Politecnico di Torino (logo)

Del Grande, Alessio

L'invenzione del Sestrière.

Rel. Antonio De Rossi, Piergiorgio Tosoni. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2010

Abstract:

II tema centrale di questa ricerca consiste nella ricostruzione e nell'analisi delle vicende che hanno portato alla formazione della più importante località turistica invernale piemontese, Sestriere. Nel breve lasso di tempo che va dal 1931 al 1939 si consuma il "miracolo" della trasformazione di un colle alpino a 2000 metri di altitudine: dove prima c'era solo un piccolo hotel circondato da pascoli, sorgono funivie, alberghi e tutte le attrezzature necessarie al funzionamento di una moderna stazione sciistica. La modernità irrompe all'improvviso nella fissità secolare della montagna.

Questa tesi, che si riferisce specificatamente al primo decennio di vita della stazione, avrebbe potuto essere intitolata La nascita di Sestriere o La fondazione di Sestriere, invece è stato adottato il termine invenzione. La scelta deriva da una serie di valutazioni. Prima di tutto, su questo valico di collegamento tra la val Chisone e l'alta vai Susa si inventa un nuovo luogo, si costruisce concretamente un insediamento che prima non c'era. Ma l'invenzione del Sestriere va oltre questa banale considerazione: è l'invenzione di un nuovo modo di concettualizzare, vivere e costruire la montagna, estrema conseguenza di una modernità in divenire che nasce nelle possibilità offerte dagli sviluppi dell'ultima fase della rivoluzione industriale, dallo sport, dal consumo del tempo libero. E' l'invenzione di una stazione integrata senza esempi né precedenti, pianificata per la pratica dello sci alpino: per la prima volta l'insediamento viene concepito in relazione alle piste di discesa, insieme al domarne skiable. E' l'invenzione di un modo moderno di gestione della località turistica: acquisto delle aree, progettazione, costruzione, organizzazione alberghiera e sportiva, promozione, sono aspetti complementari delle capacità di un unico gruppo dirigente di stampo manageriale. Ancora, è l'invenzione di una città di fondazione basata sulla mobilità automobilistica: le strade, i parcheggi, le autorimesse, lo sgombero meccanizzato della neve sono parte fondamentale del progetto complessivo. Ma è anche l'invenzione di un diverso approccio architettonico allo spazio montano: lo stile della tradizione viene abbandonato a favore di forme schiettamente moderne, razionali e funzionali, prodotti della cultura urbana e industriale che le ha concepite. E' l'invenzione di un insolito paesaggio alpino in cui l'artificiale si inserisce in antitesi con la natura, come segno forte e caratterizzante, quasi metafisico, creando un nuovo panorama, un nuovo scenario simbolico. Questo studio si propone di far emergere tale complessità di valori e significati, analizzando le ragioni e le modalità della costruzione di Sestriere. Da una parte vi è dunque un interesse storico nel tentativo di colmare un vuoto, ordinare gli avvenimenti, restituire un nome e un ruolo ai protagonisti; dall'altra si cerca di valutare e riflettere su un episodio fondamentale nel lungo processo di scoperta e conquista delle Alpi operato dalla civiltà urbana durante le diverse fasi della modernità.

Relatori: Antonio De Rossi, Piergiorgio Tosoni
Soggetti: A Architettura > AF Edifici e attrezzature per il tempo libero, le attività sociali, lo sport
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GE Geografia
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
U Urbanistica > UN Storia dell'Urbanistica
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/2126
Capitoli:

VOLUME 1

Premessa

Parte I: L'INVENZIONE

Nelle Alpi tra le due guerre: turismo, paesaggio, architettura

Dal nordico all'alpino: l'affermazione dello sci

In auto alla conquista della montagna

La funivia: emblema delle nuove Alpi

Gli alberghi alpini tra Belle Époque e modernità

La formazione delle stazioni turistiche invernali

La «città Novecento della neve»

Dall'industria dell'auto a quella del turismo Tutto per la discesa

Cilindri nel paesaggio

Parte II: LA CRONACA

II colle del Sestrières

L'Ottocento. La strada di valico e il Baraccone

1901-1925. Esperienze turistico-sportive d'antan

1926-1929. La nascita di un 'idea

Sestriere, dalla fondazione alla guerra

1930-1931. L'impostazione del piano e l'acquisto delle aree

1931-1932. La SAITS e il primo impianto di risalita

1932-1933. L'albergo di lusso e la torre popolare, nuovo volto del colle

1933-1934. Dal grande cantiere alla consacrazione

1934-1935. La costituzione del Comune e le integrazioni turistiche

1935-1936. La scomparsa dell'avvocato e il blocco delle iniziative

1936-1937. La ripresa dello sviluppo e il regolamento edilizio

1937-1938. L'apertura verso il Fraiteve: la funivia e la terza torre

1938-1939. Il ridimensionamento del programma

1940-1945. Le distruzioni belliche e la fine del ciclo

VOLUME 2

Parte III: IL PROGETTO

Le funivie

Gruppo delle stazioni di partenza delle funivie

Funivia Alpette-Sises

Funivia del Banchetta

Funivia del Fraiteve

Gli alberghi

Grande Albergo Principi di Piemonte

Albergo Turistico Torre di Sestrières

Grande Albergo Duchi d'Aosta

Progetto per l Albergo Principe di Napoli

Le strutture complementari

Belvedere

II Portico

Campo e casa del golf

Casa del Comune

Capanna Rivera

Sala cinematografica

Chiesa di Sant'Edoardo

Trampolini di salto

Galleria e autorimessa Fraiteve

Villaggio residenziale Plagnols

Infrastrutture

Parte IV: L'IMMAGINE

Pubblicità, manifesti e brochures

I giornali, le riviste e il ruolo de «La Stampa»

