Politecnico di Torino (logo)

Naldi, Gianfabio Adelmo

Lo spazio pubblico come sistema di relazione: un nodo interpolare fra tre confini: la piazza del centro commerciale Panorama.

Rel. Piergiorgio Tosoni. Politecnico di Torino, Corso di laurea in Architettura, 2004

Abstract:

Con la presente tesi di laurea si intende proporre un nuovo assetto per l'area del Centro commerciale Panorama, la partire dall'individuazione e riproposizione di alcuni elementi morfologici che caratterizzano questo territorio. Il sito sorge sulla confluenza dei confini di tre comuni, Torino, San Mauro Torinese, Settimo Torinese; l'area d'intervento, caratterizzata da frammenti urbani sovrapposti a reti di comunicazione, da grandi complessi, lotti residenziali e zone di attività, è delimitata dal viadotto autostradale Torino -Milano, la Stura di Lanzo, strada San Mauro, e parte del comune di Settimo. La prima fase di progetto propone analisi ed interpretazione di alcuna carte storiche. La Carta Napoleonica del 1804, con la descrizione degli elementi naturali, la morfologia del terreno e I'individuazione delle prime cascine. La mappa del 1854 nella quale si è resa visibile la razionalizzazione del territorio agricolo. La carta del 1911 dove si definisce l'intreccio dei tre confini sul lotto del centro commerciale e la comparsa di diverse case bracciantili. Le carte del 1926 e del 1954, determinanti per la realizzazione di una mappa che rappresenta le dinamiche di formazione del territorio. La seconda fase prevede la realizzazione di una piazza, tra i due edifici del centro commerciale, di un luogo d'incontro e di sosta, ricco di servizi atti a soddisfare le esigenze di utenza diversa. Il centro avrà una netta separazione dei mezzi di trasporto: il traffico veicolare confluirà, dalle due arterie adiacenti, ad un livello inferiore dove troverà spazio un ampio parcheggio, con accessi verticali agli edifici ed alla piazza sovrastante. Questa sarà riservata al traffico ciclo -pedonale mediante la realizzazione di una pista ciclabile, parte integrante di un complesso più ampio: il segno della pista sul territorio riproporrà, sulla base di indagini storiche, il percorso delle antiche strade che univano le cascine dell'area presa in considerazione. Questo a sua volta sarà inserito nel già esistente itinerario dei parchi fluviali della città di Torino, dei comuni di San Mauro e Settimo Torinese. Il livello superiore del polo subirà una profonda trasformazione, gli attuali parcheggi lasceranno il posto a nuove costruzioni, sorte lungo i percorsi pedonali e ciclabili ed intervallate da portici che avranno come primo scopo quello di addolcire le facciate degli edifici. L'intento di questo lavoro è la ricerca di dialogo con il passato che, attraverso una ridefinizione di antichi tracciati, restituisca al territorio un "continuum comprensibile": riconsiderare le trame costituisce, per la proposta di progetto, un sostrato ~ul quale innervare alcune proposte di uso pubblico.

Relatori: Piergiorgio Tosoni
Parole chiave: Spazio pubblico - Piazza
Soggetti: U Urbanistica > UB Architettura del Paesaggio
Corso di laurea: Corso di laurea in Architettura
URI: http://webthesis.biblio.polito.it/id/eprint/104
Capitoli:

INTRODUZIONE

PROGRAMMA

INTERPRETAZIONE DELLE CARTE :

Un punto di partenza

-Razionalizzazione del territorio agricolo

-I confini

-Dinamiche di formazione del territorio

-Infrastrutture

IMMAGINI DEL LUOGO

RELAZIONE DEL PROGETTO

Bibliografia:

-A.A.V.V., Abbadia di Stura: appunti sulla storicizzazione, a scala urbana ed edilizia, di un'area periferica del Comune di Torino, Centro Studi Piemontesi, Torino, 1976;

-A.A.V.V., Riccardo Gualino: architettura da collezione, Istituto Mides/Trau, Torino, 1979;

-A.A.V.V., Usa: la periferia come centro urbano, da "Arca", n°77, 1994;

-ANSELMI A..I confini della città, da "Area" n°26, 1996;

-AUGE' M. M Nonluoghi, Eleuthera, Milano, 1994;

-BIANCHETTI C., Dispersione e città contemporanea. Percorsi, linguaggi e interpretazioni, da "Territorio" n°14, 2000;

-CAPUTO P. I Le architetture dello spazio pubblico. Forme del passato, forme del presente, Electa, Milano, 1997;

-CERVIERE G., Non luogo e progetto, Edizioni Libria, Melfi, 1998;

-CROTTIS S., I territori abbandonati, da "Rassegna" n°42;

-DAVIS M., Geografia dell'espressione, città e paesaggi del terzo millennio, Milano, 1997;

-DESIDERI P., ILARDI M., Attraversamenti, i nuovi territori dello spazio pubblico, Costa & Nolan, Roma, 1997;

-FORTIER B., La città senza agglomerazione, da "Casabella" n°599, 1993;

-FAUCAULT M. , Spazi altri, i principi dell'eterotropia, da "Lotus" n°48-49, 1986;

-GROTTI M., FELISIO P., MELLANO P., L. Bazzanella, C. Gianmarco, A. Isola, R. Rigamonti, 1998: Abitare luoghi intermedi. La trasformazione del paesaggio tra Saluzzo, Manta e Verzuolo;

-GROSSI A., Guida alle cascine e vigne del territorio di Torino e contorni;

-LUCAN J.,Lo spazio urbano nell'era dell'individualismo, da "Casabella" n°597 1994.

-LUCAN J., Il foro romano è un modello per capire la città contemporanea, da "Casabella" n°598, 1994;

-MARAT S., Il ritorno del paesaggio, Motta editore, Milano, 1996;

-MARTINI A., Riccardo Gualino e l'estensione del limite della città: la Snia- Viscosa e le trasformazioni della periferia di Torino negli anni'20;

-RONZONI M., Il senso della periferia: tecniche di riqualificazione ambientale;

-SECCHI B., La periferia, da "Casabella" n°583, 1991 ;

-SOLA' MORALES I., Territori, da "Lotus" n°110, 2001 ;

-ZANINI P., I significati del confine, Mondatori, Milano, 1997.

Tavole:

TAVOLA 1 -CTR ( 1:10.000)

TAVOLA 2 -Stato di fatto con sezioni dell' area

TAVOLA 3 -Un punto di partenza

TAVOLA 4 -Razionalizzazione del territorio agricolo

TAVOLA 5 -I confini

TAVOLA 6 -Dinamiche di formazione del territorio

TAVOLA 7 -Infrastrutture

TAVOLA 8 -La Piazza

TAVOLA 9 -Veduta d' insieme

Modifica (riservato agli operatori) Modifica (riservato agli operatori)