Politecnico di Torino (logo)

Cignetti, Sabrina

Le politiche territoriali di Malta.

Rel. Bedrone Riccardo. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2005

Abstract:

La tesi analizzerà gli strumenti che vengono utilizzati per realizzare una pianificazione territoriale nell'arcipelago Maltese la cui legislazione è basata su leggi inglesi che stabiliscono delle linee guida da seguire per la realizzazione dei piani futuri. Il Structur Plan risale al 1990, identifica 320 linee guida che verranno utilizzate per la realizzazione dei piani locali le quali indicano delle direzioni da seguire per gli sviluppi futuri e che possiedono molta flessibilità nella loro applicazione da parte degli enti interessati. Il Malta Environment Planning Authority è l'ente che gestisce direttamente questi piani e le Applications, applicazioni, permessi edilizi di nuovo sviluppo o di ristrutturazione che devono essere proposte dai privati e dai professionisti locali a quest'Autorità la quale ha il compito di valutare tale proposta sulla base dello Structure Plan e dei dati forniti da chi rivolge la domanda e alla quale spetta il compito di valutarla, accettarla o di respingerla e di renderla pubblica. L'arcipelago Maltese si trova a 90 km a sud della Sicilia e 290 km a nord della costa africana ed è composto dall' isola di Malta, di Gozo e Comino che sono tutte abitate più le isolette disabitate di Cominotto, Fifla e San Paolo. L'intera superficie dell'arcipelago è di 320 km quadrati e le dimensioni dell'isola di Malta sono di circa 27 km di lunghezza nel senso sud-est nord-ovest la sua larghezza massima è di 14 km;l'isola di Gozo misura 14 km per 7 e la superficie dell'isola di Comino è di 2.6 km quadrati. Il territorio di Malta e Gozo è ricco di coste molto frastagliate che originano baie, spiagge sabbiose e a tratti alte scogliere come la baia di Marsaxlokk, il complesso d'insenature e fiordi dove sorge la capitale Valletta e altre città inferiori che formano il complesso portuale dell'isola denominata Grand Harbourn, la St. Paul's Bay e la Melliena Bay vedendole protagoniste e al centro di varie guerre nel corso dei secoli proprio per la loro caratteristica geomorfologica e posizione geografica al centro del Mar Mediterraneo. Questa favorevole posizione infatti, le ha dato fondamentale importanza strategica come testa di ponte tra Europa e Africa, come punto di passaggio tra Mediterraneo occidentale ed orientale, rendendola luogo di rifugio dal mare e dai pirati, terra di conquista, sicuro ancoraggio per le navi di passaggio, meta ambita e privilegiata dalle popolazioni che si succedettero nel corso dei secoli e che lottarono per averne il possedimento ottenendo così anche il controllo di tutto il Mar Mediterraneo. Malta diventò nel 1814 possedimento britannico, rimanendo una colonia inglese fino al raggiungimento dell'Indipendenza nel 1974 e proprio questo suo passato vincolata alla Gran Bretagna economicamente e politicamente, è un'interessante motivo di studio legato alle dominazioni straniere che si sono succedute e che hanno contribuito all'utilizzo di varie lingue come il maltese, e l'inglese comunemente utilizzati ancor oggi e all'italiano utilizzato ancora da qualcuno e inserito come lingua a scelta dagli studenti nelle scuole influenzando la formazione culturale, politica, architettonica e amministrativa di un paese che