Le guide turistiche: cartografia e panorami

II "filtro" del fascismo e i cinegiornali Luce

Lo sguardo della fotografia d'autore

Apparati

Archivi e biblioteche consultati

Bibliografia ragionata

Sitografia essenziale

Repertorio dei cinegiornali dell'Istituto Luce

Fonti delle illustrazioni

Bibliografia:

La chiesa di S. Edoardo al colle di Sestriere, Istituto Italiano di Arti Grafiche, Bergamo, 1937

Umberto LOMBARDI, Sestriere, Corbaccio, Milano, 1937

Paolo TOSEL, La rinascita di una antica località montana, Sestriere, in: Atti e memorie del terzo Congresso piemontese di antichità ed arte. Congresso di Varallo Sesia, Società Piemontese di Archeologia e Belle Arti, Torino, 1960

AA.VV., Sestriéres, Fabbri, Milano, 1985

AA.VV., Sestriere: guida, Società Generale dell'Immagine, Torino, 1993

Cristina BANFO, Daniela FINOCCHI, Sestriere: dalle origini agli anni '50, Canale Arte, Borgaro(To), 1997

Luciano CARTA, Sestriéres, la sua neve e la sua storia, 1869-1939 / Cremino Pistafioca, associato alla Compagnia delle Opere, Melli, Borgone di Susa (To), 1999

Mario MARCHIANDO PACCHIOLA [a cura di], Riccardo Moncalvo: fotografie d'autore. Sestriere anni 1932-1951, catalogo della mostra, Linea G, Pinerolo (To), 1999

Vittoria SINCERO, Antonio BRANDONI [a cura di], Di pietra in pietra: memorie di storia e di arte nelle strade medievali da Torino a Sestriere, Comune, Torino, 2003

Sergio PACE, Per l'organizzazione scientifica del tempo libero. Architetture e sport a Sestriere negli anni trenta, in: Guido CALLEGARI, Antonio DE ROSSI, Sergio PACE [a cura di], Paesaggi in verticale. Storia, progetto e valorizzazione del patrimonio alpino, Marsilio, Venezia, 2006

Tullio MARCHESI, Viaggio d'istruzione nelle valli della Dor a Riparia e del Chisone: notizie varie relative alle località da visitarsi, raccolte per ordine del comandante d'Accademia Tullio Marchesi, Cassone, Torino, 1910

1 Annuario di Turismo e Sports Invernali, Touring Club Italiano, Milano, 1911 Marziano BERNARDI, Luci ed ombre, Ed. Corriere Fotografico, Torino, 1927

Comité Exécutif des Ilmes Jeux Olympiques d'hiver, Rapport Generai. St-Moritz, 1928, Comité Olympique Suisse, Losanna, 1928

Piero GHIGLIONE, Lo sci e la tecnica moderna, Istituto di Arti Grafiche, Bergamo, 1928

V Triennale di Milano, catalogo della mostra, Ceschina, Milano, 1933

Domenico Guido CAROMIO, Le opere del decennale, Tip. Fedetto e C, Torino, 1933

Federico MARIANI, Guida degli sport invernali in Piemonte: vademecum dello sciatore, Club Alpino Italiano - Uget, Torino, 1933

Fritz KUNZ, Der Hotelbau von Heute. Organisation, Technìk, Gestaltung, Hoffmann, Stoccarda, 1937

Carlo Felice ZANELLI, 1valori spirituali dello sci, Associazione Sciatori, Cortina, 1938

Romolo GIACOMINI, Sci d'oggi. Tecnica e conquista di uno sport di massa, Olimpia, Firenze, 1941

José Luis SERT, Con our cities survive?An ABC ofurban problems, their analysis, their solutions, Milford, Londra, 1942

Mario CEREGHINI, // nostro sci club: piccola storia illustrata ad uso degli sciatori, Gòrlich, Milano, 1946

Mario CEREGHINI, Costruire in montagna, architettura e storia, Milione, Milano, 1950 (I Ed.), 1956 (II Ed.)

Carlo MOLLINO, Introduzione al discesismo: tecnica e stili, agonismo, discesa e slalom, storia, didattica, equipaggiamento, Mediterranea, Roma, 1950

Andrea TORASSO [a cura di], Giovanni Chevalley: architetto, Società degli Ingegneri e degli Architetti, Torino, 1951

Marziano BERNARDI, /cinquant'anni della "Riv", 1906-1956. Storia di una valle, di un uomo, di un industria, Vizzi, Milano, 1956

Cesare BLASI, Figini e Pollini, Comunità, Milano, 1963

Vittorio MORERO, La società pinerolese in cinquant'anni di storia, Alzani, Pinerolo, 1964

Sergio GIOVANAZZI, La montagna: uno spazio per il tempo libero, Marsilio, Padova, 1971

Pierre-Marie DIOUDONNAT, «Je suis partout» (1930-1944). Les maurrassiens devant la tentation fasciste, La Table Ronde, Parigi, 1973

Giacomo Augusto FEDRIANI, La neve e l'urbanistica: metodologia per il dimensionamento delle stazioni di sport invernali, Nevesport, Genova, 1976

Valerio CASTRONOVO, Giovanni Agnelli: la Fiat dal 1899 al 1945, Einaudi, Torino, 1977

Rémy KNAFOU, Les stations intégrées de sports d'hiver des Alpes francaises, Masson, Parigi, 1978

AA.VV., Montagne et aménagement, Laboratoire associò de la Montagne Alpine, Institut de Geographie Alpine, Grenoble, 1982

Adriano RECUPITO, / trasporti a fune, Masson Italia, Milano, 1983

Harold Allen BROOKS [a cura di], Le Corbusier: buildings andprojects, 1937-1942, Garland, New York-Londra, 1983

Lorenzo BERSEZIO, La riscoperta delle Alpi con gli sci, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 1985

Giuseppe PASQUALI, Pasquale PINNA [a cura di], Sabaudia, 1933-1934, Electa, Milano, 1985

