Politecnico di Torino (logo)

Passuello, Andrea

Greenways : reti di percorsi verdi in Valle d'Aosta.

Rel. Alessandro Fubini. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2009

Abstract:

Questa tesi si configura come una proposta volta all'individuazione di contesti idonei alla realizzazione di "percorsi verdi" in Valle d'Aosta, in ambiti di territorio marginali rispetto alle principali località turistiche. Questi percorsi sono ritenuti una vera e propria opportunità in grado di orientare anche iniziative finalizzate alla manutenzione ambientale di ambienti territoriali a forte rischio di degrado. Questa tesi scaturisce dalla compresenza di una molteplicità di fattori presenti nella Regione valdostana riassumibili in:

� Eccessiva concentrazione turistica stagionale e settimanale in alcune grandi aree

� Fenomeni di congestione insediativa nella fascia di fondovalle e negli intorni periferici delle maggiori località turistiche

� Spopolamento delle piccole comunità rurali insediate in sub-aree regionali caratterizzate da sviluppo relativamente debole

� Progressivi fenomeni di abbandono e/o sottoutilizzazione delle aree agricole e del patrimonio edilizio storicamente consolidato

� Crescenti rischi di degrado o distruzione anche di importanti risorse ambientali, di cattivo uso o abbandono di risorse naturali e culturali.

La tesi è fondata sull'individuazione di percorsi verdi modellati secondo l'esperienza anglosassone delle Greenways, pratica urbanistica in via di consolidamento in numerosi paesi europei, soprattutto nordici.

Il fenomeno sta prendendo consistenza anche in Italia, stimolato da una domanda, principalmente proveniente dall'estero.

La proposta è quella di un sistema articolato e complesso di potenziali offerte turistiche, culturali e formative, capaci di creare e valorizzare luoghi di interesse reciprocamente integrati. Si tratta di iniziative finalizzate alla creazione di nuove opportunità dentro a un più ampio sistema di servizi rivolto alla manutenzione territoriale e allo sviluppo di turismo sostenibile. Vengono affrontati nella tesi aspetti di analisi e gestione dei territori "deboli" con un approccio innovativo all'ambiente, punto di forza di politiche territoriali in cui la salvaguardia e la valorizzazione delle risorse paesaggistiche sono principi cardinali. Si tratta di politiche che hanno come carattere comune la sostenibilità ambientale, e che si basano sulla messa in valore di risorse presenti e diffuse sul territorio regionale, soprattutto negli ambiti meno conosciuti, dove le condizioni di minore sviluppo turistico coesistono con la presenza di beni naturali e antropici particolarmente significativi, a volte unici. Va sottolineato, in questa premessa, che l'idea di greenways può essere ulteriormente rafforzata da una serie di "bisogni" presenti in ampi gruppi di popolazione riassumibili in:

� Crescente domanda qualitativa di mobilità non-veicolare, lenta e di tipo non-sistematico, finalizzata allo svago e al tempo libero. Essa è determinata sia dal progressivo invecchiamento della popolazione sia dall'aumentata flessibilità dei tempi e delle pratiche del lavoro contemporaneo

� Sviluppo di attitudini al camminare in ambienti capaci di accrescere nuovi desideri di formazione individuale e di conoscenza del territorio

� Affermazione di pratiche pedagogiche che impiegano la marcia, nell'esplorazione attiva di luoghi insoliti, come strumento volto al miglioramento delle condizioni di benessere delle persone, in particolare dei giovani e degli anziani.

La tesi è articolata in tre parti e allegati.

La I parte contiene uno studio su:

� Concetto di greenways

� Aspetti procedurali legati alla progettazione e gestione di una greenway

� Specifici casi sviluppati in alcuni paesi europei

La II parte è dedicata a

� Individuazione delle sub-aree regionali ritenute più adatte a ospitare un percorso verde secondo criteri socio-economici

� Selezione degli ambiti territoriali entro cui individuare le singole greenways sulla base di cri­teri geografici e spaziali

� Descrizione dettagliata dei cinque percorsi, corredata dell'illustrazione, anche iconografica e cartografica, delle principali dotazioni ambientali, architettoniche e socio-culturali presentinei diversi siti

La III parte contiene

� Approfondimento sulla fattibilità di una greenway in Valle d'Aosta

Relatori: Alessandro Fubini
Soggetti: U Urbanistica > UG Pianificazione del paesaggio
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GB Aree protette
U Urbanistica > UH Pianificazione regionale
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1628
Capitoli:

I PARTE

-Motivazioni e obiettivi della tesi

-Origini del movimento

-Definizioni di greenways

-Tipologie di greenways

-Quiet roads

-Colori delle greenways

-Ipotesi per una classificazione funzionale delle greenways

-Procedure da avviare per la realizzazione di una greenways

-Politiche pubbliche e finanziamenti

-Esternalità delle greenways

-Associazioni in Europa

Buone pratiche in Europa

-Coix de Hesbye

-Linea 119 di Charleroi

-Strada di Chambéry

-Via verde della costa chalonnaise a Cluny

-Pista ciclabile del canale dell'Ourq

-Balanguère

-Greenways dell'Auerbergland

-Sentieri di Paisley e Greenock

-Sentiero ferroviario York-Selby

-Lansker borderlands

-Suiloid and Leithriugh

-Parco paesaggistico della valle dell'Emscher

-Greenways delle fortificazioni di Ferrara

-Parco della fantasia

-Enjoy

-Greenways di Vigevano

-Greenways dei laghi Maggiore e Mergozzo

-Sentieri di Dorgali

Associazioni e indirizzi utili

Rassegna critica e bibliografica

Bibliografia

II PARTE

Selezione degli ambiti territoriali deboli

-Aree territoriali

-Stazioni e località turistiche

-Plaine d'Aoste

-Progetti e Programmi integrati

-Disagio insediativo

-Disagio competizione globale

-Filtro

-Beni religiosi

-Edifici militari

-Edifici

-Beni rurali

-Aree interesse archeologico

-Siti interesse vegetazionale e forestale

-Beni culturali isolati

-Siti interesse faunistico

-Beni puntuali interesse naturalistico

-Aree interesse paesaggistico, storico, culturale, documentario

-Aree, beni e siti

Selezione secondo criteri spaziali

-Sub-area A

-Sub-area B

Descrizione dei percorsi

-Vìa dei Ponti

-Vìa delle Acque

-Via dei Castelli

-Via dei Misteri

-Via delle Vigne

III PARTE

-Premessa

-La Greenway dei ponti

-Conclusioni

Allegato A - Computo metrico descrittivo delle opere di riassetto della via dei Ponti

Allegato B- Tavola 1 - Greenway Grand-Paradis - Scala 1:10000

Bibliografia:

AA.VV.; 2003; Greenways in Italia. Scoprire le nostre strade verdi; De Agostini Novara

Cawood Hellmund Paul, Smith Daniel; 2006; Designing Greenways: Sustainable Landscapes for Nature and People; Paperback

Cook E.A., Van Lier H.N.; 1994; Landscape Planning and Ecological Networks; Elsevier Amsterdam

Fabos J.G., Ahern J.; 1996; Greenways: the Beginning of an International Movement; Elsevier science New York

Fabos J.G.; 1997; A Greenway Network for Amherst: a Model for America; University of Massachusetts Amherst

Flink C.A., Sears R.M.; 1993; Greenways: a Guide to Planning, Design and Development; Island Press Washington D.C.

Landsecape design groop; 1998; The Green Corridor - A New Approach to London

Little C.; 1990; Greenways for America; Jonhs Hopkins University Press London

Mennella Vincenzo; 2006; Greenways per lo sviluppo sostenibile; Il Verde Editoriale

Mertes J.D., Hall J.R.; 1996; Park, Recreation, Open Space and Greenways Guideline; NRPA

Florida Department of environmental protection; 1998; Thinking Green: a Guide to the Benefits and Cost of Greenways and Trails; Tallahassee

Fumagalli N., Senes G., Toccolini A.; 2004; Progettare i percorsi verdi: Manuale per la realizzazione di greenways; Maggioli Editore

Smith D.S., Hellmund P.C.; 1993;Ecology of Greenways; University of Minnesota Press Minneapolis

Tolley R.; 1990; The Greening of Urban Transport; Belhaven Press London

Turner T.; 1991; Towards a Green Strategy for London: Strategie Open Space and Green Chains

Turner T.; 1998; Landscape Planning and Environmental Impact Design; UCL Press London

European Greenways Association, European Commission DG Environnement;

The European Greenways Good Practice Guide

Commission Européenne Direction General de l' Agricolture; 2001;

La valorizzazione dell'escursionismo pedestre come attività turistica nei territori rurali; Quaderno 12; Osservatorio Europeo Leader

Associazione Italiana Greenways; 1999; II Convegno europeo Greenways; Milano

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)