Politecnico di Torino (logo)

Rivetti, Alessandra

Asti contemporanea: dalla memoria delle assenze alla valorizzazione dell'ex Casa Littoria.

Rel. Carla Bartolozzi, Guido Montanari, Roberto Nivolo. Politecnico di Torino, Corso di laurea specialistica in Architettura (restauro e valorizzazione), 2008

Abstract:

TRA ASSENZA E PRESENZA

E' attraverso il binomio passato e presente che pub essere sintetizzata questa Tesi di Laurea: se il termine evoca la mancanza di architetture e di scenari urbani, la parola indica la situazione odierna. Oggetto di questo lavoro e quindi da una parte I'analisi delle demolizioni di numerosi manufatti storico - architettonici del centro storico di Asti e dall'altra lo studio della situazione che si e venuta a creare a seguito di questi interventi.

In considerazione del fatto che il numero degli edifici andati persi tra Ottocento e Novecento e assai rilevante (se paragonato alla densità edilizia e alla dimensione di Asti) e nata I'idea di documentare questi interventi di demolizione. Importante e sottolineare come gli episodi analizzati trattino di edifici dall'alto pregio architettonico, manufatti storici di importanza considerevole per i quali, in un periodo dove iniziano ad affermarsi le prime idee moderne sulla conservazione del monumento, non sia stata presa in esame la possibilità di una loro tutela.

Partendo da una dettagliata ed approfondita ricerca storica che e stata svolta presso vari enti d'Archivio Storico di Asti . ASCA, l'Archivio di Stato di Asti . ASA, la Biblioteca Consorziale Astense, la Biblioteca Centrale di Architettura, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio del Piemonte), si e accertato come questi episodi siano raramente citati nella bibliografia di riferimento; essi si limitano ad essere semplicemente nominati o ad essere considerati come normali interventi di sistemazione urbana.

Analizzando la situazione urbanistica della città tra Ottocento e Novecento, l'attenzione si e poi soffermata sulle circostanze relative alle demolizioni: lo studio dell' edificio abbattuto, l'iter burocratico, le delibere di consiglio, i soggetti coinvolti e il rapporto con gli enti di tutela. Particolare interesse e state inoltre posto verso il recupero dei materiali ricavati dalle demolizioni: alcuni andati persi, altri musei o rintracciati all'interno di qualche altro edificio.

Conclusa questa prima parte, e state poi esaminato il contesto che si e delineato a seguito degli interventi: il crearsi di vuoti urbani e la costruzione di altri edifici sono le principali situazioni che ancora oggi si riscontrano. l'analisi non si e limitata alle indagini relative ai nuovi scenari ma si e cercato di congiungere questi luoghi attraverso un percorso di conoscenza e promozione delle architetture andate perse. II simbolo, il punto di arrivo di questo percorso sia fisico che concettuale e I' edificio dell' ex Casa littoria. Progettato a seguito della demolizione del grandioso manufatto ottocentesco dell'Alla", essa e una struttura rappresentativa sia di un periodo della citt3 di Asti in cui gli sventramenti sono stati rilevanti sia di un'architettura che merita una considerazione e una valorizzazione diversa. La costruzione e stata quindi analizzata nel dettaglio; valutando lo stato di fatto e ponendo particolare attenzione agli adeguamenti normativi in materia di sicurezza e abbattimento delle barriere architettoniche, sono state riscontrate delle notevoli carenze che compromettono un ulteriore utilizzo della struttura. Considerata la sua notevole dimensione e valutata Ia situazione anche con l'Agenzia delle Entrate, che attualmente ne occupa gli spazi, e state ipotizzato iI recupero di alcuni ambienti che nel corso degli anni hanno perso il loro originario

Aspetto a causa di modifiche strutturali, spaziali e deturpamenti incontrastati.