AA.VV., Immagini dell'Archivio Fiat. 1900-1940, Fabbri, Milano, 1989 Giorgio CIUCCI, Gli architetti e il fascismo, Einaudi, Torino, 1989

Christoph Mayr FINGERLE [a cura di], Hotelarchitektur in den Alpen - Architettura alberghiera nelle Alpi: 1920-1940, catalogo della mostra, Sesto Cultura, Sesto (Bz), 1989

AA.VV., Manifesti dell'Archivio Fiat. 1900-1940, Fabbri, Milano, 1991

AA.VV., Ski e sci: storia, mito, tradizione, Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi - Club Alpino Italiano, Torino, 1991

Alfredo GILIBERT, Luciano MICHELOZZI, Val Susa com'era, Susalibri, Torino, 1992

Fabrizio BARTALETTI, Le grandi stazioni turistiche nello sviluppo delle Alpi italiane, Patron, Bologna, 1994

Riccarda RIGAMONTI [a cura di], Mario Passanti: architetto docente universitario, atti del convegno, Celid, Torino, 1995

AA.VV., La Stampa: pagine di montagna dagli archivi di un grande quotidiano, 1867-1970, Catalogo della mostra, Italiano, Torino, 1996

Catalogo della mostra, Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi - Club Alpino

Roberto FESTI, Carlo MARTINELLI, L'immaginario della montagna nella grafica d'epoca, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 1996

Vittorio GREGOTTI, Giovanni MARZARI [a cura di], Figini e Pollini: opera completa, Electa, Milano, 1996

Mario CAMPI, St. Moritz - Erweiterung des Baderkomplexes, ETH, Zurigo, 1997

Maria Rosaria MOCCIA [a cura di], Bibliogrqfìat: saggi, studi, ricerche sulla Fiat, Paravia, Torino, 1998

Luciano BOLZONI, Architettura moderna nelle Alpi italiane dal 1900 alla fine degli anni Cinquanta, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 2000

Sergio ANELLI [a cura di], // Pittore e l'Ingegnere, Daniela Piazza, Torino, 2001

Luciano BOLZONI, Architettura moderna nelle Alpi italiane dagli anni Sessanta al XX secolo, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 2001

Laura LEPRI [a cura di], Vittorio Bonadè Bottino. Memorie di un borghese del Novecento: l'avventura di un pioniere dell'industria, Bompiani Overlook, Milano, 2001

Gian ORIGLIA, Amedeo MACAGNO [a cura di], Un secolo di sci e di sciatori: i cento anni dello Ski Club Torino, catalogo della mostra, Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi - Club Alpino Italiano, Torino, 2001

Mara MANENTE, Harald PECHLANER [a cura di], Manuale del turismo montano: prospettive, cambiamenti e strategie di management, Touring Club Italiano, Milano, 2002

Marco TRAVAGLINI, Mauro RAMPINI, In quota. Montagna e turismo: equazione imperfetta, Neos, [s.l.], 2002

Frank FERRAND, La grande époque des sports d'hiver, Chène, Parigi, 2003

Luca MORETTO, Architettura moderna alpina in Valle d'Aosta, Catalogo della mostra, Musumeci, Quart (Ao), 2003

Annalisa RAMAZZOTTI [a cura di], Le Alpi in panorama. Edi Consolo, inventore di paesaggi, catalogo della mostra, Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi, Torino, 2003

Luigi DEMATTEIS, Le Alpi per noi...e noi per loro?, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 2004

Luca MORETTO [a cura di], Costruire a Cervinia...e altrove, Fondazione Courmayeur, Musumeci, Quart (Ao), 2004

AA.VV., Bianco su bianco: percorsi della fotografia italiana dagli anni Venti agli anni Cinquanta, catalogo della mostra, Alinari, Firenze, 2005

Werner BATZING, Le Alpi: una regione unica al centro dell'Europa, [Ed. it. a cura di Fabrizio Bartaletti], Bollati Boringhieri, Torino, 2005

Antonio DE ROSSI, Architettura alpina moderna in Piemonte e Valle d'Aosta, AUemandi, Torino, 2005

Annibale SALSA [a cura di], Viaggio alle Alpi: alle origini del turismo alpino, catalogo della mostra, Museo Nazionale della Montagna Duca degli Abruzzi, Torino, 2005

Guido CALLEGARI, Antonio DE ROSSI, Sergio PACE [a cura di], Paesaggi In verticale. Storia, progetto e valorizzazione del patrimonio alpino, Marsilio, Venezia, 2006

Antonio DE ROSSI, Giuseppe SERGI, Andrea ZONATO [a cura di], Alpi da scoprire: arte, paesaggio, architettura per progettare il futuro, catalogo della mostra, Graffio, Borgone di Susa (To), 2008

Giuseppe GARIMOLDI [a cura di], Riccardo Moncalvo. Piemonte 1930-1970, Priuli & Verlucca, Ivrea (To), 2010

Guido TONELLA, // Sestriere nella moderna evoluzione dello sci, dattiloscritto, 1936, Archivio e Centro Storico Fiat

Funivia Colle Sestriere-Monte Banchetta, dattiloscritto, 01/12/1936, Archivio e Centro Storico Fiat

Funivia di Monte Fraiteve, dattiloscritto, 07/12/1937, Archivio e Centro Storico Fiat

Vittorio BONADE' BOTTINO, Centenario della nascita di Giovanni Agnelli, incontri e ricordi, dattiloscritto, 1966, Archivio e Centro Storico Fiat

Walter MARIN, Sessant'anni di trasformazioni dì una importante stazione sciistica delle Alpi occidentali (Sestriere), Tesi di laurea in Architettura, rei. Francesco Ognibene, Politecnico di Torino, 1986

Paolo PEDROTTI, Appunti per una storia della stazione invernale di Sestriere, Tesi di laurea in Architettura, rei. Marco Pozzetto, Politecnico di Torino, 1976

