edition, Ludwigsburg 2005

-Montanari Guido, La Storia per il Progetto. Celid, Torino 1996

-PETRUJLO AGOSTINO, La città perduta. L'eclissi della dimensione urbana nel mondo contemporaneo, Dedalo. Bari 2000

-Prestinenza Pugijsi Linci. Rem Koolhaas: trasparenze metropolitane, Testo e Immagine, Torino 1997

-Salzano Edoardo, Fondamenti di Urbanistica: la storia e la norma, Laterza, Bari 1998

-Scodelier Dario,Negozi: l'architetto nello spazio della mercé. Electa, Milano 2007

-Sorhn MlCHAEL, Variations on a Theme Park: thè new American citr and the end of public space, Hill and Wang, New York 1992

-Torres Marco, Luoghi magnetici. Spazi pubblici nella città moderna e contemporanea, Franco Angeli, Milano 2000

Referenze iconografiche

Figura 1 http://corrieredelveneto.corriere.it/padova/foto_del_giorno/2009/ll-

aprile-2009/venezia-1501176659379.shtml

Figura 2 Archivio personale

Figura3 http://businessblognetwork.it/2009/08/21/investimenti-immobiliari-di-

lusso-shanghai/

Figura 4 http://www.acheter-en-chine.com/tag/shenzhen

Figura 5 Chang Chuihua Judy, Inaba Jeffrey, Kdolhaas Rem, Leong Sze Tsung,

Harvard design school guide to shopping, Taschen, KÒln 2001

Figura 6 The Harvard Design School Guide to Shopping

Figura 7 Archivio personale

Figura 8 Chanc Chuihua Judy, Inaba Jeffrey, Koolh4as Rem, Leong Sze Tsung,

Harvard design school guide to shopping, Taschen, KÒln 2001

Figura 9 http://www.funonthenet.in/content/view/323/31/

Figura 10 http://www.ifa.de/en/exhibitions/exhibitions-abroad/architecture/erich-

mendelsohn/

Figura 11 KooLhaAS Rem, Projccts for Prada part 1, Fondazione Prada, Milano

2001bFigura

Figura 12 Koolhaas Rem, Projects for Prada part 7, Fondazione Prada, Milano 2001 b

Figura 13 KOOLHAAS Rem, Projects for Prada part 1, Fondazione Prada, Milano

7\Rem Koolhaas e lo shopping \ pagina 151 2001bFigura

14 Koolhaas Rem, Projects far Proda part 1, Fondazione Prada, Milano 20011)

Figura 15 Ciammarresi GiSELlA, La moda e l'architettura, Electa, Milano 2008

Figura 16 Aa.Vv. AMOMA Rem Koolhaas 1996-2006, numero monografico ""el Croquis", n.l31/132, 2007

Figura 17A\.Vv. AMOMA Rem Koolhaas 1996-2006, numero monografico "el Croquis" n.131/132, 2007

Figura 18 http://www.omaeu/index.php?option=com_projects&view=porla]«5cid=255éclt emid=10

Figura 19 http://www.omaeiVindex.php?opt.ion=com_j)rojecls&view=p(>rtal&id=2556cltemid=10

Figura 20 http://static.dezeen.com/uploads/2009/03/0804012_eJecl 2_prada-sq. JPg

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)