Al termine di questa tesi e stato quindi proposto uno scenario particolare della città di Asti a cavallo tra Ottocento e Novecento: ancora racchiusa all'interno delle antiche mura, essa e stata oggetto di molteplici interventi di sventramento e demolizione che hanno fanno perdere preziose ed importanti testimonianze architettoniche del passato. Se da una parte oggi noi non possiamo più ammirare alcuni splendidi edifici, dall'altra sarebbe errata non considerare le nuove realizzazioni, sebbene in alcuni casi prive di valore o divenute semplici piazze pubbliche. Identificare un simbolo di questa momento storico e essenziale non solo per il recupero e la valorizzazione di una memoria persa, ma anche per individuare un luogo fisico dove racchiudere ed esporre questi episodi. La Tesi di Laurea non ha come obiettivo il progetto di un museo, ma quello di proporre la valorizzazione, il recupero e la documentazione di elementi e situazioni che sono state cosi importanti e determinanti per la creazione dell' attuale assetto urbano ed edile della città di Asti.

Relatori: Carla Bartolozzi, Guido Montanari, Roberto Nivolo
Soggetti: A Architettura > AP Rilievo architettonico
A Architettura > AO Progettazione
G Geografia, Antropologia e Luoghi geografici > GG Piemonte
R Restauro > RA Restauro Artchitettonico
Corso di laurea: Corso di laurea specialistica in Architettura (restauro e valorizzazione)
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/1190
Capitoli:

INTRODUZIONE

CAPITOLO 1 . La costruzione della città contemporanea

I piani Regolatori e di Abbellimento dell'Ottocento il Progetto di Rettificazione di Piazza d' Anni

I Piani Regolatori di Niccola Gabiani (1900- 1906)

CAPITOLO 2 . La trasformazione della città durante il Fascismo

2.1 Fascismo e territorio

2.2 L' attivitil urbanistica

2.3 Il Piano Regolatore Bianchini - Fagnoni (1934)

2.4 Le opere pubbliche

2.5 Le conseguenze nel dopoguerra

CAPITOLO 3 - I grandi interventi di demolizione tra XIX e XX secolo

3.1 Tra demolizioni e restauri

3.2 La chiesa della Maddalena - via Giobert (prima meta XIX secolo - 1931)

3.3 La realizzazione di Piazza Rama (189 5)

3.4 La realizzazione di Piazza Cairoli (1903)

3.5 L'isolato di Sant'Anastasio (1907)

3.6 L'isolamento della chiesa di San Secondo (1928)

3.7 La Torre Troiana e I'isolato dell'ex Ospizio di Caritil (1932-1957)

3.8 La Torre Rossa e I'isolato di Santa Caterina (1935)

3.9 Altri edifici non pili esistenti

CAPITOLO 4 - L'analisi di alcuni interventi

4.1 La scelta dei casi

4.2 La chiesa della Piccola Annunziata (1906)

4.2.1 La chiesa nei secoli

4.2.2 La demolizione e la realizzazione di Piazza Medici

4.3 Palazzo Catena (1932)

4.3.1 11 medioevale palazzo

4.3.2 La demolizione

4.4 L'edificio dell'"AlIa" (1934)

4.4.1 L'" Alia" di Piazza Alfieri

4.4.2 Il concorso e la costruzione della Casa littoria di Asti

4.4.3 La demolizione

4.4.4 I materiali recuperati dalla demolizione

4.4.5 La costruzione del Palazzo della Provincia

4.5 Il risanamento del Canton del Santo (1937)

4.5.1 L'isolato del Canton del Santo

4.5.2 La demolizione

4.6 11 mercato coperto (1939)

4.6.1 L'evoluzione dell'area di Piazza Statuto

4.6.2 La c05truzione del mercato coperta

4.6.3 La demolizione e la sistemazione della nuova piazza

4.7 La chiesa della Grande Annunziata (1960)

4.7.1 La chiesa nei secoIi

4.7.2 La demolizione

4.7.3 La costruzione del nuovo Tribunale

CAPITOLO 5

Demolizioni, ricostruzioni e restauri, una rilettura in chiave attuale

5.1 La valutazione degli interventi attraverso i soggetti coinvolti

5.2 La situazione attuale: un percorso tra storia e luoghi

5.3 La valorizzazione di un'architettura: I'ex Casa littoria

5.3.1 La Casa del Fascio di Asti ­lo schema tipologico

5.3.2 L'opera realizzata sui progetto di Aloisio

5.3.3 L'edificio tra destinazioni d'uso e degrado

5.3.4 Una proposta di valorizzazione

Bibliografia

Bibliografia:

Niccola GABIANI, La chiesa ed il convento di San Bernardino, Tipografia Sociale, Pinerolo, 1898 Riccardo BRA YDA, La cripta di Sant'Anastasio in Ani, Ani Società Archeologica e Belle Ani, Paravia, 1905

Michele GALLO, Guida alla città di Asti e al circondario del 1905, Scuola Tipografica editrice Michelario, Asti, 1905

Niccola GABIANI, Le torri altre torri ed i palazzi nobili reali in Asti, Arnaldo Forni editore, Asti, 1906

Posa della prima pietra della fontana della città di Asti Laciti Media in Am sulla piazza della Piccola Annunziata, 7\05\1907, Tipografia Brignolo, Asti, 1907

Gustavo GIOVANNONI, vecchie città ed edilizia nuova, a cura di Francesco Ventura, città Sudi Edizioni, Milano, 1995, prima edizione UTET, 1931

Niccola GABIANI, Denominazione delle vie, delle piazze e dei viali illustrazioni storiche, Tipografia Taglieri e Rospi, Asti, 1932

Niccola GABIANI, edifici medievali monumentali detti �del vecchio San Pietro� in Asti I restauri. Fonti di storia illuminata, Asti, 1932, pag. 116

P. A VEZZANO, PIACENZA G., Guida di Asti e principali centri ddl'astigiano, Asti, 1933

Niccola GABIANI, Am nei sum principali ricordi storici, Tipografia Vinassa, Asti, 1934

Armando MELlS, Concorso ) la casa littoria di Ani, in Architettura Italiana, aprile 1934, pp.111.124

Asti la più giovane provincia d�Italia, ed. L'economia Nazionale, 1935 Ludovico VERGANO, Storia di Asti, Tipografia San Giuseppe, Asti,1951 Carlo CESCHI, Teoria e storia del Restauro, Mario Bulzoni, Rama, 1970

Vera COMOLI MANDRACCI, Studi di storia dell'urbanistica in Piemonte: Asti, in Studi Piemontesi, marzo 1972, vol. I, fase. 1, pp. 57.72

Stefano Giuseppe INCISA, Asti prima del 1806 nei monumenti, L'Archivio, Bologna, 1974

Luciano BOSIA, Evoluzione del tessuto urbanistico di Asti dal 1860 al 1975, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, rel. arch. Vigliazzo e arch. Re, AA 1974-75 Centro storico, ricerca di rivivere, Tipografia Vinassa, Asti. 1975

Marco POZZETIO, Micaela VlGLlNO DAVlCO, Onorino Aloisio, in Cronache Economiche, fascicolo n. 3/4, marzo aprile 1975

CITIA' DI ASTI, DIPARTIMENTO ASSETTO TERRITORIALE, Centro storico di Asti: sintesi problematica delle indagini preliminari, Asti, 1976

ITALIA NOSTRA, SEZIONE DI ASTI, Considerazioni antro storico di Asti, Asti, 1976 Boemi GABRIELLI, Arte e cultura ad Asta attraverso i secoli, Istituto bancario San Paolo, Torino, 1977

Clemente ROVERE, il Piemonte antico e moderno delineato e descritto, Società reale Mutua di Assicurazioni nell50 0 anno della fondazione, Torino, 1978

Silvia TARICCO, La scultore Mauro Giribaldi, in il Platano, n. 4, Asti, luglio - agosto 1978 Renato BOROONE, Gina e territorio nell'Alto Medioevo. La società artigiana dal dominio dei Franchi all'affermazione comunale, Biblioteca Storica Subalpina, Torino, 1980