Cristina BANFO, Vittorio Bonadè Bottino: un intellettuale-tecnico nella Torino tra le due guerre, Tesi di dottorato di ricerca in Storia dell'architettura e dell'urbanistica, IV ciclo, rei. Carlo Olmo, Politecnico di Torino, 1993

Michele BONINO, Mario Passanti architetto: un 'idea di mestiere 1949-1964, Tesi di dottorato di ricerca in Storia dell'architettura e dell'urbanistica, XVI ciclo, rei. Carlo Olmo, Politecnico di Torino, 2004

La funivia Colle Sestrières-Monte Alpette-Monte Sises, dattiloscritto, s.d., Archivio e Centro Storico Fiat

Sestriere. Nome famoso in tutto il mondo, dattiloscritto, s.d., Archivio e Centro Storico Fiat

Vittorio BONADE' BOTTINO, Ricordi di un borghese vissuto nella prima metà del secolo XX, dattiloscritto, quaderni 11 e 12, s.d., Archivio e Centro Storico Fiat

Benedetto CAMERANA [a cura di], Manifesto per l'architettura del gruppo Fiat. Parte I: Sguardo retrospettivo. Selezione degli edifici del gruppo Fiat dal 1899 al 1999. Fascicolo 4, Fiat Engineering, Torino, s.d., Archivio della Maire Tecnimont

Vincenzo BUFFA DI PERRERO, Per la valle del Chisone, Chiantore e Mascarelli, Pinerolo (To), 1877

John BALL, Guida delle Alpi Cozie, Chiantore e Mascarelli, Pinerolo (To), 1879

Alessandro MARTELLI, Luigi VACCARONE, Guida delle Alpi Occidentali. Voi. I: Marittime e Cozie, Club Alpino Italiano, Torino, 1880

A. TASSINI, G. LOBETTIBODONI, Guida pratica amministrativa-industriale-commerciale della città e del circondario di Pinerolo, Lobetti-Bodoni, Pinerolo (To), 1884

Quirino TRIVERO, Guida storica e commerciale del circondario di Pinerolo, Tip. Sociale, Pinerolo (To), 1887

Karl BAEDEKER, Italie septentrionale: jusqu 'à Livourne, Florence et Ravenne: manuel du voyageur, Baedeker - Ollemdorff, Parigi - Lipsia, 1904

Luigi Vittorio BERTARELLI, Guida-Itinerario dell'Italia e di parte dei paesi limitrofi. Parte II: Piemonte, Touring Club Ciclistico Italiano, Milano, 1911

Carlo PATRUCCO, L'alta valle del Chisone, Tip. Sociale, Pinerolo (To), 1912

Luigi Vittorio BERTARELLI, Guida d'Italia. Volume I: Piemonte, Lombardia, Canton Ticino, Touring Club Italiano, Milano, 1914

G. B. BERT, Pragelato. Note storiche e geografiche, Chiantore e Mascarelli, Pinerolo (To), 1915

Carlo NIGRA, Itinerario n.l: Torino, Susa, Mongìnevro, Pinerolo e diramazioni, Bona, Torino, 1918

Luigi Vittorio BERTARELLI, Guida d'Italia. Parte I: Piemonte, Lombardia, Canton Ticino, Touring Club Italiano, Milano, 1923

Eugenio FERRERI, Alpi Cozie settentrionali, Club Alpino Italiano, Torino, 1923 Arnaldo PITTA VINO, Pinerolo e Pinerolese, Tip. Sociale, Pinerolo (To), 1923

Arnaldo PITTA VINO, Valle Chisone e Val Germanasca, Ente Turistico del Pinerolese, Pinerolo (To), 1925

Guida Itineraria delle strade di grande comunicazione e di particolare interesse turistico dell'Italia. Parte I: Italia settentrionale, Touring Club Italiano, Milano, 1927

Luigi Vittorio BERTARELLI, Guida d'Italia. Piemonte, Touring Club Italiano, Milano, 1930

Attraverso l'Italia. Illustrazione delle regioni italiane. Volume I: Piemonte, Touring Club Italiano, Milano, 1930

Sci Club Milano, 468 itinerari sciistici: dal colle di Tenda a S. Candido, Capriolo e Massimino, Milano, 1932

Ettore DOGLIO, Guida delle Valli di Susa: Oulx e Cesano, Lattes, Torino, 1933

Gino BONA, Gino CAGNASSO, Pinerolo e dintorni: guida storico-commerciale turistica illustrata, Alzani, Pinerolo (To), 1934

Guido TONELLA, // Sestrières invernale e le sue gite, Società Anonima Incremento Turistico del Sestrières, Torino, 1934

Guida pratica ai luoghi di soggiorno e di cura d'Italia. Parte II: Le stazioni alpine. Vol.l: Le stazioni del Piemonte e della Lombardia, Touring Club Italiano, Milano, 1934

Reale Automobile Club d'Italia, Neve in Montagna. Guide autosciatorie. Vol.l. Sestriere, Istituto Italiano d'Arti Grafiche, Bergamo, 1939

Luigi Vittorio BERTARELLI, Guida d'Italia. Piemonte, Touring Club Italiano, Milano, 1940

Paolo TOSEL, Pinerolo-Sestriere e vallate: guida storica-commerciale-turistica, Alzani, Pinerolo (To), 1949

Marino MINOLI, Pinerolo e le sue valli, Pinerolo (To), 1957

Villeggiature delle Alpi e delle Prealpi. Guida pratica ai luoghi di soggiorno. Volume I: Liguria, Piemonte Valle d'Aosta, Lombardia, Touring Club Italiano, Milano, 1966

Guida d'Italia. Piemonte, Touring Club Italiano, Milano, 1976

AA. VV., Val Chisone e Sestriere: storia, natura, itinerari, Kosmos, Torino, 1994

