Politecnico di Torino (logo)

Genero, Valentina and Simonetti, Davide

Il restauro e il consolidamento di una borgata contadina in Valle Grana : ricchezza di un passato povero.

Rel. Delio Fois. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2004

Abstract:

La tesi tratta dell' ipotesi di recupero commissionataci dall'associazione "Cevitu" di Monterosso Grana (CN), per la realizzazione di un centro studi in una borgata contadina abbandonata, denominata "Tecet", sita nella frazione di San Pietro di Monterosso. Il progetto può essere suddiviso in tre interventi distinti legati tra loro dallo spirito del rispetto delle tradizioni costruttive e dell'ambiente che occupano:

-Recupero della borgata contadina esistente, l'intervento si articola nella rifunzionalizzazione per la realizzazione delle strutture didattiche e collettive del centro studi (biblioteca, aula studio, aula conferenze laboratorio di analisi, sala espositiva, mensa per i ricercatori, cucina e servizi); e nelle verifiche strutturali degli edifici. Si propongono interventi di consolidamento, dove necessario, per adeguare ogni elemento a sopportare le sollecitazioni previste dalla normativa, imponendoci come obbiettivo primario il recupero delle strutture esistenti e la conservazione dello spirito costruttivo del passato;

-Realizzazione di mini alloggi per i ricercatori, progetto di n° 8 unità abitative composte da soggiorno, studio, camera da letto per due persone e servizi. Anche in questo caso si è cercato di cogliere gli aspetti costruttivi del passato utilizzando muratura portante in pietra, solai in legno e tetti in legno e lose, ispirandoci ad una architettura organica che vuole inglobarsi nell'ambiente. Elementi costruttivi più moderni sono stati utilizzati solo dove ci sembrava più opportuno per assicurare maggiore funzionalità e confort degli edifici.

-Linee guida per la realizzazione di una strada e un ponte di accesso alla borgata, il progetto del centro studi prevede la realizzazione di una strada carrabile di accesso alla borgata, ora raggiungibile solo da un sentiero. In questa parte sono state date delle linee guida sul tracciato stradale, sull'ubicazione del ponte e sulle tipologie dell 'intervento da realizzare per il contenimento del terreno in prossimità dei cigli. Inoltre un progetto con verifiche di massima per un ponte di 2° categoria. Come negli interventi sopracitati anche in questo caso la priorità e stata data all'utilizzo dei materiali della tradizione (legno e pietra). La nostra proposta vuole assecondare il progetto di recupero delle borgate alpine abbandonate, allo scopo di conservare la memoria dell'architettura contadina spontanea.

Relatori: Delio Fois
Parole chiave: Restauro - Borgata - Consolidamento
Soggetti: R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/209
Capitoli:

INTRODUZIONE

CAPITOLO 1 VALLE GRANA

1.1 VALLE GRANA -Territorio

-Vicende storiche

-Economia

-Spopolamento

1.2 FATTORI DI LOCALIZZAZIONE

-Ubicazione degli insediamenti

-Distribuzione

-Tipologie edilizie

1.3 BIBLIOGRAFIA

CAPITOLO 2 ECOMUSEO DEL CASTELMAGNO

2.1 PER UN RECUPERO CONSAPEVOLE

-Diverse strade per salvare una tradizione

-Ecomuseo "Terra del Castelmagno"

-La borgata Tecet

2.2 IL RILIEVO

-Come si articola un rilievo

-Il rilievo fotografico

2.3 BIBLIOGRAFIA

CAPITOLO 3 IL RECUPERO DELLA BORGATA

3.1 L 'IPOTESI DI RIFUNZIONALIZZAZIONE

-Le scelte progettuali

-Le verifiche

-Gli interventi di recupero

3.2 BIBLIOGRAFIA

CAPITOLO 4 LA PROGETTAZIONE EX NOVO

4.1 GLI ALLOGGI

-Le scelte progettuali

-Le verifiche

4.2 LA STRADA e IL PONTE

-Le linee guida

4.3 BIBLIOGRAFIA

Bibliografia:

BIBLIOGRAFIA capitolo 1

Vita di una comunità montana di origine provenzale nella Valle Grana ed in particolare nella Valle di Coumboscuro, A.Moroldo L.Giacomoni, 1992-1993;

Indagine storico-culturale sulla Valle Grana, Comitato comprensoriale di Cuneo, Regione Piemonte;

Monterosso Grana. Un comune di montagna, Parrocchia di Monterosso Grana;