Riccarda RIGAMONTI (a cura di), Mario Pivanti Docente Universitario, Celid, 1980 A. BORANO, L VIARENGO (a cura di), Architettura e colore, Asti ieri oggi e Città di Asti, Assessorato per la Cultura, Asti, 1981

CITIA' DI ASTI, ASSESSORATO PER LA CULTURA, Asti, Progetto e costruzione della città ­1848.1918, ed. L'Arciere, Cuneo, 1981

Venanzio MALFATIO, Asti testimonianze del secolo. Edizioni Boschetto, Cuneo, 1981 Marco POZZETIO (a cura di), Onorino Aloisio, architetto, catalogo della mostra, Istituto per I'enciclopedia del Friuli Venezia Giulia, Udine, 1981

Franco ODOONE, Maunali per la storia urbana di Asti (Anni della Commissione d'Ornato 1920­1935), Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. Vera COMOLI MANDRACCI, AA 1982\83

­Venanzio MALFATIO, RAVIOLA P., Asti in cartolina, L'Artistica Savigliano, Savigliano, 1984

G. LUPO, P. PASCHETIO, La città per parti nell'Ottocento. Normativa e costruzioni di patti della

città e concrete implicazioni del regime daziario, in Bollettino Storico Bibliografico Subalpino, Torino, 1985, A LXXXlll, secondo semestre

Guido MONTANARI, Interventi urbani e architetture pubbliche negli anni Trenta. II caso del Piemonte, ed. CLUT, Torino, 1985

Maria BOGETI, Materiali per fa storia urbana di Am: il piano regolatore del 1935, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. Vera Comoli Mandracci, 1986 Ada PEYROT, II Piemonte nei secoli. Asti e l'Astigiano. Vista piano dal XIX secolo, Tipografia Torinese Editrice, Torino, 1987

Fascismo: il caso di Asti, Am del convegno storico, ed. L' Arciere, Asti, 1988

V. MALFATTO, P. RAVIOLA, Am testimonianze a Base grafica, Cuneo, 1988 Giovanni BUTRlCO, Asti, Progetto e costruzione della città - 1918 - 1940, Arti grafiche TSG s.d., Asti, 1989

N. GALVANO, Città di Asti, indagini della and all'inizio del secolo XX, Comune di Asti, Assessorato per la Cultura, L' Arclere, Asti, 1989

Venanzio MALFATIO, Am racconta, cd. Base grafica, Cuneo, 1989

F. BOCCHINO, Le principali tappe della Legislazione de; beni culturali in Italia in il restauro del

patrimonio architettonico: compatibilità tra consolazione, Napoli, 1990

Claudia CARRElT A, Emilia GARDA, Dd(' uso di alcune tecnologie: soluzioni ricorrenti nell'architettura italiana degli anni Trenta, Tesi di laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. Anna Maria Zorgno Trisciuoglio, Daniele Vitale, Torino, 1990

Emilia GARDA, Claudia CARRElTA, DeLL'USO di alcune tecnologie: soluzioni ricorrenti nell'architettura italiana degli anni Trenta, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. Anna Maria Zorgno TRlSClUOGLlO, 1990

Venanzio MALFATIO, Am nella storia delle sue vie, cd. Base grafjca, Cuneo, 1990

R. ROSCO, topografia di asti dal XII al XIV sec., Tesi di Laurea, Università degli Studi di Torino, Facoltà di Lettere e Filosofia, reI. R. BORDONE, AA 1990\91

Mirella MACERA (a cura di), Benedetto Alfieri. L'opera astigiana, ed. lindau, Asti, 1992

­Gianluigi TRINCHERO, Analisi di Itn piano: il caso di Ani, Tesi di Laurea, Politecnico di

Torino, Facoltà di Architettura, reI. prof. Luigi Mazza, febbraio 1992

Marta FRANZOSO, Storia urbanistica di Asti tra Settecento e Ottocento, T esi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. V. COMOLI MANDRACCI, AA 1992/93