Gian Vittorio AVONDO, 4 Stagioni a Sestriere, Alzani, Pinerolo (To), 1999

Dalle nostre provincie. Pinerolo, «La Stampa», 13/07/1897, p.3

Alfredo BOUVIER, Una linea per Briangonper Pinerolo e Cesano, «II Rocciamelone», 30/03/1901

300 chilometri in automobile, «La Stampa», 25/07/1901, p.3

Felice MONDINI, II 1° Convegno nazionale degli Skiatori, «Rivista Mensile del CAI», 04/1904, p.121

La corsa di vetturette al Colle Sestrières, «La Stampa», 31/07/1906, p.5

Itinerari di gite cogli Ski nei dintorni di Torino, «Rivista Mensile del CAI», 11/1906, p.452

Convegno Ciclistico Valsusino, «La Valsusa», 05/09/1908

J. B. BERT, // Centenario della Strada Napoleonica, «L'Eco del Chisone», 11/04/1914

Motociclismo. Il Circuito del Sestrières, «La Stampa», 28/06/1914, p.6

// Convegno Turistico di Sestrières per il centenario della strada Napoleonica, «La Stampa», 20/07/1914, p.5

La cerimonia del Sestrières per il centenario della "strada napoleonica " , «La Stampa», 23/08/1921, p.3

B. CALDERINI, Inaugurazione dell'obelisco al Colle Sestrières, «Rivista Mensile del CAI», 09/1921, p.97

Champlas du Col. Il sindaco Desiderato Roux cavaliere della Corona d'Italia, «La Valsusa», 15/07/1922

L'inaugurazione della Cappella Votiva sul Sestrières, «La Stampa», 28/07/1924, p.3

La strada Cesana-Sestrières, «La Valsusa», 28/02/1925

Alta montagna... in torpedone. Al Sestrières, «La Stampa», 30/01/1928, p.3

Giuseppe TONELLI, // Principe tra gli sciatori al Sestrières in un 'eccezionale adunata di giovinezza e di grazia. La Coppa Agnelli conquistata dallo Sci Club di Bardonecchia, «La Stampa», 14/01/1929, p.5

La manifestazione dell'Unione Escursionisti al Col Sestrières, «La Valsusa», 09/04/1929

C. Mor., Gli automobilisti. Brillante successo del "Giro del Sestrières" , «La Stampa», 24/06/1929, p.3

Carlo TRABUCCO, Le competizioni ciclistiche. La vittoria di Gramo del G. P. Lancia, «La Stampa», 14/10/1929, p.2

Al Colle di Sestrières, «Rivista mensile del CAI», 11-12/1929, p.451

Un Comitato per il turismo tra le valli di Susa e di Pinerolo, «La Valsusa», 29/01/1930

II 2° giro del Sestrières automobilistico, «La Stampa», 05/06/1930, p.7

Ciclismo. Il Giro del Sestrières, «La Stampa», 06/09/1930, p.5

Colle del Sestrières. Una Funivia al Colle Alpet, «La Valsusa», 21/02/1931

Un 'ardita iniziativa turistica. Dal Sestrières al Sises in funivia, «La Gazzetta del Popolo», 04/04/1931, p.4

Grandiosa iniziativa turistica. Una funivia al Colle di Sestrières, «La Lanterna del Pinerolese», 04/04/1931, p.2

Turismo alpino. Una funivia al Colle del Sestrières, «La Stampa», 04/04/1931, p.7

Marziano BERNARDI, Un grande centro turistico a duemila metri. Si lavora al Sestrières, «La Stampa», 01/11/1931, p.5

Marziano BERNARDI, Le grandi iniziative italiane. Il Sestrières stazione europea, «La Stampa», 04/11/1931, p.5

Un crollo provocato dalla neve nell'albergo in costruzione al Sestrières, «La Gazzetta del Popolo», 18/11/1931, p.4

// corso di addestramento al Sestrières sotto il patrocinio de "La Stampa", «La Stampa», 10/12/1931, p.4

F. Br., Le manifestazioni patrocinate da "La Stampa". La festosa inaugurazione del corso sciatori al Colle del Sestrières, «La Stampa», 14/12/1931, p.4

Gino PESTELLI, Un' affermazione del turismo nel pinerolese, «Le Vie d'Italia», 12/1931, pp.93 5-940

Angelo APPIOTTI, Al Colle del Sestrières fra i cadetti dello sci, «La Stampa», 04/01/1932, p.6

Ernesto QUADRONE, La funivia del Sestrières la più bella e la più perfetta d'Europa, «La Stampa», 16/01/1932, p.5

Gita al Colle del Sestrières, «La Stampa», 21/01/1932, p.6

Angelo APPIOTTI, Il successo di una manifestazione di propaganda. Tremila dopolavoristi al Sestrières per il campionato di marcia e il brevetto di sciatore, «La Stampa», 08/02/1932, p.5

Massimo ESCARD, Il raduno auto sciatorio dell' A.C.L. Al volante e in sci all'assalto del Sestrières, «La Stampa», 12/02/1932, p.4

Gita al Colle del Sestrières per il corso sciatori patrocinato da "La Stampa" , «La Stampa», 10/03/1932, p.7

Quattro gare al Sestrières, «La Stampa», 14/03/1932, p.5

La Coppa "Principe di Piemonte " al Colle del Sestrières, «La Stampa», 03/04/1932, p.6

L.C., Gara di montagna e decisione in volata. Olmo vince il Giro del Sestrières, «La Stampa», 13/06/1932, p.6

Il Segretario Federale inaugura al Sestrières una strada costruita dai borghigiani, «La Stampa», 21/06/1932, p.7

Motociclismo. Il circuito del Sestrières ha ottenuto pieno successo, «La Stampa», 18/07/1932, p.5

La nuova stagione di sport invernali, l "Littoriali" a Bardonecchia e al Sestrières, «La Stampa», 14/10/1932, p.4