sta cercando di trovare la propria identità. Malta ha dovuto dopo la colonizzazione inglese, scoprire delle nuove risorse interne basando la propria economia soprattutto sul turismo e questo ha determinato dei forti cambiamenti nell'isola incrementando notevolmente lo sviluppo urbanistico, stravolgendo totalmente il territorio e occupandolo con costruzioni per il turismo tipo alberghi, hotel di alto livello, case vacanze, negozi, scuole di lingua inglese per turisti, ristoranti, banche ed altre attività legate a questo settore che ancor oggi è fortemente in espansione. L'isola di Malta ha un potere legislativo di tipo anglosassone, anche le politiche territoriali fanno riferimento a questo tipo di amministrazione e offrono spunto per approfondimenti di tipo economico, politico, territoriale, urbanistico e turistico da trattare nei capitoli successivi. Nei primi due capitoli analizzeremo la storia di Malta ed il suo ordinamento istituzionale, nel terzo i suoi rapporti con l'Unione Europea conseguenti alla richiesta d'ammissione del 1990 di poterne far parte sino al suo ingresso avvenuto con altri nuovi membri il primo maggio del 2004 e la loro prospettiva europea legata anche dai finanziamenti e orientamenti che avverranno. I successivi capitoli 4, 5, 6, vertono sul sistema di pianificazione, sulle principali trasformazioni subite dal territorio, in relazione alle politiche abitative, ambientali, turistiche, e dei trasporti, per poi soffermarsi in modo più esaustivo su alcuni importanti esempi di trasformazione urbanistica della capitale Valletta e di altre città minori come Marsaxlokk avvenute secondo concezioni pianificatorie che risentono delle esigenze di orientamenti locali e di cui la revisione dei piani è avvenuta di recente. Nel capitolo 7 si analizzeranno i settori dominanti nelle ipotesi di sviluppo con particolare attenzione al settore industriale delle Piccole Medie Imprese nel settore privato, delle imprese pubbliche con i cantieri navali statali e si introdurrà l'importanza data dal turismo per lo sviluppo di Malta di cui si parlerà dettagliatamente nel capitolo 8 dedicato alle risorse produttive in cui si presenteranno le varie proposte per un futuro sviluppo di questo settore analizzando i dati del traffico dei visitatori turistici e delle strutture ricettive presenti. Nel capitolo 9 si affronterà il problema dei trasporti, delle comunicazioni e della circolazione che sono di rilevante importanza in relazione e proporzione alla superficie dell'isola, ai suoi abitanti, hai mezzi pubblici obsoleti tutt `ora in uso e alle difficoltà notevoli del traffico che ne derivano. L'ultimo capitolo sarà dedicato alle conclusioni e alle osservazioni su questa nazione che dopo secoli di lotte per ottenere l'indipendenza, si dovrà integrare e adattare se pur con qualche timore, a far parte di un nuovo sistema europeo in cui si dovranno risolvere alcuni nodi istituzionali e politici connessi all'ingresso di paesi appartenenti ad aree geopolitiche ed economiche con caratteristiche così diverse tra loro, delineandone le prospettive economiche, politiche e commerciali che si verificheranno in una nuova e più estesa area in cui avverrà il libero scambio tra le due sponde del Mediterraneo. In allegato è inserito "1'Estratto della relazione che aggiorna il parere della Commissione Europea sulla candidatura di Malta (1993)".

