Politecnico di Torino (logo)

Bussi, Stefano

Proposta per il parco urbano ed il nuovo centro natatorio di Visè.

Rel. Enrico Moncalvo, Giuseppe Pistone. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura, 2010

Abstract:

Questa tesi nasce dalla mia esperienza di studio a Liegi, in Belgio. Si compone di due parti: una prima di studio teorico sul paesaggio Vallone (regione francofona comprendente il sud del Belgio), una seconda di natura progettuale.

Il progetto riguarda Visè, un piccolo paesino a metà strada fra Liegi e Maastricht, scelto in seguito ad un incontro avuto assieme all'università di Liegi con il consiglio comunale del paese. La discussione verteva sull'esigenza dell'amministrazione di promuovere nuove idee per il riassetto di tutta una parte centrale che coinvolge il parco cittadino, la stazione, parte degli snodi ferroviari e dell'abitato circostante. A questo si aggiungeva la necessità di progettare un nuovo centro natatorio per la città; il vecchio è stato chiuso nel 2008 perché troppo vecchio ed incapace di rispettare le norme vigenti.

Ecco quindi sviscerata la seconda parte della tesi: uno studio dell'area tradotto in un lavoro che parte dalla grande scala ripensando il centro urbano per poi addentrarsi nella progettazione di un nuovo centro sull'acqua localizzato all'interno del parco cittadino.

Il tema ha rappresentato una sfida per tutta una serie di problematiche legate non solo al lotto ma anche alle molteplici connessioni che questo doveva sviluppare con gli ambiti circostanti.

L'obbiettivo era di riuscire a valorizzare e rendere funzionale una zona in disuso, ma anche è soprattutto di riavvicinare la città al fiume ricreando un nuovo rapporto con l'acqua, rapporto storicamente forte ma oggi andato perduto. Era fondamentale, ancor prima di cominciare la fase progettuale vera e propria, comprendere le relazioni esistenti e quelle da definirsi fra le diverse componenti, i valori e potenziali che compongono il paesaggio circostante. Come si vedrà nell'analisi del sito si è tenuto conto di tutta una serie di connessioni dirette ed indirette con l'intorno ( il fiume Mosa, il grande ponte ferroviario limitrofo, l'autostrada, la ferrovia, i percorsi, la stazione etc), aspetti di fondamentale importanza nello sviluppo del progetto.

Infine il centro natatorio, un edificio pensato per superare i limiti dell'impianto precedente offrendo una miglior fruibilità e molteplicità di servizi così da permettere approcci differenti al modo di vivere il rapporto con l'acqua.

La scelta di aprire questa tesi con uno studio del paesaggio nasce d'altro canto da una curiosità emersa proprio durante l'analisi delle relazioni citate in precedenza: la dicotomia fra paesaggio rurale ed industriale, fra naturale ed artificiale costituiscono una costante paesaggistica di tutto il territorio belga, specialmente in Vallonia dove gli influssi della rivoluzione industriale sono stati più marcati.

Visè non fa eccezione, il paesaggio che si scorge dal lotto di progetto è scandito in modo quasi ritmato dai ponti e dalle chiuse sulla Mosa e sul Canai Albert, l'orizzonte si presenta come un alternarsi di fattorie, boschi, cave ed impianti industriali.

Diventava quindi necessario uno studio sul tema non solo per la particolarità del fenomeno ma anche per comprendere meglio le linee generatrici del progetto stesso.

Quello che si intende fare è in prima analisi tracciare un piccolo excursus per capire come nasce questo fenomeno in Belgio , quali siano state le cause scatenanti ed i tratti distintivi di questo processo, in seconda analisi fornire una documentazione di immagini che permettano di capire e vedere come questo tema si è sviluppato sul territorio.

Relatori: Enrico Moncalvo, Giuseppe Pistone
Soggetti: G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GD Estero
U Urbanistica > UK Pianificazione urbana
A Architettura > AF Edifici e attrezzature per il tempo libero, le attività sociali, lo sport
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1783
Capitoli:

Premesse.

1. Conoscere la Vallonia

1.1 Introduzione al tema

1.2 La Vallonia

1.3 La storia

1.4 La geografia

2. Il paesaggio dell'industria

2.1 Riscoperta dei valori del paesaggio industriale

2.2 L'archeologia industriale

2.3 Il valore plastico

2.4 La struttura storica del territorio

2.5 Le rovine ed il paesaggio

2.6 Problemi d'intervento

2.7 L'architettura industriale

2.8 Documentazione fotografica

3. Il paesaggio rurale

3.1 La vallonia rurale

3.2 Architettura

3.3 Immagini

4. Proposta per il parco urbano ed il nuovo centro natatorio di Visè

4.1 Visè

4.2 La Mosa

4.3 L'incontro con l'amministrazione comunale di Visè

4.4 Schemi per la comprensione della città

4.5 Tavole di progetto

BIBLIOGRAFIA

Bibliografia:

Anselm M., Lorraine Belge, Pierre Mardaga èditeur, 1983

Claisse J., Loze P., Belgium architecture, Prisme editions, Bruxelles, 2008

Delevoy R, Borsi Franco, Le paysage de l'industrie, tiratura limitata in 3500 esemplari, Bruxelles, 1975.

Loughran P., Fallino Glass, Birkhauser- Publisher for architecture, Basilea, 2003

De Aroon B, Gauthier P., Lignes d'horizon, Thames & Hudson, Paris, 2002

Raja R., Architettura industriale: storia signifìcato e progetto, Edizioni Dedalo, Bari, 1983

Silver P, McLean W., Whitsett D:, Introduction to Architectural Technology, Laurence King Publishing, London, 2008

Zevi B., Storia dell'architettura moderna, Edizioni Einaudi, Torino, 1998

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)