Per voi, sciatori. Al Sestrières, «La Stampa», 21/10/1932, p.8

ISonatori Agnelli, il Sestrières e l'autostrada, «La Stampa», 23/10/1932, p.6

Le meraviglie di una stazione invernale. Duemila sciatori al Sestrières, «La Stampa», 05/12/1932, p.6

Spirai Hotel like a medieval tower, «Daily Mail», 10/12/1932

Oggi s'inaugura la stagione sciistica. La Coppa Maria Teresa a Sauze e il Trofeo Agnelli al Colle Sestrières, «La Stampa», 18/12/1932, p.4

F.B., // Trofeo Agnelli. Giolito vince la gara al Sestrières, «La Stampa», 19/12/1932, p.4

Massimo ESCARD, Natale in montagna. Lieto inizio al Sestrières, «La Stampa», 24/12/1932, p.5

Massimo ESCARD, Richiamo della montagna. Il Principe di Piemonte al Sestrières, «La Stampa», 29/12/1932, p.6

Giuseppe PELLEGRINI, La Torre di Sestrières, «Domus», 01/1933, pp.2-3

Mario GROMO, Fra le nevi del Sestrières. Battesimo di un grande albergo, «La Stampa», 09/01/1933, p.4

I Campionati piemontesi dell'O.N.D. al Sestrières alla presenza di S.A.R. il Duca d'Aosta, «La Stampa», 23/01/1933, p.6

Giuseppe AMBROSINI, Le "maglie nere " esordiscono brillantemente nei Giochi Internazionali Universitari. Trionfale affermazione italiana nella gara di discesa vinta da Borletti sul pendio del Monte Sises, «La Stampa», 31/01/1933,

Gino PESTELLI, Sestrières, «Torino», 01/1933, pp.3-10

Mario GROMO, Mary Pickford e Douglas Fairbanks. Da bordo del "Rex " alle nevi del Sestrières, «La Stampa», 28/02/1933, p.5

Il Principe di Piemonte al Sestrières tra gli sciatori dello S. C. Napoli, «La Stampa», 06/03/1933, p.4

Vittorio BONADE' BOTTINO, Albergo turistico "La torre di Sestrières", «L'Architettura Italiana», 03/1933, pp.48-55

Le gare di discesa e le possibilità dei nostri sciatori, «La Stampa», 05/04/1933, p.4

La Torre dì Sestrières albergo turistico, «Rassegna di Archìtettura»,04/1933, pp.163-167

Albergo turistico (La Torre di Sestrières), «Architettura», 05/1933, pp. 289-291

L'albergo Torre ed il grande Hotel Principe di Piemonte al Sestrières, «Case d'Oggi», 05/1933

Albergo Principi di Piemonte al Colle del Sestrières, «L'Architettura Italiana», 07/1933, pp.141-149

Federico MARIANI, Visita estiva al Sestrières, «La Stampa», 11/07/1933, p.6 Al Sestrières spunta un 'altra torre, «II Bianco e Rosso», 08/1933, p.2

Die V Triennale Mailand 1933 und das neue bauen in Italien, «Moderne Bauformen», 08/1933

CO., Sestrières: il più bel villaggio d'Europa. La seconda Torre "Duchi d'Aosta", «La Stampa», 14/08/1933, p.6

Il Sestrières si attrezza alla perfezione per i Campionati di tutti gli sport invernali, «La Stampa», 05/10/1933, p.7

Sestrières ieri, Sestrières oggi, «II Bianco e Rosso», 11/1933, pp.2-3

Federico MARIANI, L'attrezzamento turistico del Sestrières completato con nuovi grandiosi impianti, «La Stampa», 04/11/1933, p.4

Eugenio FERRERI, Sestrières: faro di attrazione. Il turismo invernale nelle Valli del Chisone e della Germanasca, «La Stampa», 16/11/1933, p.4

Federico MARIANI, Alla scuola nazionale del Sestrières. Un eccezionale istruttore: Hans Nòbl, «La Stampa della Sera», 23/11/1933, p.3

«L'Illustrazione del Popolo», 24/11/1933, p.l

Le grandi manifestazioni dopolavoristiche de "La Stampa". La "Giornata della neve" , «La Stampa», 28/11/1933, p.7

Federico MARIANI, Dalle acque del Tamigi alle nevi delle nostre Alpi. La rivalità tra gli studenti di Oxford e di Cambridge si riaccenderà in un grande incontro sciistico al Sestrières, «La Stampa», 11/12/1933, p.4

Federico MARIANI, Rivalità goliardica inglese al Sestrières. Gli studenti di Cambridge vittoriosi nell'incontro di fondo con quelli di Oxford, «La Stampa», 24/12/1933, p.6

Federico MARIANI, Natale goliardico sulle nevi del Sestrières. Cambridge batte Oxford con largo scarto di punti, «La Stampa», 26/12/1933, p.4

Luigi CAVALLERÒ, Goliardi italiani, inglesi e austriaci a confronto sulle nevi del Sestrières, «La Stampa», 27/12/1933, p.7

Luigi C A VALLERÒ, Studenti di tre nazioni in gara al Sestrières. A Holzner la gara di fondo disputata nella tormenta, «La Stampa», 28/12/1933, p.7

Luigi CA VALLERÒ, L'incontro goliardico internazionale al Sestrières. L'inglese Clyde e la Camicia nera Holzner vittoriosi nelle prove di discesa obbligata e libera, «La Stampa», 29/12/1933, p.7

Luigi CA VALLERÒ, La chiusura del confronto studentesco al Sestrières. Il Principe Umberto premia le "maglie nere" vittoriose, «La Stampa», 30/12/1933, p.7

Sestrières, «Revista Geografica Americana», 12/1933, pp.3-7

L'attrezzatura turistica di un grande centro invernale: Sestrières, «Rivista Mensile del CAI», 01/1934, p.3