Rapporti tra politica di piano e strumenti urbanistici nelle aree montane, G .Vigliano, estratto da Cronache Economiche della CCIAA -Torino;

Il recupero e l'abbandono, A. Bellini-M. Jaff, Alinea editore, 1990, Firenze;

Cadranno le case dei villaggi, D.Acconci, Paravia editore, 1976, Torino;

L 'integrazione dell'immigrato nella società industriale, F. Alberini -G. Baglioni, Il Mulino editore, 1965, Bologna;

Abitare le alpi, G. Doglio -G. Unia, L' Arciere, 1980, Cuneo;

La montagna esplorata. Progetto e formazione nel contesto alpino, D. Baggiani, Edizioni tipografia La Vallèe , 2000,Aosta;

Una voce dalla montagna. La vita di un montanaro raccontata da lui stesso, Pietro Viano, Astralago editore, 1980, Cuneo;

Vito gramo. Memorie di storia locale e di costume delle valli occitane, Giovanni Rajna, Edizioni Centro Occitano di cultura, 1991, Cuneo;

L 'apparire dei luoghi, i luoghi dell'apparire, L. Ciancarelli, Officina editore, 1983, Roma;

Architettura rurale e paesaggio, Darko Pandakovic, estratto da Strategie di valorizzazione del patrimonio rurale, A. Garufi, Franco Angeli editore, 2000, Milano.

BIBLIOGRAFIA capitolo 2

Recupero: come fare? Appunti sul problema della ristrutturazione della casa alpina, R. Maurino -G. Doglio, L' Arciere editore, 1988,Cuneo;

Gli Ecomusei del patrimonio industriale in Italia. Analisi e prospettive, E.Rubino, Ahena editore, 2001, Napoli;

Architettura rurale e paesaggio, Darko Pandakovic; Un 'idea innovativa per il recupero del patrimonio rurale: l'albergo diffuso, Beatrice Dongiovanni, Iniziative di tutela e recupero del paesaggio agrario e dell'architettura rurale in Piemonte, Roberto Chiabrando -Barbara Drusi, estratti da Strategie di valorizzazione del patrimonio rurale, A. Garufi, Franco Angeli editore, 2000, Milano;

Il valore del territorio: primo rapporto sugli ecomusei in Piemonte, Allemandi editore, 2001, Torino, Londra, Venezia;

Il recupero e l'abbandono, A. Bellini -M. Jaff, Alinea editore, 1990, Firenze;

Terra del Castelmagno. Ecomuseo della Valle Grana, Relazione Illustrativa.

BIBLIOGRAFIA capitolo3

Corso di costruzioni 1 , D. Fois, Calderini editore, 1992,Bologna;

Corso di costruzioni 2, D. Fois, Calderini editore, 1992,Bologna;

Corso di costruzioni 3, D. Fois, Calderini editore, 1992,Bologna;

Diagnosi dei dissesti e consolidamento delle costruzioni, L. Baruchello -G. Assenza, Tipografia Genio Civile, 1995, Roma.

Consolidamento e recupero delle murature , M.R. Valluzzi , Faenza editrice, 2003, Faenza;

Strutture in muratura. Le catene nel consolidamento, F. Cucco -T .Panzeca -M.G. Salemo- S. Terravecchia,

GRAFILL editrice,2003, Palermo;

La pratica delfabbricare. Volumi 1 e 2. , C. Fonnenti, Hoepli editore, 1895, Milano;

Particolari di costruzioni murali efinimenti difabbricati, Volume 3, G.Musso -Copperi, Paravia editore, 1885-87, Torino;

Gli edifìci in pietra, N. Tubi- M.P. Silva, Sistemi editoriali gruppo Esselibri, 2003, Napoli.

BIBLIOGRAFIA capitolo 4

Corso di costruzioni 1, D. Fois, Calderini editore, 1992,Bologna;

Corso di costruzioni 2, D. Fois, Calderini editore, 1992,Bologna;

Corso di costruzioni 3, D. Fois, Calderini editore, 1992,Bo1ogna;

Strutture in muratura. Le catene nel consolidamento, F. Cucco -T .Panzeca -M.G. Salemo- S. Terravecchia, GRAFILL editrice, 2003, Palermo;

Case di pietra, M. Foschi, ARF editore, 1986, Bologna;

Restauro architettonico, G. Dall'O -G. Carbonara, UTET, 2003, Torino; Atlante di Bio architettura ,D.L. Jones, UTET, 2002, Torino;

Manufatti stradali, E. Miozzi, Hoepli editore, 1929-31, Milano;

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)