Relatori: Bedrone Riccardo
Parole chiave: politica territoriale - malta
Soggetti: U Urbanistica > UH Pianificazione regionale
U Urbanistica > UG Pianificazione del paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/12
Capitoli:

Introduzione

Origini e vicende storiche

2 L'ordinamento istituzionale e amministrativo

3 I rapporti con l'Unione Europea pag. 26

L'ingresso in Unione Europea pag. 26

Malta: Accession pertnerschip pag. 33

4 Gli aspetti generali della pianificazione pag. 39

Carattere strategico pag. 57

Contenuti pag. 58

Realizzazione pag. 59

Strategia complessiva pag. 62

Sviluppo aree primarie pag. 63

Sviluppo aree esistenti: ambiente costruito e aree urbane 64

Nuove aree urbane pag. 66

Annunci pubblicitari pag. 67

5 Gli strumenti urbanistici pag. 68

Structure Plan pag. 68

Local plan pag. 68

Applications pag. 71

GRAND HARBOURN LOCAL PLAN pag. 75

Struttura del Piano pag. 75

Funzione del piano pag. 79

Utilizzo del terreno statale pag. 83

Pubblica utilità pag. 84

La superficie dell'acqua e la sua raccolta pag. 85

Accessibilità viabile consentita a tutti pag. 86

Shopfront design (disegno delle facciate dei negozi) pag. 86

Sistemazione strategica pag. 87

Le sistemazioni pag. 88

La funzione del Porto del Grand Harbourn pag. 90

Eredità culturale pag. 100

Miglioramento dei bastioni pag. 101

MARSAXLOKK LOCAL PLAN pag. 104

Struttura del piano pag. 104

Funzione del piano pag. 105

Limiti di sviluppo pag. 106

Aree di Conservazione Urbana pag. 108

6 La pianificazione della capitale pag. 111

Valletta e lo sviluppo degli uffici pag. 116

Distribuzione dei trasporti, studio della viabilità e delle aree pedonali

Area a risanamento residenziale pag. 122

Aree di Conservazione Urbana pag. 123

Disegno urbano e architettonico pag. 123

Altezze degli edifici pag. 125

Scritte pubblicitarie pag. 125

Facciate dei negozi pag. 126

Sistemazione turistica e mezzi ricreativi pag. 126

7 I settori dominanti nelle ipotesi di sviluppo pag. 128

Industrie comprese le PMI (Piccole Medie Imprese) pag. 128

Agricoltura e pesca pag. 129

Energia pag. 131

Ambiente pag. 132

Controllo finanziario pag. 133

Turismo pag. 133

8 Risorse produttive pag. 135

Il turismo pag. 136

Strategie ed obiettivi pag. 144

Marketing e promozione turistica pag. 149

L'isola di Gozo pag. 152

L'isola di Comino pag. 154

9 Trasporti e comunicazioni pag. 156

Trasporto pubblico pag. 158

Trasporto privato pag. 164

Trasporto aereo ed in elicottero pag. 166

Trasporto marittimo

Vie di comunicazione pag. 172

10 Conclusioni pag. 179

Allegato pag. 187

Estratto della relazione che aggiorna il parere della Commissione pag. 188

Europea sulla candidatura di Malta (1993)

Criteri politici di adesione pag. 188

Introduzione pag. 188

Le istituzioni pag. 188

Pluralismo politico e processo elettorale pag. 189

Pubblica amministrazione pag. 190

Sistema giudiziario pag. 190

Diritti umani: rispetto e tutela delle minoranze pag. 191

Valutazione generale pag. 1 92

Criteri economici di adesione pag. 192

Introduzione pag. 192

Sviluppi macroeconomici successivi al parere della Commissione pag. 193

Questioni strutturali pag. 196

Sviluppi del settore finanziario pag. 196

Imprese del settore pubblico pag. 197

Valutazione generale pag. 198

Progressi fatti nell'adozione dell 'acquis pag. 199

Introduzione pag. 199

Mercato interno senza frontiere pag. 200

Contesto generale pag. 201

Le quattro libertà pag. 202

Libera circolazione delle merci pag. 203

Libera circolazione dei capitali pag. 204

Libera circolazione dei servizi pag. 205

Libera circolazione delle persone pag. 206

Concorrenza pag. 209

Dogane pag. 212

Imposizione pag. 214

Occupazione, condizioni di lavoro ed affari sociali pag. 217

Unione Economica e Monetaria pag. 218

Politiche regionali e coesione pag. 220

Bibliografia storica e politica pag. 221

Bibliografia per le Social Housing pag. 221

Bibliografia turistica pag. 222

Bibliografia per la pianificazione territoriale pag. 222

Cartografia pag. 223

Bibliografia per l'Unione Europea pag. 224

Bibliografia:

ALTA'S QUEST FOR INDIPENDENCE" Autore: Henry Frendo

Editore: Valletta Publishing & Promotion Co. Ltd. 1989

"THE STORY OF MALTA" Autore: Brian Blouet Editore: Progress Press Co. Ltd. 1967

THE BRITISH COLONIAL EXPERIENCE" 1800 - 1964 Autore: Mallia - Micanes

Editore: Mireva Publication

1988

"A PANORAMIC HISTORY" Autore: Joseph S. Abeia Editore: Publisher Enterprises Group 1999

THE ORIGINS OF MALTESE STATE HOOD " Autore: Henry Frendo

Editore: Valletta Publishing & Promotion Co. Ltd. 1986

INTERVISTA al Prof. HENRY FRENDO Docente di Storia all'Università di Malta e Chairman, Refugee Appeals Board

BIBLIOGRAFIA (CASE POPOLARI)

Articolo: "HOUSING AUTHORITY'S ASSISTANCE TO SINGLE PARENTS" Da "The Sunday Times" del 2 novembre 2003 di Marisa Micallef Leyson

"HOUSING TOPIC PAPER" Structure Plan Maltese Islands Final Draft - February 2002 Planning Autority

INTERVISTA all'Architetto DAVID PACE Segretario della Commissione Architetti del Mediterraneo