La giornata de "La Stampa" sui monti della Valle di Susa, «La Stampa», 02/01/1934, p.8 Albergo Buchi d'Aosta, «L'Architettura Italiana», 02/1934, pp.62-70

La "giornata della neve". Bardonecchia Oulx Sestrières e Clavières si preparano a ricevere i gitanti de "La Stampa" , «La Stampa», 02/02/1934, p.8

Ottomila sciatori e gitanti ali 'assalto della montagna. Sestrières centro degli sport, «La Stampa», 05/02/1934, p.3

Federico MARIANI, Al Sestrières arrivano i campioni partecipanti alle gare per i titoli nazionali, «La Stampa», 27/02/1934, p.7

Federico MARIANI, La maggiore adunata sciatoria nazionale. I Campionati italiani al Sestrières si iniziano oggi con la gara a staffetta, «La Stampa», 28/02/1934, p.6

Federico MARIANI, Avvincente inizio dei Campionati nazionali di sci al Sestrières. Completa vittoria delle "Fiamme Gialle " di Predazzo nella staffetta, «La Stampa», 01/03/1934, p.4

Ernesto QUADRONE, Sestrières stile novecento su sfondo millenario, «La Stampa», 02/03/1934, p.4

Federico MARIANI, Ernesto QUADRONE, "S.O.S. " Sestrières, «La Stampa», 03/03/1934, p.7

Federico MARIANI, Ernesto QUADRONE, La ripresa delle gare al Sestrières alla presenza del Principe di Piemonte. LI cuneese Gerardi è campione italiano di fondo, «La Stampa», 04/03/1934, p.6

Federico MARIANI, Ernesto QUADRONE, Magnifico epilogo delle competizioni al Sestrières. Lo sci italiano ha i suoi nuovi campioni, «La Stampa», 05/03/1934, p.3

Sciatori e sciatrici al Sestrières, «La Stampa», 12/03/1934, p.4

Guido TONELLA, Ltinerari che la folla degli sciatori non conosce. Alla scoperta del Sestrières, «La Stampa», 31/03/1934, p7

G.G., Albergo Torre al Sestrières, «Case d'Oggi», 03/1934, pp.148-150

Domani si disputano al Sestrières le gare di discesa del Kandahar, «La Stampa», 04/04/1934, p.7

Guido TONELLA, Si disputa oggi al Sestrières la prima gara di discesa del "Kandahar" , «La Stampa», 05/04/1934, p.7

Guido TONELLA, // Kandahar italiano al Sestrières. Nuova vittoria di Nòbl nella prova di discesa dal Sises, «La Stampa», 07/04/1934, p.4

¥.0., La gita de "La Stampa" al Sestrières, «La Stampa», 14/05/1934, p.2 Sestrières, Italie, «L'Enterprise Francaise», 25/05/1934

Da Stupinigi al Sestrières lungo uno scenario incomparabile. Un sopraluogo alla radiale turistica mentre i lavori si avviano al compimento, «La Stampa», 17/08/1934, p.8

Turmhotels far sportzwecke von Sestrières, «Deutsche Bauzeitung», 09/1934 Provvidenze governative per Torino e il Piemonte, «La Stampa», 19/10/1934, p.8

Le opere del Regime che verranno inaugurate il 28 ottobre, «La Stampa», 23/10/1934, p.8

Aldo MARSENGO, Le novità che presenta il Sestrières per la imminente stagione invernale, «La Stampa», 25/11/1934, p.6

R.FAVRE LE BRET, La nascita del Sestrières,«IIBianco e Rosso», 11/1934, p.12

Emmanuel GONSE, Les hotels en tours du col de Sestrières (Italie), «L'Architecture», 12/1934

Sestrières il più alto Comune d'Europa, «La Stampa», 12/12/1934, p.7

L'attività sciatoria piemontese nell'anno XIII. Le prime gare sciistiche al Colle del Sestrières, «La Stampa», 16/12/1934, p.6

Vittorio ZUMAGLINO, La Littorina delle palme e della neve. Dalla Riviera al Sestrières in cinque ore, «La Stampa», 20/12/1934, p.5

// Gufdi Milano e lo Sci Club 18 si incontrano oggi al Sestrières, «La Stampa», 22/12/1934, p.7 "

Ernesto QUADRONE, Miscellanea natalizia in Littorina, «La Stampa», 25/12/1934, p.4

La visita dei Gerarchi al Sestrières, «La Stampa», 29/12/1934, p.3

Architettura mondiale. Ter es Forma: la Torre di Sestrières, «Casabella», 01/1935, pp.50-51

E. A., Sestrières: magnifica meta raggiunta nel trionfale sviluppo dello sport italiano, «La Stampa della Sera», 03/01/1935, p.5

Guido TONELLA, Una eccezionale manifestazione discesista. La "Coppa del Re " al Sestrières, «La Stampa», 06/01/1935, p.6

Aldo MARSENGO, La "Coppa del Re " al Sestrières. I nostri olimpionici avranno di fronte fortissìmi "discesisti" rappresentanti di sei nazioni, «La Stampa», 09/01/1935, p.7

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, Gare di velocità sulle nevi del Sestrières. La "Coppa del Re " s'inizia stamane con la disputa della prima discesa: Banchetta-Traverses, «La Stampa», 10/01/1935, p.7

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, La "Coppa del Re " al Sestrières. Nòbl ha vinto la prima prova, «La Stampa», 11/01/1935, p.7

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, Ardimento di campioni al Sestrières per la "Coppa del Re ". L'austriaco Gasperl vince la seconda priva e comanda la classifica per il ritiro di Nòbl, «La Stampa», 12/01/1935, p.7

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, I campioni austriaci eccellono nella "Coppa del Re ". Gasperl conferma la sua superiorità con una bella vittoria nella terza durissima prova, «La Stampa», 13/01/1935, p.6