V. MALFATTO, P. RA VIOLA, Am itinerari della memoria, ed. Agami, Cuneo, 1993

Renato BORDONE (a cura di), NiccoIa Gabiano Storiografo di Asti, Biblioteca Astense, Asti, 1996

Andrea LONGHI, Sant'Anastasio in Ani, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura, reI. prof. Daria DE BERNARDI FERRERO, arch. Carlo TOSCO, febbraio 1996

Marco DE MlCHELIS (a cura di), case del Popolo. Un'architettura monumentale del moderno Marsilio Editori, Venezia, 1996

I. FERRO, E. ROSSANINO, Antichi ospedali in Asti, in il platano della città astigiana, Asti, 1996,

Guido MONTANARI, La storia per il progetto. Dicotomico critico e la tipologia della ricerca, Celid, Torino, 1996

Piergiorgio TOSONI, Asti: la qualità dell'architettura urbana, in Odrure, n. 3, 2002

Alberto CROSmO, Mweo di Sant'Anastasio, L'Area archeologica, Asti, 2003

Gaia PETTENA, Architettura e propaganda fasci5ta nei filmati dell'lstituto Luce, Universale Architettura, ed. Testo e Immagine, Firenze, 2003

Gianluigi BERA, Am, edifici e palazzi nel Medioevo, Gribaudo editore, Asti, 2004

Donatella GNETTI, Gian Paolo SILlCANI (a cura di, Sant'Anastasio, dalla cripta al Museo, Atti del Convegno di studi storici, archeologici e storici e artistici, Stampa Tipolitografica

Martini, Asti, 2004

Alessandro CUTELLI, Niccola Gabiani Memorie critiche e trasformazioni urbanistiche della città. di Am, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Scuola di Specializzazione,

reI. V. COMOL! MANDRACCI, A.A. 2005\06

R. BORDONE, N. FASANO, M. FORNO, D. GNETTI, M. RENOSIO, (a cura di, Tra sviluppo e margina/ira. L'Artigianato dall�unità agli anni ottanta del novecento, vol. Ill, ISRA T, Asti, 2006

Paolo PORTOGHESI, Flavio MANGIONE, Andrea SOFFIIT A (a cura di, L'architettura delle Case del Fascio, catalogo della mostra, AIinea editrice, Firenze, 2006

Alberto CROSMO, Gemma BOSCHIERO (a cura di Asti. La Torre Troiana, Asti, 2007 Sam SCAPPARINO, II Rione di San Secondo e il Paolo di Ani. Storia, restauro e valorizzazione, Tesi di Laurea, Politecnico di Torino, Facoltà di Architettura II, reI. Carla BARTOLOZZI, Renato BORDONE, Cristina COSCIA, A.A. 2006\2007

Tavole:

Tav. 1 Asti e le assenze: demolizioni tra XIX e XX secolo

Tav. 2 1906 - demolizione chiesa della Piccola Annunziata, Piazza Medici

Tav. 3 1932- demolizione Palazzo Catena, Piazza Catena

Tav. 4 1934. demolizione di Piazza Alfieri

Tav. 5 1937. risanamento del Canton del Santo, Piazza San secondo

Tav. 6 1939 - demolizione mercato coperto, Piazza Statuto

Tav. 7 1957 - demolizione chiesa della Grande Annunziata

Tav. 8 Piazza Catena La memoria delle assenze: un percorso tra storia e luoghi

Tav. 9 La Casa littoria: il concorso e il progetto realizzato

Tav. 10 La Casa littoria: lo schema tipologico

Tav. 11 La tipologia strutturale

Tav. 12 La tipologia strutturale

Tav. 13 II confronto col passato: i serramenti esterni

Tav. 14 II confronto col passato: rivestimenti, serramenti, pavimenti

Tav. 15 La situazione attuale

Tav. 16 La proposta di intervento le ipotesi di destinazioni d'uso

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)