INTERVISTA alla Dott.ssa GILLIAN BONNICI Manager Policy Research and Communications Housing Authority

NNUAL REPORT & FINANCIAL STATEMENTS" 2000 Malta Tourism Authority

"STRATEGIC PLAN OF TOURISM" 2002 -2004 Malta Tourism Authority

THE ECONOMIC IMPACT OF TOURISM IN MALTA" 2000 Malta Tourism Authority

CARRYNG CAPACITY ASSESMENT FOR TOURSIM IN THE MALTESE ISLANDS" Ministry of Tourism

INTERVISTA all'Architetto JOHN EBEJER Architect & Urban Planner Consultant - Product Planning & Development Directorate

BIBLIOGRAFIA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

PLANNING AND BUIDING LEGISLATION DEVELOPMENTS MALTA'S" 1985 Ministry of Work and Housing

STRUCTURE PLAN FOR THE MALTESE ISLANDS" Draft Final Written Statement and Key Diagram December 1990

Planning Services Division Ministry for Development of Infrastructure

STRUCTURE PLAN FOR THE MALTESE ISLANDS" Explanatory Memorandum

December 1990

Planning Services Division Ministry for Development of Infrastructure

STRUCTURE PLAN FOR THE MALTESE ISLANDS" Summary of Pubic Consultations

January 1990

Planning Services Division Ministry for Development of Infrastructure

"HOUSING TOPIC PAPER" Structure Plan Maltese Islands Final Draft - February 2002 Planning Autority

"MARSAXLOKK BAY LOCAL PLAN" May 1995 Malta Environment & Planning Authority

"STRUCTURE PLAN BRIEF"

Ministry for Development of Infrastructure Malta"

DEVELOPMENT PLANNING LEGISLATION" - The Maltese Experience

"GRAND HARBOUR LOCAL PLAN" 2002

Malta Environment & Planning Authority CD Rom

INTERVISTA all'Architetto DAVID PACE Segretario della Commissione Architetti del Mediterraneo

INTERVISTE agli Architetti JOSEPH SCALPELLO e PATRICK MIJSUD Malta Environment & Planning Authority

INTERVISTA all'Architetto PAUL GAUCI Docente di Pianificazione Urbanistica all'Università di Malta

CARTOGRAFIA

"GRANI) HARBOUR LOCAL PLAN" 2002

Malta Environment & Planning Authority CD Rom

"MALTA MAP"

1:25.000

1993 Edition

Malta Environment & Planning Authority

"GOZO & COMINO MAP" 1:25.000

1993 Edition

Malta Environment & Planning Authority

"RABAT POLICY MAP" 1:6.500

July 2003

Malta Environment & Planning Authority

"LOCAL PLAN AREAS" February 2002 Malta Environment & Planning Authority

"DESIGNATED AREAS" February 2002 Malta Environment & Planning Authority

"1995 DWELLING STOCK AND RESIDENTIAN VACANCY" February 2002

Malta Environment & Planning Authority

"RESIDENTIAL PREMISSION GRANTED 1994-2000" February 2002 Malta Environment & Planning Authority

PROPERTY PRICE BY TYPE OF PROPERTY" February 2002 Malta Environment & Planning Authority

"URBAN DWELLING DENSITY" February 2002 Malta Environment & Planning Authoríty

GRAND HARBOUR LOCAL PLAN" 1:4.500

Aprii 2002

Malta Environment & Planning Authority

BIBLIOGRAFIA UNIONE EUROPEA

THE EU AND SOVEREIGNTY" - Towards multi-level governance Autore: David Friggieri

Editore: Mimina Publishers

Malta 2002

LOOKING AHEAD" - Malta's foreign policy agenda Autore: Stephen C. Calleya

Editore: Agenda

2002

MICROSTATE SECURITY IN THE GLOBAL SYSTEM" EU - Malta Relations Autore: Roderick Pace

Editore: Midsea Books

2001

"UNIONE EUROPEA" - Storia, Istituzioni, Statistiche Editore: Istituto Geografico De Agostini - Novara 2003

L'ALLARGAMENTO DELL'UNIONE EUROPEA" - dal Circolo Polare Artico al Mar Nero, i nuovi confini dell'Europa Autore: Enrico Letta Editore: Il Mulino v2003

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)