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, La quarta prova della "Coppa del Re " al Sestrières". Pfeiferprimo nella M. Fraiteve-Rivo Nero, «La Stampa», 14/01/1935, p.4

Aldo MARSENGO, Emesto QUADRONE, Oggi si avrà il vincitore della "Coppa del Re ". Gasperl vittorioso nella M. Triplex-Sauze d'Oulx, «La Stampa», 15/01/1935, p.7

Aldo MARSENGO, Ernesto QUADRONE, La fine della "Sei Giorni" sciistica al Sestrières. A Gasperl la "Coppa del Re" , «La Stampa», 16/01/1935, p.7

Autorità francesi della Costa Azzurra al Sestrières, «La Stampa della Sera», 22/01/1935, p.2

Enzo ARNALDI, Suggello sportivo all'amicizia di due popoli. Gli sciatori della Costa Azzurra vittoriosi nella riunione italo-francese al Sestrières, «La Stampa», 23/01/1935, p.6

Recensione: II Sestrières invernale e le sue gite, «Rivista Mensile del CAI», 02/1935, p.106 Gli alberghi del Sestrières, «Case d'Oggi», 03/1935, pp.55-57

Vittorio ZUMAGLINO, Come Bartali ha vinto sul Sestriere, «La Stampa della Sera», 08/06/1935, p.4

Giuseppe AMBROSINI, La tappa del Sestriere conclusa con una vittoriosa volata di Di Paco, «La Stampa», 09/06/1935, p.7

Bonadè-Bottino, Architecte. The Duca d Aosta Hotel, Sestrières, Italy, «The American Architecte», 06/1935, p. 64

La neve al Sestriere, «La Stampa», 12/11/1935, p.4

Angelo APPIOTTI, Incontro con l'inverno sul Sestriere, «La Stampa», 21/11/1935, p.3

Aldo MARSENGO, Verso le Olimpiadi invernali. Convegno di velocisti al Sestriere,«La Stampa», 11/12/1935, p.2

Aldo MARSENGO, L'azzurro Chierroni chiaro dominatore nella gara di discesa dal Sises, «La Stampa», 01/01/1936, p.4

Jean FAYARD, Sport d'hiver 1936. Sestriere, «Je Suis Partout», 15/02/1936, pp.1-2

Aldo MARSENGO, La seconda "Sei Giorni" sciistica. Discesisti di sette nazioni sulle nevi del Sestriere, «La Stampa», 05/03/1936, p.5

Aldo MARSENGO, L'inizio della "Sei Giorni" rinviata a quest'oggi. Bufera di neve sul Sestriere, «La Stampa», 06/03/1936, p.5

Aldo MARSENGO, La "Sei Giorni" sciistica al Sestriere. Sartorelli vince anche la seconda prova e consolida il suo primato nella classifica, «La Stampa», 07/03/1936, p.2

Aldo MARSENGO, La Sei Giorni sciistica al Sestriere. L'austriaco Kneissl primo assoluto, «La Stampa», 08/03/1936, p.5

Aldo MARSENGO, La "Sei Giorni" del Sestriere. Nuova vittoria di Kneissl, «La Stampa», 11/03/1936, p.3

Aldo MARSENGO, La conclusione della "Sei Giorni" sciistica. La "Coppa del Re " vinta da Kneissl, «La Stampa», 12/03/1936, p.5

F.O., Dopo le recenti manifestazioni italo-magiare. La delegazione ungherese in visita al Sestriere, «La Stampa», 22/03/1936, p.4

G.C., Sestriere, luogo di delizie. Un pittore un giornalista e una piccola macchina perfetta, «La Stampa», 18/07/1936, p.4

R.R., Tommasoni s'impone in volata nel Giro del Sestriere, «La Stampa», 20/07/1936, p.5

Mario GROMO, Sui declivi del Sestriere. Nasce una nuova "stagione " , «La Stampa», 02/08/1936, p.3

II golf al Sestriere. Vittoria dell'inglese Cotton nel campionato internazionale, «La Stampa», 04/08/1936, p.2

Aldo MARSENGO, Nuove opere al Sestriere. La lampada votiva del Principe per l'erigenda chiesa, «La Stampa», 12/08/1936, p.4

In memoria di Edoardo Agnelli. La nuova chiesa del Sestriere, «La Stampa», 27/11/1936, p.5

Marziano BERNARDI, Arte religiosa sui duemila metri. La nuova chiesa del Sestriere, «La Stampa», 13/12/1936, p.3

Scenari dell'imminente grande competizione sciatoria per la "Coppa del Re " al Sestriere, «Motoritalia», 01-02/1937, pp.52-53

Al Sestriere la gara auto-sciatoria dei dislivelli per la "Coppa Duca d'Aosta ", «Motoritalia», 01-02/1937, pp.54-55

La "sei giorni" del Sestriere, «Rivista Mensile del CAI», 02/1937 "Sei giorni" sciistica del Sestriere, «Motoritalia», 03/1937

La nuova pista del Sestriere collaudata da Haanes con un salto di 65 metri, «La Stampa», 12/01/1937, p.6

La Befana Fascista ad oltre 2000 metri. Il Federale distribuisce i doni ai bimbi del Sestriere, «La Stampa», 04/01/1937, p.4

Italo CREMONA, La chiesa di Sani 'Edoardo al Sestriere, «Emporium», 02/1937, pp. 109-110

Piero TORRIANO, La chiesa di Sant'Edoardo al Sestriere, «L'Illustrazione Italiana», 02/1937, pp. 5-6

Aldo MARSENGO, Sulle nevi del Sestriere, «La Stampa», 22/03/1937, p.6

Francesco ODDONE., Un decreto che ne aspetta altri. Nomi italiani entro i confini d'Italia, «La Stampa», 03/06/1937, p.6

// barone Okura al Sestriere in mezzo a un

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)